Notifiche
Cancella tutti

Armi e mazzette, Scajola batte bandiera panamense


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 33516
Topic starter  

FINMECCANICA Agli arresti il manager Paolo Pozzessere

L'ex ministro da ieri indagato con Lavitola per «corruzione internazionale»

«Corruzione internazionale in concorso con persone allo stato non ancora identificate». È il capo d'imputazione che ha portato in carcere ieri mattina il manager di Finmeccanica Paolo Pozzessere. Il gip Dario Gallo non ha avuto esitazioni nel disporre l'arresto, visto che Pozzessere aveva in tasca un biglietto di sola andata per Mosca, con partenza prevista nella tarda mattinata di ieri. Un chiaro «pericolo di fuga», quindi. L'indagine, condotta dai pm napoletani Henry John Woodcock e Vincenzo Piscitelli, ha accertato che il manager aveva cancellato la prenotazione del volo di ritorno, il 2 novembre, facendo maturare il sospetto che stesse per trasferirsi all'estero in vista di una fase 2 dell'inchiesta che ha già coinvolto altri vertici di Finmeccanica. Sempre ieri la procura di Napoli ha disposto perquisizioni in casa e negli uffici del presidente degli industriali napoletani Paolo Graziano, ha formulato nuove accuse per Valter Lavitola (ma in questo caso il Gip ha respinto la richiesta di carcerazione; Lavitola resta detenuto per altri motivi), ma soprattutto ha iscritto nel registro degli indagati l'onorevole Massimo Nicolucci (Pdl) e l'ex ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola.

Al centro dell'inchiesta c'è una presunta tangente da 18 milioni di euro promessa al presidente del governo panamense e altri esponenti politici (in via di identificazione) per oliare l'esito di un affare da 180 milioni relativo alle forniture di elicotteri e sistemi di vigilanza costiera a Panama da parte di tre società della holding italiana: Telespazio Argentina, AgustaWestland e Selex sistemi integrati. Per veicolare la maxi-mazzetta sarebbe stata creata la società Agafia, soggetto economico di diritto panamense sulla carta amministrato da una prestanome ma di fatto gestito da Lavitola.

Sulla base delle dichiarazioni rese ai magistrati il 10 novembre 2011 da Lorenzo Borgogni, ex responsabile delle relazioni esterne di Finmeccanica, i pm napoletani stanno indagando anche su un'altra presunta maxitangente legata alla trattativa condotta da Finmeccanica e Fincantieri per la fornitura di navi fregate in Brasile. Borgogni ha raccontato che per agevolare la trattativa con l'allora ministro della Difesa brasiliano Jobin sarebbe stato trovato un «canale privilegiato» dall'imprenditore Graziano. Borgogni ha fatto i nomi dell'ex ministro Scajola e dell'onorevole Nicolucci e ha raccontato di aver saputo che «in cambio delle agevolazioni era stato pattuito un ritorno che avrebbe dovuto pagare la stessa Fincantieri come contratto di agenzia dell'ammontare dell'11% dell'affare complessivo. Per Borgogni la somma «doveva essere parzialmente divisa tra Scajola e Nicolucci da una parte e Jobin dall'altra» e ha raccontato di essere poi venuto a conoscenza che la stessa percentuale sarebbe stata chiesta anche a Finmeccanica, ma Guarguaglini gli riferì di aver detto a Pozzessere che la percentuale massima di ritorno che sarebbe stato disposto a pagare era del 3%. Da qui la perquisizione di ieri a Graziano. presidente degli industriali napoletani e amministratore delegato della Magnaghi aeronautica.

I magistrati napoletani puntano inoltre ad allargare il fronte investigativo verso Mosca. Si parte dalle attività di Pozzessere in quanto senior advisor per i rapporti di Finmeccanica in Russia e da un cambio di atteggiamento, captato da conversazioni intercettate e deciso da vertici del gruppo dopo che il nome di Pozzessere era stato associato all'inchiesta su Lavitola e i suoi affari a Panama. Gli inquirenti ipotizzano che alla base del cambio di strategia ci sia stata «l'esigenza di tenere riservati gli affari di Finmeccanica con Putin e la Russia».

Gina Musso
Fonte: www.ilmanifesto.it
24.10.2012


Citazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1519
 

Un'altro scandalo ad orologeria per far accettare al gregge italiota la svendita dei suoi gioielli di stato tipo Finmeccanica.
Scajola deve stare proprio sui cogl..... agli usraeliani.
Uomini siate...


RispondiCitazione
Condividi: