Notifiche
Cancella tutti

Marsala tre della giunta indagati per voto di scambio


dana74
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 14010
Topic starter  

Marsala. Tre politici indagati per voto di scambio …

Marsala e il voto di scambio. Dopo tante “voci” di piazza circa buoni benzina, buoni spesa, ed altro, tre avvisi di garanzia sono stati notificati al neo Presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Sturiano che al momento della sua elezione a presidente dichiarò che sarebbe adoperato per “ridare dignità al massimo consesso cittadino”, al neo assessore all’Istituzione, Eleonora Lo Curto, e al Consigliere Michele Accardi.

Che fosse nell’aria un intervento della Magistratura era convinzione di molti, almeno questa era la sensazione in termini generali, e considerate le voci che si sono intrecciate per tutta la campagna elettorale, l’inchiesta della Magistratura appare come la logica conseguenza anche se fa una certa impressione i nomi degli indagati, tra i quali un ex deputato europeo e il consigliere più votato.

Dopo le elezioni parlammo di una giunta con molte perplessità ricordando come durante la campagna elettorale alla luce dell’incredibile situazione che è presente a Marsala sul versante dell’abusivismo edilizio, avevamo chiesto ai candidati sindaci se non ritenevano “etico” ed “opportuno” escludere dalle loro liste personaggi coinvolti, direttamente o indirettamente (genitori e parenti prossimi), in abusivi edilizi costieri specie se relativi a quegli abusivi che sembrano essere stati sanati con possibili dichiarazioni mendaci.

Nessuno rispose. Parlammo anche della delicata e grave questione dei buoni benzina “scoperti” e denunciati dal candidato sindaco. Si parlò a lungo nelle piazze anche di alcuni comportamenti censurabili di certi politici che poi sono stati eletti.

In alcuni casi dicerie, in altri, come quello dei buoni benzina portato all’attenzione del candidato Ombra alla Procura della Repubblica, e quello relativo alle strade “promesse” o fatte realizzare ad hoc, fatti che sono di competenza della Magistratura che ha aperto l’inchiesta per accertarne la veridicità.

Voto di scambio quindi, l’accusa mossa al neo Presidente del Consiglio Vincenzo Sturiano , ad Eleonora Lo Curto e Michele Accardi.

I fatti saranno accertati dalla Magistratura, ma appare evidente che Sturiano e la Lo Curto hanno ora il dovere di dimettersi dalle cariche rispettivamente di presidente del Consiglio e assessore, e con Michele Accardi sospendersi dai rispettivi movimenti politici.

Lo richiede l’etica e la trasparenza della cosa pubblica e se non lo facessero autonomamente, dovrebbero essere il Sindaco e il Consiglio Comunale ad intervenire per quanto di loro competenza.

Viste le voci insistenti di buoni benzina e buoni spesa, ed altri benefit (non ultimo quello del costo del voto …), c’è da chiedersi se alla fine il fenomeno non possa rilevarsi più eclatante e vasto di quanto ora non sia ipotizzato dalla Magistratura.

Fonte: http://www.osservatorio-sicilia.it/2012/06/16/marsala-tre-politici-indagati-per-voto-di-scambio/

Voto di scambio, falso, favoreggiamento. Indagati Eleonora Lo Curto, Michele Accardi, Vincenzo Sturiano

13,50 - Non rilascia alcuna dichiarazione invece sulla vicenda il Sindaco di Marsala, Giulia Adamo. Anche dall'ufficio stampa del Comune non dicono nulla: "Il Sindaco è fuori sede e rientra domani" è l'unica notizia che danno.

12,40 - Abbiamo raggiunto telefonicamente Eleonora Lo Curto: "L'unica cosa che ho scambiato con i miei elettori e l'onestà e la serietà a garanzia del mio impegno a sostegno dei loro diritti. Sono incredula e come me penso che lo siano tutti i cittadini marsalesi, avversari politici inclusi. Nessuno ha mai avanzato un dubbio sulla mia moralità e sono certo che questo procedimento non avrà un lungo seguito. Chiederò alla Procura di essere ascoltata al più presto, non ho nulla da rimproverarmi".

11,50 - La Procura ha eseguito, secondo alcune fonti, un provvedimento del procuratore Alberto Di Pisa. Nell'ufficio tecnico del Comune di Marsala la Guardia di finanza ha sequestrato documentazione relativa a lavori di manutenzione straordinaria (bitumazione) di alcune strade di periferia. Contestualmente, le Fiamme gialle della Procura hanno notificato informazioni di garanzia al neo presidente del Consiglio comunale, Vincenzo Sturiano, 37 anni, ex Ds, Pd e Mpa, rieletto con il Movimento popolare siciliano (con 1071 preferenze, è stato il consigliere più votato), all'assessore comunale alla Pubblica istruzione (ex deputato regionale ed ex europarlamentare del Mpa) Eleonora Lo Curto e al consigliere comunale Michele Accardi, eletto nella lista della Lo Curto.
Il reato di voto di scambio viene contestato anche ad alcune persone «vicine» ai tre politici, mentre di favoreggiamento devono rispondere altri che, interrogati nei giorni scorsi, avrebbero dichiarato il falso per «proteggere» uno dei tre politici indagati. L'indagine nasce dall'inchiesta di www.marsala.it che aveva ricevuto in redazione la lettera di un cittadino che voleva pubblicamente ringraziare Sturiano «per aver fatto asfaltare la stradina» che attraversa la sua contrada, nel versante nord del Marsalese, a circa sette chilometri dal centro cittadino.

11,00 - Proprio nel giorno in cui alla Camera dei Deputati ci dovrebbe essere il voto sulla nuova legge anticorruzione una nuova tegola si abbatte sull'Amministrazione di Marsala, guidata dal Sindaco Giulia Adamo. Secondo fonti non ufficiali - infatti - la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, guidata da Alberto Di Pisa, sta effettuando delle indagini per voto di scambio a carico di tre esponenti dell'Amministrazione Comunale. Si tratta di neo Presidente del Consiglio comunale di Marsala, Eleonora Lo Curto, assessore alla politiche scolastiche della giunta Adamo, e Michele Accardi, candidato al consiglio comunale nella lista Marsala al Centro (la lista Lo Curto). L'indagine della Procura di Marsala riguarda le ultime elezioni amministrative, i tre politici sono indagati per voto di scambio. Sono state sequestrate, inoltre, le carte dell'ufficio tecnico del Comune sui lavori di manutenzione di strade effettuati poco prima delle elezioni.

Per l'Amministrazione Adamo si tratta di una nuova ombra che si profila nel gruppo dirigente e politico che ha portato alla vittoria il nuovo Sindaco di Marsala. Qualche giorno fa si era registrato il pronunciamento della Cassazione che ha di fatto riaperto il processo per concorso esterno in associazione mafiosa ad un altro grande elettore di Giulia Adamo, David Costa. Ironia della sorte, anche qui la notizia si è avuta proprio nel giorno della presenza a Marsala del Procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso.

Dalla Procura non trapela nulla. Per Lo Curto, dirigente scolastico, le indagini riguarderebbero alcune denunce presentate da operatori scolastici e membri del corpo docente di Marsala.

Per Enzo Sturiano, invece, tutto partirebbe dall'inchiesta di www.marsala.it relativa alla ormai "famosa" stradella realizzata con tempistica sospetta (ma, a detta di Sturiano, in piena regola, poichè prevista nel piano triennale delle opere pubbliche) proprio alla vigilia della campagna elettorale che ha consentito a Sturiano di essere ancora una volta il consigliere primo degli eletti, con 1070 voti, a Marsala.

Cliccate qui per leggere la lettera di "ringraziamento" a Sturiano da parte di un cittadino sulla stradella.

Cliccate qui per legge l'intervista ad Enzo Sturiano in merito alla nostra inchiesta sulla stradella.

Qui sotto invece la nostra video - inchiesta:

http://www.youtube.com/watch?v=mvsiLiQF4FA&feature=player_embedded

http://www.marsala.it/cronaca/giudiziaria/item/59478-voto-di-scambio-avviso-di-garanzia-per-sturiano-lo-curto-e-accardi.html


Citazione
Condividi: