Notifiche
Cancella tutti

GB Stella ed il Sud


ancona_pietro
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 564
Topic starter  

Ennesimo stucchevole attacco di GB Stella (padovano) alla scuola meridionale che regalerebbe voti alti agli alunni per nascondere la sua pochezza e scarso rigore.
L'attacco è sferrato da Stella sul Corriere della Sera giornale della indegna borghesia settentrionale che dopo centosessanta anni di predominio assoluto sull'Italia ci consegna un paese boccheggiante e sull'orlo del fallimento.

Si è anche saputo che questo GB Stella non è neppure laureato. Non che si attribuisca alla laurea chissà quale potere ma certo conta nel definire il personaggio che basa il suo giudizio sul pregiudizio.

Pregiudizio secondo il quale non è possibile che ragazzi ed insegnanti del Sud siano migliori di quelli milanesi o torinesi dal momento che nascono in zone di grande disagio sociale.

Gli alti voti non sono regalati. Si ricordi Stella che il SUD è la patria di Pitagora e di Benedetto Croce e che il meglio forse quasi il tutto della letteratura italiana viene da queste parti.

Non abbiamo la fabbrichetta e spesso siamo disoccupati. Eppuree meritiamo di contare molto di più nella società italiana dalla quale siamo discriminati da governi fatti tutti da settentrionali.


Citazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3719
 

Eppuree meritiamo di contare molto di più nella società italiana dalla quale siamo discriminati da governi fatti tutti da settentrionali.

C'è qualche semplice cittadino che conta nella società italiana? 😥 😕

Non l'avevo notato!! 😯


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

Gli alti voti non sono regalati.

Quasi mai. Sono patteggiati. Fin dai tempi nei quali andavo ancora a scuola (decadi fa) era notorio a tutti come chi voleva bei voti senza troppo studio doveva andare a fare esami in meridione, specie la Maturita'.
Naturalmente bisognava essere qualcuno, anche piccolo piccolo, ma qualcuno che la societa' meridionale riconoscesse un po' piu' che un nessuno venuto dal Nord, cosicche' soprattutto figli di funzionari statali (o magari anche gente con parentela semi-facoltosa: l'olio d'oliva in forniture annuali aiutava parecchio, si diceva) ritornavano al Nord con voti che non avrebbero mai acquisiti a casa propria. L'importante era avere qualcosa da scambiare. Regalati di sicuro no. Cosi' una buona parola, una raccomandazione, una assunzione, un favore assicuravano il 60 garantito.

Ora immagino che i meridionali siano stati superati, negli atenei, da forze nuove che costano meno e con cui non bisogna avere consorzi, ma solo pagare contante, come fece il Trota in Albania, ed e' un boccone assai duro da buttar giu'.

D'altro canto non si direbbe che gli insegnanti meridionali siano piu' corruttibili: sono infatti tutti o quasi meridionali gli insegnanti anche al Nord, solo che si adattano ad una situazione in cui la corruzione e' meno diffusa a livelli bassi.
E non solo gli insegnanti: sicuramente perche' sono mooooooolto piu' intelligenti, anche se non riescono a parlare senza biascicare stronzate incomprensibili non per l'accento ma per la logica, anche se hanno una chiusura mentale ammirevole sono sempre meridionali, in maggioranza schiacciante, quelli che vincono da 50 anni tutti i concorsi pubblici per qualsiasi ruolo pubblico, cosicche' se sei del Nord e non hai una fabbrichetta o ti dai alla politica (perche' sei magari capace a mettere insieme due frasi idiote senza biascicare roba incomprensibile) sei decisamente fottuto e devi fare i lavori che gli italiani vorrebbero fare ma ci sono i poveri immigrati che li fanno gia'.

Ancona, ma che vuoi prendere per il c..o? Ormai ci siamo gia' abituati a prenderlo nei posteriori, da troppi anni, perche' arrivi uno come te bello bello a negare l'evidenza.
Dicci un po' tu, con la tua pensione che non vedremo mai, come hai fatto a diventare funzionario e sindacalista. Speriammo che hanche ttu non parli comme demmitta.


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 845
 

@ anconapietro...da cosa scrivi direi che non ti vedo bene come conterraneo di Sciascia e Pirandello anzi, di loro direi che non hai proprio niente, nemmeno l' accento, Dolce e Gabbana invece si.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3015
 

Se si vuole cambiare davvero il sistema-sud occorre LICENZIARE senza pietà centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, al Nord come sopratutto al Sud, a partire dalla scuola, regno dell’appiattimento mentale delle mezze-teste burocratiche e contemporanea furbastra instigazione alle piu’ svariate malversazioni, dato l’esempio immondo di tanti e troppi docenti: presuntuosi ed ignoranti, fancazzisti, meridionalisti pronti al buon momento alle piu’ viete manifestazioni di mafiosità socio-familistica, predoni del sesso minorile, infami messi li’ solo per storpiare giovani coscienze col loro esempio cialtrone e amorale…
Dopo, occorre resistere alle accuse di nazismo, fascismo, malvagità congenita e diabolica, scomunica urbis et orbis ecc. ecc.
Fatto questo, bisogna emigrare in un’isoletta dei mari tropicali per sfuggire alla vendetta di sconosciuti come di parenti, amici, conterronei vari: una damnatio memoriae sempiterna è il minimo, insieme alla revoca della cittadinanza italiana in vita ed in morte.
Morale: chi si sentirebbe mai di fare cio’ ? Chi proteggerebbe il malcapitato che osasse tanto, ovvero ripristinare ORDINE E DISCIPLINA E SERIETA’ nelle cose e nelle persone ? Nessuno…persino gli atei si darebbero a genuflessioni e orazioni e auto-da-fè contro il ‘tiranno’ malvagio perchè la sentina di ogni male in Italia, la chiesa cattolica, non mancherebbe di stare dalla parte del ‘gregge'…
Il mondo va male perchè gli uomini non valgono niente.


RispondiCitazione
Truman
Membro Moderator
Registrato: 2 anni fa
Post: 4113
 

www.corriere.it/cronache/16_agosto_11/due-scuole-italiane-forbice-divario-che-si-allarga-0bf6d51a-6007-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml

E' di Gian Antonio Stella ( https://it.wikipedia.org/wiki/Gian_Antonio_Stella ), il quale è di Treviso, non di Padova.

Nel merito l'articolo trabocca di riferimenti ai test Invalsi, assunti come verità assoluta. Invece questi test (in un caso me li sono studiati con cura) sono parecchio discutibili.

Un vecchio articolo del Fatto può essere utile:
www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/02/invalsi-ecco-tutti-segreti-del-mostro-che-produce-test-temuti-da-studenti-e-prof/638205/


RispondiCitazione
ancona_pietro
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 564
Topic starter  

Gli alti voti non sono regalati.

Quasi mai. Sono patteggiati. Fin dai tempi nei quali andavo ancora a scuola (decadi fa) era notorio a tutti come chi voleva bei voti senza troppo studio doveva andare a fare esami in meridione, specie la Maturita'.
Naturalmente bisognava essere qualcuno, anche piccolo piccolo, ma qualcuno che la societa' meridionale riconoscesse un po' piu' che un nessuno venuto dal Nord, cosicche' soprattutto figli di funzionari statali (o magari anche gente con parentela semi-facoltosa: l'olio d'oliva in forniture annuali aiutava parecchio, si diceva) ritornavano al Nord con voti che non avrebbero mai acquisiti a casa propria. L'importante era avere qualcosa da scambiare. Regalati di sicuro no. Cosi' una buona parola, una raccomandazione, una assunzione, un favore assicuravano il 60 garantito.

Ora immagino che i meridionali siano stati superati, negli atenei, da forze nuove che costano meno e con cui non bisogna avere consorzi, ma solo pagare contante, come fece il Trota in Albania, ed e' un boccone assai duro da buttar giu'.

D'altro canto non si direbbe che gli insegnanti meridionali siano piu' corruttibili: sono infatti tutti o quasi meridionali gli insegnanti anche al Nord, solo che si adattano ad una situazione in cui la corruzione e' meno diffusa a livelli bassi.
E non solo gli insegnanti: sicuramente perche' sono mooooooolto piu' intelligenti, anche se non riescono a parlare senza biascicare stronzate incomprensibili non per l'accento ma per la logica, anche se hanno una chiusura mentale ammirevole sono sempre meridionali, in maggioranza schiacciante, quelli che vincono da 50 anni tutti i concorsi pubblici per qualsiasi ruolo pubblico, cosicche' se sei del Nord e non hai una fabbrichetta o ti dai alla politica (perche' sei magari capace a mettere insieme due frasi idiote senza biascicare roba incomprensibile) sei decisamente fottuto e devi fare i lavori che gli italiani vorrebbero fare ma ci sono i poveri immigrati che li fanno gia'.

Ancona, ma che vuoi prendere per il c..o? Ormai ci siamo gia' abituati a prenderlo nei posteriori, da troppi anni, perche' arrivi uno come te bello bello a negare l'evidenza.
Dicci un po' tu, con la tua pensione che non vedremo mai, come hai fatto a diventare funzionario e sindacalista. Speriammo che hanche ttu non parli comme demmitta.

Invidioso! Tu non saresti mai stato in grado di fare quello che io ho fatto. Sono stato segretario regionale generale della CGIL in Sicilia una Regione grande quanto una nazione.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 2 anni fa
Post: 10314
 

a certi livelli ci si arriva solo grazie al sangue, in alternativa c'è qualcuno di alto livello che garantisce...

alle favole non ci credevo nemmeno da bambino ancò...

per quanto riguarda i polentoni :

ABBIATE IL CORAGGIO DI STACCARVI DA NOI, altrimenti siete solo CHIACCHIERE E DISTINTIVO


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 845
 

@spada, ma secondo te perché al termine della WWII gli alleati (i nemici) decisero di dividere la Germania in 4 mentre l' Italia la lasciarono unita?


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 16537
 

@spada, ma secondo te perché al termine della WWII gli alleati (i nemici) decisero di dividere la Germania in 4 mentre l' Italia la lasciarono unita?

L Italia la divisero prima.
Con la Germania dovettero farlo farlo a guerra finita ,si misero in 4 per prendersela.

Meritate gente.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3719
 

Truman, se vogliamo essere precisi GA Stella è nato ad Asolo in provincia di Treviso.
Quanto al post che ci ospita lo spunto all'autore glielo ha offerto Dagospia ma con un tenore opposto. 😉


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3719
 

oriundo2006, è forse la reincarnazione di Socrate? 😉


RispondiCitazione
Solounintervento
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 717
 

Siete caduti anche voi nel tranello dei pennivendoli da strapazzo? Al potere non basta mettere italiani contro immigrati, ha ancora la necessità di rinfocolare l odio del nord contro il sud. I somari sono sia a nord che a sud. Gli eccellenti nei gruppi di 30 persone sono si è no massimo 4. Che facciamo allora gli altri 26 li facciamo precipitare dal Taigeto? Rassegnatevi ai cialtroni disseminati in tutte le professioni.


RispondiCitazione
riefelis
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 679
 

Troppi stereotipi e tante inesattezze.
Non ne posso più di leggere questa raffigurazione dei meridionali dipinti come scansafatiche, ignoranti e occupatori parassitari di impieghi pubblici.
Vi dico che la realtà e ben diversa.
La gioventù meridionale è colta e capace. Il nord industriale ha avuto sempre bisogno dei diplomati e laureati meridionali.
I funzionari e impiegati pubblici meridionali non sono dei faciloni che scaldno le sedie. Per esperienza personale i più solerti che ho conosciuto, le colonne di interi settori, gli incorruttibili erano campani e pugliesi.
Basta po con lo stereotipo del meridionale parassitario che si butta nel pubblico. La maggioranza dei meridionali lavora dalla mattina alla sera presso imprese privati in nero o con contratti precari.

Ad Ancona Pietro devo comunque precisare che comunque non è vero che tutta la cultura e la lettaratura viene dal sud...


RispondiCitazione
Condividi: