Notifiche
Cancella tutti

La Tailandia bandirà Pfizer dopo che la principessa thailandese è in coma

Pagina 1 / 2

dana74
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 14464
Topic starter  

La Tailandia bandirà Pfizer dopo che la principessa thailandese è in coma dopo il booster jab

Maurizio Blondet 4 Febbraio 2023

Pochi giorni dopo aver ricevuto il suo covid booster jab, la figlia del re di Thailandia è crollata ed è caduta in coma.

La principessa Bajrakitiyabha, che è la potenziale erede al trono thailandese, è in gravi condizioni settimane dopo il suo collasso.

Alcuni rapporti suggeriscono che abbia subito un attacco di cuore anche se alla sua famiglia è stato detto che probabilmente aveva un’infezione batterica. Tuttavia, sei settimane dopo, la principessa è ancora in coma e tenuta in vita dalle macchine.

La famiglia reale è stata ora allertata del fatto che molto probabilmente la principessa è stata vittima del colpo.

Le principali autorità thailandesi, inclusi i consiglieri del re, hanno discusso con il Prof. Sucharit Bhakdi e si stanno preparando a far dichiarare nulli i contratti Pfizer secondo i rapporti:

Se ciò accade, la Thailandia diventerà il primo paese a rendere nullo il contratto, il che significa che Pfizer diventerà responsabile di tutte le lesioni da vaccino.

La narrativa ufficiale sta finalmente crollando?

https://www.maurizioblondet.it/la-tailandia-bandira-pfizer-dopo-che-la-principessa-thailandese-e-in-coma-dopo-il-booster-jab/

 

 

Il Prof. Sucharit Bhakdi sta lavorando con le autorità thailandesi per annullare i contratti per il vaccino a base di mRNA di Pfizer:

“Gli studi di sicurezza farmacologica non sono mai stati fatti... Pfizer BioNTech dovrà restituire quei miliardi alla Thailandia”. https://twitter.com/KanekoaTheGreat/status/1619962132115902464 -  https://t.me/guerrieriperlaliberta/18500

 

“È una strage: ritirateli subito!”. L’appello del super professore del Mit (il VIDEO)

2 Febbraio 2023 di Gabriele Angelini 

 

Retsef Levi è un professore del Massachusetts Institute of Technology, meglio noto come Mit, una delle più importanti università di ricerca del mondo. Il professor Levi ha pubblicato un videomessaggio accorato in cui chiede che siano sospese, subito e ovunque nel mondo, le vaccinazioni a mRna. E lo ha fatto alla luce di alcuni suoi studi e analisi.

Quello del professore del Mit è un appello di 6 minuti che chiarisce più di ogni altra cosa quanto sia successo finora e cosa sta ancora accadendo: “Bisogna ritirare questi prodotti dal mercato e fermare immediatamente la campagna vaccinale a mRna”, tuona. Poi aggiunge: “Il vaccino anticovid è chiaramente il prodotto più fallimentare della storia dei prodotti medici, sia in termini di efficacia che di sicurezza. Dobbiamo riflettere e indagare a fondo sul perché è anche il prodotto più redditizio al mondo, nella storia dei prodotti medici”. Più chiaro di così, non si può. (Continua a leggere dopo la foto)

>>> “Le morti improvvise hanno tutte una cosa in comune”. L’inquietante scoperta conferma: “Sono in aumento”

 

Levi ha cominciato a preoccuparsi dei danni da vaccino a metà del 2021, “quando si è saputo delle miocarditi”. Pluripremiato, al Mit il professor Levi tiene corsi di gestione del rischio, sistemi sanitari e politiche sanitarie. Oltre a essere un influente faculty member del Mit dal 2006, ha un’importante storia personale e professionale. Laureato a Tel Aviv, dopo aver passato quasi 12 anni nella Difesa israeliana come ufficiale dell’intelligence, ha lavorato per numerosi ospedali americani, per poi collaborare con la Food and Drug Administration (Fda) come esperto di analisi della sicurezza dei farmaci. Il professore nel suo appello mette l’accento su quella che risulta essere la preoccupazione, e quindi l’ormai plausibile correlazione, maggiore: le miocarditi: “Le evidenze sono ormai indiscutibili, questi vaccini causano un numero incalcolabile e senza precedenti di effetti avversi e decessi nei giovani e nei bambini”. Parole che pesano come macigni. (Continua a leggere dopo il video)

The evidence is mounting and indisputable that MRNA vaccines cause serious harm including death, especially among young people. We have to stop giving them immediately! pic.twitter.com/chFLvqlDqu

— Retsef Levi (@RetsefL) January 30, 2023

Così come quando riferisce che due studi prospettici, realizzati in Thailandia e in Svizzera, indicano che i tassi di danno cardiaco sono significativamente più alti di quelli rilevati dalla diagnosi clinica. Un altro studio, della Harvard Medical School, e citato dal professore ha rilevato, nel sangue dei bambini con miocardite indotta da vaccino, altri segnali che confermano che l’mRna e i lipidi penetrano davvero nel sistema circolatorio. Inoltre, e questo è davvero importante in termini scientifici, Levi riferisce anche delle autopsie effettuate nelle persone decedute subito dopo la vaccinazione. Cosa è emerso? “In moltissimi casi c’è forte evidenza che la morte è stata causata dalla miocardite indotta da vaccino”. Il professore ora non intende fermarsi, mentre in tutto il mondo aumentano di giorno in giorno le segnalazioni di effetti avversi da vaccino.

Ti potrebbe interessare anche: “Indagate sui vaccini”. La clamorosa intervista di Cacciari: “Ecco cosa devono spiegare agli italiani”

 

https://www.maurizioblondet.it/e-una-strage-ritirateli-subito-lappello-del-super-professore-del-mit-il-video/

 

sarah hanno apprezzato
Citazione
Primadellesabbie
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 5039
 

la principessa è stata vittima del colpo.

Non si può leggere: il tr. automatico indica giustamente 'colpo' per 'shot', ma nel contesto 'shot' sta per 'iniezione' (del vaccino in questo caso).

Anche se l'hai preso da Blondet, se vuoi, correggi.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 956
 

https://rumble.com/v27hvzx-k-o-n-k-r-e-t-discussion-with-prof.-dr.-sucharit-bhakdi-news-from-the-royal.html

Se qualcuno volesse saperne di più sul viaggio del Prof. Sukarit Bhakdi in Tailandia e sui suoi contatti con alti funzionari di quel Paese, può ascoltare la conversazione/intervista contenuta nel video in inglese sopra citato.

La conversazione si svolge fra il Prof. Bhakdi e il regista svizzero Pascal Najadi, salito recentemente agli onori della cronaca per aver denunciato il presidente della Svizzera, per non aver detto la verità sui "vaccini" anti-Covid. Pascal Najadi si era fidato di quanto raccontavano le autorità svizzere ed è vaccinato con tre dosi, così come i componenti della sua famiglia. Najadi è il discendente di una famiglia importante e facoltosa. In seguito alla sua denuncia, la Procura ha aperto un procedimento, sul quale però per il momento non vengono rivelati ulteriori particolari.

La conversazione è particolarmente interessante, perché è l'incontro di due persone che parlano in modo schietto e sincero, anche quando si riferiscono a persone altolocate. 

Però, detto fra noi, fa un certo effetto che personaggi di un certo lignaggio non sapessero cosa bolle  in pentola e abbiano accondisceso alle "vaccinazioni" - mi riferisco anche al noto cardiologo inglese che ora chiede lo stop dei sieri - mentre noi qui nella nostra nicchia di ComeDonChisciotte, riforniti a puntino di articoli scientifici da parte della encomiabile redazione, già nel corso del 2020 mettevamo in guardia dai sieri genici. 

Sì, forse sarà la Tailandia il primo Paese a mettere fuori commercio i "vaccini" anti-Covid, con un po' di fortuna seguita a ruota dalla Svizzera. 

 

 

 


emilyever, sarah e BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 14464
Topic starter  

si vero, lo ha fatto tradurre dal traduttore automatico e la tua precisazione è più che corretta, solo che non oso modificare quanto scritto da altri, ma hai fatto bene a scriverlo


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 14464
Topic starter  

riguardo alla denuncia al presidente della Svizzera, aggiungo questa info:

 

Pascal Najadi, un banchiere svizzero, ha detto di non avere avuto un consenso informato sulla vaccinazione C19. Era arrabbiato con se stesso. Non è stato informato di poter avere gravi effetti collaterali acuti. Come lui ora ci sono milioni di persone che si sentono tradite ed in pericolo. Ha avviato un procedimento penale contro Alain Berset, il presidente della Svizzera.

La denuncia è negligenza grave nel migliore dei casi o con l’intento di danneggiare nel peggiore dei casi; conseguenze che includono la morte dei cittadini dopo la vaccinazione C19. Video al link   https://t.me/guerrieriperlaliberta/18584


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 956
 

Dispongo di informazioni un po' diverse su Pascal Najadi. Il motivo principale della denuncia penale nei confronti di Alain Berset non è stato il consenso informato o no, ma una dichiarazione dell'allora ministro della, Salute A. Berset in una trasmissione televisiva del 27 ottobre 2021. Berset avrebbe detto che con il "certificato" (il green pass) si può dimostrare di non essere contagiosi. In tal modo Berset avrebbe ingannato l'opinione pubblica. Se l'elettorato svizzero non fosse stato tratto in inganno da questa affermazione, avrebbe votato "no" al referendum contro la legge Covid che si è tenuto il 28 novembre 2021.

Pascal Najadi si è reso conto dell'inganno in occasione dell'interrogazione presso il Parlamento europeo di Janine Small, la dirigente Pfizer che ammise che il "vaccino" non era stato testato per prevenire l'infezione, dovendo loro muoversi "alla velocità della scienza". 

Pascal Najadi è stato membro nel Consiglio di amministrazione della Dresdner Bank e Investmentbanker, oltre che regista. Il padre di Najadi è tutt'altro che sconosciuto. Huassain Najadi era un banchiere di grande successo internazionale e una volta gestiva un'organizzazione insieme a Klaus Schwab, prima della fondazione del WEF. Nel 2013, l'anziano Najadi é stato ucciso a colpi di arma da fuoco in circostanze mai chiarite. Pascal disse all'epoca: "Mio padre è morto per aver denunciato la corruzione in Malesia". La madre di Pascal Najadi è svizzera e discendente da una famiglia i cui membri hanno rivestito cariche pubbliche importanti. 

"Proprio per questo l'intero dossier Covid in Svizzera deve ora essere urgentemente e completamente elaborato. In quanto sovrano, il popolo svizzero ha diritto ad una commissione parlamentare d'inchiesta (PUK) per indagare su questa debacle. Dobbiamo imparare dagli errori commessi. I responsabili che hanno consapevolmente commesso errori così gravi, almeno per grave negligenza, dovrebbero trarne le proprie conclusioni. E dimettersi dai loro incarichi con effetto immediato. La magistratura svizzera deve ora agire di conseguenza. È la presunzione di innocenza».

Fonte (in tedesco) : https://tkp.at/2022/12/15/neue-anzeige-in-der-schweiz-praesident-angeklagt/

https://video.icic-net.com/w/u4ZH5b5T74DArCcxMHovzu (video in inglese: intervista di Dr. Reiner Füllmich a Pascal Najadi) 

 

 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
emilyever
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 272
 

Un giovane amico che vive a Zurigo e che ha seguito pedissequamente le indicazioni del vaccino e del green pass però mi ha detto che a loro la storia la raccontavano così, almeno l'anno scorso (poi non sono più tornata sull'argomento): il vaccino protegge dalla malattia grave ma puoi contagiarti e contagiare gli altri.

Tornando a Bakdhi, noto con piacere che almeno una volta sia stato smentito il detto "Nemo propheta in patria",se la Thailandia finalmente lo ha creduto, mentre in Germania a livello governativo purtroppo no. La conferma del motto la offre invece  Raoult :il Senegal, dove è nato e ha passato la giovinezza,gli ha riconosciuto la più alta onorificenza a causa delle cure precoci che là sono state subito accolte, mentre in patria...lasciamo perdere.


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Primadellesabbie
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 5039
 

ma puoi contagiarti e contagiare gli altri.

E allora perchè il pass?


RispondiCitazione
emilyever
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 272
 

La solita storia : se non ti vaccini se te la prendi muori, però logicamente hai ragione


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 956
 

@ Emilyever

Quello che racconta il tuo giovane amico che vive a Zurigo non contraddice il motivo della denuncia penale di Pascal Najadi, il quale si riferisce ad un fatto accaduto il 27 ottobre 2021 (la dichiarazione alla TV svizzera di Alain Berset).  La narrazione ufficiale è cambiata con il passar del tempo.

Anche a me ha fatto piacere che il Prof. Bhakdi sia stato ascoltato in patria. In Germania, invece, in marzo dovrà affrontare un processo per antisemitismo. In prima istanza, il Procuratore aveva archiviato il caso, ma il Procuratore Generale lo ha riaperto. Nel corso di un comizio elettorale, Bhakdi aveva paragonato il dramma dei "vaccini" anti-Covid in Israele all'Olocausto.

Venerdì scorso, presso il Comitato Corona, l'avvocato svizzero Dr. Philipp Kruse che ha denunciato Swissmedic, la farmacovigilanza svizzera, ha informato sul procedimento in corso.

https://odysee.com/@Corona-Investigative-Committee:5/s141en:7

Video con traduzione simultanea in inglese dell'intervista all'avvocato Dr. Philipp Kruse, a partire dal minuto quattro - cinquantadue. 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 956
 

"Adesso deve essere chiaro il livello di menzogna a molte dimensioni che è stato applicato per creare la narrativa covid e con essa lo smantellamento dello stato di diritto. ma non mi preoccupa il cretino che ancora non ha capito, mi preoccupa invece chi ha compreso e continua a tacere come se tutto fosse finito, mentre tace perché una cosa è certa: non si vive di quieto vivere"

Brano tratto dal seguente breve articolo di "Il Simplicissimus" :

https://ilsimplicissimus2.com/2023/02/05/covid-chi-tace-ora-acconsente-per-sempre/

Tra i diversi spunti di riflessione contenuti nell'articolo:

Possiamo ancora fidarci dei medicinali in genere? 

Inoltre:

L'OMS sta preparando un nuovo contratto che sarà sottoposto ai governi di tutto il mondo che prevede l'abolizione dei diritti fondamentali in caso di pandemie. La firma è prevista per il maggio 2024, ma "loro" stanno accelerando. E se anticipassero al maggio 2023?  Dobbiamo stare all'erta! 

 

 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
emilyever
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 272
 

A me invece continua a girare nella testa la data del 30 giugno, come limite della sospensione dell'invio del pagamento delle multe per l'obbligo vaccinale. E se dal 1 luglio partisse il passaporto vaccinale "verde" voluto dall'Europa? E poi bisogna tenere sotto sorveglianza come spettatori Burioni a Che tempo che fa: oramai non parla più di covid, ma dei vaccini mrna che cureranno il cancro, credo sia il nuovo business. Due domeniche fa Fabio Fazio era stato addirittura stomachevole: alla fine dell'ontervento di Burioni aveva affermato la sua "devozione "al professore e alla scienza.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 956
 

Sui "vaccini" mRNA:

Stanno costruendo dei grandi impianti per la produzione di "vaccini" mRNA in Africa! (comunicazione dell'avv. Philipp Kruse)

BioNTech invece lascia la Germania. 

Avete sentito dei farmaci mRNA iniettati direttamente nel cuore?

 


RispondiCitazione
emilyever
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 272
 

Per l'Africa mi affiderei alla Wagner come forza distruttrice 😯 , visto che è già là, e al forte legame dell'infettivologia africana con didier Raoult. Sul cuore, proprio non avevo sentito niente: quindi significa che anche le malattie cardiache verrano "curate"con i vaccini? Quindi , il progetto mio e di lady dodi di rifugiarci in Tunisia se le cose si mettessero male,  salta😥 


RispondiCitazione
sarah
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 550
 

Pazzesco ( in particolare la vicenda tedesca di questo Prof. Bhakdi ). Comunque pare evidente una cosa: l'accostamento tra critica alla politica qo vid e antisemitismo è stato un artificio usato in modo abbastanza universale per arginare qualunque forma di logico dissenso. E' evidente anche agli occhi di un bambino che non vi è nesso tra le due cose ma il potere dissuasivo e immaginifico della negazione dell'olocausto è stato usato come "misura di emergenza". Un artificio banale, comunque, che secondo me la dice abbastanza lunga sull'intelligenza di chi ha manovrato il controllo mediatico. Come tapparsi le orecchie per non voler sentire ed ora che la narrazione fa acqua da ogni parte si preferisce fuggire ed invocare l'oblio. Vedremo se momentaneo o definitivo, questo è un punto ancora oscuro come ricorda bene @emilyever.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: