Notifiche
Cancella tutti

La furia barbarica sul cimitero dell’Europa


[Utente Cancellato]
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 421
Topic starter  

Forse quest'articolo di Orlov che ho letto sul Saker è già stato pubblicato qua sopra, ma mi sembra utile riproporlo:

http://sakeritalia.it/attualita/la-furia-barbarica-sul-cimitero-delleuropa/

estraggo solo questa parte dell'articolo:

"Qui ci sono fiumi di persone che stanno arrivando: la maggior parte di loro sono giovani maschi adulti che hanno evitato il servizio militare in patria e relativamente pochi di loro hanno i requisiti per chiedere asilo. Molti di loro non sono qualificati per fare alcuna sorta di lavoro all’interno dell’Unione Europea per mancanza di alfabetizzazione, istruzione o etica del lavoro. Molti di loro non possono essere formati in ogni caso, dato che appartengono a popolazioni che si sono selezionate per resistenza fisica e tolleranza alle malattie, piuttosto che per intelligenza.
Molti di loro sono islamici radicali che si considerano come veri e propri colonizzatori; molti di più non hanno remore a derubare europei e a violentare donne europee. Alcune migliaia sono veri terroristi mandati e in attesa di ordini. Per molti di loro, imbucarsi in Europa e scroccare sono una parte di una eccellente avventura, molto più eccitante che allevare bestiame o coltivare miglio nei loro villaggi nativi.
Le ONG europee gli forniscono scialuppe e giubbotti di salvataggio gonfiabili, quindi li mettono alla deriva sulle coste della Libia o nell’Adriatico. Le navi delle ONG li recuperano e li consegnano nei porti in Italia, Grecia o Spagna. Poi ricevono sussidi per mesi, mentre altri tipi di ONG li aiutano con i documenti e intasano i tribunali con le cause depositate per loro conto.
Sono sicuro che alcuni Europei pensano che io sia indelicato per aver fatto una sintesi così diretta della situazione. Ma c’è uno standard molto più elevato con cui fare una misurazione piuttosto che la mera gentilezza: è vero? La verità spesso è crudele e spaventosa ma senza verità (con cui comprendere le vere conseguenze delle nostre azioni), siamo tutti solo degli agnelli mandati al macello."


Citazione
Condividi: