Notifiche
Cancella tutti

Serbia nei Brics, speriamo


dana74
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 14166
Topic starter  

stanno rincarando la dose contro la Serbia, è l'unico modo per proteggerla

Sessione straordinaria del Consiglio di Sicurezza dell’ONU sulla situazione in Kosovo
Di Chiara Nalli

Si è tenuta giovedì sera la sessione straordinaria del Consiglio di sicurezza dell'ONU, richiesta dalla Serbia in conseguenza dell’aggravarsi della situazione in Kosovo, dopo che il 𝐢𝐥 𝐠𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐜𝐞𝐧𝐭𝐫𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐏𝐫𝐢𝐬𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐡𝐚 𝐝𝐞𝐜𝐢𝐬𝐨 𝐮𝐧𝐢𝐥𝐚𝐭𝐞𝐫𝐚𝐥𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐝𝐢 𝐯𝐢𝐞𝐭𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐚𝐧𝐬𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐝𝐢𝐧𝐚𝐫𝐢 𝐬𝐞𝐫𝐛𝐢, 𝐩𝐫𝐨𝐜𝐞𝐝𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐥 𝐬𝐞𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐢 𝐢𝐧 𝐚𝐫𝐫𝐢𝐯𝐨 𝐝𝐚 𝐁𝐞𝐥𝐠𝐫𝐚𝐝𝐨 𝐞 𝐝𝐞𝐬𝐭𝐢𝐧𝐚𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐩𝐚𝐠𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐧𝐬𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐞 𝐬𝐮𝐬𝐬𝐢𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐢 𝐬𝐞𝐫𝐛𝐢 𝐝𝐢 𝐊𝐨𝐬𝐨𝐯𝐨. .

Il provvedimento è stato seguito da una serie di devastazioni e arresti compiuti dalla polizia kosovara presso le principali istituzioni serbe di Kosovo (uffici postali e comunali, scuole, centri sanitari).
Nel suo intervento all’ONU, il presidente serbo Alexander Vučić ha spiegato come la decisione di Pristina di vietare le transazioni in dinari rappresenti un grave danno nei confronti delle comunità serbe di Kosovo, ricordando il numero di cittadini, aziende e istituzioni che per la loro sopravvivenza fanno affidamento sui fondi in arrivo da Belgrado.
Poche ore prima, l'ambasciatore russo in Serbia, Aleksandar Bochan-Kharchenko, aveva dichiarato che la sessione straordinaria “è un significativo passo in avanti verso […] il ritorno della questione del Kosovo nell'ambito del Consiglio di sicurezza dell'ONU". Sulla stessa linea l'ambasciatore cinese in Serbia Li Ming, che ha affermato che la soluzione della situazione in Kosovo dovrebbe rientrare nel quadro della risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e che la sovranità, l'indipendenza e l'integrità territoriale della Repubblica di Serbia devono essere pienamente rispettate.⚽️Chiara Nalli ✈️ https://t.me/donbassitalia/20266

Sempre giovedì, nel pomeriggio, il 𝗣𝗮𝗿𝗹𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗲𝘂𝗿𝗼𝗽𝗲𝗼 𝗮𝘃𝗲𝘃𝗮 𝘃𝗼𝘁𝗮𝘁𝗼 𝘂𝗻𝗮 𝗿𝗶𝘀𝗼𝗹𝘂𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗰𝗵𝗲 𝗰𝗵𝗶𝗲𝗱𝗲 𝘂𝗻'𝗶𝗻𝗱𝗮𝗴𝗶𝗻𝗲 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲, 𝗺𝗲𝗱𝗶𝗮𝗻𝘁𝗲 𝗹'𝗶𝗻𝘃𝗶𝗼 𝗱𝗶 𝘂𝗻𝗮 𝗺𝗶𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗶 𝗲𝘀𝗽𝗲𝗿𝘁𝗶 𝗶𝗻𝗱𝗶𝗽𝗲𝗻𝗱𝗲𝗻𝘁𝗶, 𝘀𝘂𝗹𝗹𝗲 𝗽𝗿𝗲𝘀𝘂𝗻𝘁𝗲 𝗶𝗿𝗿𝗲𝗴𝗼𝗹𝗮𝗿𝗶𝘁𝗮̀ 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗲𝗹𝗲𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝘁𝗲𝗻𝘂𝘁𝗲𝘀𝗶 𝗶𝗻 𝗦𝗲𝗿𝗯𝗶𝗮 𝗶𝗹 𝟭𝟳 𝗱𝗶𝗰𝗲𝗺𝗯𝗿𝗲 𝟮𝟬𝟮𝟯. La risoluzione include anche la proposta di condizionare ogni ulteriore aiuto finanziario dell'Unione europea in favore della Serbia al miglioramento delle condizioni elettorali. La risoluzione, inoltre, è stata votata prima della pubblicazione del rapporto finale dell'OSCE e dell'ODIHR relativo alle elezioni in Serbia, lasciando presupporre una volontà, da parte del Parlamento Europeo, di porre pressione sul governo di Belgrado in questa delicata fase negoziale.

⚽️Chiara Nalli ✈️ https://t.me/donbassitalia/20267

𝐋𝐚 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐨𝐬𝐭𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐥'𝐚𝐝𝐞𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐒𝐞𝐫𝐛𝐢𝐚 𝐚𝐢 𝐁𝐑𝐈𝐂𝐒 𝐞̀ 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐚 𝐬𝐨𝐭𝐭𝐨𝐩𝐨𝐬𝐭𝐚 𝐚𝐥𝐥'𝐞𝐬𝐚𝐦𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐧𝐮𝐨𝐯𝐚 𝐬𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐩𝐚𝐫𝐥𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨.

Dopo la formazione della nuova sessione parlamentare, oggi è stata presentata al Parlamento la proposta di risoluzione sull'adesione della Serbia ai BRICS.

I deputati del Movimento socialista Djordje Komlenski e Bojan Torbica hanno presentato oggi la richiesta di includere questo progetto nella procedura parlamentare.

Komlenski e Torbica hanno presentato una proposta identica al Parlamento lo scorso agosto, ma la sessione è stata sciolta a causa delle elezioni anticipate, quindi il progetto non è stato presentato ai deputati. Sebbene facciano parte della coalizione di governo, questa proposta è stata una loro iniziativa personale, non coordinata con altri colleghi di governo.

Sembra che si voglia sondare il terreno, ma tali iniziative non possono che essere accolte con favore. L’UE ha un’alternativa: sono i BRICS.
Fonte DD_Geopolitics
https://t.me/databaseitalia


Citazione
Condividi: