Notifiche
Cancella tutti

FURIA POPOLARE IN BRASILE

Pagina 2 / 3

Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

Ma che cavolo dici? Basta con questo vaccino. Essere antivaccino o no non é tutto. Non si puó ridurre il mondo a vaccino o no. Basta!!!!!


RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

Com'è cambiato il Brasile? Io vedo sempre i ricchi mangiare in testa ai poveri, come sempre, anzi  sempre di piú. Dimmi com'è cambiato


RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

Nonostante i media brasiliani abbiano escluso che le proteste popolari in Brasile siano state organizzate o strumentalizzate dall'ex-presidente Bolsonaro (ricoverato in una clinica in Florida da numerosi giorni) la stampa italiana,  più realista del re, dice l'esatto contrario: Eccone un esempio, sto citando il Corriere della Sera capofila dei giornali che pubblicano notizie false:

https://www.corriere.it/esteri/23_gennaio_08/brasile-sostenitori-bolsonaro-tentano-invadere-parlamento-scontri-la-polizia-59e0fab0-8f82-11ed-ae40-41a711fcbe95.shtml

 


Brule hanno apprezzato
RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

In Brasile sono tutti molto propensi alle vaccinazioni, da sempre. Non pensare che i seguitori di Bolsonaro siano contrári a farsi vaccinare. Tutti i bolsonaristi che conosco io e ne conosco tanti( già che insegno italiano e italiano lo studiano solo i ricchi) hanno minimo due e molti  anche fino a 4 vaccinazioni covid


RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

E' vero! So benissimo che durante la pandemia Bolsonaro non ha mai impedito la gente a vaccinarsi. La sola differenza e, in questo è stato diverso da molti governi cosiddetti democratici, non ha mai obbligato nessuno a fare la vaccinazione! Per questa ragione la Pfizer ha montato contro Bolsonaro una feroce campagna di stampa.


RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

Ma guarda caso Bolsonaro ha impedido la 3 e 4 dose con il vaccino Coronavac cinese e ha obbligato tutti quello che volevano fare 3 e 4 dose a fare Pfizer

 


RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

Comunque io apprezzo il fatto  che non abbia emesso nessun decreto obbligando la vaccinazioni, lasciando liberta aí governatori, ma non si puó ridurre un mandato presidenziale a questo. Tanto piú che sappiamo benissimo che se Trump avesse appoggiato la vaccinazione obbligatoria Bolsonaro avrebbe mandato l'esercito nelle case con le siringhe. 

Má a te Bolsonaro piace per il suo discordo anti-comunista perchè vedi comunisti anche sotto il letto. È un pó come in Italia che fanno gli antifasiscti in assenza di fascisti. In Brasile Bolsonaro adotta un discordo anti- comunista in assenza di comunisti perchè paga elettoralmente. 


RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 485
 

Basta!!!!!

Devo mettermi sull'attenti?

Me la dai tu una lista di temi che è permesso trattare?

Seriamente, cerca di non farti venire una crisi isterica, che qui ci si ritrova per discutere, si spera pacatamente e portando argomenti razionali, non per dare ordini all'interlocutore.

Detto questo, non riduco affatto il mondo alle opinioni sul vaccino, esistono molti altri temi inseriti nella questione di fondo, che è il progetto di dominazione globale di una cricca di miliardari psicopatici: progetto che prevede la riduzione in schiavitù dell'umanità, o di quel che ne rimarrebbe se i loro piani andassero in porto.

In tale contesto, l'operazione pandemica e la campagna vaccinale non sono qualcosa di slegato, una mera questione sanitaria: al contrario, hanno avuto un ruolo essenziale nel perseguimento della suddetta agenda, trattandosi di un palese esperimento di ingegneria sociale volto a testare il livello di manipolabilità e sottomissione della popolazione, in attesa di introdurre i sistemi di controllo digitale che stanno implementando, e mediante i quali ci terranno in pugno. Per non parlare della criminale inoculazione di massa, e delle campagne di odio, ricatto e discriminazione che l'hanno accompagnata.

Tutto ciò ha costituito un atto di guerra dell'elite contro l'umanità: ed è solo l'inizio.

Il sig. Lula, anziché difendere quello che dovrebbe essere il "suo popolo", è stato pienamente complice di tale atto di guerra: e pertanto, al pari dei suoi compari della mafia sorosiana, tirapiedi del WEF e camerieri di Bill Gates, va considerato un nemico ed, eventualmente, trattato come tale.

E non me ne fotte un cazzo se è simpatico ai marxisti perché alza il pugno e canta l'Internazionale.


RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90
 

Scusa hai ragione in merito al mio modo di scrivere, sono abituato alle discussioni da bar. 

Purtroppo le priorita in Brasile adesso sono altre e piú impellenti 

https://www.poder360.com.br/opiniao/legado-de-bolsonaro-inclui-recordes-de-pobreza-desigualdade-e-fome-jose-paulo-kupfer/

Puó anche darsi che Lula non riesca a far meglio, si vedrà. Má Bolsonaro è stato un disastro. Si puó vedere chiaramente dal numero di persone che vivono in strada che è  aumentato tantissimo, o dalle file in coda per comprare ossa di bue. Disuguaglianze spaventose. Lo vedo dove abito Io, nel Nord-Est brasiliano. Magari nel Sud è differente. Non lo so dove vive Mystes

Questo post è stato modificato 1 anno fa 2 volte da Andreabras

BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

Siamo in un Forum, la discussione è aperta ed ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni, come crede e come meglio sa fare.


RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 485
 

Il problema di fondo è che le elite che decidono chi può candidarsi a governare ci permettono di scegliere solo fra l'incudine e il martello.


RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

Si puó vedere chiaramente dal numero di persone che vivono in strada che è  aumentato tantissimo, o dalle file in coda per comprare ossa di bue. Disuguaglianze spaventose. Lo vedo dove abito Io, nel Nord-Est brasiliano. Magari nel Sud è differente. Non lo so dove vive Mystes

Io vado molto spesso nel Nord-est brasiliano, conosco molte persone di diverse estrazioni sociali, nessuno mi ha mai parlato (ed io stesso non ne ho viste) di file di persone ai supermercati. La carne in Brasile è uno degli alimenti più a buon mercato e più venduto. Questo è quanto mi consta ed ho viaggiato da nord a sud senza notare eccessive differenze. La povertà è concentrata soprattutto nelle grandi metropoli come San Paolo e Rio de Janeiro.


RispondiCitazione
Andreabras
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 90

RispondiCitazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 460
 

Ma è proprio vizio dei professori vaccinarsi oppure ignorare la questione che questo atto rappresenta lo spartiacque tra chi è umano e chi è un subumano? Eppure è così semplice  e evidente la cosa...
Comunque sarebbe bello parlare delle reali politiche sociali ed economiche sia di Lula che di Bolsonaro, visto che sia mystes che Andreabras hanno molto a che fare col Brasile.


RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

Vorrei poter dire due parole sulla situazione della sinistra in America Latina: smettiamola di avere quella visione romantica ed ecumenica alla Che Guevara, gli eroi popolari come Che non ci sono più, al suo posto sono subentrati i Maduro, i Fernandez i Lula, esponenti del peggiore globalismo affaristico e di rapina con targa di sinistra (alternativo a quello con targa di destra); tutti loro aspirano al governo dei rispettivi popoli non con un senso di servizio e di utilità pubblica, ma con l'intento di rapinarli e di arricchirsi. Lo hanno dimostrato i numerosi processi sofferti sia da Lula (8 anni di carcere per corruzione) sia dalla signora Dilma (che subentrò a Lula alla presidenza del Brasile) e che sofferse un impechement per i reati finanziari di cui fu imputata e di tanti altri il cui elenco trasborderebbe lo spazio concessomi. Noi in Italia a volte ci facciamo soggiogare dalla propaganda e dalla filmografia e perdiamo di vista il senso della verità e della realtà in cui vivono i paesi latino-americani.

Per concludere aggiungo: quando scoppia una rivolta popolare (come quella di domenica in Brasile) molti si fingono sorpresi e spaventati, ma non c'è nulla da sorprendersi e tanto meno fingere. Il malcontento popolare (popolo che è meno stipido e ignorante di quanto vogliono far credere) alla fin fine esplode (basta un solo pretesto) e si abbatte con furia contro tutte le malversazioni e gli abusi subiti negli ultimi tempi. E soprattutto contro le vergognose menzogne che il potere pubblico pubblica quotidianamente sfidando la pazienza popolare.

Questo post è stato modificato 1 anno fa da mystes

RispondiCitazione
Pagina 2 / 3
Condividi: