Notifiche
Cancella tutti

MU’TASIM AL-GADDAFI to People of the world!


yahuwah
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1142
Topic starter  

alla vigilia della grande ribellione a chiamata per una rivoluzione globale

gente del mondo!
il nemico è in fuga.
essi sono nella paura di un movimento di resistenza che non può vedere né prevedere.scegliamo ora quando, dove e come colpire. e come i nostri antenati accesero la fiamma prima della civiltà, ora dobbiamo ridefinire la parola “conquista”.
oggi scriviamo un nuovo capitolo nelle arti della guerriglia urbana.
noi non richiediamo braccia o combattenti perchè ne abbiamo in abbondanza.vi chiediamo di formare un fronte in tutto il mondo contro la guerra e la nato.
un fronte che è posta sotto l’egida del saggio.
un fronte che porterà riforma e ordine e nuove istituzioni che avrebbe sostituito l’ormai corrotto sistema.

una chiamata per una rivoluzione globale

gente del mondo!
queste parole vengono a voi da coloro che lottano per sopravvivere sotto massicci bombardamenti criminali della nato.
la nostra situazione non è coperta da società di media occidentali.
siamo persone semplici che hanno scelto i principi sulla paura.
abbiamo sofferto crimini e sanzioni, omicidio di massa e saccheggi, che consideriamo le vere armi di distruzione di massa.
noi abbiamo sopportato settimane e mesi di agonia e disperazione, mentre l’onu ci ha condannato e scambiato con le nostre entrate petrolifere in nome del ‘proteggere i civili’.
oltre 60.000 innocenti sono morti durante l’attesa di una luce alla fine di un tunnel che non ha fine, salvo per la colonizzazione del nostro paese e il furto delle nostre risorse.
dopo i crimini delle amministrazioni di francia e gran bretagna in libia, abbiamo scelto il nostro futuro.
È il futuro di ogni lotta di resistenza nella storia dell’umanità.
È nostro dovere come pure il nostro diritto alla lotta contro le forze della colonizzazione e di tenere le loro nazioni economicamente e moralmente responsabili per ciò che i loro governi eletti hanno distrutto e rubato dalla nostra terra.noi non abbiamo attraversato oceani e mari ad occupare gran bretagna o in francia.
non siamo responsabili della crisi economica dell’europa, che tentano di facilità attraverso il furto della nostra ricchezza sovrana.
questi criminali hanno cercato di nascondere i loro veri piani per il controllo e il monopolio delle risorse energetiche del mondo, in presenza della minaccia di un potere d’espansione in cina e una forte africa unificata.
È ironico che i libici sono a sopportare il carico completo di questo conflitto immenso e approfondimento mai a nome del resto di questo mondo di dormire!
noi non richiediamo braccia o combattenti perchè ne abbiamo in abbondanza.
vi chiediamo di formare un fronte in tutto il mondo contro la guerra e la nato. un fronte che è posta sotto l’egida del saggio.
un fronte che porterà riforma e ordine e nuove istituzioni che debbano sostituire l’ormai corrotto sistema.
smettere di trattare con la francia, usa, gran bretagna, qatar ed emirati arabi uniti. ridurre o arrestare il consumo di prodotti e la loro propaganda.
porre fine alla loro prima di distruggere il mondo intero.
educare quelli in dubbio la vera natura di questo conflitto.
non credete alle loro bugie dei media.
vittime delle loro forze speciali sul terreno e dei loro burattini libici che sono molto superiori lo ammettiamo.
abbiamo solo il desiderio che avessimo avuto più telecamere per mostrare al mondo la vera sconfitta.
il nemico è in fuga.
essi sono nella paura di un movimento di resistenza non che può vedere né prevedere.
scegliamo ora quando, dove e come colpire.
e come i nostri antenati accesero la fiamma prima della civiltà, ora dobbiamo ridefinire la parola “conquista”.
oggi scriviamo un nuovo capitolo nelle arti della guerriglia urbana.so che aiutando il popolo libico si starete aiutando a voi stessi, per domani potrebbe portare la stessa distruzione a voi. questo conflitto non è una guerra localizzata.
aiutare il popolo libico non significa fare offerte nuovi contratti con francia, usa, gran bretagna, qatar ed emirati arabi uniti.
isolarli.né può il mondo restare ostaggio al loro controllo delle nazioni unite per coprire i loro crimini e furto.
qui li catturiamo in libia per drenare le loro risorse, la manodopera e la loro volontà di combattere.
li faremo spendere tanto quanto hanno rubato, se non di più.
abbiamo altererà, quindi arrestare il flusso del nostro petroolio a saccheggiare, rendendo le loro strategie obsolete.
quanto prima un movimento rivoluzionario globale è nato, prima è la loro caduta.
ai soldati della nato diciamo, “tornare alle vostre case, famiglie e i propri cari. questa non è la guerra. né stanno combattendo per una vera causa in libia “e a sarkozy e cameron, diciamo, voi la avete portata, a noi, come non mai previsto.
vi è un’altra sfida prima della fine?

AL-MU’TASIM BILLAH AL-GADDAFI
15 Ottobre 2011

***********************************************************

AL-MU’TASIM BILLAH AL-GADDAFI to People of the world!
MESSAGE FROM AL-MU’TASIM BILLAH AL-GADDAFI
ON THE EVE OF THE GREAT REBELLION A CALL FOR A GLOBAL REVOLUTION
People of the world!
The enemy is on the run.
They are in fear of a resistance movement they can neither see nor predict.
We now choose when, where, and how to strike. And as our ancestors ignited the first flame of civilization, we will now redefine the word “conquest.”
Today we write a new chapter in the arts of urban warfare.
We do not require arms or fighters for we have plenty.
We ask you to form a worldwide front against war and NATO. A front that is governed by the wise. A front that will bring reform and order and new institutions that would replace the now corrupt
A CALL FOR A GLOBAL REVOLUTION
People of the world!
These words come to you from those who struggle to survive under NATO’s massive criminal bombardments.
Our plight is not covered by Western corporate media.
We are simple people who chose principles over fear.
We have suffered crimes and sanctions, mass murder and looting, which we consider the true weapons of mass destruction.
We have endured weeks and months of agony and despair, while the condemned UN traded with our oil revenues in the name of ‘protecting civilians’.
Over 60,000 innocents have died while waiting for a light at the end of a tunnel that has no end, save for the colonization of our country and the theft of our resources.
After the crimes of the administrations of France and Britain in Libya, we have chosen our future.
It is the future of every resistance struggle in the history of humankind.
It is our duty as well as our right to fight back against the forces of colonization and to hold their nations morally and economically responsible for what their elected governments have destroyed and stolen from our land.
We have not crossed the oceans and seas to occupy Britain or France. Nor are we responsible for Europe’s economic crisis, which they attempt to ease through theft of our sovereign wealth.
These criminals have tried to conceal their true plans for the control and monopoly of the energy resources of the world, in the presence of the threat of an expanding power in China and a strong unified Africa.
It is ironic that the Libyans are to bear the full burden of this immense and ever-deepening conflict on behalf of the rest of this sleeping world!
We do not require arms or fighters for we have plenty.
We ask you to form a worldwide front against war and NATO. A front that is governed by the wise. A front that will bring reform and order and new institutions that would replace the now corrupt.
Stop dealing with France, the USA, Britain, Qatar and the UAE. Reduce or halt your
consumption of their products and propaganda. Put an end to them before they destroy the entire world.
Educate those in doubt of the true nature of this conflict.
Do not believe their corporate media lies.
Casualties of their special forces on the ground and their Libyan puppets are far higher than they admit. We only wish we had more cameras to show the world their true defeat. The enemy is on the run. They are in fear of a resistance movement they can neither see nor predict.
We now choose when, where, and how to strike. And as our ancestors ignited the first flame of civilization, we will now redefine the word “conquest.”
Today we write a new chapter in the arts of urban warfare.
Know that by helping the Libyan people you are helping yourselves, for tomorrow may bring the same destruction to you. This conflict is not a localized war.
Helping the Libyan people does not mean making new deals and contracts with France, the USA, Britain, Qatar and the UAE.
Isolate them.
Neither can the world remain hostage to their control of the UN to cover their crimes and theft.
We will trap them here in Libya to drain their resources, manpower and their will to fight.
We will make them spend as much as they have stolen, if not more.
We will disrupt, then halt the flow of our pillaged oil, thus rendering their strategies obsolete.
The sooner a global revolutionary movement is born, the sooner their fall.
To NATO soldiers we say, “Go back to your homes, families, and loved ones. This is not your war. Nor are you fighting for a true cause in Libya,”
And to Sarkozy and Cameron, we say, you bring it on, as have we, like never expected.
Have you another challenge before your end?

AL-MU’TASIM BILLAH AL-GADDAFI
15 Ottobre 2011
Fonte:
http://libyasos.blogspot.com/


Citazione
Affus
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3261
 

Butta la bomba intrepido !


RispondiCitazione
Condividi: