Notifiche
Cancella tutti

RAFFORZAMENTO MILITARE STATUNITENSE SU LARGA SCALA IN MEDIO ORIENTE: L’AMERICA SI STA PREPARANDO A LANCIARE LA TERZA GUERRA MONDIALE?

   RSS

1
Topic starter

Rafforzamento militare statunitense su larga scala in Medio Oriente: l’America si sta preparando a lanciare la terza guerra mondiale?

"Con un'armata di 13 navi da guerra, oltre 100 aerei da caccia, missili da crociera, aerei spia e 2.000 uomini delle forze speciali anfibie ammassate nella regione"

Asad Ismi e Nick Allen

globalresearch.ca

19 ottobre 2023

Link: https://www.globalresearch.ca/how-the-u-s-is-ramping-up-firepower-in-the-middle-east-to-deter-iran-from-starting-wwiii/5836994

Immagine in primo piano: un aereo spia Hawkeye viene lanciato dal ponte di volo della portaerei più grande del mondo, la USS Gerald R. Ford (foto della Marina degli Stati Uniti)

 

Introduzione

Un articolo del 18 ottobre di Nick Allen sul Daily Mail [1] di Londra conferma che gli Stati Uniti avevano una “prescienza” dell'attacco di Hamas del 7 ottobre 2023 diretto contro i civili israeliani.

Nel rapporto si riconosce che:

“Nel giro di poche ore dal terribile attacco contro Israele da parte di Hamas del 7 ottobre, gli Stati Uniti hanno iniziato a spostare navi da guerra, aerei e forze speciali nella regione”.

Come noto agli analisti militari, un simile dispiegamento richiede una preparazione avanzata e considerevole e non può essere improvvisato “in poche ore”. 

Ciò concorda con lo scenario secondo cui l’attacco di Hamas avviato il 7 ottobre 2023 è stata una operazione “false flag” [2] per conto dell’apparato militare e di intelligence israeliano (che coordina anche tali azioni con gli Stati Uniti). 

Ampiamente documentato, Hamas è stato creato da Israele nel 1987 e finanziato con centinaia di milioni di dollari attraverso il Qatar [3], un trasferimento facilitato da Israele. 

 

Netanyahu conferma il “partenariato con Hamas”. 

“Chiunque voglia contrastare la creazione di uno Stato palestinese deve sostenere il rafforzamento di Hamas e il trasferimento di denaro a Hamas”, ha detto [Netanyahu] in una riunione dei membri della Knesset del suo partito Likud nel marzo 2019. “Questo fa parte della nostra strategia: isolare i palestinesi di Gaza dai palestinesi della Cisgiordania”. (Haaretz [4], 9 ottobre 2023, corsivo aggiunto)

Il “trasferimento di denaro a Hamas” per conto di Netanyahu è confermato da un rapporto del Times of Israel dell’8 ottobre 2023: 

“Hamas è stato trattato come un partner a scapito dell’Autorità Palestinese per impedire ad Abbas di procedere verso la creazione di uno Stato palestinese. Hamas è stato promosso da gruppo terroristico a organizzazione con la quale Israele ha condotto negoziati attraverso l’Egitto e a cui è stato permesso di ricevere valigie contenenti milioni di dollari dal Qatar attraverso i valichi di Gaza”. (enfasi aggiunta)

Questi fatti sono stati dettagliati negli articoli del [5] Prof. Michel Chossudovsky , del Dr. Philip Giraldi (ex ufficiale dell'intelligence della CIA) e del giornalista veterano Seymour Hersh [6]:

È stato raggiunto un accordo con il Qatar, che ha iniziato a inviare centinaia di milioni di dollari alla leadership di Hamas con l'approvazione israeliana. L’insider mi ha detto che “Bibi era convinto che avrebbe avuto più controllo su Hamas con quei soldi del Qatar” – lasciando che occasionalmente lanciassero razzi nel sud di Israele e avessero accesso a posti di lavoro all’interno di Israele – di quanto avrebbe fatto con l’Autorità Palestinese. Ha corso questo rischio. (Seymour Hersh)

L'articolo del Daily Mail è intitolato:

“Come gli Stati Uniti stanno aumentando la potenza di fuoco in Medio Oriente per dissuadere l’Iran dall’iniziare la Terza Guerra Mondiale – con un’armata di 13 navi da guerra, oltre 100 aerei da combattimento, missili da crociera, aerei spia e 2.000 uomini di forze speciali anfibie ammassate nella regione”. 

La prima frase del rapporto recita:

“Gli Stati Uniti stanno accumulando una macchina da guerra in Medio Oriente con un chiaro messaggio all’Iran di restare in disparte mentre Israele si prepara a lanciare un’invasione di terra a Gaza per distruggere il gruppo terroristico Hamas”. (enfasi aggiunta)

Quindi il rapido, pericoloso e aggressivo dispiegamento massiccio di forze statunitensi nell’area israeliana viene presentato nell’articolo del Daily Mail come una misura difensiva volta a scoraggiare l’Iran.

Anche per gli obbedienti media mainstream occidentali filo-imperialisti, questa è una forzatura incredibile.

Tuttavia, se si legge attentamente il corpo dell’articolo, diventa chiaro che sono gli Stati Uniti a dare inizio alla Terza Guerra Mondiale, non l’Iran. Il contenuto dell'articolo contraddice il titolo, cosa che a volte accade nella stampa mainstream date le sue ben note restrizioni editoriali a dire la verità.

 

Massiccio dispiegamento militare statunitense 

L’articolo descrive in dettaglio la massiccia escalation militare da parte degli Stati Uniti che è così fortemente provocatoria da quasi garantire la Terza Guerra Mondiale.

Al contrario, l’articolo non menziona nemmeno un singolo dispiegamento di truppe o navi da parte dell’Iran contro Israele o gli Stati Uniti dopo il 7 ottobre.

Il Daily Mail descrive la costruzione e il dispiegamento della macchina da guerra di Washington come:

“Due portaerei, tra cui la più grande del mondo – la USS Gerald R. Ford – sono state inviate nel Mediterraneo orientale, insieme a decine di aerei che potrebbero effettuare attacchi aerei.

La portaerei, che ha un reattore nucleare, è colma di un arsenale di armi come i missili Sea Sparrow evoluti e il sistema di armi ravvicinate Mk-15 Phalanx, che viene utilizzato per sparare proiettili perforanti.

Molti altri aerei, compresi gli squadroni di caccia F-15 e F-16, sono stati inviati nelle basi militari statunitensi nella regione, raddoppiando il numero disponibile nel Golfo Persico.

Anche circa 2.000 marines americani addestrati in operazioni speciali e sbarchi anfibi sono stati reindirizzati da un'esercitazione in Kuwait e sono ora a bordo di due navi da guerra da qualche parte al largo delle coste del Bahrein. 

Il Pentagono sta inoltre preparando altri 2.000 uomini dell’esercito e dell’aeronautica come potenziale forza di risposta rapida. 

L’obiettivo principale del rafforzamento militare statunitense è quello di dissuadere l’Iran e i suoi delegati dal compiere qualsiasi mossa aggressiva.

Una seconda portaerei, la USS Dwight D. Eisenhower, arriverà nel Mediterraneo orientale tra circa una settimana, accompagnata anche da altre quattro navi da guerra.

La portaerei, conosciuta anche come "Ike", ha 5.000 marinai e può portare fino a nove squadroni di aerei tra cui aerei da combattimento ed elicotteri.

Anche prima del nuovo afflusso di armi da fuoco, gli Stati Uniti disponevano di oltre 30.000 soldati nella regione. Ciò include 13.000 in Qatar, 7.000 in Bahrein, almeno 3.000 ciascuno in Arabia Saudita, Giordania e Kuwait, 2.500 in Iraq e 2.500 in Turchia.

La base aerea di Incirlik in Turchia ospita anche 50 bombe nucleari americane B61.

Inoltre, circa 2.000 marines americani con la 26a unità di spedizione dei marine erano appena giunta ​​in Kuwait per un’esercitazione quando è avvenuto l’attacco di Hamas in Israele”. (Daily Mail [7], corsivo aggiunto)

Copyright Daily Mail: Gli Stati Uniti stanno intensificando le proprie forze in Medio Oriente

 

Chi sta pianificando di iniziare la terza guerra mondiale: l’America o l’Iran? 

Allora quale paese inizierà la Terza Guerra Mondiale, gli Stati Uniti che invieranno non una ma due portaerei piene di aerei d’attacco e soldati nell’area di Israele o l’Iran che al momento non sta inviando nulla di significativo nella stessa regione?

Ovviamente, l'allarmante escalation militare statunitense mira a iniziare una guerra, non a prevenirla, e il linguaggio orwelliano dell'articolo del Daily Mail si adatta bene alla tecnica standard della CIA di incolpare i nemici di Washington per “ciò che vuole fare proprio lei”.

 

Asad Ismi è uno scrittore pluripremiato di politica internazionale e un esperto di imperialismo statunitense. Ha scritto della politica di 70 paesi, tra cui nove del Medio Oriente.

È un ricercatore associato del Centre for Research on Globalization (CRG). Per le sue pubblicazioni e documentari visitare il sito www.asadismi.info

Di seguito in allegato sono riportati alcuni estratti selezionati e il collegamento all'articolo del Daily Mail

 

“Come gli Stati Uniti stanno aumentando la potenza di fuoco in Medio Oriente Per scoraggiare l’Iran dall’iniziare la Terza Guerra Mondiale”

Di Nick Allen

Daily Mail   

Estratto selezionato

Nel giro di poche ore dal terribile attacco contro Israele [8] da parte di Hamas il 7 ottobre, gli Stati Uniti iniziarono a spostare navi da guerra, aerei e forze speciali nella regione.

Due portaerei, tra cui la più grande del mondo, la USS Gerald R. Ford, sono state inviate nel Mediterraneo orientale, insieme a decine di aerei in grado di effettuare attacchi aerei.

La USS Gerald R. Ford aveva appena completato un'esercitazione con la Marina italiana prima dell’ordine per la sua ultima missione.

Ha un equipaggio di 5.000 uomini e trasporta 90 aerei da guerra, inclusi jet F-18 Super Hornet, caccia d'attacco F-35 e cacciacarri A-10.

La portaerei, dotata di un reattore nucleare, è colma di un arsenale di armi come i missili Sea Sparrow evoluti e il sistema di armi ravvicinate Mk-15 Phalanx, utilizzato per sparare proiettili perforanti.

I marines americani sono in movimento in Medio Oriente dopo aver interrotto un'esercitazione in Kuwait (Foto: 26th Marine Expeditionary Unit)

Gran parte delle operazioni statunitensi dovrebbero essere coordinate dal quartier generale avanzato del comando centrale statunitense presso la base aerea di Al Udeid in Qatar, la più grande base americana in Medio Oriente. 

Un portavoce ha detto al Military Times: "Se ricevessero l’ordine, potrebbero partecipare a qualche tipo di operazione a sostegno di Israele".

Nel frattempo, una piccola squadra di forze per le operazioni speciali è stata inviata in Israele per aiutare a recuperare gli ostaggi, compresi gli americani, trattenuti da Hamas a Gaza. 

***

‘Non sono state ancora prese decisioni di schierare alcuna forza in questo momento. Il Segretario alla Difesa continuerà a valutare la nostra posizione in termini di forze e rimarrà in stretto contatto con alleati e partner’.

 

Per leggere l'articolo completo del Daily Mail, fare clic qui [9]

I nostri ringraziamenti al Daily Mail per aver portato questo articolo alla nostra attenzione.

Immagine in primo piano: un aereo spia Hawkeye viene lanciato dal ponte di volo della portaerei più grande del mondo, la USS Gerald R. Ford (foto della Marina degli Stati Uniti)

 

  1. https://www.dailymail.co.uk/news/article-12641411/Israel-Gaza-Iran-Hamas-Hezbollah-WWIII-weapons-nuclear-aircraft-carrier-warship-middle-east-lebanon.html
  2. https://www.globalresearch.ca/is-the-gaza-israel-fighting-a-false-flag-they-let-it-happen-their-objective-is-to-wipe-gaza-off-the-map/5835310
  3. Ibidem
  4. https://archive.md/2023.10.10-030658/https://www.haaretz.com/israel-news/2023-10-09/ty-article/.premium/another-concept-implodes-israel-cant-be-managed-by-a-criminal-defendant/0000018b-1382-d2fc-a59f-d39b5dbf0000#selection-453.0-453.73
  5. https://www.globalresearch.ca/is-the-gaza-israel-fighting-a-false-flag-they-let-it-happen-their-objective-is-to-wipe-gaza-off-the-map/5835310
  6. https://www.globalresearch.ca/netanyahu-is-finished-seymour-hersh/5836730
  7. https://www.dailymail.co.uk/news/article-12641411/Israel-Gaza-Iran-Hamas-Hezbollah-WWIII-weapons-nuclear-aircraft-carrier-warship-middle-east-lebanon.html
  8. https://www.dailymail.co.uk/news/article-12645115/Biden-compares-Hamas-attack-fifteen-9-11s-President-says-stand-Israel-urges-not-consumed-rage-announces-100M-aid-Gaza-West-Bank-Tel-Aviv-speech.html
  9. https://www.dailymail.co.uk/news/article-12641411/Israel-Gaza-Iran-Hamas-Hezbollah-WWIII-weapons-nuclear-aircraft-carrier-warship-middle-east-lebanon.html

 

Questa argomento è stata modificata 4 mesi fa da oldhunter
Condividi: