Notifiche
Cancella tutti

La Germania inizia a ritirare il suo oro


Tashtego
Honorable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 666
Topic starter  

martedì 15 gennaio 2013La Germania sta iniziando a ritirare il suo oro...
Non sta chiedendo il ritiro del suo oro Chavez o qualche dittatore di secondo piano, ma lo sta chiedendo la quarta potenza economica mondiale e la seconda maggiore riserva di oro al mondo.

La Germania ha la seconda riserva aurea del pianeta, con circa 3.400 tonnellate d’oro. Di questa quantità solo il 31% è conservato a Francoforte, mentre il restante 45% è negli Stati Uniti, il 13% in Francia e l’11% nel Regno Unito.

Ora, secondo le indiscrezioni del tedesco Handelsblatt, la Bundesbank ha deciso di iniziare a rimpatriare una parte dell’oro conservato dalla FED e anche di quello depositato a Parigi, per testare l’autenticità dei lingotti d’oro che verranno consegnati. Inoltre, la testata tedesca sottolinea come la distribuzione di oro tedesco fuori dalla Germania sta per cambiare, quindi la prossima settimana inizierà il rimpatrio parziale dell’oro tedesco e poi gradualmente la quota da rimpatriare incrementerà.

Questo è veramente un cambiamento di grandissima importanza perché simboleggia come la fiducia tra le banche centrali sia venuta meno. Ora la questione si complica se si pensa che la Bundesbank a novembre dichiarò questa faccenda della corsa al rimpatrio di oro inutile e che non voleva assolutamente ritirare parte delle sue riserve. Quindi cosa vorrà significare questo improvviso cambiamento? Preoccupazione per la fiducia e credibilità del governo e della banca centrale statunitense?

La FED comunque aveva già avvertito che non fosse importante se ci fosse oro fisico o solo oro cartaceo, perché la cosa fondamentale era la dichiarazione del deposito dei lingotti non se i lingotti ci fossero o meno. Molti hanno sollevato forti dubbi che esistessero effettivamente queste riserve di oro nella Federal Reserve, alcuni ipotizzano addirittura la falsificazione con lingotti di tungsteno. Interessante sarà la reazione degli USA a questa corsa all’oro da parte della banca centrale tedesca, perché non sta chiedendo il ritiro del suo oro Chavez o qualche dittatore di secondo piano, ma lo sta chiedendo la quarta potenza economica mondiale e la seconda maggiore riserva di oro al mondo.
Se si verificasse l’impossibilità di restituire l’oro alla Germania, la fiducia nella Federal Reserve da parte di tutto il mondo crollerà con conseguenze devastanti anche per la fiducia nel dollaro americano. Se la notizia sarà confermata, si tratta di un’ulteriore bomba ad orologeria per Washington già alle prese con l’avvicinarsi inesorabile del tetto del debito.

Fonte: http://www.tzetze.it/2013/01/la-germania-sta-iniziando-a-ritirare-il-suo-oro.html


Citazione
Servus
Prominent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 873
 

Chissà se gli americani ritorneranno l'oro alla Germania. Tanto per cominciare l'oro tedesco depositato presso la New York Fed. Reserve Bank "per ora" non si può restituire dato che a causa dell'uragano Sandy sembra che i sotterranei dove è depositato l'oro siano tuttora allagati, anzi era anche scoppiato un incendio durante l'uragano, quindi chissà cosa è successo all'oro tedesco. Ma questi tedeschi che vogliono, dicono a NY, il loro oro è più sicuro a NY che in Germania.

http://www.businessweek.com/articles/2012-11-04/about-that-gold-stored-in-flood-prone-lower-manhattan


RispondiCitazione
namincazza
Active Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 9
 

Ma l'oro dei tedeschi in deposito alla Fed di NY, non era andato distrutto
ad ottobre?
Molti media americani avevano dato la notizia che un'esplosione al ConEd aveva
distrutto l'oro teutonico.
Ed alcuni citavano addirittura una conferenza stampa di Bernake.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 30947
 

..la mossa della Bundesbank può avere una spiegazione molto più prosaica: un semplice inventario.
Lo scorso ottobre, la Germania ha ritirato due terzi delle riserve tenute alla Bank of England e secondo quanto riportato dai media, durante lo stesso mese la Corte Costituzionale Tedesca ha stabilito che la Bundesbank può condurre annualmente indagini ed ispezioni fisiche sulle proprie riserve auree nel mondo.
Potrebbe, dunque, trattarsi di una semplice indagine fisica sulle riserve e nonostante qualsiasi speculazione, i mercati non possono far altro che accettare la notizia. Infatti, sebbene si tratti di una pratica inusuale, potrebbe avere un fondo di verità.

Proprio ieri, l’emittente nazionale tedesca Deutsche Welle ha riferito sul suo sito web che la Bundesbank sta reagendo ad un rapporto del Federal Audit Office (una sorta di ufficio federale per il controllo delle finanze) che critica la banca per non aver controllato e verificato la quantità e l’autenticità dei lingotti conservati all’estero.

Questa la fonte
...sarà, ma a me la storia dell'indagine mi puzza 🙄


RispondiCitazione
Condividi: