Notifiche
Cancella tutti

"Mio marito ucciso da 4 clandestini"


oldhunter
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 738
Topic starter  

“MIO MARITO UCCISO DA 4 CLANDESTINI”.
A LEI, NIENTE SOLIDARIETÀ BOLDRINI.

Giuseppe De Lorenzo

Federica Raccagni ha deciso di realizzare un video per denunciare la disparità di trattamento tra le vittime italiane e le vittime straniere: “Bene la solidarietà ad Emmanuel, ma io non ho ricevuto attenzioni”.

11 luglio 2016

Buonismo di Stato. Passerella. Opportunismo politico. Strumentalizzazione. Chiamatela come volete la corsa delle alte cariche dello Stato verso la prima fila ai funerali diEmmanuel, il nigeriano morto a Fermo dopo una lite con un ultrà locale.

C’erano tutti: Laura Boldrini, Maria Elena Boschi, Cecile Kyenge e altri ancora. Angelino Alfano è andato il giorno dopo la tragedia, quando ancora si sapeva poco o nulla della dinamica. Matteo Renzi ha detto che l’Italia non lascerà sola Chinyery. Giusto. Giustissimo: ogni tragedia merita rispetto.

O forse no. Ieri, infatti, non era un giorno qualsiasi: nella notte tra il 7 e l’8 luglo 2014 (due anni esatti fa), quattro albanesi entrarono nella casa di Pietro e Federica Raccagni,colpirono con una bottiglia il macellaio di Pontoglio e lo uccisero (1). Erano clandestini e facevano parte di una banda che aveva messo a soqquadro la zona. Federica, la moglie, ricorda ancora con dolore quel giorno. La morte del marito, i funerali e l’assenza dello Stato. Sì, assenza. Perché né il ministro dell’Interno, né Renzi, né l’allora Presidente della Repubblica andarono ai funerali di Pietro. Non c’era Maria Elena Boschi. Non c’era Cecile Kyenge a dichiarare che la clandestinità può portare alla malavita e la malavita distrugge la vita degli italiani. Non c’era Laura Boldrini al fianco di Federica, a rincuorarla, a dirle che lo Stato è con lei.

Per questo la processione al funerale di Emmanuel, la vedova Raccagni la chiama diversamente: discriminazione.

“Io sono vicina a Emmanuel e alla moglie – dice in un video (2) – perché conosco il dolore e cosa vuol dire un atto di violenza. Ma quello che mi ha più colpito è stata tutta la solidarietà che il governo ha dato alla vedova di Emmanuel e che io non ho ricevuto assolutamente. Si è mosso Alfano per andare al Paese della donna, il Presidente della Repubblica ha speso le parole per lei. Renzi ha detto di non abbandonarla. Ecco: volevo denunciare che io dal governo tute queste attenzioni non le ho avute”.

Niente. Per lei nessuna solidarietà. Nessuna passerella. “Si parla di discriminazione razziale – attacca Federica -: penso di averla avuta io la discriminazione razziale. Perché ci sono vedove di serie A e vedove di serie B. Ci sono vittime di serie A e vittime di serie B. Mio marito era una persona onesta, un marito esemplare, un padre esemplare, un cittadino onesto che ha sempre pagato le tasse. Ha contribuito a far crescere l’Italia. Era un uomo giusto e non ha ricevuto tutte queste attenzioni dallo Stato. Nonostante i miei richiami, nonostante io abbia fatto di tutto in questi due anni per sensibilizzare il governo”.

I familiari e amici di Pietro dovettero addirittura scrivere una lettera a Renzi per riuscire a farsi sentire (3). “Non sono stata tutelata prima e non sono stata tutelata dopo – conclude Federica – Che il governo si sia mosso per la vedova di Emmanuel va benissimo. Ma deve muoversi per tutti. Perché io in questi due anni ho conosciuto moltissime vittime italiane che hanno subito aggressioni e nessuno si è mai mosso. E questo non è giusto. Io voglio attenzioni. Io voglio che il governo ci tuteli. Si devono rendere conto che ci siamo anche noi italiani”.

Non serve aggiungere altro.

1. http://www.ilgiornale.it/news/politica/macellaio-ucciso-dai-ladri-bottigliate-i-giudici-non-volevan-1198931.html

2. http://www.ilgiornale.it/video/cronache/mio-marito-ucciso-4-clandestini-non-ho-ricevuto-attenzioni-1282268.html

3. http://www.quibrescia.it/cms/2014/07/23/omicidio-raccagni-una-lettera-a-renzi/

Fonte: http://www.maurizioblondet.it/mio-marito-ucciso-4-clandestini-niente-solidarieta-boldrini/

[/i][/b]


Citazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

Non conveniva mettere in evidenza che si sono messi quattro clandestini ad ammazzare un italiano.
Altrimenti qualche italiano poteva ragionare e dire perche mai i clandestini prima che si mettano a fare bande non vengono rispediti fuori dal paese,come fanno tutti i paesi della UE.

Il mainstream infatti non l ha messa tanto in rilevo la notizia, ma se un italiano per legittima difesa colpisce un clandestino che gli ha dato contro un cartello stradale, la Boldrina e l Etruria si mettono in gramaglie.

Ma mi raccomando,che non si dica che sono passerelle.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 30947
 

Si puo' solo riassumere cosi:

KYENGE si comporta da RAZZISTA

BOLDRINI si comporta da RAZZISTA (e fomenta il generismo).

In caso contrario avrebbero dovuto andare anche a questo funerale. Di solito chi lo fa lo e'.

Boschi e Alfano, vanno dove li mandano e non vanno dove non li mandano.


RispondiCitazione
mago
 mago
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 213
 

Puntualmente quando un Italiano reagisce per legittima difesa ed uccide un clandestino viene crocifisso dalla stampa e dalle istituzioni,a parti avverse nulla.


RispondiCitazione
Sven
 Sven
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 156
 

Serva Italia di dolore ostello...

Dove sono EMERGENCY-CGIL-ANPI e tutto il caravanserraglio che ha marchiato il luogo dell'aggressione di Mancini con un cartellone prontamente immortalato da Repubblica?

Ricordo una frase di Junio Valerio Borghese, forse anacronistica, forse non attinente pienamente, forse detta da uno ambiguo che si prestava a intelligenza con l'avversario, per i propri interessi.
Però alla televisione svizzera dichiarava: "Per questo oggi combatto contro i comunisti.."

E aggiungeva su per giù, con toni abbastanza bellicosi, che non lo disturbava affatto dirsi felice di poterli combattare, perchè costituiscono una eterna minaccia in mezzo a noi.

Ora ANPI EMERGENCY CGIL & Soci, in caso di blocco navale, respingimenti, espulsioni di massa, irregimentazione MILITARE dell'immigrazione selvaggia e pulizia delle città con metodi alla francese o spagnola, secondo voi che cosa farebbero?


RispondiCitazione
Condividi: