Histoire inconnue d...
 
Notifiche
Cancella tutti

Histoire inconnue des hommes depuis 100.000 ans, R. Charroux, 1963

Pagina 1 / 2

Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4869
Topic starter  

Diversi anni fa ho letto quasi d'un fiato i libri di Robert Charroux, uno scrittore curioso, dato che ha dato prova di sapere troppe cose, e di essere depositario di spiegazioni originali e ragionevoli per molti misteri, rispetto al modesto personaggio che ha dato a vedere di essere, quindi molto interessante.

Sto rileggendo un libro del '63 "Histoire inconnue des hommes depuis 100.000 ans", in alcuni capitoli del quale esamina la vicenda degli ufo.

Riporto qui un brano che potrebbe incuriosire gli esploratori del genere (siamo nei primi anni '60!).

(Traduzione mia)

".....Infine, non è impossibile immaginare altre spiegazioni. La più fantasiosa di tutte, ma che non si dovrebbe scartare deliberatamente e che un giorno potrebbe essere vera, come sono divenute vere la trasmissione della parola e dell'immagine attraverso lo spazio, la disintegrazione e la reintegrazione del suono e della luce, la più fantastica spiegazione e senza dubbio questa: gli extra terrestri sono tra noi. Noi li conosciamo senza riconoscerli. La vittoria sullo Spazio e sul Tempo suppone presso gli uomini dello spazio una conoscenza, ua scienza della quale noi non abbiamo che un'idea approssimativa e nella quale si può includere il segreto del Viaggio nel Tempo per disintegrazione e reintegrazione. Secondo questa ipotesi, i Viaggiatori del Cosmo potrebbero reintegrarsi per sostituzione, cioè venire ad abitare un corpo o uno spirito di Terrestre senza una modificazione sensibile dell'aspetto esteriore di quest'ultimo.

Ipotesi ardita, ma che è più ragionevole, nella sua stravaganza, che il tentativo di cerare di attribuire agli extraterrestri una personalità simile alla nostra. In questo caso, i Viaggiatori del Cosmo, all'insaputa anche del personaggio fisico che abitano, potrebbero essersi installati alle leve di comando dei nostri governi dei quali dirigono il destino. ....."

R. Charroux, libro richiamato sopra, pag. 202-203


Hospiton hanno apprezzato
Citazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 138
 

Non mi è ancora capitato di leggere Charroux ma ho notato più volte il suo nome nei cataloghi di Edizioni Mediterranee, casa editrice che ha pubblicato Guenon, Scholem, Evola, il misterioso Fulcanelli e tanti altri, insomma una garanzia.

La sua è un'ipotesi affascinante/inquietante di cui ho discusso più volte con conoscenti di mentalità aperta. Nel 1988 uno dei maestri del cinema horror-fantascientifico, John Carpenter, girò una pellicola basata sul racconto di Ray Nelson "Alle 8 del mattino", il film fu intitolato "They Live"

https://it.wikipedia.org/wiki/Essi_vivono

Il significato era puramente metaforico? O c'era un messaggio più preciso? Credo che tramite il cinema e la letteratura di fantascienza siano state divulgate parecchie informazioni da non sottovalutare, operazione forse favorita dal fatto che tale genere venga considerato frivolo dalla massa -adeguatamente diseducata- roba di mero intrattenimento, con pochi appigli nella realtà...evidentemente alcune anticipazioni fornite da Verne non hanno rappresentato una lezione sufficiente

https://www.horrormagazine.it/1319/jules-verne-e-l-esoterismo


Primadellesabbie hanno apprezzato
RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
 

Credo di aver letto qualcosa in italiano quando ero ragazzo, ora ho trovato "civiltà perdute e misteriose".

Comunque l'ipotesi aliena è anche supportata dal libro "L'altra Europa" di Paolo Rumor e Giorgio Galli. Libro che praticamente parla di antiche civiltà e di un gruppo di personaggi che praticamente muovono i fili del destino dell'uomo da tempi immemorabili.
E' affascinante ma non sono riuscito a finirlo perché è decisamente palloso: lunga lista di nomi, località antiche ecc...

Da prendere per le molle ma gli autori non sono personaggi qualunque. Rumor è parente (cugino o nipote) del famoso onorevole Rumor della DC e comunque discendente di circoli cattolici di alto livello, da cui è venuto in possesso di diverse carte ed appunti che parlano appunto di questa "storia segreta" del mondo.


Primadellesabbie e Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 138
 

Si, ho letto il libro di Rumor e Galli (per quanto non sia sicuro di possedere una versione integrale) ed in effetti a parti decisamente interessanti se ne alternano alcune un po' lacunose... d'altronde se non sbaglio lo stesso autore afferma chiaramente che il lavoro si basa su fonti incomplete e di difficile interpretazione e collocazione, e l'argomento è a dir poco complicato da approfondire anche per ricercatori con mezzi e conoscenze. L'ho acquistato poiché la famiglia Rumor ha il peso che sottolinei, inoltre stimavo il recentemente scomparso Giorgio Galli (di cui consiglio "Hitler e il nazismo magico" e "La magia e il potere - Esoterismo nella politica occidentale", saggi rigorosi, senza un grammo di sensazionalismo gratuito), politologo di spessore ed in generale studioso di vaglia: il fatto che avesse accettato di scrivere la postfazione era un motivo sufficiente per leggere "L'altra Europa".


Primadellesabbie hanno apprezzato
RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4869
Topic starter  

@Luxignis

La vicenda testimoniata da Rumor non prevede necessariamente interventi alieni.

Una banale e comunissima bega con la cognata, dopo a morte del fratello, gli ha impedito di rientrare in possesso degli appunti presi quando suo padre lo mise al corrente dei suoi contatti con quella catena, della quale pare facesse parte anche De Gaulle (e se questo fosse vero non hai idea quante cose si chiarirebbero).


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
 

@ Primadellesabbie

Allora come ho detto non ho finito il libro quindi non ci metterei la mano sul fuoco ma mi è parso che in alcuni passaggi lo dicesse fra le righe.


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4869
Topic starter  

Allora come ho detto non ho finito il libro quindi non ci metterei la mano sul fuoco ma mi è parso che in alcuni passaggi lo dicesse fra le righe.

Può essere che io ricordi male. Alcuni "miti" accennano a civiltà umane che avrebbero raggiunto un alto livello di conoscenza prima di scomparire (noi saremmo la quinta o la sesta), certe ipotesi si basano sull'azione che pochi sopravvissuti avrebbero trovato il modo di trasmettere o lasciare traccia di conquiste alcune delle quali abbiamo potuto, in qualche modo, intercettare.

La vicenda diffusa da Rumor riveste di nuova credibilità una di queste due ipotesi (o tutte e due!). 

 


Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 3865
 

John Carpenter, girò una pellicola basata sul racconto di Ray Nelson "Alle 8 del mattino", il film fu intitolato "They Live"

Un film molto interessante, concordo. Tuttavia, una trama molto più profonda e con ramificazioni politiche più ampie la si trova nella serie americana 'The X-Files', della quale ho visto quasi tutti gli episodi. Tra l'altro la giudico l'unica serie televisiva americana degna di essere vista. 


Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 138
 

Molto interessante X-Files, probabilmente il miglior prodotto tv statunitense degli anni '90 assieme a Twin Peaks di Lynch (che in parte influenzò la stessa X-F). Pur non essendo un appassionato di fiction televisive seguii più o meno tutti gli episodi, la tematica e la qualità meritavano, inoltre nel '98 fu tratto anche un buon film per il cinema sempre con Duchovny e Gillian Anderson. 


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 1697
 

In questo caso, i Viaggiatori del Cosmo, all'insaputa anche del personaggio fisico che abitano, potrebbero essersi installati alle leve di comando dei nostri governi dei quali dirigono il destino. ....."

In pratica codesti viaggiatori dello spazio userebbero la terra come luogo di svago, divertendosi a vestirsi da terrestri come un qualsivoglia  cosplayer.

Che altra ragione avrebbero esseri che sanno padroneggiare lo spazio per spostarsi istantaneamente di svariati milioni di anni luce? Magari si divertono davvero a mettersi nei corpi di un palestrato o di una olgettina a libro paga del puzzone brianzolo. O anche a giocare alla guerra atomica, giusto per vedere l'effetto che fa mandare arrosto qualche decina di milioni di umani.  Magari hanno scoperto che i nostri corpi con i nostri recettori chimici sono in grado di produrre sensazioni che i loro corpi non sono in grado di dare. Basta pensare a cosa proverebbe un umano con l'olfatto di un cane o meglio con il vecchio organo vomeronasale ormai atrofizzato da millenni. Uno sballo che si prova solo sul pianeta terra...

ps. il tempo NON possono controllarlo e men che meno gestirlo, si incasinerebbero in troppi loop temporali col rischio di distruggere letteralmente l'universo. O almeno di distruggere il nostro universo, magari il loro è diverso ed il tempo semplicemente non esiste.

 


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4869
Topic starter  

ps. il tempo NON possono controllarlo

Beh vuoi che, dato l'argomento, trascuri il dettaglio del tempo, trovo nella stesso volume questa citazione, metto anche la nota relativa (credo che la tr. sia superflua):

 Traggo da:

CHAPITRE X LA MACHINE A VOYAGER DANS LE TEMPS 

On peut admettre que dans plusieurs siècles, voire même dans plusieurs millénaires, le Voyage dans le Temps sera une réalité et une possibilité pratique158 . 

158 Notes sur le Voyage dans le Temps, manuscrit non publié d’Émile Drouet. A signaler qu’en 1962, l’astronome russe Kozyrev a écrit que « la technique humaine permettrait bientôt de manipuler le Temps ».  


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 3865
 

ps. il tempo NON possono controllarlo e men che meno gestirlo, si incasinerebbero in troppi loop temporali col rischio di distruggere letteralmente l'universo. O almeno di distruggere il nostro universo, magari il loro è diverso ed il tempo semplicemente non esiste.

I viaggi nel tempo sono pura fiction. Il tempo diverso dal presente, per poterci viaggiare, deve esistere, altrimenti non si va da nessuna parte. Ora uno potrebbe in teoria viaggiare nel passato, visto che (quasi) tutti credono che esista (c'è chi crede che esista solo il presente) non nel futuro perché questo non esiste ancora. I viaggi nel passato non sono permessi dalla teoria della relatività e dall'ordinamento causale dell'universo nel quale viviamo. La natura, per qualche strana ragione, aborre i paradossi logici e sarebbe facile produrne uno andando nel passato. La trama degli X-Files era che la Terra era appartenuta molto tempo fa agli alieni i quali ora la rivolevano e erano pronti a scatenare un virus  capace di sterminare la popolazione umana. La cospirazione internazionale era riuscita a ottenere un ritardo ufficialmente proponendo di creare una specie ibrida aliena-umana sottomessa ai nuovi padroni, in realtà per avere il tempo di produrre un vaccino per il virus.


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 1697
 

PietroGE wrote: La natura, per qualche strana ragione, aborre i paradossi logici

La "natura" non puo' assolutamente aborrire i paradossi logici, perchè non esiste la "natura".  Antropomorfizzare il concetto  di "natura" ed  attribuirle facoltà senzienti e coscienti  tanto da essere in grado di "aborrire"  è il classico errore logico(!) delle culture primitive come la nostra. Però  si potrebbe aprire un lunghissimo dibattito  fisico relativistico  e pure filosofico sulla natura del tempo.

 Ad oggi conosciamo le proprietà del tempo per il tramite della relatività generale e in tale contesto Il fisico Frank Tipler (prima che si avviasse verso l'esoterismo!) dimostrò che  le attuali equazioni della relatività generale ammettono il viaggio nel tempo. I fisici lo chiamano "linea chiusa di tipo tempo". Pare che un cilindro di adeguata massa e lunghezza che ruoti ad adeguata velocità riesca ad inclinare il cono-luce dello spazio-tempo creando appunto dei loop temporali percorribili. Altra cosa è  la realizzabilità pratica di tale marchingegno che pero' teoricamente funziona, tant'è che l'articolo di Tipler pubblicato su Nature non è mai stato contestato da nessuno.

Anche Kip Thorne (un altro relativista che ha ricevuto il nobel) ha descritto come siano possibili i cammini temporali aggiungendo però il vincolo che per connettere due punti nel tempo serva che in entrambi i punti ci sia il macchinario richiesto. In sintesi, nessuno può arrivare dal futuro se prima non si è inventato un meccanismo nel presente (una sorta di comma 22), quindi nessuno ce la puo' regalare e ce la dobbiamo costruire da soli la macchina del tempo.

Resta aperto il problema che tornando indietro nel tempo si puo' modificare il presente con tutti i paradossi che migliaia di parrucconi hanno paventato sull'argomento. La questione è aperta ma pare che tutti siano d'accordo che sarebbe facilissimo distruggere l'universo modificando qualcosa all'inizio dell'universo stesso, o meglio come ho già detto, all'inizio del nostro universo. Degli altri milioni di universi non connessi col nostro non si sa nulla su come possano reagire a tale eventuale annichilazione, magari c'è un equilibrio, e forse qualche scambio,  fra tutti gli universi come scriveva  il fisico quantistico Paul Everett.

E' peraltro probabile che, conscia di tale possibilità distruttiva,  la lega delle popolazioni intergalattiche che hanno chiarito il ruolo spazio-temporale della 42° coordinata,  abbia vietato pena la distruzione immediata ogni attività che interferisca con la struttura del tempo, consentendo,  previo rilascio di opportuna autorizzazione, solo il controllo dello spazio, dell'iperspazio e del metaspazio ai soli fini di studio e di sviluppo commerciale. Pare che l'ultima spedizione scientifica della lega intergalattica sia giunta a betlemme più o meno duemila anni fa dopo i deludenti risutati di quella precedente avvenuta nel sinai 3-4 mila anni prima.....

 

 


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 3865
 

@cedric

Qui entriamo nella speculazione pura che ha i suoi appigli matematici ma che al momento rimane molto lontana da una dimostrazione sperimentale. Quello che io conosco che si avvicina di più ai viaggi 'attraverso' lo spazio tempo è, oltre al sistema 'Warp Drive' già discusso, il 'Wormhole' studiato come soluzione delle equazioni della relatività generale il quale è al  momento molto difficile da dire se abbia a meno una realtà fisica. L'articolo su Wikipedia è il più esaustivo che io conosca e abbastanza comprensibile anche per i non specialisti : https://en.wikipedia.org/wiki/Wormhole . L'immagine sotto tratta sempre dall'articolo su Wikipedia, da una visione intuitiva di quello che succede. Le condizioni per la sua esistenza sono controverse così come la stabilità del 'ponte' che connette le due parti di universo. Ritornando alla storia degli alieni, una condizione essenziale per la loro presenza sulla Terra  è la padronanza del movimento attraverso lo spazio tempo come il Wormhole, o il Warp Drive perché le distanze anche con le stelle più vicine sono proibitive per i sistemi di propulsione classici. 


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 1697
 
Pubblicato da: @pietroge

Ritornando alla storia degli alieni, una condizione essenziale per la loro presenza sulla Terra  è la padronanza del movimento attraverso lo spazio tempo come il Wormhole, o il Warp Drive perché le distanze anche con le stelle più vicine sono proibitive per i sistemi di propulsione classici. 

Sono  completamente in accordo.

Viste le distanze ed i tempi necessari a percorrerle con sistemi a velocità sub-luce l'unico modo possibile e' quello di padroneggiare lo spazio-tempo.

Questo ha come conseguenza che eventuali alieni possono essere arrivati sulla terra solo fino a pochi anni fa. Da quando VIRGO di Pisa (con gran scorno dei livornesi!) e LIGO nell'Oregon (vicino a Salem!) hanno acceso i rivelatori di onde gravitazionali, nessuno puo'  fare buchi nello spazio tempo senza far suonare tutte le campane di "allerta segnale buono" o anche "tana all'alieno".

Hai visto mai che Weeler fosse un alieno rimasto bloccato sulla terra? Le sue  conoscenze davvero particolari sembrano davvero inusuali per essere di origine terrestre. Magari il suo discepolo Thorne si sta dando da fare per avvisare chi di dovere per riportare le sue ceneri in patria, dovunque essa sia. Come funzioni davvero VIRGO e LIGO e se possa trasmettere oltre che ricevere lo sa solo lui.

Ad ogni modo ora la festa è finita: niente più partenze ed arrivi di bastimenti pieni di alieni in vacanza che spacciandosi per divinità con grandi poteri si sco***** le piacenti donzelle e pure i giovinotti terrestri. Con qualcuno e qualcuna ci facevano pure qualche figlio, vista l'abbondanza di semidei nei nostri miti. L'unico alieno spacciatosi per divinità a non essersela spassata con le fanciulle terrestri pare che sia quello (parecchio noioso e bigotto) che in occidente tantissimi adorano aspettando speranzosi un suo ritorno....


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: