Notifiche
Cancella tutti

GRAVE INTERFERENZA DEGLI STATI UNITI NELLE ELEZIONI DEL BRASILE


mystes
Prominent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 986
Topic starter  

Il giornalista Tucker Carlson

Fox News annuncia che Biden e la CIA sono coinvolti con la frode elettorale in Brasile.

 

Il conduttore di Fox News sostiene che Biden ha interferito nelle elezioni per il Presidente del Brasile.

Secondo lui, le forze politiche statunitensi sono state inviate in Brasile per garantire una transizione di governo sicura, ossia da Bolsonaro al comunista Lula.

Il conduttore di Fox News Tucker Carlson ha dichiarato nel suo programma che ci sono forti indizi che il presidente Joe Biden e la sua squadra abbiano interferito nelle elezioni brasiliane.

L'amministrazione di Biden ha interferito nelle elezioni in corso in Brasile. Biden ha addirittura annunciato che Bolsonaro ha perso e lo ha minacciato se contesterà i risultati del voto che si è svolto nel suo Paese – ha dichiarato il giornalista.

Il presentatore ha anche affermato che Biden ha annunciato che la "sconfitta di Bolsonaro è stata netta".

L'interferenza degli Stati Uniti nelle elezioni è stato un argomento del programma di Carlson, che ha accusato il suo stesso presidente di aver inviato forze politiche della sua amministrazione per garantire una transizione di governo sicura da Bolsonaro a Lula.

Nel luglio di quest'anno Biden ha inviato in Brasile il Segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin, che ha partecipato alla 15ª Conferenza dei Ministri della Difesa delle Americhe.

Durante la sua visita, Austin ha chiesto ai militari brasiliani di rispettare il sistema democratico. Una indiretta minaccia a non interferire nelle imminenti elezioni presidenziali.

- I nostri Paesi non sono uniti solo dalla geografia. Ci avvicinano anche i nostri interessi e valori comuni - il profondo rispetto per i diritti umani, l'impegno per lo stato di diritto e la devozione alla democrazia - ha detto il generale inviato dal presidente degli Stati Uniti.

 

https://twitter.com/pavao911/status/1588145418910765056

 

 Fonte: https://pleno.news/brasil/ancora-da-fox-news-afirma-que-biden-interferiu-nas-eleicoes.html

 

Questa argomento è stata modificata 1 mese fa da mystes

Citazione
Andreabras
Eminent Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 37
 

In Italia i politici sono lacchè di Biden, Bolsonaro era lacchè di Trump, sempre di lacchè si tratta. Lula negli anni in cui è stato al governo non è mai stato lacchè di nessuno, né di Bush né di Obama, anzi è stato uno dei maggiori fautori del BRICS e il dipartimento di stato USA si è adoperato per farlo fuori istruendo il giudice Moro. Non lo so come sarà nei prossimi 4 anni e neanche tu lo sai, a meno che tu non abbia la sfera di cristallo, ma la storia per adesso parla chiaro. 


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 986
Topic starter  

Non ho la sfera di cristallo ma so come vivono in Venezuela e Argentina, terra di conquista del socialismo sudamericano.

Bolsonaro ha dato lustro al BRICS creando ex-novo una salda amicizia e nuovi rapporti con Putin e con la Russia, ossia una nuova geo-politica che ha fatto schiumare di rabbia atlantisti e globalisti. 


RispondiCitazione
Andreabras
Eminent Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 37
 

Quando presidente degli Stati Uniti era Trump a Bolsonaro non interessava niente dei BRICS. 

Non ti ricordi?

https://www.gazetadopovo.com.br/republica/bandeiras-israel-eua-manifestacoes-pro-bolsonaro/

 

Questo post è stato modificato 1 mese fa da Andreabras

RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 195
 

Mi sembra di poter dire, pur non conoscendo da vicino la realtà del Brasile, che di tempo ne sia passato tra la prima presidenza di Lula e questa. Probabilmente un tempo sufficiente per "aggiornare" la propria linea politica. E' ovvio che nel 2003 la sua immagine sia apparsa diversa da ora, ma molto diverso era anche il mondo. Quasi vent'anni fa l'impronta "globalista" che accomuna ora una serie di governi per così dire progressisti non era così evidente. Sicuramente non era così evidente agli elettori né di destra né di sinistra. Ora è abbastanza plausibile che il personaggio Lula si sia reso disponibile ad introdurre i precetti dell'agenda mondialista all'interno del proprio programma per rimediare una nuova stagione di fortuna politica. A maggior ragione in un paese il cui leader, Bolsonaro, era ed è particolarmente inviso ad un determinato establishment. D'altra parte, non è stato così anche qui in Italia? Che cosa hanno fatto i nostri personaggi in cerca d'autore e di identità se non rincorrere incessantemente per quasi trent'anni le tendenze che meglio pagavano a livello internazionale? La stagione pandemica è stata un'allucinazione un po' sui generis dove il troppo ha storpiato ma la loro linea non si è smentita.


RispondiCitazione
Condividi: