Notifiche
Cancella tutti

Cinesi in fuga dall'Italia


Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 51
Topic starter  

Ancora bellissime notizie, stavolta dalla Cina.
Dopo avere stracciato il memorandum sulla via della seta con la Cina (Draghi), ora cominciamo a vendere alla Cina (abbiamo iniziato con 20 aerei CIVILI) e i cinesi in italia cominciano a scappare:
https://www.lastampa.it/alessandria/2022/10/22/news/cinesi_in_fuga_i_ristoratori_arrivati_anni_fain_citta_ora_non_riescono_piu_a_pagare_le_spese-12191927/?ref=fbpp
Narrazione "cinese" sul covid e M5CINE ko, l'abbiamo ormai già saputo da mesi...


Citazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 193
 

Mica stupidi. Scherzi a parte, sì, è un dato indicativo. Evidentemente anche le modalità che hanno consentito loro di sopravvivere  nel momento in cui già molti ristoratori italiani chiudevano non sono più sufficienti in questo particolare frangente. Qui si parla di ristoranti, non saprei dire granché su altre realtà, come ad esempio i magazzini tipo "all in one" con le varie mercanzie a prezzi bassi. In effetti, dopo un boom iniziale, non se ne sono visti di nuovi perché evidentemente il mercato in quel senso era ormai saturo. La crisi attuale, poi, ha fatto contrarre la spesa individuale media e a quanto pare ci sono andati di mezzo anche loro.


Detrollatore II hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 193
 

Dobbiamo però anche tenere presente che ristoratori e piccoli - medi commercianti sono piccoli investitori, seppure in gran numero. Ciò che fa più riflettere è la presenza invece di grandi investitori ( cinesi ) nel capitale industriale e non solo. Questi sì che sono in grado di esercitare influenze non trascurabili. Che fine ha fatto la "via della seta"? Questo sarebbe interessante da approfondire nel caos dell'attuale scenario internazionale.


Detrollatore II hanno apprezzato
RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 51
Topic starter  

Riguardo alla "presenza invece di grandi investitori ( cinesi ) nel capitale industriale e non solo" ti posso dire, pescando a braccio tra i ricordi, che la via della seta (partnership con la Cina stretta dal governo giallo-verde) ha avuto seri contraccolpi con il governo Draghi, che la Meloni si è imposta con la vendita di 20 aerei alla Cina (quindi cominciamo a invertire la direzione export-import...), che ci stiamo attrezzando per costruire componentistica per pc in Italia, che il 5g (almeno quello cinese, Huawei) sta soffrendo in Italia. 


RispondiCitazione
Condividi: