Notifiche
Cancella tutti

Elezioni:Lega e Grillo dimostrano che Italia non è de


helios
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

Al bugiardissimo non è bastato imporre le elezioni nel bel mezzo di un ponte, sperando che l’astensionismo penalizzasse gli avversari. Per poi, con la consueta ipocrisia, fingere di preoccuparsi per il non voto. E anche se il risultato finale sembra premiarlo, con 5 Regioni da governare contro 2, la realtà e’ molto diversa. A distanza di un solo anno dal trionfo del Pd, il partito del bugiardissimo perde consensi pressoché ovunque. E vince in Puglia e Campania con due candidati che proprio non sono fedeli esecutori tipo renzine. Ma perde in Liguria. Colpa dei tafazzisti civatiani, secondo la banda del premier. Ma non si capisce perché dovrebbe votare Pd chi non condivide nulla delle politiche fallimentari e basate solo sulla menzogna messe in atto dal premier. E poi anche in Veneto si è presentata, sul fronte opposto, la stessa situazione, con Tosi contro Zaia. Risultato? Zaia supera il 50% e condanna all’irrilevanza Tosi. Oltre a doppiare la renzina Moretti. Salvini, indubbiamente, ha vinto. Anzi, ha stravinto. E non solo nel Veneto, ma anche in Liguria, in Toscana, in Umbria, nelle Marche. Dove ha nettamente battuto Forza Italia, anche nella Liguria che sarà governata dal forzista Toti. Lega con il doppio dei voti. Un risultato che si ripropone in Toscana che resta rossa ma che evidenzia come l’accordo tra Lega e Fratelli d’Italia funzioni molto ma molto meglio di quello dei moderati berlusconiani. I moderati sono spazzati via ovunque, i moderati sono quelli che non hanno rinunciato al ponte e che sono pronti a delegare il futuro loro e dei loro figli al bugiardissimo ed alle renzine. Mentre Salvini vince utilizzando toni non moderati e cercando, al contrario, la diabolisation che tanto preoccupa gli osservatori politicamente corretti. Diventa evidente che un’alleanza contro le politiche criminali del bugiardissimo non deve essere guidata da un moderato, ma da qualcuno che abbia voglia di lottare con decisione. D’altronde il dato dei grillini lo conferma. Il movimento 5 stelle e’ andato più che bene. Si è consolidato, ha dimostrato di essere ormai radicato anche a livello locale. E ha dimostrato che non i moderati ma gli incazzati sono la maggioranza di questo Paese. Lega, Fdi, 5 stelle, civatiani e gruppi vari procedono in ordine sparso e questo salva il bugiardissimo ed i suoi compari. Ma il segnale e’ chiaro e il Pd non potrà continuare a governane inventandosi le prossime elezioni a cavallo tra le 23 del 31 gennaio e le 7 del mattino dell’1 gennaio. Quanto a Berlu, il suo candidato Toti sarà governatore, ma il suo partito viene strabattuto dalla Lega ed incassa la peggiore sconfitta della sua storia. Il partito repubblicano dei moderati e’ stato eliminato prima ancora della nascita.
Fonte: Girano

http://www.informarexresistere.fr/2015/06/01/elezioni-lega-e-grillo-dimostrano-che-non-e-litalia-dei-moderati/


Citazione
Truman
Membro Moderator
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4113
 

Non so perchè, ma c'è un pezzo del "Capro espiatorio" di Girard che rileggevo oggi ("I demoni di Gerasa") che mi appare adeguato.

Che cosa può motivare tutto un branco ad autodistruggersi senza esservi costretto da chicchessia? La risposta è evidente. Si chiama spirito gregario, quello che di un branco fa per l'appunto un branco; in altre parole, la tendenza irresistibile al mimetismo. Basta che un primo porco cada in mare, per caso o per una ragione qualsiasi, per effetto di una paura improvvisa o per le convulsioni provocate dall'invasione demoniaca, perché tutti i suoi congeneri facciano altrettanto. La frenesia di accodarsi va perfettamente d'accordo con la proverbiale mancanza di docilità della specie. Al di là di una certa soglia mimetica, quella stessa che definisce la possessione, l'intero branco riproduce istantaneamente ogni comportamento che gli sembra fuori della norma. E' un po' come il fenomeno della moda nelle cosiddette società avanzate, nel senso in cui diciamo avanzata quella di Gerasa.
Che uno qualsiasi del branco scivoli soprappensiero ed ecco il lancio di una nuova moda, quella del "tuffo negli abissi", che trascinerà nel suo entusiasmo fino l'ultimo dei porcellini. La minima sollecitazione mimetica fa vacillare folle compatte. Più lo scopo sarà fievole futile o, meglio ancora, fatale, più sarà avvolto nel mistero, e più ispirerà desiderio.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3872
 

Condivido l'analisi, lo sconfitto è il moderatismo.
I problemi del Paese sono diventati talmente gravi che anche l'elettore centrista ha avuto molti dubbi a votare per i democristiani dorotei di Alfano &Co oppure per lo zombie senza testa chiamato FI.
Nelle prossime politiche lo scontro polarizzerà ancora di più l'elettorato quindi la vedo molto brutta per i centrini vari.
Salvini è ormai il leader del centro destra, che piaccia o no all'ex caimano sdentato, e sarà lui a battersi con Renzi.
Difficile fare previsioni sul risultato di una elezione politica dove ci si aspetta almeno un 20 -25% in più di elettori.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3719
 

helios

Si tratta semplicemente di "pallone sgonfiato", Renzi non è stato ridimensionato dal voto di ieri, semplicemente i numeri sono tornati al loro posto. Il 40,8% delle europee dello scorso anno erano un bluff all'uopo artato, da me sempre denunciato.
Il M5s viene leggermente ridimensionato, si tratta sempre di numeri, per quanto riguarda Lega e FI si ritorna ante 1994.


RispondiCitazione
omicron
Trusted Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 79
 

Non so perchè, ma c'è un pezzo del "Capro espiatorio" di Girard che rileggevo oggi ("I demoni di Gerasa") che mi appare adeguato.

In effetti non si capisce proprio che cazzo c'entri. 😈


RispondiCitazione
Condividi: