Notifiche
Cancella tutti

Bolognina, raid punitivi anti-spaccio.


Kovacs
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 463
Topic starter  

Bolognina, raid punitivi anti-spaccio. La Procura: 'La giustizia fai da te non è tollerabile'

Descritti come italiani, con i volti coperti e armati di tirapugni e bastoni, intenti a scovare e "punire" gli spacciatori. nessuna chiamata alle forze dell'ordine

Ancora spaccate e vandalismi in Bolognina, assessore alla sicurezza: 'Sport collettivo che ci preoccupa'

Sembrerebbe un raid studiato a tavolino quello andato in scena l'altra sera in Bolognina, come rende noto oggi "Il Resto del Carlino. Dalle testimonianze raccolte, un gruppo di persone, descritte come italiane, con i volti coperti e armate di tirapugni e bastoni, si aggiravano nelle vie Franco Bolognese Fioravanti intenti a scovare e "punire" gli spacciatori e, infatti, non hanno fatto fatica a rintracciarne qualcuno.

Circondati e accecati con spray urticanti, sono stati colpiti, ma nessuna chiamata è arrivata alla polizia, ai carabinieri e tanto meno al 118, visto che una persona sarebbe rimasta a terra. In Procura è stato aperto un fascicolo per lesioni e percosse e sono in corso le indagini. Benché lo spaccio esasperi "Non è tollerabile la giustizia fai da te - ha dichiarato il Procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore del gruppo criminalità comune - chi può li fotografi mentre spacciano, da distanza di sicurezza, e invii le foto alle forze dell'ordine o alla Procura: in questo modo si può veramente aiutare chi deve fare le indagini".

Diverse le azioni messe in campo nel quartiere, come l'installazione di telecamere di scurezza e una presenza più massiccia delle forze dell'ordine e anche di militari dell'Esercito.

http://www.bolognatoday.it/cronaca/bolognina-spacciatori-raid-punitivi.html

Lo spaccio è mal tollerato ma la giustizia fai da te ancora meno......
A Bologna qualcuno probabilmente ne ha piene le palle a quanto pare


Citazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2484
 

A Bologna qualcuno probabilmente ne ha piene le palle a quanto pare

Può essere, come può essere una guerra per la piazza di spaccio.

Comunque è già avvenuto altre volte, a Massa Lombarda (RA) molti anni fa i massesi si organizzarono a decine e fecero un raid notturno.
Oggi la piccola cittadina è ancora una piazza di spaccio in cui non cercano nemmeno di nascondersi.

Poi avvenne, sempre anni fa, nel centro storico di Castel San Pietro Terme. In quel caso fu un bar, frequentato anche da extracomunitari, che avevano infastidito alcune ragazze. Furono trascinati fuori dal bar e randellati come si conviene da "ignoti". Penso abbiano smesso di rompere i coglioni, ma ce ne sono di certo altri altrettanto simpatici che girano indisturbati.

Come dire, passata la buriana è tutto come prima, queste cose sono sicuramente divertenti per chi ci si dedica, ma non producono effetti durevoli nel tempo. Non si possono replicare con metodo e regolarità quindi sono inutili... alzare il tiro ammazzandoli non si può perché se va male si finisce in galera e nessuno si prende un rischio del genere, quindi...


RispondiCitazione
patrocloo
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 567
 

Non si possono replicare con metodo e regolarità quindi sono inutili...

Hai ragione. Da ciò si desume che occorrerebbe replicarli con metodo e regolarità...


RispondiCitazione
Kovacs
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 463
Topic starter  

tutto vero, ma le istituzioni dovrebbero captare lo stato della cosa, non possono con la faccia come il culo dire: NON FATE, quando la gente prova a mettere un tappo alle loro mancanze.....ben vengano più di quei raid, poi vedremo alla lunga se alcune situazioni si ripeteranno o meno.


RispondiCitazione
Hadrian
Trusted Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 61
 

Le cosiddette istituzione sono burocratizzate e politicamente corrette. In altri termini guardano le vittime italiane come un fastidio, hanno timore dei cooperanti italioti e della stampa politicamente corretta.
Al contrario le istituzioni sono feroci con gli italiani che attraverso la spoliazione fiscale pagano i loro inutili stipendi e con le imprese italiane ormai agonizzanti.


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3055
 

il Procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore del gruppo criminalità comune - chi può li fotografi mentre spacciano, da distanza di sicurezza, e invii le foto alle forze dell'ordine o alla Procura: in questo modo si può veramente aiutare chi deve fare le indagini".

Questa e' fantastica!
Le indagini...
Come se fosse un crimine nascosto.


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2484
 

il Procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore del gruppo criminalità comune - chi può li fotografi mentre spacciano, da distanza di sicurezza, e invii le foto alle forze dell'ordine o alla Procura: in questo modo si può veramente aiutare chi deve fare le indagini".

Questa e' fantastica!
Le indagini...
Come se fosse un crimine nascosto.

Alcuni anni fa mia suocera dedicò molte giornate alla caccia al ladro. Si trattava di furti di vasi, statuette e piante presso il cimitero in cui sono sepolti i resti del defunto marito. Con la collaborazione di altre vedove e della fioraia (direttamente coinvolta perché ingiustamente additata da alcuni come possibile ladra e ricettatrice) scoprirono in breve che i furti avvenivano solo durante la chiusura della fioraia, l'identità della ladra, l'indirizzo di residenza, e, attraverso una serie di pedinamenti anche altri cimiteri della zona che ricevevano le attenzioni della signora.

Polizia e carabinieri non avrebbero mai fatto un lavoro investigativo del genere con appostamenti dietro alle siepi, teleobbiettivi, pandine per i pedinamenti etc.
Probabilmente lo spaccio è una questione poco importante come il furto di piante al cimitero, oppure c'è chi ha un tornaconto anche tra le FO.

In ogni caso, avendone il tempo, non è un'idea balzana fotografare e denunciare, funziona, e non si rischia la galera, o una coltellata da uno spacciatore algerino o da un pappone nigeriano.


RispondiCitazione
AcidBoy
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 150
 

In ogni caso, avendone il tempo, non è un'idea balzana fotografare e denunciare, funziona, e non si rischia la galera, o una coltellata da uno spacciatore algerino o da un pappone nigeriano.

ma tu stai scherzando! Devo essere io a fare il lavoro delle forze dell'ordine? Questo si ricollega all'articolo di Bertani in home oggi: le F.O. vanno avanti a delazioni e soffiate, perché non sono minimamente in grado - anche quando ne hanno voglia - di condurre delle indagini. Si guardi al caso Bossetti, ad esempio: migliaia di analisi del DNA sperando di trovare il colpevole (indagini a strascico). Dico ma scherziamo? Personalmente, mi è capitato di ricevere la richiesta da parte di un carabiniere, "per aiutare il loro lavoro", di fotografare di nascosto certi soggetti che volevano acchiappare! Certo, io gli faccio le foto e tu fai carriera con il mio sbattimento/rischio? Ma vaffanculo! Oltre al fatto, naturalmente, che questo imbecille era il prototipo del carabiniere ignorante e fascista: romano, fede laziale, cartelloni coi motti del duce in ufficio. E sono tutti così, altro che "poche mele marce"!


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2484
 

In ogni caso, avendone il tempo, non è un'idea balzana fotografare e denunciare, funziona, e non si rischia la galera, o una coltellata da uno spacciatore algerino o da un pappone nigeriano.

ma tu stai scherzando! Devo essere io a fare il lavoro delle forze dell'ordine? Questo si ricollega all'articolo di Bertani in home oggi: le F.O. vanno avanti a delazioni e soffiate, perché non sono minimamente in grado - anche quando ne hanno voglia - di condurre delle indagini. Si guardi al caso Bossetti, ad esempio: migliaia di analisi del DNA sperando di trovare il colpevole (indagini a strascico). Dico ma scherziamo? Personalmente, mi è capitato di ricevere la richiesta da parte di un carabiniere, "per aiutare il loro lavoro", di fotografare di nascosto certi soggetti che volevano acchiappare! Certo, io gli faccio le foto e tu fai carriera con il mio sbattimento/rischio? Ma vaffanculo! Oltre al fatto, naturalmente, che questo imbecille era il prototipo del carabiniere ignorante e fascista: romano, fede laziale, cartelloni coi motti del duce in ufficio. E sono tutti così, altro che "poche mele marce"!

Te non hai capito.

Io non dico che va bene così.

Io dico che con il raid punitivo, tolto il divertimento in se, restano solo rogne, non cambia nulla. Con un po di tempo/tediosità è possibile sloggiare il gruppetto si delinquenti che hanno preso a stazionare sotto casa tua, e anche rischiano molto meno che non andando giù con una palanchino.

Poi che non ti piaccia, che non sia giusto rimetterci tempo, che non ti piacciono le FO perché prevalentemente composte da nostalgici o da trogloditi... sono considerazioni, lagnanze, anche legittime ma sempre lagnanze.

Uno su un problema può fare considerazioni, ci mancherebbe, possono servire per pianificare il lungo periodo, o per far polemica, nel breve periodo serve la praticità.
Problema, soluzione o soluzioni, valutazione del miglior modo di procedere, soluzione del problema. Questo deve comprendere la valutazione dei mezzi che si hanno a disposizione, non solo quelli che non si hanno. Non hai delle FO efficaci? Gli devi fare ilo grosso del lavoro agratis? Certe volte gli ostacoli si possono aggirare. Se non riesci più ad uscire di casa la sera forse vale la pena investire tempo per risolvere, anche perché vendere casa e trasferirsi è certamente più oneroso.


RispondiCitazione
AcidBoy
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 150
 

Le lagnanze che imputi a me sono le stesse che hanno sicuramente tediato i residenti bolognesi a lungo. Che poi, bisogna vedere da che parte è partito il raid, perché voglio vederti io a fare il giustiziere della notte se poi quelli che vai a mazzuolare sanno dove stai!

Oltre al fatto che il mio commento era relativo alla tua ultima frase: si vede proprio che non sai di cosa stai parlando, se scrivi cose come "non si rischia nulla a fotografare"...potrei raccontarti certi episodi che ti farebbero ripensare a questa affermazione


RispondiCitazione
Condividi: