Notifiche
Cancella tutti

FF.SS.RR. (...)


mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1421
Topic starter  

Ossia. Fenomenologia della mediocrità assoluta.

Se la musica é latitante, ossia in assenza della musica, cosa rimane agli italiani rimminchioniti difronte al piccolo schermo in ansiosa attesa dei rumori di Sanremo, al cospetto dei quali, Little Italy ai tempi del Padrino II, durante le feste di Madonna, é solo un vuoto ricordo?

Non c’è molto da scegliere, in prima battuta appare lui, si affaccia dal palco, il serafico, il grande, lo scialbo rappresentante del vuoto: S.M.

Subito dopo lo sbiadito comunistoide R.B. che non avendo altro da dire e da fare (non potendo spremere i  c. dell´intoccabile A.) per giustificare di fronte al popolo debole di memoria la bella vita guadagnata con i  milioni pagati dai cattivi capitalisti della celluloide, ti spara, RIGOROSAMENTE IN DIRETTA,  un pistolotto di luoghi comuni costituzionalmente  corretti di circa un’ora. E subito dopo?

Tutto il resto é noia avrebbe detto F.C. il grande, ossia chi di musica se ne intendeva davvero!!!

Questa argomento è stata modificata 12 mesi fa 3 volte da mystes

sarah hanno apprezzato
Citazione
sarah
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 486
 

Eh, una volta all'anno ci obbligano a vedere la radiografia di questo paese. Quando con la scusa della musica la politica che vuole contare si concede il palco di s remo e una parvenza di mondanità. E così, volenti o nolenti, si deve constatare la dura realtà: questo è un paese che ha posto al vertice delle persone "che contano" una come ch ferragni ( visto il suo rilievo pubblico sembra persino pericoloso nominarla, non si sa mai, hanno la denuncia facile ), convince un manipolo di spettatori paganti ad alzarsi in piedi all'arrivo del pdr ( salvo poi disprezzare visceralmente ogni altro rappresentante dello stato, vai a capirli ), crede che r benig... sia la figura e la voce adatta per celebrare ciò che resta della carta costituzionale ( beninteso, la prestazione è a pagamento e a carico del contribuente ). E' un paese che crede che la legge di murphy e altre cretinate da bar siano espressioni di saggezza e magari pure il massimo della filosofia ed evoca lo "spirito di unità nazionale" riesumando cantanti di oltre quarant'anni fa, il resto non conta. Preferirei che non esistesse più questo dannato festival politico, così non sarei costretta a vedere ciò che non voglio vedere perché è già dura così, vivere, lavorare e servire questo stato.


Brule hanno apprezzato
RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1421
Topic starter  

Parole sante!


RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1421
Topic starter  

https://www.corriere.it/politica/23_febbraio_12/ira-meloni-sanremo-fedez-passato-segno-rai-733dd194-aa4f-11ed-9a4b-673945879bc9.shtml

Chissá! Forse si renderanno conto che Sanremo si é trasformato in una latrina.


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 486
 

@ mystes. Grazie. Non ho letto l'articolo ma me l'hanno raccontato. Sì, in fondo, con un po' di coraggio in più non sarebbe difficile prendere posizione contro questo obbrobrio culturale. Ma, ad oggi, si preferisce ancora tributargli una sorta di timore reverenziale, quasi fossimo tutti stregati da questa perversione.


RispondiCitazione
Condividi: