Notifiche
Cancella tutti

La famosa arte di arrangiarsi: prendersi il covid per non perdere lo stipendio.

Pagina 1 / 2

Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 4902
Topic starter  

Alcuni giorni fa ho letto questo articolo su RT, lo riporto siccome non vedo traccia di questa vicenda, e credo sia opportuno conoscere questi prevedibili sviluppi, conseguenti ai provvedimenti adottati recentemente in Italia. 

(traduzione quasi automatica)

Autore: Il dottor Dominic Standish è un docente, autore e commentatore residente in Italia. Insegna all'Università dell'Iowa ed è autore di "Venice in Environmental Peril? Mito e realtà'. Seguilo su Twitter @domstandish

 

Cosa c'è dietro la preoccupante tendenza delle persone che si infettano deliberatamente con il Covid-19?
Se sei, come me, vaccinato contro il Covid-19 e non vuoi contrarre questo brutto virus, potresti trovare controintuitivo che alcune persone si stiano infettando deliberatamente con esso. Ma questo è ciò che sta accadendo, soprattutto in luoghi con regole rigide che pongono limiti a ciò che possono fare le persone non vaccinate. Dove vivo in Italia, ci sono prove crescenti di autoinfezione da Covid poiché i limiti per le persone non vaccinate si stanno rafforzando.

Ho notato per la prima volta notizie di "feste" Corona per persone infettate lo scorso novembre nel nord Italia. Sky ha riferito che queste feste stavano attirando molta attenzione nei gruppi Telegram nell'area di Bolzano e che queste si erano diffuse dall'Austria e dalla Germania, dove il rapporto ha affermato che sono nati gli superspreading shindigs. In effetti, il rapporto rilevava la tragica morte di un uomo di 55 anni in Austria dopo essere stato infettato a un Corona Party. A quel tempo, pensavo che l'autoinfezione coinvolgesse pochissime persone e per lo più attivisti "anti-vax" incalliti in luoghi come Bolzano, che da molto tempo ha la reputazione di bassi tassi di vaccinazione contro il Covid-19.

Eppure l'autoinfezione da Covid-19 è diventata più diffusa in Italia, poiché vengono implementate leggi che limitano la partecipazione al lavoro, all'istruzione e alla vita sociale per le persone non vaccinate. Dalla scorsa estate, per lavorare nel settore sanitario in Italia, è necessario possedere un pass verde, che indica di essere vaccinati contro il Covid-19 o di essersi recentemente ripresi dal virus. “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di cene con persone positive organizzate da infermieri non vaccinati”, ha dichiarato Samanta Grossi, presidente dell'Associazione Infermieri Professionisti della mia vicina città di Treviso. Gli infermieri non vaccinati e gli altri operatori sanitari che risultano positivi al Covid-19 evitano la sospensione dal lavoro e dalla retribuzione.

Allo stesso modo, i dipendenti dell'istruzione in Italia sono tenuti a dimostrare di essere vaccinati o di essersi recentemente ripresi dal Covid-19 dallo scorso settembre. Un'insegnante di scuola materna non vaccinata che è stata sospesa dal lavoro ha recentemente deciso di contagiarsi con il virus. La polizia e i dirigenti scolastici hanno riferito che gli insegnanti hanno potuto contagiarsi e continuare a insegnare nelle scuole partecipando a cene con persone positive al Covid-19. In alcuni casi è stato detto loro che alcuni insegnanti erano disposti a pagare dai 200 ai 300 euro per farlo.

A seguito di un decreto del governo varato a gennaio, dal 1° febbraio 2022 ogni italiano di età pari o superiore ai cinquant'anni che non può provare la vaccinazione o un recente infezione da Covid-19 rischia una multa di 100 euro. Questo decreto include i disoccupati. Mia moglie ha un'amica sulla cinquantina che non è vaccinata e attualmente è disoccupata, poiché lavora nel turismo durante i mesi estivi. Questa amica ha rifiutato di farsi vaccinare, poiché crede che il governo stia usando il pass verde per rintracciare e controllare le persone. Di recente si è autoinfettata deliberatamente con il Covid-19.

Dal 15 febbraio tutti i dipendenti italiani ultracinquantenni richiederanno il “super” green pass o rischiano di essere sospesi dal lavoro senza retribuzione e multati tra 600 e 1500 euro. Dallo scorso settembre, i dipendenti potevano anche ottenere il precedente pass verde producendo un test negativo per Covid-19 ogni due o tre giorni e continuare a lavorare. Ma i test negativi non saranno più validi per ottenere un pass super green. Conosco un manager di supermercato non vaccinato sulla cinquantina che è preoccupato per la sicurezza dei vaccini Covid-19 e ha fatto frequenti test per lavorare. Di recente ha deciso di autoinfettarsi con il virus in modo da poter continuare a lavorare.

Rimangono non vaccinati circa 7,4 milioni di italiani e 1,89 milioni di ultracinquantenni.

La scorsa settimana, una madre "No Vax" che vive vicino a Venezia ha invitato 20 persone a casa sua per infettarsi dal Covid-19 dopo che i suoi figli hanno contratto il virus. “Vieni a casa mia, i miei figli hanno contratto il coronavirus. In questo modo puoi anche essere contagiato, ricevere il pass super verde, senza essere sottoposto a vaccinazione”, sarebbe stato il suo invito. «E' spregevole l'episodio della mamma e della festa per i bambini», ha rimarcato Silvia Susanna, sindaco locale e presidente della Conferenza dei sindaci per la salute, che ha messo in guardia dai rischi di contrarre il virus per le persone di ogni età. Allo stesso modo, negli Stati Uniti, dove c'è stata una tradizione di feste per la varicella per infettare di proposito i bambini, i medici hanno messo in guardia contro l'infezione deliberata contro le varianti di Omicron.

I rischi di autoinfezione da Covid-19 sono maggiori per gli ultracinquantenni rispetto ai bambini, come dimostra la morte della cantante ceca non vaccinata Hana Horka. È morta il mese scorso all'età di 57 anni dopo aver deciso di infettarsi di proposito rimanendo con suo marito e suo figlio infetti e vaccinati. Dopo essere stata infettata, ha scritto sui social media: "Ora ci saranno teatro, sauna, un concerto", prima di morire tristemente. Nella Repubblica Ceca, per entrare in molti luoghi sociali è necessaria la prova della vaccinazione o la recente guarigione dal virus.

Le restrizioni sociali sulle persone non vaccinate le mettono sotto pressione. In Italia, non avere un pass super green significa che gli adulti non possono entrare in bar, ristoranti, caffè, hotel, palestre, cinema, teatri, musei, concerti, scuole, università, impianti sportivi e impianti di risalita, e non possono prendere voli nazionali, treni, metro, traghetti o autobus.

Tali norme punitive contro le persone non vaccinate dovrebbero essere annullate, sebbene l'obbligo di vaccinare i dipendenti sanitari e delle case di cura sia una protezione legittima. Mentre molti governi stanno rimuovendo i regolamenti che limitano le persone non vaccinate, questo deve essere accelerato. Dovremmo incoraggiare le persone a vaccinarsi, ma non rendendo le persone non vaccinate cittadini di seconda classe.

Da qui:

https://www.rt.com/op-ed/548353-unvaccinated-people-infecting-themselves-covid/


Citazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 89
 

Oltre la stupidità nel prendersi un'influenza volontariamente, c'è da marcare la genialità nel contestare un meccanismo abbracciandolo in toto.
Pollice in alto a tutti questi genialoidi incompresi, bravi, avete capito tutto!


MarioG hanno apprezzato
RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3053
 

"L'arte di arrangiarsi" che in realtà è controproducente.

Questa amica ha rifiutato di farsi vaccinare, poiché crede che il governo stia usando il pass verde per rintracciare e controllare le persone. Di recente si è autoinfettata deliberatamente con il Covid-19.

Appunto: si è autoinfettata per avere il Passi verde che serve a controllarla.

Poteva anche vaccinarsi, allora! Vedete un po' che ragionamento!

Ma questo vale anche per chi è preoccupato soprattutto del vaccino: se con la sua "arte di arrangiarsi" contribuisce a consolidare la prassi del Passi, al prossimo giro di regole si beccherà il suo vaccino o un'intera vagonata di vaccini. 

Non c'è nessuna "furbata" che tenga. In realtà basta una cosa più semplice, un "no".

 

 


R66 hanno apprezzato
RispondiCitazione
FrankDax
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 28
 

Buongiorno , tutti sono bravi a criticare , ma come l'esperienza della mia vita insegna , in Guerra devi darti delle priorità e adeguare le tue scelte di conseguenza , per ottenere una linea strategica . Quindi il tutto dipende dalle tue priorità e dall'ordine che dai alle stesse . Mettiamo che , per una persona (il sottoscritto) , al primo posto sià la necessità di non farsi inoculare il siero "benedetto" , al secondo posto soppravvivere in questo momento , al terzo guadagnare più tempo possibile per attuare un piano di evasione dal Draghistan , paese oramai conclamato come il luogo dove può essere fatto qualsiasi soppruso con il supporto e collaborazione della MAGGIORANZA dei suoi abitanti . Quindi non ci vedo niente di sbagliato nel cercare di guadagnare tempo (6 mesi) per continuare a mangiare (non tutti riescono a mangiare senza lavorare... , chi invece può , agirà di conseguenza) e sviluppando nel contesto un piano alternativo  . Ripeto dipende dalle proprie priorità . Tutte le persone che conosco che non hanno ceduto alla "benedizione" , ma hanno avuto nel mese passato "l'influenza stagionale",  hanno fatto un giorno di febbricola , per poi scazzarsi per 9 gg in attesa di uscire... il ridicolo è che invece altri "ex amici" con due e tre in(o)culazioni l'hanno avuta lo stesso , senza cercarla , e sono ancora nel letto da due settimane.... 🤣 🤣  Vi assicuro comunque che il Marchio Verde , questi conoscenti , lo usano solo per lavorare , risparmiano i soldi del tampone e insieme si stà studiando le soluzioni alternative per il dopo... il sottoscritto che non vede medici  e non prende l'influenza da trent'anni , naturalmente anche se voleva , non è arrivato all'aspetto "positivo" , ma si vede che il destino ha voluto così... sarà necessariamente più dura , ma vedremo di combinare per il piano di evasione in qualche altra maniera. Certamente a qualcuno non andrà bene questo modo operativo , ma queste decisioni arrivano dopo un analisi dell'ambiente dove stiamo vivendo ora . Sapevo che gli italioti erano male , ma non credevo che fossero così male... Avendo lavorato per dodici anni all'estero , ho maturato la consapevolezza che ci sono posti nel mondo dove ancora c'è spazio per muoversi e molta gente vede ancora il "potere" come qualcosa di nefasto , sicuramente non come qualcosa da adorare come si vede nella nostra penisola . Certamente alcuni pensano a società parallele , a comunità autosufficienti , lodevoli alternative a cui faccio i miei Migliori Auguri , ma rimango scettico , non dei progetti , ma della MAGGIORANZA del popolo italiota che avvallerà qualsiasi iniziativa del "potere" per distruggerle . Hanno tolto il diritto numero uno : "il lavoro per mangiare" , e pensate che si facciano scrupoli a dichiarare illegali certe iniziative , e usare la forza , sapendo che  il popolino li supporta . Ricordiamoci che lo stesso popolino la settimana scorsa ha applaudito il Pagliaccio Siculo mentre prendeva in giro il dolore di migliaia di famiglie dello stesso Paese...

 

 


sarah, LuxIgnis e Primadellesabbie hanno apprezzato
RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3053
 

Non intendevo esprimere un giudizio di coscienza su chi opera la sua scelta. Non è questa la critica per cui "tutti sono bravi a criticare".

Volevo solo puntualizzare che "l'arte di arrangiarsi", nel caso specifico, non va confusa con una forma di resistenza. E' solo una forma di accettazione. Lo riconosce anche lei, che infatti la pone  nell'ottica di un rimedio temporaneo in vista della fuga. 

Ho voluto precisarlo nel caso, forse remoto, che qualcuno volesse attribuire all'arte di arrangiarsi (cioè farsi il Passi cercando il contagio) una valenza di opposizione al sistema in via di insediamento, quando invece è l'opposto.


Papaconscio e R66 hanno apprezzato
RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 89
 

La penso esattamente come @MarioG : sentir dire di aver optato per un compromesso nel compromesso è un conto, ma vedere autocompiacimento nel credere di aver eluso il sistema quando invece si sta verificando l'esatto contrario, da un punto di vista di onesta intellettuale, crea come minimo un po' di disappunto.


Papaconscio hanno apprezzato
RispondiCitazione
dom
 dom
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 11
 

benvenuti nella vita reale, non critico anzi sostengo chi sta resistendo come può all'iniezione letale subendo da mesi minacce e pressioni inaudite sul lavoro, e spesso anche in famiglia, prima della tessera infame c'è la pura sopravvivenza, ossia no siero e sì stipendio, io sono andata via mesi fa, ho lasciato i miei figli nel belpaese, che studiano. a ostacoli tra dad tamponi e vili angherie, spero tanto mi raggiungano al più presto, non esiste un tessuto connettivo sociale in italia, ognuno si arrangia, ammiro il coraggio di chi si propone come untore, a rischio che qualche imbecille dopo aver preso il malanno targato covid, magari lo denuncia. Tipico italiano. 


RispondiCitazione
FrankDax
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 28
 

@MarioG

Buonasera , il mio "sono Tutti bravi a criticare" era rivolto generalmente , non a lei o a R66 , ma a chi non si pone la questione (come lo scrittore dell'articolo) che di fronte a certe scelte ci possono essere motivazioni che vanno al di là del semplice "cerco di fregarli" , chiaramente il caso della Signora che non vuole essere controllata e si consegna al controllo non ha senso ,  ma guadagnare Tempo in Guerra , può averlo , visto che lo Spazio (altra variabile in una Guerra) risulta decisamente , quasi impossibile , nel nostro paese .


RispondiCitazione
Luca VFR
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 61
 

Appartengo alla generazione di quelli la cui madre ti mandava a prenderti il morbillo perchè così almeno "te lo fai e non ci pensi più". Dato che almeno fino alla mia generazione han fatto tutti così da bambini e considerato che l'umanità non si è estinta utilizzando questa pratica, direi che l'andarsi a prendere il Covid che, specialmente nella variante chiamata Omicron, è decisamente leggera, sia nient'altro che il riproporsi della pratica dell'andare a prendersi il morbillo. Malattia che, da piccoli, si risolve in una settimana d'assenza da squola, cosa che i miei coetanei gradivano sempre, e che non lasciava strascichi. Adesso pare che il morbillo sia un concentrato di peste, TBC, vaiolo ed anche idrarto del ginocchio (ginocchio della lavandaia) per cui è obbligatorio fare il vaccino. Che io ricordi mai sentito, da ragazzo, di un bambino morto di morbillo anche perché, fosse successo, ne avrebbe parlato la stampa (di allora) per minimo una settimana. Addirittura queste malattie tipiche dell'infanzia le chiamavano: la prima malattia, la seconda la terza e la quarta e, se non ricordo male, c'era anche una quinta. Cioè si dava per scontato che un bambino, crescendo, dovesse attraversare queste malattie e nessuno si scandalizzava. E forse è anche per questo approccio pragmatico che le vecchie generazioni eran mediamente "più forti" delle giovani.


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 4902
Topic starter  

Se a Gates & c. riesce un vaccino contro il moralismo come forma mentis, gli perdono tutto!

Qui noto che la notizia viene da uno straniero che vive in Italia, non mi sono imbattuto in altre fonti, poi, e questo mi sorprende, prendo atto che ci sono persone che, nonostante il massacro informatico, alla prova dei fatti non si sono lasciate spaventare al punto che, a fronte di situazioni che nessuno ha il diritto di giudicare, hanno deciso di farsi la malattia (dalla lettura sembra che anche in altri Paesi ci sia chi ha scelto questa via, in questo caso, quindi, la conclamata arte di arrangiarsi non sarebbe una nostra esclusiva).

Come la notizia (se è vera) non sia, fin qui, emersa in rete è cosa da indagare e potrebbe aprire la strada a diverse considerazioni, anche il fatto di lasciarsi spaventare e spaventare, ma di riprendere il controllo di fronte a situazioni di necessità, è interessante e andrebbe approfondito. 

 


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3053
 

La gente non va a prendersi il covid da giovane per non prenderselo da vecchi (cosa che non ha senso, perchè il covid, a differenza del morbillo, muta continuamente).

Cioè: non vanno a immunizzarsi per ragionato calcolo sanitario; lo fanno per il passi. In questo modo rafforzano il nuovo regime del passi.


Papaconscio e R66 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pfefferminz
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 544
 

Non è un'esclusiva italiana. In un video ho sentito una signora austriaca, partecipante ad una manifestazione, che si lamentava di aver provato in tutti i modi di contagiarsi con il Covid, ma che non c'era riuscita. 

Ricordo che addirittura il prof. Drosten consigliava di contagiarsi, dopo aver fatto due vaccinazioni, per acquisire un'immunità più completa. 

Ci sono diversi studi secondo i quali i guariti da Covid hanno un'immunità duratura.

Se qualcuno volesse contagiarsi e il decorso non fosse blando, tenere presente che all'ottavo giorno può sorgere un'allergia che va curata con cortisone e antistaminici. Non tutti i medici lo sanno. (Dr. Wolfgang Wodarg) 


RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 89
 

Ahooo ma che siamo impazziti davvero?
Se neanche qui dentro si riesce a capire l'ABC la vedo davvero dura.
La metafora del morbillo mi sto sforzando di non commentarla, mi limito a correggerla: si va a prendere il lasciapassare.
Non si riesce ad affrontare ciò che la questione comporta, ok, si cede, va bene, ma testa bassa e muti, non ci si fa belli con il compromesso, edulcorarlo non cambia di una virgola il gesto, nell'insieme dei dissenzienti non si fa più parte, il sistema ringrazia.
Magari si evita il vaccino per qualche mese, questione di tempo con tale testa, se non sarà questa sarà la prossima...


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 4902
Topic starter  

Non mi sembra opportuno incoraggiare questa pratica, invece diffondere la notizia dell'esistenza del fenomeno può contribuire a incrinare il muro di paura sulla quale si regge l'assalto al buon senso.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 544
 

"Non mi sembra opportuno incoraggiare questa pratica,..."

Anche perché si rischia di beccarsi un patogeno diverso e forse più pericoloso del Covid, essendo il test PCR poco affidabile. La notizia comunque non è nuova e gira in rete da mesi. Qui di seguito un articolo in tedesco dell'agosto 2021.

"Coronapartys: Neues Phänomen in Frankreich. Junge Franzosen infizieren sich absichtlich mit Corona" (Coronaparty: nuovo fenomeno in Francia. Giovani francesi si contagiano intenzionalmente con il coronavirus) 

https://reitschuster.de/post/coronapartys-neues-phaenomen-in-frankreich/

 

 

Questo post è stato modificato 9 mesi fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: