Notifiche
Cancella tutti

25 aprile


pietroancona
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 2649
Topic starter  

"Lo avrai, camerata Kesselring..."

Processato nel 1947 per crimini di Guerra (Fosse Ardeatine, Marzabotto e altre orrende stragi di innocenti), Albert Kesselring, comandante in capo delle forze armate di occupazione tedesche in Italia, fu condannato a morte. La condanna fu commutata nel carcere a vita. Ma già nel 1952, in considerazione delle sue "gravissime" condizioni di salute, egli fu messo in libertà. Tornato in patria fu accolto come un eroe e un trionfatore dai circoli neonazisti bavaresi, di cui per altri 8 anni fu attivo sostenitore. Pochi giorni dopo il suo rientro a casa Kesselring ebbe l'impudenza di dichiarare pubblicamente che non aveva proprio nulla da rimproverarsi, ma che - anzi - gli italiani dovevano essergli grati per il suo comportamento durante i 18 mesi di occupazione, tanto che avrebbero fatto bene a erigergli... un monumento.
A tale affermazione rispose Piero Calamandrei, con una famosa epigrafe (recante la data del 4.12.1952, ottavo anniversario del sacrificio di Duccio Galimberti), dettata per una lapide "ad ignominia", collocata nell'atrio del Palazzo Comunale di Cuneo in segno di imperitura protesta per l'avvenuta scarcerazione del criminale nazista. L'epigrafe afferma:

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio del torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA

http://www.anpi.it/kesselring.htm


Citazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 14009
 

ecco la retroguardia degli yankees...
che bello, son potuta crescere a coca cola e cine americano, ora ad OGM e tossine varie.

Grazie all'americanizzazione dell'italia sò cosa significa essere schiava.
Ne è valsa la pena.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 30947
 

@pietroancona. Grazie di aver ricordato qesta bellissima poesia che parla del silenzio dei torturati. Naturalmente qualcuno sbava ma questo è normale anche se è un pò grottesco che una certa destra che ha fatto sempre il tifo per l'America ora dia dell'amerikano non solo all'autore ma con lui a tutta una generazione che ha fatto del "Fuori l'Italia dalla Nato , fuori la Nato dall'Italia" un suo credo, personalmente ho partecipato fino da piccolino sulle spalle di papà alle marce contro Camp Derby base americana tra Pisa e Livorno e poi per conto mio nelle manifestazioni contro l'intervento USA in Vietnam, più volte fermato e picchiato, mentre i signorini e le signorine di destra andavano a vedere e se ne vantavano "Berretti verdi" con John Wayne che faceva l'apologia delle truppe speciali che intervenivano in Vietnam e sui giornali di destra era una continua esaltazione dei successi USA contro i vietcong etc etc ora debbo leggere, non senza divertimento, che personaggi che provengono da quella cloaca esaltante il militarismo USA danno lezioni di antiamericanismo e tacciano i partigiani di filoUSA. Come si dice dalle mie parti :"c'hai la faccia come il c...".


RispondiCitazione
Maria Stella
Noble Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 1429
 

Fosse ardeatine: crimine nazista, ma nuvola persistente tutta italiana.
Mi spiace , ma credo che sarebbe molto meglio o diradare quella nube o tacere delle fosse ardeatine come di molti episodi italiani, tutti italiani.

ITALIANI BRAVA GENTE? NON CREDO PROPRIO, UN PASSATO è DA ILLUMINARE TUTTO , FINCHE' NON LO SI FA, UN BEL TACER SAREBBE GIUSTO


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 30947
 

@maristaurru. "Fosse ardeatine: crimine nazista, ma nuvola persistente tutta italiana" Non ti capisco. O meglio capisco che ormai hai deciso di provocare. Deve essere la "nouvelle voughe" forzaitaliota di "parlareci sopra" non si dice un accidenti ma si impedisce all'altro di parlare. Come dire: provoca provoca qualcosa rimane. Lo si vede nei dibattiti televisivi. Comunque oggi sono troppo contento e soprattutto di fronte ad una poiesia così bella sono disposto anche a tollerare le provocazioni. Te l'ho già detto se ci riesci qualchevolta a vergorgnarti? Comunque non me ne frega un cazzo di quello che fai. Oggi niente mi tocca neanche le provocazioni a freddo. Viva la resistenza e vaffanculo a tutti i lividi e gli insinuanti. Sbavate pure ma io fascismo ed il nazismo non ci sono più.


RispondiCitazione
RobertoG
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 210
 

I repubblichini non si distinsero certo per le loro azioni di guerra contro le truppe alleate ma soprattutto nell'opera di fiancheggiamento degli occupanti nazisti e per la sistematica caccia al partigiano.

Alla fine della guerra la famigerata Ovra non venne affatto smatellata ma fu inglobata nell'Oss (la Cia di allora). Gli americani attinsero a piene mani tra i quadri dell'ex servizio fascista e tra i reparti di "elite" come la decima mas per tamponare il "pericolo rosso" in tutta Italia. Ad esempio nella strage di Portella della Ginestra attribuita unicamente a Salvatore Giuliano (gli americani hanno sempre avuto un debole per i "false flag").

http://digilander.libero.it/ladecimamas/Giuliano_Cia.htm

E questo tanto perchè sia chiaro chi è stato a salire davvero sul carro del vincitore.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 30947
 

@Robertog. Grazie e meno male. Come al solito lei è untuale e corretto. Dedico a Lei ed a noi tutti la seguente poesia perchè il mio animo oggi esulta ed è prodigo anche con gli insinuatori.
"E' la fossa di un fascista ammazzato brevemente -
senza scarpe perchè le scarpe se le è messe un vivo -
aenza scarpe perchè un vivo doveva ancora correre -
senza armi perchè un vivo doveva ancora sparare -
quando troverete da una siepe filo spinato che manca -
state certi sarà stato prelevato per una gola partigiana -
se troverete occhiaie scavate anche tra mille anni -
ricostruite una storia vinta dagli uomini contro le bestie.
Luigi DI RUSCIO - da "Le streghe s'arrotano le dentiere" (1966)
Buon 25 Aprile a tutti.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 30947
 

io direi che il commento di Calamandrei può bastare il resto è ampiamente superfluo...
Peraltro Calmandrei era un liberale e forse qualcosa a che fare con il capitalismo ( che è anche quello attuale...come dice Dana) ce l'avrà avuta...


RispondiCitazione
Condividi: