Notifiche
Cancella tutti

SOROS E L’ALTA FINANZA SCELGONO LULA


mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1475
Topic starter  

 

In un recente articolo George Soros, magnate e fondatore della Open Society che finanzia le ONG di sinistra in tutto il mondo, ha analizzato il quadro globale di fronte al presunto cambiamento climatico causato dall'azione dell'uomo e ha elogiato con entusiasmo il Presidente del Brasile Ignazio Lula da Silva.

Soros, nell'articolo intitolato "Global Warming, Hot Wars, Closed Societies", parte dal presupposto che mentre "due sistemi di governance lottano per il dominio globale, la civiltà umana rischia di collassare a causa dell'inesorabile avanzata del cambiamento climatico". (A Soros, è risaputo sta molto a cuore la Foresta Amazzonica, polmone verde del pianeta e maggiore riserva mineraria del mondo, ndm). Egli definisce i due tipi di governance come società aperte - il nome della sua organizzazione - e società chiuse.

Cita testualmente l'India e la Turchia, come società che si troverebbero in una via di mezzo, e sottolinea il Brasile che, sotto la guida di Lula, si sta muovendo verso una società aperta. "Il Brasile è in prima linea nel conflitto tra società aperte e chiuse".

"Ci sono molte altre potenze regionali che possono influenzare il corso della storia. Il Brasile spicca. L'elezione del Presidente Luiz Inacio Lula da Silva alla fine dello scorso anno è stata cruciale", ha scritto nell'articolo, pubblicato sul sito web di Project Syndicate, un'organizzazione mediatica internazionale che pubblica e distribuisce articoli su questioni globali.

Per quanto riguarda in particolare la politica climatica, ha affermato che il Brasile "è in prima linea nella lotta contro il cambiamento climatico" e ha auspicato un "forte sostegno internazionale con aiuti finanziari al fondo Amazzonia" al presidente brasiliano. "Lula deve proteggere la foresta pluviale, promuovere la giustizia sociale e rilanciare la crescita economica, tutto allo stesso tempo. Avrà bisogno di un forte sostegno internazionale, perché se fallirà non ci sarà alcun percorso verso le emissioni nette zero".

Nell'articolo, Soros si sofferma anche sulla Cina e sulla fallimentare politica dello zero covid, sull'invasione dell'Ucraina e conclude scrivendo degli Stati Uniti, dove "la democrazia non sta ovviamente andando molto bene". Critica i repubblicani - l'opposizione al presidente democratico Joe Biden - per aver cercato di impedire l'ingresso di nuove risorse nel Paese di Volodymyr Zelensky, e attacca virulentemente Trump, che accusa di essere antidemocratico. "Non sente alcun impegno nei confronti della democrazia; la democrazia gli fornisce semplicemente un palcoscenico su cui esibirsi".

La Open Society, creata nel 1984, difende bandiere come la liberazione dalle droghe, il disarmo, la legalizzazione dell'aborto e il rilascio dei prigionieri considerati "non violenti". L'organizzazione finanzia anche progetti che "promuovono i diritti in aree come il riconoscimento legale della identità di genere".

Solo tra il 2016 e il 2019, George Soros ha distribuito più di 30 milioni di dollari alle ong brasiliane che appoggiano e sviluppano i temi a lui cari. Ci sarebbero in Brasile 118 ong che hanno ricevuto risorse da Open Society. Solo nel 2021, Open Society ha trasferito alle ONG brasiliane l'equivalente di circa 20 milioni di Euro.

 

Fonte: www.revistaoeste.com

 

Nota Bene su Soros: notizia raccolta in rete:

Il Sole 24Ore afferma che lo scorso maggio (2014) Soros ha detto a Fareed Zakaria di CNN d’aver contribuito a rovesciare il regime filorusso per creare le condizioni di una democrazia filo-occidentale in Ucraina.
Come era ovvio le elezioni eterodirette dall’esterno hanno innescato pesanti rivolte nel Donbass spente con attentati e bombe a frammentazione usate dal criminale battaglione neonazista Azov.
Questa è la conferma che a creare zizzania in quel paese è stato Soros, il magnate khazaro, agente dell´Alta Finanza.
Ma ovviamente il cattivo è Putin!

https://st.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-03/se-soros-e-finanza-scelgono-governo-dell-ucraina-084934.shtml?uuid=ABOLVKLC

"(Soros) sottolinea il Brasile che, sotto la guida di Lula, si sta muovendo verso una società aperta..." Ci vuole una immensa carica di ipocrisia affermare che "il Brasile con Lula si muove verso una societá aperta..." visto che in Brasile sta avvenendo esattamente il contrario: sta per essere votata una legge sulla censura che metterá il bavaglio ai maggiori social gestiti via internet.

Questa argomento è stata modificata 1 anno fa 2 volte da mystes

sarah hanno apprezzato
Citazione
Condividi: