Notifiche
Cancella tutti

Gerarchia vittimologica


Pegaso
Trusted Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 60
Topic starter  

 

I fatti sono di ieri, Domenica 21 Agosto:

 

Piacenza, la violenza sessuale in strada del richiedente asilo: immagini forti

Siamo all'alba, intorno alle 6 di mattina, in via Scalabrini, zona semi-centrale della città emiliana. Un richiedente asilo africano, originario della Guinea, si è accanito contro una donna di nazionalità ucraina, con vari atti di violenza. Chi lo ha ripreso con lo smartphone ha poi avvertito la polizia ...

https://www.liberoquotidiano.it/video/terra-promessa/32796421/piacenza-violenza-sessuale-strada-richiedente-asilo-immagini-forti.html

 

Subito la notizia viene attenzionata da vari personaggi pubblici e caricata di specifici significati; in particolare Giorgia Meloni pubblica sdegnata il video dell'aggressione, alquanto esplicito, ripreso dal testimone che ha chiamato la polizia.

Questo ha provocato la reazione sdegnata di Enrico Letta, che così si è espresso:

Faccio un appello a tutti perché tutti stiamo dentro i limiti della dignità e della decenza. Il video postato da Giorgia Meloni su uno stupro è un video indecente e indecoroso ...

https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/08/21/violenta-una-donna-in-strada-arrestato-a-piacenza_3aabf72d-ed4b-4965-8925-9115037011f8.html

 

Reazione che a sua volta ha suscitato lo sdegno di altri commentatori. In questa competizione a chi si sdegna di più riusciamo ad intravedere il tremendo trilemma in cui il segretario del PolCor, in evidente conflitto di narrazioni, si è venuto a trovare:

1) siccome la vittima è una donna si dovrebbe scatenare il consueto coro di lagnanze contro il maschio violento e sopraffattore, sguinzagliare le Erinni di 'nonunadimeno' contro patriarcato e virilità tossica, aggiornare la conta dei femminicidi, etc.

2) ma il carnefice non partecipa del privilegio bianco, e quindi è specie protetta; anzi, lo stupratore è bello nero, e quindi non si può proprio accusarlo, ché diventa razzismo, pregiudizio contro una minoranza storicamente oppressa, BLM, la schiavitù, il cotone, etc.

3) ma la vittima è ucraina e perciò, temporaneamente, di una specie protetta nella specie protetta perché doppiamente vittima: come profuga di guerra e come donna stuprata, e quindi si dovrebbe strillare tutto il proprio sdegno e proporre leggi liberticide contro il vile maschio italico.

 

Dall'esito di questa interessante querelle potremo stilare una preziosa, seppur provvisoria, gerarchia vittimologica; e capire se per ambire al terzo posto conti più non essere maschio o non essere bianco.

Io scommetto sulla seconda ipotesi.


sarah e ducadiGrumello hanno apprezzato
Citazione
Tag argomenti
Condividi: