Notifiche
Cancella tutti

Se non si comprende l'imperialismo, non si può sviluppare una politica adeguata

   RSS

0
Topic starter
 
di Terje Valen
Grandi cose sono successe e stanno accadendo nel mondo. Quello che sta accadendo in Ucraina ne è la conseguenza.
Pertanto, è necessario aggiornare la nostra comprensione dell'imperialismo.
Quindi dobbiamo tornare a Karl Marx, sull'importanza del colonialismo e della costruzione dell'impero come condizioni per l'ascesa del capitalismo dopo lo sbarco di Colombo in America
Karl Marx è stato il primo a fare uno schizzo che possiamo chiamare precursore, della successiva teoria dell'imperialismo di Lenin e della teoria del columbismo su cui sto lavorando. Lo presentò nel primo volume del suo capolavoro, Capitale - Critica dell'economia politica , 1867. Nel capitolo 24 su La cosiddetta accumulazione originaria sottosezione n.6, descrisse la genesi del capitalismo industriale.
In questa parte della sua opera discute lo sviluppo e il contenuto del sistema coloniale. Non entrerò nel dettaglio, ma incoraggio tutti a leggere questo capitolo di facile lettura del Capitale . Quello che mi interessa qui sono i metodi del sistema coloniale. http://www.criticamente.com/marxismo/capitale/capitale_1/Marx_Karl_-_Il_Capitale_-_Libro_I_-_24.htm  
Possiamo poi trarre una citazione dello stesso Marx: «Al passo con lo sviluppo della produzione capitalistica durante il periodo manifatturiero, l'opinione pubblica in Europa aveva perso il suo ultimo residuo di vergogna e di coscienza. Le nazioni si vantavano cinicamente di ogni mossa infame che potesse essere un mezzo per accumulare capitale». In questa sede presteremo particolare attenzione al concetto di opinione pubblica. È particolarmente rilevante oggi quando la sua manipolazione ha raggiunto livelli senza precedenti.
Marx sottolinea il significato delle "grandi scoperte della fine del XV secolo". "La scoperta dei giacimenti d'oro e d'argento in America, lo sterminio, la riduzione in schiavitù della popolazione autoctona mandata nelle miniere, l'incipiente conquista e saccheggio dell'India orientale, la trasformazione dell'Africa in un terreno di caccia per il commercio dei negri - tutto questo fu l'alba per l'era della produzione capitalistica. Questi processi idilliaci sono gli elementi principali dell'accumulazione originaria. Poco dopo seguì la guerra commerciale tra le nazioni europee, con il globo come scenario di guerra.
Tutto questo coinvolge i Paesi Bassi che si separano dalla Spagna, in misura violenta con la guerra anti-giacobina dell'Inghilterra, continuando con la guerra dell'oppio contro la Cina, e così via.
I vari momenti dell'accumulazione originaria sono ora distribuiti, in ordine cronologico più o meno pronunciato, in Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Francia e Inghilterra. In Inghilterra, verso la fine del XVII secolo, questi elementi furono sistematicamente riassunti nel sistema coloniale, nel sistema del debito pubblico, nel moderno sistema fiscale e nel sistema di protezione. In parte, questi metodi si basano sulla violenza brutale, ad es. il sistema delle colonie. Tuttavia, tutti usano il potere statale, l'apparato di potere concentrato e organizzato della società, per spingere il processo di trasformazione dal modo di produzione feudale a quello capitalista a un ritmo serrato, in modo che la transizione sia il più breve possibile".
Maggiori informazioni sui metodi si possono trovare qui «Le tasse che venivano riscosse fuori dall'Europa attraverso il saccheggio diretto, la riduzione in schiavitù e la predazione, tornavano alla madrepatria, dove venivano trasformate in capitale».
"Il sistema delle colonie, il debito pubblico, la pressione fiscale, la protezione, le guerre commerciali, ecc., questa progenie dell'attuale periodo di produzione, sembra violenta nell'infanzia della grande industria".
Quindi possiamo guardare una citazione che Marx attinge dal libro del religioso William Howitt, A Colonization and Christianity. Una storia popolare del trattamento dei nativi in ​​tutte le loro colonie, 1838.
"La barbarie e le oltraggiose atrocità perpetrate dai cosiddetti cristiani non hanno eguali in nessuna epoca della storia mondiale, in nessuna razza, nessuna fu mai così primitiva e non illuminata, senza vergogna e priva di pietà".
Discute delle operazioni coloniali olandesi, (som mange i dag kjenner lite til -TV), e scrive che l'Olanda, la nazione modello capitalista del 17° secolo, "rivela un quadro insuperabile di tradimento, corruzione, assassinio e degrado".
Quindi affronta l'argomento della tratta degli schiavi in ​​condizioni orribili e l'uccisione di funzionari governativi che prima sono stati corrotti per ottenere grandi vantaggi e poi assassinati per evitare di pagare ciò che era stato loro promesso".
Verso la fine del capitolo, cita l'esempio del Liverpool (non esattamente per la gioia di tutti i tifosi del Liverpool). "Liverpool è diventato un grande centro commerciale grazie alla tratta degli schiavi. Per questa città, questo era il modo di realizzare l'accumulazione originaria. Secondo il citato scritto del dottor Aitkins del 1795, questa tratta degli schiavi "ha trasformato l'impresa commerciale in una passione, crea marinai eccezionali e porta enormi somme di denaro". Nel 1730 Liverpool aveva 15 navi impegnate nella tratta degli schiavi, nel 1751 erano 53, nel 1760 74, nel 1770 96 e nel 1792 132 navi. Quindi conclude il capitolo come segue: "Se è vero che il denaro, secondo Augier," viene al mondo con macchie di sangue su una guancia, "allora il capitale nasce grondante di sangue e sporcizia, dalla testa ai piedi, da tutti i pori.''
Quello di cui non parlo qui, ma di cui Marx ovviamente tratta più in dettaglio, è la creazione della classe operaia, di un gruppo di persone che non possiedono i loro stessi mezzi di produzione o cibo, ma devono vendere il proprio lavoro per integrare il loro cibo.
Quello che abbiamo qui, infatti, non è solo una storia dell'accumulazione originaria fino alla creazione del capitalismo pienamente sviluppato. È la storia del capitalismo fino ad oggi, per alcuni di noi sulla terra. Poiché lo stesso sistema delle colonie durò fino al secondo dopoguerra e quando le colonie formali furono abolite, il sistema emerse in una nuova forma, il neocolonialismo che funziona ancora.
Con ciò Marx ha definito l'era capitalista come un'era che inizia contemporaneamente allo sbarco di Colombo in America. E dico che quest'era dura ancora, ma sembra destinata a finire se la potenza trainante nei paesi centrali dell'Impero Colombiano, gli Stati Uniti, non riuscirà a provocare una guerra mondiale.
Le due principali fonti di profitto capitalista furono la classe operaia nella madrepatria e i popoli e le nazioni oppresse e sfruttate del mondo.
Lo sviluppo di entrambe queste fonti avvenne nel periodo successivo alla venuta di Colombo in America, e quindi questa è un'epoca coerente con sostanzialmente le stesse caratteristiche geopolitiche che ho chiamato columbismo.
Come scrive Marx, lo era dalle prime guerre tra gli stati capitalisti più sviluppati su chi avebbe dovuto essere in grado di acquisire il maggior numero di colonie e le migliori.
Possiamo chiamare quel periodo la prima guerra mondiale. Più tardi, quando il mondo intero fu diviso tra le grandi potenze capitaliste, guidate dall'Inghilterra, i vari sviluppi nei paesi capitalisti iniziarono a spostare gli equilibri di potere tra di loro. Le potenze emergenti erano la Germania e gli Stati Uniti e in effetti il ​​Giappone.
Brevemente sull'analisi di Lenin dell'imperialismo moderno
Lenin ha analizzato questo periodo all'interno dell'era colombiana e ha sottolineato la concorrenza, i litigi e le guerre tra le grandi potenze sulla ridistribuzione delle colonie. Ha notato che il capitalismo aveva definitivamente lasciato il suo primo stadio in cui la libera concorrenza aveva dominato e che erano emersi grandi monopoli e un capitale finanziario con principi finanziari che dominavano l'economia mondiale e usavano il loro apparato statale nella lotta tra loro.
Questo è diventato il punto di partenza per due guerre mondiali, in cui la Germania ha cercato di ottenere l'egemonia in Europa e verso est in Russia e forse verso sud in Medio Oriente. I nuovi stati capitalisti che sono cresciuti in potere economico più velocemente dei vecchi hanno chiesto la loro quota di mondo e potevano ottenerla solo prendendola dagli altri.
Nuovi fenomeni storici richiedono un aggiornamento dell'analisi di Lenin
Fino alla seconda guerra mondiale inclusa, l'analisi della situazione mondiale di Lenin poteva essere utilizzata in parte per capire cosa fosse successo. Qui c'era, per così dire, la contrapposizione tra le grandi potenze capitaliste per essere al centro. Ma c'era un'altra contrapposizione nel mondo, di cui anche Lenin era molto consapevole, che cominciava a manifestarsi con forza crescente, era la contrapposizione tra l'intero sistema capitalista colombiano e i popoli e le nazioni oppresse del mondo.
Dopo che Lenin scrisse L'Imperialismo come l'ultima fase del capitalismo, emersero forti stati anticolombiani e anticapitalisti, prima l'Unione Sovietica nel 1917 e poi la Cina nel 1949. Questi riuscirono a svilupparsi per diventare forti concorrenti del sistema capitalista colombiano, mentre quasi tutti gli altri paesi che sono stati soggetti a questo sistema neocoloniale sono stati frenati nel loro sviluppo.
Allo stesso tempo, un nuovo leader è emerso davanti al mondo capitalista colombiano. Erano, ovviamente, gli Stati Uniti. L'Inghilterra era stata il capo di questo gruppo dal 1815, dopo le guerre napoleoniche. Insieme come filiale, agli Stati Uniti, sono riusciti a respingere due attacchi alla loro posizione dalla Germania. Ma l'Inghilterra non è mai diventata troppo forte per ottenere l'egemonia mondiale sugli altri stati colombiani.
 
Gli Stati Uniti come egemone colombiano superiore
Quando, dopo la seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti sono emersi come la potenza colombiana supremamente più forte di sempre, sono riusciti a ottenere l'egemonia sull'intero gruppo colombiano. Questo era qualcosa di nuovo nella storia del mondo. La base, ovviamente, era la capacità di produzione e la produttività enormemente superiori negli Stati Uniti e le grandi risorse naturali presenti. Questo è ben descritto dal grande geo-imperialista americano Brzezinski in diversi libri, in particolare The Grand Chessboard del 1997. A quel tempo, l'aristocrazia finanziaria degli Stati Uniti, che era alla guida dell'economia mondiale, progettava piani per governare il mondo.  E per farcela, hanno anche dovuto conquistare l'egemonia nel continente eurasiatico. Avevano anche una teoria secondo cui per fare ciò avrebbero dovuto conquistare ciò che il grande geoimperialista Halford Mackinder aveva descritto come il "cuore" del mondo, un paese che permetteva a coloro che lo governavano di governare tutta l'Eurasia e, infine, il il mondo intero. La parte più importante di questo paese era nell'attuale Russia.
Hitler era anche un sostenitore delle teorie del geoimperialista inglese, e a questo è riconducibile l'attacco all'Unione Sovietica. Fa parte della storia di Mackinder che ha contribuito ardentemente al rafforzamento dell'invasione della Russia da parte dei 14 stati colombiani per schiacciare la rivoluzione lì. Dopo che l'Unione Sovietica ha sconfitto la Germania nazista e si è alleata con gli Stati Uniti e l'Inghilterra, ci sono state anche molte discussioni tra gli oligarchi finanziari e i leader politici negli Stati Uniti e in Inghilterra sull'opportunità di attaccare immediatamente la Russia o concentrarsi solo su di lei mantenendola più isolata possibile. Churchill in Inghilterra era uno dei falchi in questo contesto. Quest'ultima direzione è emersa con il termine contenimento o confinamento.
 
Prima organizzazione dei paesi non allineati e suo indebolimento
Negli anni '60, il sistema coloniale formale nel mondo fu in gran parte sciolto e molti stati ottennero l'indipendenza formale. Anche questo era qualcosa di nuovo nella storia del mondo. Di conseguenza, la contraddizione tra il mondo colombiano e il mondo non colombiano è diventata più chiara. I paesi non colombiani hanno cominciato a unirsi. Sono emersi il movimento dei non allineati e altre associazioni. Questi hanno sfidato l'egemonia dei colombiani in gran parte del mondo.
La Conferenza di Bandung ne divenne un'importante espressione. Ma i colombiani hanno lanciato una potente offensiva per impedirlo, contemporaneamente alla grande offensiva neoliberista in tutto il mondo. Sono riusciti ad acquisire un certo numero di leader nel gruppo dei non allineati ed è stato notevolmente indebolito negli anni '80 e '90.
Il neoliberismo ha trionfato su gran parte del mondo. E coloro che non volevano sottomettersi all'egemonia colombiana furono distrutti. Sono seguite sanzioni, indebolimento, colpi di stato, invasioni e guerre del gruppo colombiano, con gli Stati Uniti in testa.
 
L'Unione Sovietica si sta disintegrando: sorge una nuova situazione geopolitica
Negli Stati Uniti, c'era sempre una chiara percezione che l'Unione Sovietica dovesse sparire affinché gli Stati Uniti potessero portere avanti i loro piani per il dominio del mondo.
Ci volle del tempo, ma nel 1991 questo tipo di stato fu finalmente sciolto ei consiglieri economici e politici degli Stati Uniti si trasferirono in Russia e in diverse ex repubbliche sovietiche. In Russia, hanno collaborato con Eltsin e i nuovi oligarchi per smantellare l'ex edificio statale sovietico e hanno causato un'enorme distruzione di forze produttive, welfare, ecc. L'intero mondo colombiano ha applaudito e ha pensato che questa fosse liberazione, democrazia e cose buone.
Poi si è creata una situazione ancora nuova nel mondo. L'unico potere che poteva impedire agli Stati Uniti di diventare il sovrano mondiale è stato rimosso e gli Stati Uniti erano l'unica superpotenza. La Cina aveva fatto qualche progresso, ma era ancora un nano nel mondo della geopolitica. Fu proprio allora che Brzezinski riassunse il piano degli oligarchi finanziari americani secondo cui avrebbero potuto conquistare l'egemonia mondiale una volta per tutte se fossero stati abbastanza intelligenti e forti, e per un bel po' di tempo a venire.
Avevamo così raggiunto una situazione in cui uno stato capitalista aveva acquisito una egemonia così decisiva su tutto il mondo colombiano che non era possibile parlare di rivalità tra le potenze capitaliste per il controllo di parti del mondo non colombiano. Nonostante le grandi contraddizioni all'interno del mondo colombiano, in particolare tra gli stati in Europa e negli Stati Uniti, gli Stati Uniti sono riusciti a tenere tutti nell'ovile, e sono riusciti a farlo fino ad oggi. Il sogno degli Stati Uniti di dominare il mondo negli anni '90 e per un po' oltre gli anni 2000 sembrava essere a portata di mano senza troppe guerre.
 
Il sogno dell'America di dominare il mondo senza una guerra mondiale diventa irrealistico
Primo momento
La Russia si è staccata dalla sfera colombiana negli anni 2000 ed è stata in grado di iniziare a ricostruire il suo paese sotto la guida di Putin, e il paese non è caduto nella politica degli armamenti della vecchia Unione Sovietica per eguagliare gli Stati Uniti.
Invece, si sono concentrati sull'utilizzo della maggior parte delle risorse per ricostruire il paese. Intanto, hanno sviluppato armi di difesa molto avanzate, in particolare razzi.
Secondo momento
La Cina ha sviluppato la sua capacità di produzione a una velocità che nessuno avrebbe potuto sognare e nel 2010 ha superato gli Stati Uniti in termini di prodotto interno lordo misurato dal potere d'acquisto totale. Il paese è ora anche molto più avanti degli Stati Uniti nella produzione. La Cina ha utilizzato la propria esperienza politica millenaria per far fronte a questo, inoltre ha utilizzato le lezioni apprese dal sistema colombiano.
Per due volte nella storia, la Cina è stata invasa da tribù mongole che hanno usurpato il potere politico. Ma entrambe le volte si è scoperto che erano stati inghiottiti dal sistema di controllo cinese e alla lunga lo hanno rafforzato. La Cina lo ha fatto ora aprendosi agli investimenti del mondo colombiano. Ne avevano bisogno per costruire il loro paese molto più velocemente di quanto avrebbero potuto fare solo investendo nelle proprie risorse. Ma hanno mantenuto il controllo politico su quello che è successo. Dicono che questa è una forma separata di socialismo in cui il capitalismo può funzionare entro certi limiti ristretti. Ma l'obiettivo di tutto, come hanno affermato Xi Jinping e il partito, non è quello di aprirsi alla liberazione del capitalismo, ma di portare la Cina a diventare un paese socialista prospero entro il 2049, che è il centenario dell'istituzione del People's Repubblica della Cina. Questa è la loro posizione ufficiale sia in patria che all'estero. I cinesi credono che lo sviluppo del socialismo abbia molti più aspetti ed elementi di quanti siamo "addestrati" a credere. Nel complesso, tutti i radicali del mondo avevano beneficiato di uno studio più approfondito delle ricchissime esperienze dei cinesi in questo campo.
Prima che gli Stati Uniti se ne rendessero conto, la Cina, con l'aiuto, tra le altre cose, del capitale e della tecnologia americani redditizi, aveva costruito la propria base di produzione sia a bassa che ad alta tecnologia e inoltre aveva costruito una vasta rete commerciale in tutto il mondo, oltre a un sistema per investire basato sui cinque principi della pacifica convivenza [i] e ha costruito una forte difesa.
Allo stesso tempo, gli Stati Uniti avevano subito la deindustrializzazione, come era successo in quasi tutti gli stati colombiani.
La Cina ha anche sviluppato una propria forma di democrazia in contrasto con l'arroganza occidentale che porta alla convinzione che la democrazia esista solo nella forma parlamentare occidentale, con diversi partiti che rappresentano diverse fazioni della popolazione che si combattono tra loro. Al contrario, dice la Cina, abbiamo stabilito una democrazia di consultazione ben funzionante che un partito guida, ma governa formulando proposte che sono poi soggette a un ampio uso di molti metodi di discussione prima che le decisioni vengano prese e attuate. Si tratta di conferenze e discussioni a tutti i livelli geografici del paese, fino ai comitati di vicinato e fino alle principali conferenze nazionali. Ci sono anche una mezza dozzina di altre parti in Cina che sono coinvolte nella discussione e promuovono le loro opinioni e bisogni lì. Inoltre, vengono avviati esperimenti su piccola scala per studiarli prima che venga presa una decisione sull'utilizzo dei metodi che sono stati studiati. I cinesi credono che questo sia un tipo di democrazia emersa dalla storia e dalle tradizioni cinesi. Ciò significa che un numero enorme di persone è coinvolto direttamente nel processo democratico, che molto spesso è in grado di trovare soluzioni concordate e che le misure possono quindi essere attuate molto più velocemente che nella democrazia competitiva occidentale. Inoltre, credono che ci possano essere anche altri tipi di democrazia che possono funzionare sia del tipo occidentale che del loro tipo.
Oggi, questa è una grande ispirazione per tutte le persone del mondo che non sono sbalordite dalla propaganda colombiana.
Inoltre, emersero alleanze tra Cina, Russia e Iran e l'India aveva mantenuto le sue relazioni con la Russia. Ciò significava che tutte le condizioni che Brzezinski aveva posto affinché gli Stati Uniti raggiungessero il dominio del mondo, principalmente con mezzi pacifici, erano attive nel 2021. C'erano poche opportunità rimaste e la più importante era un'ulteriore espansione della testa di ponte europea degli Stati Uniti, espandendo anche la NATO e l'Ucraina per creare una base migliore per conquistare la Russia. Ciò ha creato le basi per l'aggressione della Russia lì.
Terzo momento
La terza cosa che accadde fu che il movimento non allineato riprese a crescere. Ciò è stato dimostrato in un grande incontro a L'Avana nel 2006, dove erano rappresentati oltre 100 stati. All'ultimo incontro a Belgrado nell'autunno del 2021, non solo la Cina ma anche la Russia erano presenti come osservatori, avevamo una chiara alleanza tra Cina e Russia e tutto il movimento non allineato per le lotte nazionali per la liberazione dall'imperialismo con l'imperialismo statunitense come il principale avversario.
Hanno approvato un documento completo della riunione del movimento non allineato all'Avana nel 2006 e una forte dichiarazione di una riunione dei ministri degli Esteri in Venezuela nel 2019 che hanno approvato i principi della Carta delle Nazioni Unite e i cinque principi della coesistenza pacifica tra i paesi e popoli, in contrasto con l'ordine basato sulle regole degli Stati Uniti, dove gli Stati Uniti, in quanto leader del branco colombiano, stabiliscono le regole.
Sia la Cina che la Russia, che erano osservatori alla conferenza, hanno concordato.
Pertanto, quasi l'intera parte non colombiana nel mondo si è costituito e si è organizzato a un certo livello nella lotta per l'indipendenza delle nazioni. Pertanto, tutte le teorie che oggi si oppongono a questo sono reazionarie.
La principale contraddizione nel mondo
Con ciò è stata chiaramente dimostrata la principale contrapposizione nel mondo, che corre tra chi vuole l'ordine governativo degli Stati Uniti, contro il resto del mondo che vuole seguire le parole della Carta delle Nazioni Unite e le cinque regole per la convivenza pacifica tra nazioni indipendenti.
In apparenza sembra correre tra il mondo colombiano e il mondo non colombiano, ma in realtà tutti gli altri stati colombiani sono solo vassalli degli Stati Uniti. Hanno quindi anche grandi interessi oggettivi a liberarsi di questo predominio per potersi sviluppare sulla base dei propri bisogni nazionali e non i bisogni che scaturiscono dalla ricerca degli Stati Uniti di diventare un sovrano mondiale in un'epoca in cui ciò può avvenire solo soggiogando altri popoli e nazioni con sempre più violenza e guerra e, in definitiva, l' ultima guerra mondiale.
Gli Stati Uniti sono temporaneamente riusciti a riconciliare i loro vassalli colombiani sulla base della loro necessità di usarli e l'Ucraina come trampolino di lancio per conquistare la Russia. Il più centrale di questi vassalli in questi giorni è il burattino Zelenski, che non combatte per il suo popolo, ma ne sacrifica una parte agli obiettivi geoimperialisti degli Stati Uniti. E con il loro enorme sistema di manipolazione dell'opinione pubblica, sono riusciti a colpire il riflesso spinale colombiano in tutti i vecchi paesi colombiani e nei loro seguaci.
Ma l'alleanza tra gli Stati Uniti e molti dei suoi vassalli non è così forte perché il bisogno fondamentale dei vassalli di poter sviluppare l'economia e la cultura dei paesi vassalli contraddice le misure che gli Stati Uniti stanno attuando a causa dei loro obiettivi geoimperialisti . Ed è così che il primo gruppo di stati colombiani più vicino agli Stati Uniti è l'Inghilterra e le altre propaggini dell'Inghilterra, ovvero Canada, Australia e Nuova Zelanda (Five Eyes) che sono tutti stati coloni che insieme alla loro madrepatria hanno un vero e proprio genocidio sulla loro coscienza.
La principale oligarchia finanziaria americana nel mondo colombiano è quasi disperata di perdere la sua supremazia nel mondo perché potrebbe indebolire le loro opportunità di profitto.
Questo crea una situazione davvero pericolosa, perché credono di poter fare qualsiasi cosa per andare avanti. Ma un freno resta ancora il fatto che non devono rovinare le proprie opportunità di profitto.
Sia un indebolimento dei loro investimenti in Cina, che una guerra mondiale possono portare a questo. Pertanto, cercano di utilizzare l'intero fascio di metodi meno drastici, come guerre minori e soprattutto guerre per procura come in Siria e Ucraina, indebolimento di stati che non li supportano, colpi di stato e cambi di regime. L'obiettivo principale ora è quello di realizzare un cambio di regime in Russia.
Se ci riusciranno, avranno anche l'opportunità di prendere la Cina. Ma sia i capitalisti al di fuori degli Stati Uniti. che le classi inferiori in tutti i paesi, stanno ora soffrendo molto a causa della guerra economica degli Stati Uniti contro il mondo. La Germania e l'Ucraina ora vengono davvero sacrificate sull'altare del geoimperialismo. Non ci sono molti paesi diversi dagli Stati Uniti che ne beneficiano principalmente a causa dell'aumento dei prezzi del petrolio e del gas e dell'aumento della produzione di armi. Non c'è da stupirsi che la classe superiore qui applauda agli Stati Uniti e al burattino Zelenski.
A proposito, lo hanno fatto con tutti i burattini statunitensi, come hanno fatto con Syngman Rhee in Corea del Sud e Ngo Dinh Diem nel Vietnam del Sud e molti altri despoti nel mondo.
La deplorevole aggressione russa in Ucraina
Dobbiamo davvero notare che gli Stati Uniti non hanno ottenuto che la maggioranza dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottasse la condanna dell'aggressione russa in Ucraina, solo un profondo rammarico. Le scuse sono qualcosa di diverso dalla condanna che vorrebbero gli Stati Uniti e i suoi vassalli colombiani. Quando ci rammarichiamo che qualcosa stia accadendo, significa che capiamo perché deve accadere, ma non ci piace e avremmo preferito che ciò non fosse necessario. 
Non c'è quindi da stupirsi che coloro che non stanno dalla parte degli Stati Uniti e dei loro vassalli nella principale contrapposizione del mondo possano considerare che l'aggressione della Russia in Ucraina mira proprio a far sì che ciò accada.
Tutti i popoli e i paesi del mondo che hanno sperimentato la politica imperiale colombiana sanno cosa rappresenta il gruppo di stati colombiano, guidato dagli Stati Uniti, e per la maggior parte dei paesi del mondo, la guerra economica degli Stati Uniti sta ora colpendo così duramente che oscura la situazione in Ucraina. Pertanto, nonostante la deplorevole aggressione in Ucraina, la Russia è dalla parte giusta della principale contraddizione nel mondo sulla base dell'analisi qui presentata. Sono gli Stati Uniti che devono essere costretti ad abbandonare il loro obiettivo di dominio del mondo affinché il mondo avanzi su una base pacifica completamente diversa da quella che esiste ora. Non c'è quindi da stupirsi che coloro che non stanno dalla parte degli Stati Uniti e dei loro vassalli nella principale contrapposizione del mondo, possano ritenere che l'aggressione russa in Ucraina sia proprio mirata a contribuire a questo avvenimento.
 
Terje Valen, domenica 24 aprile 2022.
Questa argomento è stata modificata 2 mesi fa 3 volte da ekain3

Ottima analisi. Grazie.

@LuxIgnis, prego! mi fa piacere che qualcuno apprezzi questo post, l'ho tradotto con google dal norvegese.

Condividi: