Notifiche
Cancella tutti

Morto il dottor Zelenko


LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
Topic starter  

Aveva promosso e usato trattamenti alternativi efficaci contro il Covid.

Il medico di famiglia americano Vladimir “Zev” Zelenko, che era salito alla ribalta durante le prime fasi della pandemia di Covid-19 parlando contro Big Pharma e promuovendo trattamenti alternativi, è morto a casa sua giovedì. Aveva quarantanove anni. Lui stesso aveva annunciato di essere gravemente malato.

Zelenko era nato a Kiev, in Ucraina, nel 1973 e si era trasferito negli Stati Uniti con la sua famiglia all’età di tre anni, stabilendosi a Brooklyn, New York.  Frequentò la scuola di medicina presso l’Università di Buffalo, conseguendo un dottorato in medicina nel 2000.

Zelenko, ebreo ortodosso haredi e seguace del movimento Chabad, diventò famoso sviluppando il “Protocollo Zelenko”, un trattamento per il Covid-19 costituito dal farmaco antimalarico idrossiclorochina, dall’antibiotico azitromicina e da solfato di zinco. Secondo quanto riferito, ha curato centinaia di pazienti usando questa combinazione di farmaci e minerali da assumere in cinque giorni di trattamenti.

Il metodo messo a punto dal dottor Zelenko fu approvato dall’allora presidente Donald Trump, che nel maggio 2020 disse di aver iniziato a prendere l’idrossiclorochina contro il coronavirus, dopo che Zelenko gliel’aveva raccomandata.

Sebbene l’efficacia del trattamento di Zelenko sia stata respinta da Big Pharma e dalla comunità medica tradizionale, un numero enorme di persone afferma di essere stato curato e guarito da Zelenko.

L’anno scorso Zelenko disse a un intervistatore che “informazioni di alto livello” gli avevano detto che era “il numero due” nella “lista degli assassini di Big Pharma”.

“Il mondo dovrebbe sapere quanto siamo diventati importanti in quanto minaccia per l’industria farmaceutica. Non mi preoccupo di queste cose, perché Dio ha molti modi per portarmi fuori da questo mondo”.

Zelenko disse all’intervistatore che non aveva paura di morire. Gli interessava solo rendere la vita “migliore per l’umanità”.

In un’altra intervista, Zelenko avvertiva che è in corso uno sforzo concertato per mettere a tacere i medici che dicono la verità come lui, e affermava che se fosse morto presto non sarebbe stato per problemi di salute, o per suicidio.

Nel messaggio il dottor Zelenko indicava che la guerra dell’establishment contro i rivelatori della verità nell’industria medica stava per diventare eccessiva e che le brave persone avrebbero dovuto sollevarsi per impedire che tale guerra abbia un impatto sulla prossima generazione.

“Il governo ora è disperato”, diceva Zelenko. “I tiranni sanno che la loro fine sta arrivando e ora svilupperanno in pieno la tirannia cercando di sopprimere voci come la mia”.

Zelenko Labs, un’organizzazione fondata da Zelenko per promuovere i suoi trattamenti medici, ha rilasciato oggi una dichiarazione in cui scrive:

“Il dottor Zelenko era un medico, scienziato e attivista per i diritti medici che ha toccato la vita di milioni di persone. Alcuni sono stati salvati da lui, e ancora di più sono stati ispirati dalle sue parole”.

 

“È con immenso dolore che annunciamo la scomparsa del nostro fondatore, il dottor Vladimir ‘Zev’ Zelenko”,

aggiunge il comunicato.

Il dottor Zelenko lascia la moglie e otto figli.

 

Fonte:

https://www.aldomariavalli.it/2022/07/01/trovato-morto-il-dottor-zelenko-aveva-promosso-e-usato-trattamenti-alternativi-efficaci-contro-il-covid/


Fantine, oriundo2006, Papaconscio e 1 persone hanno apprezzato
Citazione
Pegaso
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 56
 

Il dottor Vladimir Zelenko mi aveva dato subito la sensazione di essere sinceramente interessato alla salute ed al benessere di tutti, indistintamente.

Annunciandone la morte, il New York Times definisce il trattamento Zelenko come 'infondato' (in inglese):

Vladimir Zelenko, 48, Dies; Promoted an Unfounded Covid Treatment

https://www.nytimes.com/2022/07/01/us/vladimir-zelenko-dead.amp.html

ma la pubblicazione cui si riferisce per il suo giudizio, apparsa sul New England Journal of Medicine, è metodologicamente fallace e statisticamente irrilevante, come ben argomentato nei commenti all'articolo (tutto in inglese, ovviamente):

A Randomized Trial of Hydroxychloroquine as Postexposure Prophylaxis for Covid-19

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2016638

[In breve: su circa 800 individui seguiti, 400 trattati con HCQ (HydroxyChloroQuine) e 400 con placebo entro 4 giorni da una diagnosi di contagio da SARS-CoV-2, risultavano 49 casi Covid, confermati o presunti, nel gruppo HCQ contro 58 del gruppo placebo, con un ospedalizzato in ciascuna coorte e nessun decesso. Come si possa concludere che il farmaco sia o non sia efficace nel trattamento precoce contro le forme gravi della malattia non si sa; al contrario si sarebbe tentati di concludere che il contagio col terribile morbo espone ad un rischio di ospedalizzazione dello 0,25% e di morte dello 0,00% indipendentemente dal trattamento ...]

Tale studio, che cerca di dimostrare l'inefficacia della IdrossiCloroChina, è dell'Agosto 2020 e segue un analogo tentativo del Maggio precedente sul prestigioso The Lancet; articolo quest'ultimo in seguito ritirato per frode, con indelebile onta per l'editore:

RETRACTED: Hydroxychloroquine or chloroquine with or without a macrolide for treatment of COVID-19: a multinational registry analysis

https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)31180-6/fulltex

La filigrana RETRACTED campeggia tutt'ora ben evidente sullo fondo!

Potete trovare la registrazione video, e la relativa trascrizione in inglese, di una deposizione del dottor Zelenko davanti ad una corte rabbinica di Gerusalemme, al seguente collegamento:

Dr. Zelenko Speaks to Jerusalem Rabbinical Court

https://www.wadeburleson.org/2021/08/dr-zelenko-speaks-to-jerusalem.html?m=1

Probabilmente un 'giusto' dell'umanità: requiescat in pace.

Questo post è stato modificato 1 mese fa 37 volte da Pegaso

RispondiCitazione
Maryland
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 212
 

Ci sono state varie morti ambigue tra chi non è nazista...

V_V spiega che non è detto che il messaggio del sistema sia per forza quello noi che ci aspettiamo: "Se parli, ti rovino". Potrebbe anche essere: "Ti faccio credere che temiamo i ribelli, in modo da condurti nel recinto delle azioni che in realtà sappiamo gestire perfettamente". Siamo in una guerra di manipolazione, in fondo, quindi tutto può essere. Anche se ora non mi viene da pensare a questa seconda ipotesi.

Potrebbe, poi, essere plausibile che facciano morire no vax per mostrare ai beoti che la nazi medicina salva!

Che Dio o Chi per Lui protegga noi e i nostri cari da queste merde naziste che ci circondano e che a volte non sanno di esserlo. E che protegga i ViVi che si battono contro questi criminali psicopatici: https://t.me/entra_in_v_v

 


RispondiCitazione
emilyever
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 160
 

Onore a Zelenko, che per curiosità scientifica, amore per i suoi pazienti, ha cercato in rete, come lui stesso ha rivelato, una cura possibile, ai primi sintomi, e giustamente ha recepito, usato e diffuso la biterapia che il prof Didier Raoult dell'IHU di Marsiglia, primo microbiologo al mondo per hp index , aveva elaborato, sperimentato e annunciato pubblicamente nel febbraio 2020, dapprima su un piccolo gruppo di pazienti di Marsiglia e poi per le migliaia di persone che sono andate a testarsi e sono state assistite dal suo istituto. Ne abbiamo reso testimonianza in articoli e molti post negli ultimi due anni, per cui, bravissimo Zelenko a diffondere per primo negli Usa questa biterapia di azitromicina e idrossiclorochina (ricordiamo vietata in francia) con aggiunta di zinco che ne potenzia l'effetto, ma date a Cesare quel che è di Cesare, o meglio a Didier.

Questo post è stato modificato 1 mese fa da emilyever

RispondiCitazione
Condividi: