Notifiche
Cancella tutti

Germania, Polonia ed Austria varano lo stato emergenza per il gas


cedric
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1697
Topic starter  

https://www.startmag.it/energia/la-germania-rispolvera-il-carbone-contro-lemergenza-gas/

Il governo tedesco si appresta a varare un piano straordinario di emergenza per affrontare la crisi del gas e cercare di riempire al 90% gli impianti di stoccaggio per superare il prossimo inverno. Dopo giorni di surreali appelli ai cittadini a risparmiare elettricità magari modificando i soffioni della doccia per consumare meno acqua calda, il ministro dell’Economia e del Clima Robert Habeck (Verdi) ha messo su carta una road map più credibile, in parte concordata con il collega delle Finanze Christian Lindner (Fdp) che ora arriverà sul tavolo del governo e poi nelle aule parlamentari.
Il piano si articola in tre punti principali e prevede
- una linea di credito straordinaria da 15 miliardi di euro per l’acquisto e lo stoccaggio di gas
- incentivi al risparmio per l’industria
- l’ammodernamento delle centrali elettriche a carbone tenute in riserva che verranno invece riattivate.

Questo ultimo aspetto è particolarmente impegnativo per il ministro ecologista, che tuttavia è riuscito a tenere fuori dalla road map la questione nucleare. Almeno per il momento.

Il contenuto del piano è stato rivelato dall’agenzia di stampa Deutsche Presse Agentur (Dpa) e poi rilanciato da altri organi di informazione.  Nel documento in cui sono elencati i piani del ministro si legge ,“La situazione è grave, è necessario immettere più gas negli impianti di stoccaggio, altrimenti l’inverno sarà davvero difficile

...
La decisione tedesca segue comunque quella polacca di qualche giorno fa e fa scuola anche in Austria, dove il governo del cancelliere Karl Nehammer ha appena annunciato il ripristino della centrale a carbone di Mellach, in Stiria. Si tratta dell’ultima centrale a carbone staccata dalla rete nella primavera del 2020 e secondo l’agenzia di stampa austriaca Apa, il ripristino richiederà diversi mesi. “Dobbiamo sostituire il gas russo mancante con altre fonti o altri fornitori”, ha detto Nehammer, annunciando domenica sera la scelta al termine di una riunione di emergenza del suo gabinetto.

I tedeschi hanno annusato l'aria di rivolta popolare e si sono limitati a prestare quattrini pubblici alle imprese affinchè  immagazzinino gas nei loro depositi sia comperandolo sul mercato, sia risparmiando sui consumi. Hanno anche riacceso tutte le centrali a carbone (loro ne hanno parecchio in casa) e comperato un sacchetto di caramelle alla piccola Greta per consolarla. A settembre si vedrà come procedere se si entrerà in guerra.


Citazione
Petrus
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1009
 

Saranno contenti i tedeschi di pagare gli addizionali 180 euro cadacranio per finanziare questa "linea di credito straordinaria da 15 miliardi di euro per l’acquisto e lo stoccaggio di gas" immagino...


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1697
Topic starter  

Finchè c'è gente che compera i  titoli di stato tedeschi anche se hanno rendimenti negativi (mi dai 100 e ti rendo 98) i soldi li hanno gratis senza doverli chiedere ai loro cittadini.

Se pero' le cose cambiano, e con una economia di guerra cambieranno di sicuro, allora effettivamente herr franz non sarà più contento perchè i 180 euro li chiederanno davvero a lui.


RispondiCitazione
Condividi: