Notifiche
Cancella tutti

D'Alema a Montanari " Guerra in Kosovo illegale ? Chi ripete l' accusa ingiuria. "


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8320
Topic starter  

D'Alema a Montanari:"Guerra in Kossovo illegale ? Chi ripete l' accusa ingiuria"

http://lecorvettedellelba.blogspot.it/2017/06/dalema-montanariguerra-in-kossovo.html

Tomaso Montanari al Brancaccio ha definito illegale la guerra in Kosovo portata avanti dall'Italia sotto la guida dell' allora premier D'Alema.

Le parole esatte riportate dal manifesto sono nel testo di questo post, quelle del titolo del post sono mie. E credo che non stravolgano quello che è scritto sul giornale.

Diffondo intanto la notizia di questa piccola polemica tra D'Alema e Montanari sulla guerra in Kosovo del 1.999. Sicuro che nessuno vorrà approfondirla.

Da settimane sto segnalando l'assenza completa del tema della guerra dal percorso iniziato dopo l'appello di Anna Falcone e Tomaso Montanari. Ed e' bastato un piccolo accenno di Montanari alla guerra in Kosovo a suscitare la reazione di D'Alema.

Insomma parlare di guerra è difficile per la sinistra, ma non accettiamo in silenzio la rimozione di un tema che sta travolgendo in questi anni milioni di persone e cambia anche la vita delle città occidentali.

Intervista a Massimo D’Alema di Daniela Preziosi su Il manifesto del 20 giugno 2017.
A pag. 4 del giornale, in evidenza,

“Dico a Montanari che in Kosovo non c’e’ stata guerra illegale. L’ accusa è decaduta, chi la ripete ingiuria. Se davvero vuole unire eviti battute a caso.”

Nell’ articolo:

…«Da vecchio militante ho una certa esperienza di assemblee, in questa c’era un po’ di estremismo. A partire dall’introduzione di Tomaso Montanari», spiega a chi gli chiede un giudizio. C’è dell’ironia. Ma la questione è seria. D’Alema era in prima fila, a un passo dal palco, quando il combattivo giovane studioso ha elencato le colpe del vecchio centrosinistra.

E, nel lungo elenco, ha scandito «la guerra illegale in Kosovo».

D’Alema, che era il presidente del consiglio in quel marzo ’99, non ha mosso ciglio. Ma ora replica: «Vorrei spiegare a Montanari che di questo fui accusato da un gruppo di giuristi. Poi la Cassazione emise una sentenza che archiviò tutto riconoscendo la piena legittimità del mio agire». Perché, spiega, l’art.11 della Costituzione dice che «l’Italia ripudia la guerra» eccetera, «ma poi anche che consente alle limitazioni di sovranità necessarie agli obblighi derivanti dai trattati internazionali». La conclusione è tagliente: «L’accusa è decaduta, se lui la rilancia è una calunnia».

Non che intenda passare alle carte bollate, l’ex presidente del consiglio. Ma «il mondo è complesso, prima di parlare meglio informarsi, non ci si aspetta da un illustre storico dell’arte una sortita inutile e dannosa. Non si fanno battute a caso, tanto più se si lavora ad unire la sinistra». Segue racconto dei suoi ritorni in Serbia, dei giovani che lo hanno ringraziato perché quella guerra fu l’inizio «del ritorno alla libertà». Ma questa sarebbe un’altra storia……

…..«sono diventato buono, so che i giornalisti hanno nostalgia del D’Alema cattivo ma invece, vede, ho ascoltato quelle calunnie sul Kosovo e sono rimasto seduto. In altri tempi mi sarei alzato e me ne sarei andato. A proposito, andrò a piazza Santi Apostoli il primo luglio, lo considero un mio dovere di militante».
Pubblicato da lecorvettedelle


Citazione
comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 634
 

A me sembra che D'alema confermi che parecchi giuristi notarono la palese illegalità di quella guerra di aggressione dell'Italia contro un paese che non le aveva fatto niente.
Che poi sia riuscito a far archiviare l'accusa da parte della Cassazione conferma la sua abilità politica ma non sminuisce il crimine. Anzi.
Personalmente ho smesso di comprare i giornali proprio in seguito a quella aggressione.
Nel tempo intercorso ho studiato la Costituzione e i verbali dell'Assemblea Costituente e non ho alcun dubbio su come vada letto l'art. 11. La parola "ripudia" sostituì la parola iniziale "rifiuta" proprio a indicare che in nessun caso e per nessun motivo l'Italia repubblicana voleva trovarsi in guerra.
Ricordo che i dibattiti della Costituente sono ancora accessibili e non si tratta di fare esegesi biblica o ermeneutica giuridica. La storia della costituzione mostra che l'art. 11 va inteso in senso letterale.


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8320
Topic starter  

A memoria, ma faro' ricerche nei prossimi giorni, le accuse di illegalita' relative alla costituzione italiana erano solo una parte delle accuse di illegalita' alla guerra in Kosovo. Guerra di aggressione senza alcuna autorizzazione delle Nazioni Unite...se non sbaglio...


RispondiCitazione
comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 634
 

... le accuse di illegalita' relative alla costituzione italiana erano solo una parte delle accuse di illegalita' alla guerra in Kosovo. Guerra di aggressione senza alcuna autorizzazione delle Nazioni Unite...se non sbaglio...

Risulta anche a me. Fu un crimine sia secondo il Diritto internazionale che secondo la Costituzione italiana.


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8320
Topic starter  

Sul manifesto di oggi giovedi' articolo su D'Alema, il Kosovo e la Cassazione

Che smentisce quanto detto da D'Alema, precisando su cosa si e' espressa veramente la Corte di Cassazione

In giornata postero' l' articolo integrale


RispondiCitazione
yakoviev
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1671
 

D' Alema sostiene, praticamente, che essendo un'aggressione Nato era legittima per la Costituzione in quanto l'Italia ripudia la guerra ma consente la limitazione di sovranità dovuta ai trattati. Ma era l'aggressione Nato in sé che era illegittima secondo il diritto internazionale, infatti non fu approvata dall' Onu. Come dire che sono complice legittimo di un'aggressione illegittima e quindi va tutto bene


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8320
Topic starter  

Esatta e chiara la descrizione di Yakoviev con una correzione
La Cassazione non si e' pronunciata sulla legittimita' della guerra
Ma solo su "profili procedurali" della denuncia

Leggere articolo di F-Pallantesul manifesto e su CDC

La Cassazione ....


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8320

RispondiCitazione
illupodeicieli
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 760
 

Una persona ha diritto ad avere un'opinione e a esprimerla? Sì? Va bene, allora se è come dice D'Alema, rispetto le sentenze ma penso, quindi penso, che agire come ha agito lui e il suo governo sia stato sbagliato. In merito lui ha chiarito, con gli abbracci e le feste che gli avrebbero riservato in Serbia, ciò che pensava e pensa, ossia che fosse giusto e lecito o comunque consentito e permesso proprio dall'articolo 11 o dalla sua interpretazione (sua di lui e della corte). Che poi lui non mi piaccia non è un mistero: da quando malmenava i reporter di striscia la notizia a quando evita di rispondere alle domande dei giornalisti .


RispondiCitazione
Condividi: