Notifiche
Cancella tutti

Autolesionismo


ancona_pietro
Honorable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 564
Topic starter  

Una manifestazione sbagliata, autolesionistica

Le associazioni dei musulmani hanno indetto per domani a Roma una manifestazione contro il terrorismo. Cosa lodevole se non fosse che il documento di convocazione della stessa non è condivisibile perchè è gravemente omissivo della realtà tale da risultare un solo atto di accusa verso il terrorismo ed una sorta di manifesto di adesione ai cosidetti valori della civiltà occidentale. Una scelta che ignora i quattro milioni di musulmani uccisi dai bombardamenti e dai soldati della Nato.

Non dice una parola sulla occupazione militare Nato dell'Afghanistan e dell'Iraq e sulla guerra fomentata dall'Occidente alla Siria che che dura da cinque anni e che ha ucciso trecentomila siriani e fatto dieci milioni di profughi, non dice una parola sui naufragio del Mediterraneo, sulla condizione di grave prigionia di sei milioni di palestinesi soggetti ad un vero e proprio genocidio. Non dice una parola dell'assassinio di Gheddafi e di Sadam Hussein e sulla pretese occidentale di mandare via Assad.

Insomma è una manifestazione che legittima la posizione dell'occidente verso il mondo musulmano ignorandone i gravissimi delitti dal momento che anche per confessione dello stesso Blair le guerre contro l'Islam sono state indotte da menzogne sulle cosidette armi di distruzione di massa dell'Iraq e sullo stesso 11 settembre che è stato un false flag fatto da Bush.

I manifestanti che parleranno soltanto di terrorismo non denunziando la guerra della Nato e degli USA ai loro popoli compiranno un atto di tradimento simile a quello compiuto a suo tempo da Petain in Francia e dai vari Quisling che il nazismo mise al potere per raggiungere più facilmente i suoi fini.

Per questo credo che la manifestazione vada fatta ma con parole d'ordine che riguardino non solo il terrorismo ma l'intera questione medioorientale e che condannino in particolare le monarchie del petrodollaro, l'aggressione allo Yemen, il genocidio dei curdi da parte di Erdogan, la prospettiva di fare della Siria un protettorato francese.

Non bisogna cedere alle intimidazioni cercando quasi il perdono e la benevolenza di coloro che sono respomsabili della guerra che tra l'altro ha creato milioni di rifugiati nei campi profughi.

La lotta al terrorismo va fatta con la pace e non isolando quanti lottano dallo Afghanistan allo Yemen contro il neocolonialismo.

/terrorismo_parigi_musulmani_d_italia_chiamati_a_scendere_in_piazza_contro_is-127694522/


Citazione
makkia
Prominent Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 755
 

Stanno solo cercando di non essere crocifissi dalla masnada di islamofobi che si è scatenata e ritiene di poter dare "finalmente" pieno sfogo al proprio stupido e ignorante odio.

Se dessero un messaggio del tipo "Siamo contro il Daesh ma..." sarebbe l'equivalente di supplicare i media di linciarli pubblicamente.


RispondiCitazione
Condividi: