Notifiche
Cancella tutti

ISRAELE

   RSS

0
Topic starter

Israele

Aleks

Black Mountain Analysis

22 ottobre 2022

https://bmanalysis.substack.com/p/israel-bff?publication_id=1105422

 

traduzione rapida semiautomatica di questa interessante analisi da parte di Aleks

 

Introduzione

Questa sarà l'ultima parte della mia serie in tre parti sul conflitto in Medio Oriente. Spiegherò altre nozioni di base e farò alcune precisazioni sul mio precedente articolo, Genesi...

 

Sfondo

Vedi i miei due precedenti articoli sul Medio Oriente:

 

Chiarimenti

Il mio precedente articolo ha suscitato molte critiche e reazioni molto positive. È stato tradotto in diverse lingue e pubblicato su diverse piattaforme. E questo è esattamente quello che ho scritto alla fine dell'articolo: la situazione ci sta polarizzando tutti e la maggior parte di noi è guidata ora dalle emozioni.

Inoltre, non sono privo di emozioni. Ammetto che faccio fatica a usare X (Twitter) in questi giorni. Le notizie su Gaza sono orribili e mi rende molto triste vedere cosa sta succedendo.

Lasciatemi dire questo: normalmente non faccio queste precisazioni. Ma tengo molto ai miei lettori e se vengo criticato, darò almeno un piccolo chiarimento. Non per scusarmi. No. Sostengo pienamente la mia analisi e sono convinto che sia giusta. Ma penso di non aver spiegato alcune cose abbastanza bene da rendere meglio comprensibili i miei pensieri. Esaminiamo i tre argomenti che presumo abbiano causato la maggior parte delle domande/critiche:

  • Israele ha il diritto di esistere?

    Israele ha assolutamente il diritto di esistere. E perché ha il diritto di esistere? Ha il diritto di esistere perché è stato istituito e legittimato dalle Nazioni Unite. Da tutte le principali nazioni. Anche l'Unione Sovietica. In effetti, l'Unione Sovietica fu una delle prime nazioni a riconoscere Israele, anche se Stalin non era il più grande sostenitore del sionismo. Sì, la fondazione di Israele si basa sul sionismo e sulle sue teorie.

    Ora si potrebbero iniziare discussioni infinite sul perché tutte le principali nazioni abbiano sostenuto la creazione di Israele all'ONU, compresa l'Unione Sovietica. Così come le discussioni sull'influenza che le organizzazioni sioniste di quel tempo e dei decenni precedenti avevano avuto sui decisori. Ma non seguirò questa strada. Il fatto è che è stato legittimato dalle Nazioni Unite. Anche se presumo che Stalin avesse altri piani con il suo sostegno alla creazione di Israele, e che se ne sia pentito in seguito.

    A proposito, se prendiamo il Kosovo come esempio contro la mia tesi. Il Kosovo è la stessa storia. Secondo la risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il Kosovo è parte integrante della Jugoslavia. Poiché la Serbia è il successore della Jugoslavia, il Kosovo è parte integrante della Serbia. Non importa che alcuni stati occidentali e i loro vassalli riconoscano unilateralmente il Kosovo. È nullo per il diritto internazionale. Il Kosovo è la Serbia per il diritto internazionale, deciso dalla più alta autorità delle Nazioni Unite.

    Quindi, in questa discussione, il diritto di Israele di esistere o meno non dipende dalla mia opinione personale. E' la più alta legge internazionale. E se si segue questa strada: cosa chiedono le persone che negano il diritto di Israele ad esistere? La cosa giusta da fare è attuare la decisione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla soluzione dei due Stati. A proposito, approvato anche dall'ONU nel 1945-1948. E più tardi, di nuovo, nel 1967 con la risoluzione 242 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

    In definitiva, dobbiamo prendere in considerazione la posizione dei decisori dell'epoca nel 1945. Si può immaginare come la percezione fosse tornata rispetto a dopo la rivelazione dell'intera portata dell'olocausto in questo periodo. I processi di Norimberga non erano ancora conclusi né iniziati, quindi la gente cercava giustizia. Dal punto di vista odierno, dopo aver assistito a tutte le atrocità in Medio Oriente per più di settant'anni, la decisione sarebbe stata forse diversa. Ma se si torna indietro al 1945 e ci si mette il cappello "Stalin" o "Churchill" o chiunque altro, sarebbe molto difficile non accettare i piani preparati per decenni da persone come Theodor Herzl.

    Quindi, le circostanze hanno portato alla decisione di creare lo stato di Israele allora. Ed è il diritto internazionale. Questa è la spiegazione di questa domanda. O meglio, perché tu possa capire il mio pensiero.

     

  • Israele dovrebbe essere localizzato dove si trova?

    Dal momento che non ho alcun interesse in questa regione, non mi brucerò le dita qui. Capisco le implicazioni storiche per cui i sionisti volevano creare lo stato in Palestina. Capisco perfettamente anche gli arabi che sono contrari dal momento che vivono lì e i loro antenati sono stati sfollati, soprattutto da una grande percentuale di persone che erano solo ebree nella religione ma non nell'etnia (semiti).

    Ma immagino che non distinguerete le persone in base al sangue e all'etnia per l'immigrazione se solo pochi mesi prima milioni di persone venivano uccise industrialmente nei campi di concentramento a causa del loro sangue o della loro etnia o a causa delle loro convinzioni. (Che siano semiti o no).

    Questo era impossibile per l'ONU. Quindi, hanno preso questa decisione e ora siamo dove siamo. Questo non ha nulla a che fare con i miei desideri. Si tratta semplicemente di diritto internazionale. E voglio riportare tutti i miei lettori alla situazione del 1945 per capire perché i leader hanno accettato la creazione di Israele. Era una situazione completamente diversa e tutte le atrocità che ne sono seguite non sono ancora state commesse. Ancora una volta, forse le decisioni sarebbero diverse dal punto di vista odierno. E forse anche la location sarebbe diversa.

    Ma non sta a me esprimere la mia opinione su dove dovrebbe essere collocato Israele, ma spiegare obiettivamente perché la comunità internazionale (1945 ancora "unita") ha deciso in quel modo. E per evidenziare, dal momento che non si trattava solo dell'"Occidente" ma anche dell'Unione Sovietica, che non è stato perforato solo dai "sionisti". Anche se certamente hanno fatto tutto il lavoro di base e i preparativi.

    Per quanto tempo le risoluzioni dell'ONU rimarranno diritto internazionale? M immagino è: non più così a lungo. Puoi leggere di più su di esso in Economics and Empires 5.

     

  • Sionismo

    Ci sono ragioni per cui non seguirò la strada per scrivere del sionismo e delle differenze tra semiti, ebrei e sionisti. L'argomento è così polarizzato ed esplosivo che bisognerebbe scrivere decine di libri, a partire dai tempi dei faraoni, per avere una spiegazione più o meno obiettiva. Questo è impossibile e non getterò in giro le parole "sionismo" e "sionisti" come se fossero caramelle. Ritengo che inaffidabile e altri possano catturare lettori/clic/visualizzazioni/simpatia con quell'espediente. Dal momento che l'argomento del Medio Oriente è altamente polarizzato e viene utilizzato per dividere le persone (sì, anche noi), qui ci atterremo al diritto internazionale, poiché tutte le nazioni lo riconoscono. Russia, Cina e anche il resto del Sud del mondo. La soluzione dei due Stati.

    Un'ultima cosa. Non sostengo né la campagna di bombardamenti di Israele contro aree civili (sembra un vero e proprio crimine di guerra, esattamente come lo è l'assedio di milioni di civili) né la provocazione di Hamas per innescare esattamente ciò che sta accadendo attualmente. Entrambe le azioni sono odiose.

 

La portata dell'Iran

Molte persone, sia nella sezione commenti della BMA che in tutte le altre comunità, criticano costantemente l'idea che l'Iran possa essere dietro l'attuale escalation. Spesso sostengono che l'Iran non può intervenire perché ci sono diversi paesi tra l'Iran e Israele.

Questa è la mia colpa, perché non ho spiegato abbastanza a fondo. Ora andrò un po' più a fondo.

Le Forze Quds sono state create proprio per questo compito. Combattere Israele ai suoi confini e all'interno di Israele senza usare le forze di terra iraniane in Israele. L'Iran non può usare le sue forze in Israele perché ci sono diversi paesi tra di loro. 😊

Le forze Quds sono lì per organizzare un fronte arabo contro Israele al momento giusto. Quando tutti sono pronti a far cadere il governo israeliano, e quando la guardia del corpo di Israele (gli Stati Uniti) è debole. Ricordate Qasem Soleimani? Tutte le condizioni sono soddisfatte e molto probabilmente la Russia non si è opposta al piano per tre motivi:

  1. Estendi ulteriormente la logistica dell'Impero in tutto il mondo. Ho scritto molte volte su questo. Guerre di liberazione. Presumo che ci saranno più fronti in luoghi distinti del mondo.

  2. Innescare ulteriori divisioni all'interno dell'Occidente.

  3. Infine l'attuazione della risoluzione 242. Sono sicuro che l'Asse della Resistenza (arabi) non ha il via libera per distruggere lo stato di Israele. Molto probabilmente solo una sconfitta militare e un conseguente cambio di regime sono consentiti da Russia e Cina. Sì, anche la Cina è completamente investita qui.

Attenzione: questo non rappresenta le nostre opinioni/desideri, è un'analisi arida di ciò che è noto.

 

L'Asse di resistenza

Quindi, al momento giusto, l'Iran attiverà le Forze Quds in tutto Israele e nel mondo arabo per unire tutti contro Israele. Sono assolutamente sicuro che i preparativi sono stati fatti. Puoi leggerlo quasi esclusivamente su BMA, perché possiamo riferire in modo non emotivo sugli eventi.

Il piano Quds è a più livelli e viene eseguito passo dopo passo. C'è molto da fare, se Israele segue il percorso/trappola che gli è stato tracciato. Sembra che gli Stati Uniti sappiano/indovinino cosa sta succedendo e stiano cercando di convincere Israele a fermare/ritardare l'invasione di Gaza. Vedremo se ci riusciremo o meno. Non lo so. Se Israele entra, prevedo la sua sconfitta. Non la sconfitta delle forze d'invasione a Gaza, ma la sconfitta di Israele come nazione con un successivo cambio di regime, gestito dagli arabi sotto la supervisione del Sud del mondo.

Tutti i paesi intorno a Israele sono in fase di preparazione da parte dell'Iran e di Quds. Non importa quale ramo della fede musulmana stiano seguendo. Hanno un nemico comune. Inoltre, i paesi dell'Asse della Resistenza sono stati uniti anche dalla Cina e dai suoi investimenti.

Quindi, per tutta la folla "Ci sono diversi paesi tra l'Iran e Israele". "L'Iran" non invaderà Israele. Ma gli eserciti e le milizie di tutti i paesi intorno a Israele lo faranno. E ci sono più che sufficienti cellule dormienti Quds (Squadre d'assalto, vedi il GRU russo in Occidente), pronte a far saltare in aria obiettivi strategici in Israele. Inoltre, i "paesi tra Israele e l'Iran" senza alcun dubbio, almeno ufficiosamente, permetteranno all'Iran di lanciare le sue decine di migliaia di missili e droni, dopo che l'Iron Dome e le sue scorte negli Stati Uniti saranno esaurite, sul loro spazio aereo in Israele.

Non c'è assolutamente nulla che rimarrà in termini di infrastrutture militari e civili. Anche se penso, dal momento che presumo che l'operazione sia approvata da Xi e Putin, le vittime civili dovrebbero essere tenute il più basse possibile. Non vogliono porre fine a Israele.

Ancora una volta, questa non è l'opinione o il desiderio di BMA. Si tratta di un'analisi obiettiva della situazione e dei fatti noti.

 

Gli Stati Uniti in Medio Oriente

Cosa possono fare gli Stati Uniti in Medio Oriente per aiutare Israele? A parte il supporto logistico, assolutamente nulla. Ed ecco perché: gli Stati Uniti hanno decine di migliaia di soldati nell'Area. Alcuni In stati precedentemente amichevoli come la Giordania e l'Arabia Saudita Arbia. Alcuni in funzioni di occupazione come la Siria e l'Iraq. Non ci sono quasi difese aeree poiché la pianificazione delle operazioni non prevedeva una guerra convenzionale su larga scala contro di essa in Medio Oriente. Perché? Perché il divide et impera funzionava bene. Finché gli Stati Uniti hanno mantenuto tutti gli arabi in lotta tra loro, non c'era pericolo per gli Stati Uniti di prepararsi per una grande guerra regionale contro se stessi.

Questo si è concluso con gli sforzi di riconciliazione di Russia, Cina e Iran. Ora tutti gli stati sono uniti (in parte apertamente e in parte segretamente) contro gli Stati Uniti. È andato giù troppo in fretta.

Gli Stati Uniti non possono assolutamente assistere militarmente Israele nella regione. Non ha la forza/potenza militare per farlo. Non fraintendetemi. L'esercito degli Stati Uniti avrebbe comunque spazzato via il pavimento con l'Iran e tutte le altre potenze arabe della regione messe insieme. Ma solo se concentrasse il suo potere e la sua logistica su questa regione. Cosa che non può. L'Estremo Oriente sta legando colossali risorse militari statunitensi alla Cina. L'Ucraina ha esaurito gran parte delle sue munizioni per la guerra terrestre.

Per essere in grado di proteggere Israele da un attacco concentrato, che potrebbe (non ne sono ancora convinto) seguire dopo un'invasione di Gaza, l'America dovrebbe abbandonare tutte le altre aree. Cosa che non farà. Si tratta di un dilemma senza precedenti per gli Stati Uniti. Tiene in ostaggio l'intero Medio Oriente per essere in grado di garantire le forniture di petrolio e regolare il prezzo di mercato del petrolio, e quindi l'economia globale. Ma i mercati del futuro sono in Asia e in Africa perché le popolazioni sono lì. Gli Stati Uniti (l'Impero, non il popolo degli Stati Uniti) non possono abbandonare né il petrolio né i mercati.

Credetemi, non importa quanto facciano il tifo per Israele. L'impero non si preoccupa di Israele e del suo popolo. Si preoccupano solo di tenerlo in un ambiente ostile per essere in grado di mantenere una guerra eterna nella regione, per controllare le forniture di petrolio e i suoi prezzi di mercato. Non c'è amore per gli ebrei da parte dell'Impero.

Se la guerra iniziasse domani, l'esercito iraniano non invaderebbe Israele (perché ci sono diverse nazioni tra Iran e Israele😊) ma eliminerebbe le forze americane intorno a sé e andrebbe in Iraq e Siria per liberarle. E non c'è NULLA che le forze americane possano fare contro di esso. Niente di niente, senza mettere a repentaglio tutte le altre regioni del mondo. Provo molta pietà per quei tizi dei gruppi da battaglia delle portaerei nel Mediterraneo in uno scenario del genere. Ed è per questo che l'Impero sta attualmente facendo il possibile per rimandare l'invasione di Gaza per trovare altre soluzioni. Non ha nulla a che fare con gli ostaggi. Niente.

Tutte queste stronzate possono succedere. E può succedere molto presto. E se succede, allora ci sveglieremo in un nuovo mondo da un giorno all'altro.

Spero che tutti i miei amici "Ci sono diversi paesi tra Israele e l'Iran" ora capiscano lo scopo delle Forze Quds e dell'Asse della Resistenza.

Non smetterò di ripetere che questa non è l'opinione o il desiderio di BMA. Personalmente ho paura da morire di questo scenario. Siamo a favore della pace. Questo costerebbe abbastanza rapidamente centinaia di migliaia di vite. Forse un milione o più.

 

Esodo

Bene, l'ho già descritto. Se il piano sarà pienamente eseguito fino alla sua conclusione, Israele molto probabilmente sarà sconfitto militarmente. Completamente. Il che molto probabilmente si tradurrebbe in un cambio di regime e non nella fine di Israele. Ancora una volta, presumo che il piano sia approvato dai presidenti Xi e Putin e che la precondizione sia la minimizzazione delle vittime civili e la continuazione di Israele nel quadro dei Due Stati.

Ok, ho descritto alcuni scenari "in bianco e nero" qui. La verità è sempre da qualche parte nel mezzo. E l'inizio di un'invasione di Gaza è probabilmente l'innesco di un primo passo fuori da molti, e così via. Quindi, la regione non esploderà non appena il primo soldato israeliano metterà piede a Gaza. La realtà ha molte sfumature di grigio, come tutti sappiamo. 😊Voglio essere più preciso. Nulla è ancora deciso. Tuttavia, ci può essere una soluzione diplomatica tra l'Occidente e i BRICS+ (+ per l'Iran e l'Arabia Saudita). E se l'escalation dovesse iniziare, non è ancora chiaro fino a che punto si intensificherà e se lo scenario andrà fino alla sua conclusione (attacco iraniano su vasta scala contro le forze statunitensi nella regione circostante?).

Al momento possiamo parlare solo di probabilità.

 

Sansone

C'è ancora il nostro vecchio amico Sansone. Più in particolare, l'opzione Sansone. Se Israele è sul punto di affondare, bombarderebbe con armi nucleari tutti i suoi avversari. Personalmente presumo che l'Asse della Resistenza accetti il martirio di molte delle sue città in cambio della liberazione della regione dall'impero. Perché parlo solo di diverse città? Presumo che qui entrino in gioco le decine di migliaia di droni e missili dell'Iran e di Hezbollah. I loro attacchi di saturazione avrebbero lo scopo di ridurre al minimo la possibilità di Israele di far uscire tutte le armi nucleari in tempo. Alcuni, naturalmente, potrebbero esplodere...
 
 

Considerazioni finali

C'è la possibilità che Israele o i suoi servizi sapessero dell'attacco. Non ne sono del tutto sicuro, anche se ho ricevuto alcuni rapporti interessanti in privato. Ma, anche se fosse il caso, allora solo perché l'attuale primo ministro israeliano vorrebbe usarlo per mettersi al sicuro a causa dei suoi molti problemi interni per lui personalmente.

Sono sicuro che l'innesco sia venuto dall'Iran, innescando il piano Quds finale per abbattere l'Impero in Medio Oriente. Ancora una volta, BMA non vuole o pretende nulla da tutto questo. Solo pace. Sfruttiamo solo l'occasione per analizzare la situazione.

[i] A cura di Piquet ([email protected])

Grazie per aver letto Black Mountain Analysis. Questo post è pubblico, quindi sentiti libero di condividerlo.

 
Questa argomento è stata modificata 4 mesi fa 5 volte da oldhunter
Condividi: