Johnny Frank Garret...
 
Notifiche
Cancella tutti

Johnny Frank Garrett's last word (2016)


LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 477
Topic starter  

Premetto subito che questo non è tecnicamente un gran film. Lo potremmo classificare come un B-Movie. Ed è un horror thriller, anche se del tipo soft (niente scene truculente).

Ma ha una storia particolare e affascinante, anche perché è tratto da una storia veramente accaduta, con risvolti sociali e drammatici.

Il film è tratto dal documentario "The last word", dove viene raccontata la storia di un ragazzo, all'epoca dei fatti solo 17enne, che viene condannato a morte negli USA con l'accusa di aver stuprato e ucciso una suora. Condanna che sarà eseguita 10 anni dopo.

In realtà il ragazzo si scopre che non c'entrava nulla con l'omicidio; era solo un ragazzo problematico e solo che aveva trovato rifugio e lavoro nell'istituto religioso dove la suora viene uccisa. Ma il procuratore del caso, una persona in quel momento in carriera, voleva sfruttare il fatto per la sua propria immagine di procuratore inflessibile nella lotta contro il crimine. Complice anche la popolazione che voleva un colpevole subito.

Verranno addirittura negate testimonianze a favore del ragazzo, e, se non ricordo  male, anche alterate le prove. Il ragazzo verrà condannato sulla base di quasi nulla, se non l'accertamento della sua presenza nell'istituto e sulla base di pregiudizi verso chi è, in un modo o nell'altro, diverso dai canoni societari.

Questo è l'aspetto sociale e drammatico del film, ma non finisce qui, poiché entra in gioco anche un aspetto misterico e soprannaturale. Il più interessante. Il ragazzo difatti, professando la sua innocenza fino alla fine e sentendosi vittima di una forte ingiustizia maledisse tutti coloro che erano coinvolti nel processo, e che lo avevano condannato superficialmente. Lo fece in una lettera aperta, che nel film viene raccontata, in cui si scaglia contro la cosiddetta società normale, ben pensante, in maniera molto lucida anche se rabbiosa. Una lettera molto bella e che fa riflettere.

Il fatto è che pare che questa maledizione abbia avuto i suoi frutti, perché nella realtà dei fatti accaduti veramente, diversi personaggi coinvolti ebbero incidenti o morirono in circostanze misteriose. E persino il procuratore che tanto aveva voluto la sua morte si suicidò diversi anni dopo.

Chiaramente il film lo riporta in maniera immaginaria e fantastica, anche in maniera un po' ridicola, e molte delle cose che si vedono nel film non sono vere, ma fanno solo pare della fiction cinematografica. Ma il succo della storia è quello ed è vera. Nella coda del film vengono elencati tutti gli incidenti strani che colpirono le persone coinvolte.

Insomma, non è un film da premio, ma ha una storia che ho trovato molto interessante. Un po' per il suo aspetto sociale e di come le condanne a morte negli USA vengono spesso elargite con troppa superficialità, con la complicità di un popolo che spesso si contenta del primo che capita, soprattutto se ha qualche diversità, da additare come colpevole di tutti i mali. E un po' perché è una vendetta che va al di là del tempo e dello spazio e che colpisce inesorabilmente, magari anche per una serie di sfortunate coincidenze. Ma colpisce.

Creso che la sua visione meriti.

Si trova in lingua inglese con sottotitoli italiani.

https://www.imdb.com/title/tt2836628/

Qui trovate la sua storia (in inglese). Togliete gli spazi prima e dopo // per far funzionare il link.

https: // anomalien.com/the-curse-from-the-grave-of-johnny-frank-garrett/

 

 


IlContadino hanno apprezzato
Citazione
Condividi: