Notifiche
Cancella tutti

Meglio non pensarci!


Eshin
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3620
Topic starter  

Fukushima, il muro di ghiaccio si è fuso al primo tifone
Le acque contaminate di Fukushima sono fuoriuscite dalla barriera protettiva che si è sciolta in più punti a causa delle forti piogge. Tepco continua a mostrare un ottimismo sempre più indifendibile

Fukushima, il muro di ghiaccio si è fuso al primo tifone

(Rinnovabili.it) – Basta un tifone per rivelare il muro di ghiaccio di Fukushima per quello che è: un fallimento su tutta la linea. Che la Tepco, l’azienda che l’ha ideato e messo a protezione del reattore della centrale nucleare giapponese, si ostina a non ammettere. Quello che ha dovuto ammettere ieri è che le piogge degli ultimi giorni hanno iniziato a fondere la sua creatura. Il risultato è che parte delle acque altamente radioattive che conteneva sono fuoriuscite dal reattore, scorrendo verso il mare. A più di 5 anni di distanza, la catastrofe nucleare continua a fare danni.
Com’è stato possibile? Le forti piogge – il servizio meteo giapponese ha calcolato circa 20 cm cumulativi di precipitazioni durante il passaggio del tifone, iniziato a metà agosto – hanno danneggiato la barriera in due modi. Prima di tutto alzando la temperatura del ghiaccio: la parete a sud del reattore 4 è passata da -5°C a +1,8°C mentre nel reattore 3 è schizzata a +1,4°C dai precedenti -1,5°C. Di conseguenza si sono aperte delle “crepe”, permettendo all’acqua contaminata di filtrare. Acqua che è venuta a contatto con quella di falda, il cui livello è ovviamente salito di alcuni centimetri a causa del tifone. Che non è certo un fenomeno eccezionale, ma ha comunque reso inutile l’opera di contenimento costata oltre 300 milioni di euro.
Fukushima, 2 settembre 2016
In questi giorni Tepco sta iniettando un agente chimico per velocizzare il ri-congelamento del muro di ghiaccio. Una misura-tampone che non cambia la sostanza: l’opera non è la soluzione adatta e continua a mettere a repentaglio l’ambiente circostante. È la conclusione cui è arrivato poche settimane fa un panel di esperti che hanno analizzato nel dettaglio un report di Tepco sul muro di ghiaccio, a 5 mesi dalla sua installazione. “Il piano di bloccare l’acqua di falda con un muro di ghiaccio sta fallendo – ha concluso Yoshinori Kitsutaka, docente di ingegneria alla Tokyo Metropolitan University e membro del panel – L’azienda deve trovare una nuova soluzione, anche se continua ad andare avanti col piano attuale”. Sono 70mila le tonnellate di acqua altamente contaminata dalle radiazioni stoccata ad oggi nei reattori di Fukushima.

http://www.rinnovabili.it/ambiente/fukushima-muro-ghiaccio-fuso-222/


Citazione
1Al
 1Al
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 633
 

Il fallimento non è di Fukushima, ma di tutta la pseudo scienza che sta dietro le centrali nucleari a fissione. Questo è il grande fallimento dell'umanità.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 544
 

Supponiamo di fare una centrale convenzionale,e di mettere nel deposito carburante le cose più pericolose,immaginate un capannone strapieno di bombole del gas,un paio di vagoni di viareggio,tante taniche di benza da farci un muro,un paio di autobotti di diesel e quant'altro che eroga.
E immaginiamo che qualche badola usi l'accendino.
Quanto può bruciare dopo la fiammata iniziale?
Due giorni,tre ,forse cinque.

Bene,di sicuro le energie fossili sono meno pericolose di questo nucleare del piffero.
E le scorie? le mandiamo nel terzo mondo o su marte?


RispondiCitazione
rossland
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 318
 

Il fallimento non è di Fukushima, ma di tutta la pseudo scienza che sta dietro le centrali nucleari a fissione. Questo è il grande fallimento dell'umanità.

Il più grande fallimento dell'umanità in quanto umanità.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 11 mesi fa
Post: 10314
 

Supponiamo di fare una centrale convenzionale,e di mettere nel deposito carburante le cose più pericolose,immaginate un capannone strapieno di bombole del gas,un paio di vagoni di viareggio,tante taniche di benza da farci un muro,un paio di autobotti di diesel e quant'altro che eroga.
E immaginiamo che qualche badola usi l'accendino.
Quanto può bruciare dopo la fiammata iniziale?
Due giorni,tre ,forse cinque.

Bene,di sicuro le energie fossili sono meno pericolose di questo nucleare del piffero.
E le scorie? le mandiamo nel terzo mondo o su marte?

impossibile non quotarti

p.s.

ora come ora per "terzo mondo" si intende l'Italia, infatti, le scorie le portano proprio qui...


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 11 mesi fa
Post: 10314
 

Supponiamo di fare una centrale convenzionale,e di mettere nel deposito carburante le cose più pericolose,immaginate un capannone strapieno di bombole del gas,un paio di vagoni di viareggio,tante taniche di benza da farci un muro,un paio di autobotti di diesel e quant'altro che eroga.
E immaginiamo che qualche badola usi l'accendino.
Quanto può bruciare dopo la fiammata iniziale?
Due giorni,tre ,forse cinque.

Bene,di sicuro le energie fossili sono meno pericolose di questo nucleare del piffero.
E le scorie? le mandiamo nel terzo mondo o su marte?

impossibile non quotarti

p.s.

ora come ora per "terzo mondo" si intende l'Italia, infatti, le scorie le portano proprio qui...


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1697
 

Il fallimento non è di Fukushima, ma di tutta la pseudo scienza che sta dietro le centrali nucleari a fissione. Questo è il grande fallimento dell'umanità.

La scienza non c'entra nulla: tutti gli uomini di scienza hanno sempre sostenuto che non è possibile governare con sicurezza l'energia nucleare.

Chi ha davvero colpa sono gli uomini d'affari che hanno voluto a tutti i costi sfruttare l'energia atomica per fare un pozzo di soldi con la solita frase noi possiamo fare meglio dei pastori di capre arabi e dei pastori di vacche texani

Chi ha fatto i soldi e messo in pericolo l'umanità sono solo i costruttori di centrali nucleari e non certo chi ha studiato la natura della materia ai quali è stato messo in bocca la favola della sicurezza al 99.9%.

Bene adesso quello 0.1% trasformerà in 20 anni il Giappone e le sue acque costiere in terre buone solo per i cimiteri perchè i morti saranno davvero tanti.


RispondiCitazione
1Al
 1Al
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 633
 

Il fallimento non è di Fukushima, ma di tutta la pseudo scienza che sta dietro le centrali nucleari a fissione. Questo è il grande fallimento dell'umanità.

La scienza non c'entra nulla: tutti gli uomini di scienza hanno sempre sostenuto che non è possibile governare con sicurezza l'energia nucleare.

Chi ha davvero colpa sono gli uomini d'affari che hanno voluto a tutti i costi sfruttare l'energia atomica per fare un pozzo di soldi con la solita frase noi possiamo fare meglio dei pastori di capre arabi e dei pastori di vacche texani

Chi ha fatto i soldi e messo in pericolo l'umanità sono solo i costruttori di centrali nucleari e non certo chi ha studiato la natura della materia ai quali è stato messo in bocca la favola della sicurezza al 99.9%.

Bene adesso quello 0.1% trasformerà in 20 anni il Giappone e le sue acque costiere in terre buone solo per i cimiteri perchè i morti saranno davvero tanti.

Non mi sembra corretto scaricare le cole su questa scienza malata, che ha avvallato le centrali a fissione nucleare, evidentemente insicure, frutto di una tecnologia sbagliata. Avrebbero piuttosto fatto meglio a studiare e sviluppare alternative valide e più sicure, come la fusione e la fusione fredda, che invece per molti scienziati mainstream, complici di quegli affaristi di cui parli, suonano come parolacce. Inutile e troppo comodo poi nascondersi dietro un dito quando accadono simili catastrofi.


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1697
 

La fissione nucleare è stata messa a punto dai nazisti di Hitler che l'avrebbero resa operativa se gli inglesi non avessero distrutto gli impianti di acqua pesante. Finita la guerra tutti i documenti tecnici sono passati agli americani ed assieme ai risultati di Fermi del 1942 si è sviluppata la conoscenza completa della fissione con cui prima si sono fatte le bombe atomiche e solo dopo le centrali nucleari. Le spie russe ed inglesi hanno poi "trasportato" ovunque la conoscenza.

Le centrali nucleari sono quindi frutto degli studi teorici nazisti (e se non producevano risultati le SS gli mozzavano le dita una per una) : il lavoro di costruzione è stato fatto da ingegneri ed investitori che hanno fiutato il gigantesco affare cioè grossi profitti privati e grossi rischi pubblici e quindi chissenefrega delle scorie, degli scienziati non c'era più bisogno perchè la parte teorica era stata già completata da tempo.

Il motivo per cui non si investe nella fusione (calda o fredda che sia) è che i ritorni economici sono previsti fra 30-40 anni quando le mogli e le amanti degli investitori saranno morte da un pezzo e si sa che i cadaveri non indossano abiti di gucci e borsette di prada. I soldi e le bose di gucci loro li vogliono adesso.


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2484
 

Il fallimento non è di Fukushima, ma di tutta la pseudo scienza che sta dietro le centrali nucleari a fissione. Questo è il grande fallimento dell'umanità.

La scienza non c'entra nulla: tutti gli uomini di scienza hanno sempre sostenuto che non è possibile governare con sicurezza l'energia nucleare.

Chi ha davvero colpa sono gli uomini d'affari che hanno voluto a tutti i costi sfruttare l'energia atomica per fare un pozzo di soldi con la solita frase noi possiamo fare meglio dei pastori di capre arabi e dei pastori di vacche texani

Chi ha fatto i soldi e messo in pericolo l'umanità sono solo i costruttori di centrali nucleari e non certo chi ha studiato la natura della materia ai quali è stato messo in bocca la favola della sicurezza al 99.9%.

Bene adesso quello 0.1% trasformerà in 20 anni il Giappone e le sue acque costiere in terre buone solo per i cimiteri perchè i morti saranno davvero tanti.

Le cose non stanno così.

la fissione è diventata un sistema di produzione energetica solo per via della corsa agli armamenti. Scopi militari, non speculazione, che si sarebbe fatta anche con altri tipi di centrali meno pericolose.
Tempo fa qui su questo forum scriveva VIC, una fonte di informazioni scientifiche fuori dal comune (che spero stia bene e torni un giorno, ci ha lasciati per problemi di salute poveretto/a) che ha spiegato bene queste cose. In una discussione di anni fa accennò alla tecnologia delle centrali al Torio che non ebbero seguito proprio perché produceva scorie quasi inerti (e inutili per produrre bombe). Sarebbero costate meno come costruzione e come combustibile, con radiattività molto più bassa, scorie molto meno pericolose che si esauriscono in "soli" 200 anni (non è poco tempo ma sarebbero state gestibili), con reattori facili da "spegnere" in caso di problemi.
Poi per noi non sono sviluppabili a prescindere perché tra referendum e ignoranza se solo accenni a centrali atomiche partono le marce a piedi scalzi con i gessetti, la gogna, sputi, uova marce e monetine. Ma con dei media normali potrebbero risolvere il problema dell'energia a basso costo (economico e ambientale).


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 11 mesi fa
Post: 10314
 

cito

"Le centrali nucleari sono quindi frutto degli studi teorici nazisti"

se definisci "nazisti" anche quelli che hanno fatto il progetto manhattan, allora hai detto il vero, altrimenti no

p.s.

non solo gli affaristi hanno le loro responsabilità, anche gli scienziati hanno le loro e forse sono ancora maggiori dato che di buon grado hanno usato la loro intelligenza per far del male


RispondiCitazione
donjuan
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 121
 

cito

"Le centrali nucleari sono quindi frutto degli studi teorici nazisti"

se definisci "nazisti" anche quelli che hanno fatto il progetto manhattan, allora hai detto il vero, altrimenti no

p.s.

non solo gli affaristi hanno le loro responsabilità, anche gli scienziati hanno le loro e forse sono ancora maggiori dato che di buon grado hanno usato la loro intelligenza per far del male

Straquoto


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1697
 

vedo che il mio "secondo" post è stato trascurato preferendo commentare il "primo" , quindi lo ripropongo

La fissione nucleare è stata messa a punto dai nazisti di Hitler che l'avrebbero resa operativa se gli inglesi non avessero distrutto gli impianti di acqua pesante. Finita la guerra tutti i documenti tecnici sono passati agli americani ed assieme ai risultati di Fermi del 1942 si è sviluppata la conoscenza completa della fissione con cui prima si sono fatte le bombe atomiche e solo dopo le centrali nucleari. Le spie russe ed inglesi hanno poi "trasportato" ovunque la conoscenza.

Le centrali nucleari sono quindi frutto degli studi teorici nazisti (e se non producevano risultati le SS gli mozzavano le dita una per una) : il lavoro di costruzione è stato fatto da ingegneri ed investitori che hanno fiutato il gigantesco affare cioè grossi profitti privati e grossi rischi pubblici e quindi chissenefrega delle scorie, degli scienziati non c'era più bisogno perchè la parte teorica era stata già completata da tempo.

Il motivo per cui non si investe nella fusione (calda o fredda che sia) è che i ritorni economici sono previsti fra 30-40 anni quando le mogli e le amanti degli investitori saranno morte da un pezzo e si sa che i cadaveri non indossano abiti di gucci e borsette di prada. I soldi e le bose di gucci loro li vogliono adesso.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 11 mesi fa
Post: 10314
 

grazie DJ

😀

cedric, non sei stato esaustivo, ti stavo chiedendo altro, vabbé lasciamo perdere


RispondiCitazione
Condividi: