Notifiche
Cancella tutti

I nazisti hanno programmato un Quarto Reich


yahuwah
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1142
Topic starter  

Rivelato:

Il rapporto segreto che mostra come i nazisti hanno programmato un Quarto Reich ... nella UE

Da Adam Lebor

Ultimo aggiornamento alle 10:30 il 9 mag 2009

La carta è invecchiata e fragile, le lettere dattiloscritte stanno lentamente svanendo. Ma il Military Intelligence Report US EW-Pa 128 è come agghiacciante ora come il giorno in cui è stata scritta nel novembre 1944.

Il documento, conosciuto anche come la Casa del Rapporto Rosso, è un resoconto dettagliato di un incontro segreto presso la Maison Rouge Hotel a Strasburgo, il 10 agosto 1944.

Gli ufficiali nazisti hanno ordinato un gruppo elitario di industriali tedeschi di pianificare per il recupero post-bellico della Germania, a prepararsi per 'ritorno al potere e lavorare per un " forte impero tedesco nazista ".
In altre parole: il Quarto Reich.


Plotter: capo delle SS di Heinrich Himmler con Max Faust, ingegnere presso la società nazista IG Farben

Military Intelligence Report US EW-Pa 128

Allegato n ° 1 al n ° 19.489 invio del 27 novembre, 1944,
dall'ambasciata a Londra, Inghilterra.


Extraordinary revelations: The 1944 Red House Report, detailing 'plans of German industrialists to engage in underground activity'

Read more: http://www.dailymail.co.uk/news/article-1179902/Revealed-The-secret-report-shows-Nazis-planned-Fourth-Reich--EU.html#ixzz2XK4tQuGg
Follow us: @MailOnline on Twitter | DailyMail on Facebook

S E C R E T
Quartier generale supremo
Forze di Spedizione Alleate
Ufficio di Assistente Capo di Stato Maggiore, G-2
7 novembre 1944
Intelligence Report NO. EW-Pa 128

OGGETTO:

Piani di industriali tedeschi di impegnarsi in attività nel sottosuolo dopo la sconfitta della Germania, il flusso di capitali verso i paesi neutrali.

FONTE:

Agente francese Deuxieme Bureau, consigliato dal comandante Zindel. Questo agente è considerato affidabile e ha lavorato per i problemii franco-tedeschi sin dal 1916. Lui era in stretto contatto con i tedeschi, in particolare attenzione verso gli industriali, nel corso l'occupazione della Francia e ha visitato la Germania più tardi del mese di agosto, 1944.

1. Una riunione dei principali industriali tedeschi con interessi in Francia si è tenuta il 10 agosto 1944, presso l'Hotel Rotes Haus di Strasburgo, in Francia, e hanno partecipato l'informatore sopra indicato come sorgente. Tra i presenti sono state le seguenti persone:

Dr. Scheid, che ha presieduto, con la qualifica di SS Obergruppenführer
e Direttore dell'azienda Heche Hermandorff & Schonburg
Dr. Kaspar, che rappresenta Krupp
Dr. Tolle, che rappresenta Ròchling
Dr. Sinderen, che rappresenta Messerschmitt
Drs. Kopp, Vier e Beerwanger, che rappresenta Rheinmetall
Capitano Haberkorn e Dr. Ruhe, che rappresenta Bussing
Drs. Ellenmayer e Kardos, che rappresenta Volkswagenwerk
Ingegneri Dröse, Yanchew e Koppshem, che rappresenta varie fabbriche in Posen, Polonia (Dröse, Yanchew e Co., Brown-Boveri, Herkuleswerke, Buschwerke, e Stadtwerke)
Capitano Dornbuach, responsabile del controllo industriale Sezione a Posen
Dr. Meyer, un funzionario del Ministero della Marina tedesca a Parigi
Dr. Strossner, del Ministero della armamento, Parigi.

2. Il Dr. Scheid ha dichiarato che tutto il materiale industriale in Francia
doveva essere evacuato in Germania subito. La battaglia di Francia è stato perso per la Germania e ora la difesa del Linea Siegfried era il problema principale.
Da ora in poi anche l'industria tedesca deve rendersi conto che la guerra non può essere vinta e che deve prendere le misure in preparazione per una campagna pubblicitaria del dopoguerra .
Ogni industriale deve prendere contatti e alleanze con imprese estere, ma questo deve essere fatto individualmente e senza attirare sospetti. Inoltre, il terreno dovrebbe essere previsto a livello finanziario per il prestito considerevole somme provenienti da paesi stranieri dopo la guerra.

Come esempi del tipo di penetrazione che era stati più utili
nel passato, il Dr. Scheid ha citato il fatto che i brevetti per l'acciaio
e che acciaio apparteneva alla Chemical Foundation, Inc., New York,
e la compagnia Krupp di Germania congiuntamente alla USA
Steel Corporation, Carnegie Illinois, l'americana dell'acciaio e fili,
e tubo nazionali, ecc avevano in tal modo l'obbligo di lavorare con la preoccupazione della Krupp.

Ha anche citato la Società Zeiss, la società Leisa e la Linea Hamburg-americana in quanto le imprese che erano state particolarmente efficaci nel proteggere gli interessi tedeschi all'estero e hanno dato il loro indirizzo di New York agli industriali di questo incontro.

3. A seguito di questo incontro uno più piccolo si è tenuto e presieduto
alla fine dal Dr. Bosse del Ministero tedesco degli armamenti e
frequentato solo dai rappresentanti di Hecho, Krupp e Rochling.

A questo secondo incontro è stato affermato che il Partito nazista
aveva informato gli industriali che la guerra era praticamente persa ma che avrebbe continuato fino a che la garanzia dell'unità della Germania potrebbe essere ottenuta.

Gli industriali tedeschi devono, si diceva, attraverso le loro esportazioni aumentare la forza della Germania. Essi devono anche prepararsi a finanziare il partito nazista che sarebbe costretto alla clandestinità come
Maquis (in Gebirgaverteidigungastellen gehen).
Da ora in poi il governo dovrebbe stanziare ingenti somme per gli industriali cosìche ciascuno potrebbe stabilire un sicuro fondamento del dopoguerra in valuta estera in altri paesi.

Esistenti riserve finanziarie in paesi stranieri devono essere messe a disposizione del partito in modo che un forte impero tedesco può essere creato dopo la sconfitta. È anche immediatamente richiesto che le grandi fabbriche in Germania debbano creare piccoli uffici tecnici o uffici di ricerca che sarebbero assolutamente indipendenti e non hanno alcuna connessione conosciuta con la fabbrica. Questi uffici riceveranno i piani e
disegni di nuove armi e documenti e dei quali hanno bisogno per continuare le loro ricerche e che non deve essere permesso di cadere nelle mani del nemico. Questi uffici devono essere stabiliti nelle grandi città, dove possono essere più correttamente nascosti così come in piccoli villaggi vicino a fonti di energia idroelettrica, dove possono far finta di studiare lo sviluppo delle risorse idriche. L'esistenza di queste è
ad essere conosciuto solo da pochissime persone in ogni settore e da
capi del partito nazista. Ogni ufficio avrà un agente di collegamento
con il Partito.

Non appena il partito diventa abbastanza forte per ristabilire il suo controllo sulla Germania gli industriali dovranno essere pagati per il loro impegno e la collaborazione di concessioni e ordini.

4. Questi incontri sembrano indicare che il divieto contro l'esportazione di capitali che è stato applicato rigorosamente fino ad ora è stato completamente ritirato e sostituito da una nuova politica nazista per cui gli industriali con l'assistenza del governo esporterà gran parte del loro capitale possibile.
In precedenza le esportazioni di capitali da industriali tedeschi a paesi neutrali hanno dovuto essere compiute piuttosto surrettiziamente
e mediante speciale influenza.

Ora il partito nazista sta dietro gli industriali e li esorta a salvare se stessi cosi da ottenere fondi fuori della Germania e allo stess
o
tempo per far avanzare i piani del partito per il suo funzionamento nel dopoguerra. Questa libertà data agli industriali cementa ulteriormente il loro rapporti con il Partito, dando loro una misura di protezione.

5. Gli industriali tedeschi stanno acquistando non solo la proprietà agricola in Germania, ma stanno ponendo i loro fondi all'estero,
in particolare nei paesi neutrali. Due banche principali attraverso
che questa esportazione di capitali con cui opera sono la Basler Handelsbank e il Credito Svizzero di Zurigo. Anche ci sono un certo numero di organismi in Svizzera che per un 5 per cento acquistano delle proprietà su commissione in Svizzera, utilizzando un Mantello svizzero.

6. Dopo la sconfitta della Germania del partito nazista riconosce
che alcuni dei suoi migliori leader noti saranno condannati come
criminali di guerra. Tuttavia, in cooperazione con gli industriali
si sta organizzando per mettere la sua meno evidente, ma i più importanti membri in posizioni con varie fabbriche tedesche come esperti tecnici o membri della sua ricerca e la progettazione uffici.

Per la C.A. di S., G-2.
WALTER K. SCHWINN
G-2, Sezione Economica
Preparato da
MELVIN M. FAGEN
Distribuzione:
Uguale a EW-Pa 1,
Consigliere politico statunitense, SHAEF
Consigliere politico britannico, SHAEF

Tratto e tradotto da:

http://www.dailymail.co.uk/news/article-1179902/Revealed-The-secret-report-shows-Nazis-planned-Fourth-Reich--EU.html


Citazione
qasiqasi
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 333
 

più che un dossier segreto e svelato mi sembra un favoletta holliwoodiana per la sceneggiatura di un film di fantapolitica.tutto deja vu.


RispondiCitazione
Kovacs
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 463
 

Credevo che il quarto R. si sarebbe avuto con l'invasione delle truppe tedesche o dall'antartide o dalla luna con dischi voltanti......che tristezza....


RispondiCitazione
yahuwah
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1142
Topic starter  

The Red House Report : ritorno al potere in Germania e in Europa del regime nazionalsocialista

Il termine Quarto Reich (ovvero "quarto impero") si riferisce alla possibilità di un'ascesa e ritorno al potere in Germania e in Europa del regime nazionalsocialista. Per chi crede alle teorie cospirative che vedono scenari possibili al ritorno del nazismo come potenza mondiale, esistono vari scritti a riguardo che hanno studiato le azioni e le politiche che potrebbero un giorno far avverare questa distopia.

Nei circoli neonazisti si discute non solo del nuovo nazismo ma anche di un Impero occidentale nato dalla fusione del mondo occidentale anglosassone ed europeo, i cui primi passi verso la creazione sarebbero attuabili solamente con la presa di coscienza dei governi europei su scenari futuri apocalittici come l'islamizzazione dell'Europa o l'Eurabia che potrebbero portare a uno scontro culturale da cui ne scaturirebbe o l'ascesa del nuovo totalitarismo o del nazismo.
La definizione fu usata per la prima volta nel 1966, quando il politico Kurt Georg Kiesinger fu nominato cancelliere della Germania Ovest. Le critiche mosse nei confronti di Kiesinger, sostenevano che avesse avuto rapporti col regime hitleriano, e che la sua fosse la prima pietra posata per la nascita del Quarto Reich.

Negli Stati Uniti, il termine fu usato dall'investigatore Jim Garrison (capoindagine sull'omicidio del presidente John Fitzgerald Kennedy) in un rapporto per la CIA, chiamato "The rise of the Fourth Reich".

Il 7 maggio 1945 viene firmata la resa delle 3 Sezioni della Wehrmacht dal colonnello generale Jodl e dal generale ammiraglio von Friedeburg a nome del Grande Ammiraglio Donitz, presso il comando alleato del fronte occidentale a Rheims, davanti ai rappresentanti militari delle potenze vincitrici. Donitz fu scelto da Adolf Hitler come suo successore a Presidente del Reich e in tale veste, dopo il suicidio del Führer il 30 aprile 1945, divenne l’ultimo capo della Germania nazista nel cosiddetto “Governo di Flensburg”. La resa fu firmata a nome di Donitz che era capo militare, ma al contempo anche politico del Reich. Formalmente però fu una resa militare dell'esercito, non politica del 3° Reich. Hitler, nel testamento che lasciò prima del suicidio, incaricò Donitz di continuare la sua opera e le future generazioni di tedeschi di contribuire a una nuova Germania nazionalsocialista.
Tra i paesi o federazioni accusate di voler ricreare l'ordine nazista v'è l'Unione Europea. Chi accusa l'UE di complotti mondiali o contrariamente di debolezza e fragilità interna si trova nei movimenti euroscettici che designano non un odio contro l'entità ma uno scetticismo nei suoi confronti riguardo le politiche economiche interne, immigrazione e relazioni interculturali.

Ma, se da una parte viene accusata di complotti nazisti, dall'altra si viene ad accusare la mancanza di credibilità che potrebbe portare in futuro alla decadenza di essa sotto le ondate migratorie provenienti dai paesi musulmani e alla conseguente islamizzazione.
Viste le politiche anti-islamiche attuate dai governi successivi e contemporanei agli attentati dell'11 settembre, in molti sostengono che essi siano solo un piano per il risorgimento di un movimento autoritario intenzionato a prendere le redini del mondo unendolo in un Nuovo Ordine Mondiale di carattere nazifascista. In quest'ottica rientrano quindi le tensioni avvenute in Italia durante gli anni di piombo e i falliti colpi di stato in Spagna per riattuare al governo il regime franchista.

L'ultima teoria, è stata in origine la base per un libro di Francis Parker Yockey, Imperium: The Philosophy of History and Politics (1947); grazie al quale si è poi estesa nei circoli neonazisti.

Il rapporto segreto che mostra come i nazisti pianificarono un Quarto Reich in EU
By Adam Lebor

La carta è vecchia e fragile, le lettere dattiloscritte lentamente stanno svanendo.
Ma , la relazione EW-Pa 128 della US Military Intelligence è agghiacciante ora, come il giorno in cui è stato scritto nel novembre del 1944.

Il documento, conosciuto anche come il Red House Report, è un dettagliato resoconto di una riunione segreta alla Maison Rouge Hotel a Strasburgo il 10 agosto 1944.
Lì, ufficiali nazisti hanno ordinato un gruppo elitario di industriali tedeschi al piano per la Germania della post-guerra, il recupero, la preparazione al ritorno al potere dei nazisti e lavorare per un forte impero tedesco.
In altre parole: il Quarto Reich.

Le tre pagine, un rapporto strettamente tipizzato, segnato come 'Secret', copiato dai funzionari britannici e inviato a Cordell Hull, il segretario di Stato americano, un rapporto dettagliato di come gli industriali erano a lavorare con il partito nazista per ricostruire l'economia della Germania con l'invio di denaro attraverso la Svizzera.

Avrebbero creato una rete di società di facciata segrete all'estero.
Avrebbero solo che attendere sono le giuste condizioni.
E poi che sarebbe passata alla Germania di nuovo.

Gli industriali che hanno partecipato, erano rappresentanti di Volkswagen, Krupp e Messerschmitt.
Funzionari del Ministero della Marina e degli armamenti sono stati anche in occasione della riunione e, con incredibile lungimiranza, hanno deciso insieme che il Quarto Reich tedesco, a differenza del suo predecessore, sarebbe uno impero economico, piuttosto che un impero militare - ma non solo tedesco.

The Red House Report, che è stato portato alla luce dagli archivi segreti statunitensi, è stata l'ispirazione per il mio thriller, Il protocollo di Budapest.

Il libro si apre nel 1944, gli anticipi dell’Armata Rossa nella città assediata, poi salta al giorno d'oggi, durante la campagna elettorale per il primo presidente d'Europa.
L'Unione superstato europeo si rivela come un fronte di una sinistra cospirazione, radicata negli ultimi giorni della Seconda Guerra Mondiale.

Ma, come ho studiato e scritto il romanzo, mi sono reso conto che alcune delle relazione Red House era divenuta una realtà.

La Germania nazista ha fatto enormi quantità di esportazione di capitali attraverso paesi neutrali.
Imprese tedesche hanno istituito una rete di società di facciata all'estero.
L'economia tedesca ha fatto ben presto il recupero dopo il 1945.

Il Terzo Reich fu sconfitto militarmente, ma potenti banchieri dell'epoca nazista, industriali e funzionari pubblici, rinati come democratici, ben presto prosperano nella nuova Germania Ovest.
Ci hanno lavorato per una nuova causa: l'integrazione economica europea e la politica.

È possibile che il Quarto Reich nazista prevedeva quelli industriali che siano, in qualche parte, almeno, venuti a passare?

The Red House Report è stato scritto da una spia francese, che era alla riunione a Strasburgo nel 1944 - e dipinge un quadro straordinario.

Gli industriali riuniti presso la Maison Rouge Hotel hanno aspettato ansiosamente come il SS Obergruppenfùhrer dottor Scheid, ha iniziato l'incontro.
Scheid ha uno dei più alti ranghi delle SS, equivalente al tenente generale. Ha tagliato una figura imponente nel suo grigio su misura uniforme verde e alta, berretto a visiera con treccia d'argento. Guardie sono state inviate al di fuori e la stanza, rd era stato cercato per microfoni.

C'è stata una forte assunzione di respiro come egli cominciò a parlare.
L'industria tedesca deva rendersi conto che la guerra non può essere vinta, ha dichiarato. 'Si devono prendere misure in vista di una post-campagna di guerra commerciale.'
Disfattista tale discorso fu un tradimento - ha permesso di guadagnare una visita alle cantine della Gestapo, seguito da un viaggio di sola andata per un campo di concentramento.

Scheid, ma era stata data licenza speciale di dire la verità -
il futuro del Reich era in gioco.
Ordinò agli industriali di fare contatti e alleanze con imprese straniere, ma questo deve essere fatto individualmente e senza attirare ogni sospetto'.
Gli industriali sono stati a prendere in prestito ingenti somme da parte di paesi stranieri, dopo la guerra.

Sono stati in particolare per sfruttare le finanze di quelle imprese tedesche che erano già state utilizzate come fronti per la penetrazione economica all'estero, ha detto Scheid, citando il partner americano del gigante d'acciaio Krupp e Zeiss, Leica e la Hamburg-America Line, compagnia di navigazione.

Ma come la maggior parte degli industriali ha abbandonato la riunione, una manciata venivano invocati in un altro incontro più piccolo, presieduta dal dott Bosse del Ministero degli armamenti. Ci sono stati segreti per essere condivisi con l'elite dell'elite.
Bosse ha spiegato come, anche se il partito nazista aveva informato gli industriali che la guerra era perduta, la resistenza contro gli Alleati, avrebbere continuato fino a garanzia dell'unità tedesca che potrebbe essere ottenuta.

Poi ha enunciato i tre segreti della strategia di scena per il Quarto Reich.

In uno stadio, gli industriali sono stati di avvisati a prepararsi a finanziare il partito nazista, che sarebbe costretto alla clandestinità come Maquis, usando il termine per la resistenza francese.
La fase due vedrebbe il governo a contribuire grandi somme per l'assegnazione di industriali tedeschi per creare un 'posto sicuro, fondamento della guerra in paesi stranieri', mentre, le esistenti riserve finanziarie devono essere messe a disposizione del partito in modo che un impero forte tedesco possa essere creato dopo la sconfitta '.

Nella terza fase, le imprese tedesche avrebbero istituito una rete 'dormiente' di agenti all'estero attraverso società di facciata, che dovevano essere copertine per la ricerca militare e di intelligence, i nazisti fino al ritorno al potere.

'L'esistenza di questi è quello di essere conosciuta solo da pochissime persone in ogni settore e dai capi del partito nazista,' Bosse aveva annunciato.Ogni ufficio avrà un agente di collegamento con il partito. Non appena il partito diventa abbastanza forte per ristabilire il suo controllo sulla Germania, gli industriali saranno pagati per il loro impegno e la cooperazione da parte delle concessioni e degli ordini. '

Personalmente. piu che un 4 Reich, lo chiamerei l'IMPERO DEI RATTO-NATO-NAZI-SIONISTI-MAOISTI.

Qualcuno ha ancora dei dubbi?????

" Il lavaggio del cervello inizia dalla culla "
Arthur Koestler


RispondiCitazione
claricola
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 91
 

Ma magari tornassero i nazisti con le loro belle uniformi Hugo Boss, sempre meglio dei grigi burocrati di oggi


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 30947
 

.... mi sono perso .... a che pagina del libro siamo ? ....... 😆


RispondiCitazione
Condividi: