Notifiche
Cancella tutti

LETTERA DELLA RUSSIA AL MINISTRO DELLE FINANZE BRASILIANO


mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

 

https://www.youtube.com/watch?v=4Bv_i2hFzas

 

Il Brasile può aiutare la Russia nel conflitto con l'Ucraina. Questa settimana, il ministro dell'Economia, Paulo Guedes, ha ricevuto dal Cremlino una lettera in cui si chiede il "sostegno del Brasile per evitare accuse politiche e tentativi di discriminazione nelle istituzioni finanziarie internazionali e nei forum multilaterali".

Nella lettera inviata a Paulo Guedes in special modo la Russia chiede un sostegno contro le sanzioni decise unilateralmente dal governo americano.

Da più di un mese il mondo segue il conflitto tra Russia e Ucraina. Provocata dalla leadership politica nord-atlantica e dalla lotta di potere, la guerra ha colpito l'economia internazionale. La scorsa settimana, Paulo Guedes è stato invitato dalla Russia a intervenire per dare un sostegno a Putin.

Nella lettera il ministro delle Finanze russo Anton Siluanov chiede al governo del Presidente Bolsonaro "sostegno dal Brasile per evitare accuse politiche e tentativi di discriminazione nelle istituzioni finanziarie internazionali e nei forum multilaterali".

Secondo il testo, il Brasile dovrebbe collaborare nella lotta contro le sanzioni imposte dall'Occidente a causa della guerra in Ucraina.

"Dietro le quinte, da parte del del FMI e della Banca Mondiale si trama per limitare o addirittura impedire alla Russia qualunque processo decisionale in quelle istituzioni", ha scritto Siluanov nella lettera a Guedes.

Finora, Guedes non ha commentato la lettera. Tuttavia, il Segretario degli Affari Economici Internazionali presso il Ministero dell'Economia brasiliano, Erivaldo Gomes, ha detto che il paese ha interesse a partecipare a tutte le discussioni in organizzazioni internazionali con poteri decisionalali in materia di economia

"Dal punto di vista del Brasile [...], mantenere un dialogo bilaterale è essenziale", ha detto Gomes. "Il nostro ruolo nelle entità internazionali e le nostra valutazioni devono essere preservati [...] Il Brasile ha le credenziali per essere un buon mediatore. Siamo membri dei BRICS [un blocco formato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa], siamo un attore globale con una tradizione democratica, e abbiamo una diplomazia che è stata costruita in 200 anni come un creatore di consenso e una voce che è sempre stata rispettata alle Nazioni Unite", ha detto il ministro ai senatori nel corso di una riunione al Senato di Brasilia.

"Sull'uso delle sanzioni da parte dell'Europa e degli Stati Uniti tuttavia, non posso fare a meno di chiedermi il criterio di come è stata applicata la selettività in tali decisioni", ha deto "Le sanzioni tendono a preservare gli interessi immediati di un piccolo gruppo di paesi e danneggiare coloro che dipendono più dalle importazioni di cibo e hanno minore capacità finanziaria", ha concluso.

Questa posizione di Paolo Guedes conferma il nuovo corso geo-politico che il Brasile sta dando al grande paese latino-americano dopo la visita di Bolsonaro al Presidente Putin.

 

Fonte: https://www.gazetadopovo.com.br/

 

Questa argomento è stata modificata 2 anni fa da mystes

Citazione
Condividi: