Notifiche
Cancella tutti

Ondata nera??


PietroGE
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3871
Topic starter  

Il Domani, quotidiano di De Benedetti, raccoglie il testimone da “Repubblica” e confeziona un’edizione contro Giorgia Meloni. La prima pagina regala ai lettori una “suggestione” iconografica che grida vendetta. La foto a tutta pagina di Sergio Mattarella davanti a una finestra, su sfondo nero e tetro. Il titolo: “Da solo di fronte alle destre”. Sottotitolo: “L’Onda nera“. Sommario: “Per tutta la legislatura Mattarella ha provato ad arginare le spinte antisistema. Che ora sono invece più forti che mai”....

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-aspettatevi-tutto-queste-settimane-useranno-ogni-mezzo-318575.htm
Con i «neofascisti» Fratelli d'Italia al governo l'Italia rischia un futuro «tetro». Il New York Times e il londinese Guardian mettono sotto la propria lente l'ascesa di Giorgia Meloni e parlano di «sviluppo allarmante» per il nostro Paese, ora che il governo è caduto e le elezioni si avvicinano. Il commento del New York Times, a firma di David Broder, definisce un «evento sismico» l'eventualità che per la prima volta «un partito di estrema destra arrivi alla guida di una grande economia dell'Eurozona»....

..........................................................................................................................................................................................................................................

Quando arrivano gli articoli sul fascismo alle porte e dietro ogni angolo vuol dire che la campagna elettorale è iniziata sul serio. In attesa del principe del 'fascismo alle porte', cioè Formigli su La7, possiamo goderci lo spettacolo del gioco di sponda tra i correligionari De Benedetti sul suo giornale 'Domani' e David Broder sul NYT. C'è qualche accusa specifica, tipo amicizia con Putin o un programma economico sgangherato, un qualche attentato alla democrazia? Non sembra, nel sottofondo l'accusa più grave è l'amicizia con Orban ormai considerato il pericolo pubblico numero 1 in Europa. E perché mai? Forse per la sua ostilità all'immigrazione?  Ecco quello che dice Orban : https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-rsquo-ungheria-non-vuole-mescolanza-razze-rdquo-viktor-318581.htm

La migrazione incontrollata rappresenta una minaccia permanente, ha sostenuto Orban, secondo cui i popoli dell'Europa occidentale ormai "si mescolano" con razze extra-europee, mentre gli ungheresi "non vogliono mescolarsi. Entro il 2050, in Europa occidentale non esisteranno più nazioni, ma solo una popolazione incrociata. Noi, qui, nel bacino dei Carpazi, lottiamo contro un destino simile"."Se non avremo una svolta demografica, la nostra popolazione sarà sostituita presto da stranieri", ha aggiunto Orban. Nella prospettiva del premier ungherese, l'Occidente è in declino, la sua spinta propulsiva si starebbe esaurendo, mentre "il vero Occidente, l'Europa cristiana" sarebbe rappresentata da politici sovranisti come lui...

Ah, adesso si capisce perché è stato messo all'indice in particolare dal popolo 'eletto' e dal suo 'focolare' in MO. Hanno paura ...di essere copiati.


sarah, Bertozzi e BrunoWald hanno apprezzato
Citazione
BrunoWald
Trusted Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 81
 

Entro il 2050, in Europa occidentale non esisteranno più nazioni, ma solo una popolazione incrociata. Noi, qui, nel bacino dei Carpazi, lottiamo contro un destino simile"."

Ciò dimostra che, dopotutto, era preferibile essere invasi dai sovietici che dagli americani.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3871
Topic starter  

Ciò dimostra che, dopotutto, era preferibile essere invasi dai sovietici che dagli americani.

No perché : 1) Il fenomeno dell'invasione sistematica dell'Europa è cominciato alla fine degli anni '70 (prima c'erano in alcuni Paesi europei i cosiddetti 'Gastarbeiter') e allora l'URSS era già in declino. 2) Gli americani, in particolare i bianchi (ma non solo loro) sono anch'essi vittime dell'invasione dal terzo mondo. 3)I popoli dell'Europa occidentale non hanno scelto di mescolarsi con quelli del terzo mondo, come uno potrebbe dedurre da quello che dice Orban, l'invasione è stata imposta loro da élite a servizio di lobby che avevano in mente di vendicarsi per quello che (secondo loro) era successo durante la WWII. Ricordo che Gregor Gysi, ebreo tedesco, è stato l'unico a dire chiaramente che l'immigrazione in Germania c'era perché c'era stato l'olocausto. I popoli europei sono sempre stati contrari all'invasione, agli inizi degli anni '80, quando è iniziata in Germania l'invasione degli 'Asylanten', i sondaggi dimostravano che il popolo tedesco era fortemente contrario a questa immigrazione. 4) Qui si vede come sia importante il controllo dei media e quindi la manipolazione dell'informazione, Come si vede ora (non solo) in Italia, chi è contrario viene immediatamente criminalizzato, spesso da chi, a casa propria, conduce da decenni la pulizia etnica del Paese.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3871
Topic starter  

Come volevasi dimostrare :

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-39-amministrazione-americana-considera-orripilante-prospettiva-318802.htm

«Corriamo il pericolo più grave nella storia della Repubblica». Addirittura, ingegner De Benedetti? «Mai finora avevamo vissuto il rischio di uscire dalla nostra collocazione internazionale, di rompere le nostre alleanze storiche. Neppure nel 1948». Allora c'erano i comunisti. «Ma dopo l'attentato a Togliatti furono proprio i sovietici, nel loro cinismo, ad avvertire i comunisti di casa nostra di non provare a fare la rivoluzione. La linea era tracciata: c'era stata Yalta; poi ci sono stati i trattati di Roma che hanno creato l'Europa. L'Italia è stata messa sui binari. Ora, per la prima volta, rischia di deragliare».

Perché dice questo?

«Perché la vittoria della destra alle prossime elezioni sarebbe una catastrofe».....

Perché? Giorgia Meloni ha espresso posizioni di destra.

«No. Non è una questione ideologica. Qui non abbiamo di fronte i conservatori britannici. La nostra destra è biecamente fascista e nazionalista. La Meloni ha detto in sostanza: abbasso Bruxelles, viva le nazioni. Il suo modello è Orbán. Con lei alla guida, l'Italia diventerebbe come l'Ungheria».

Ma l'Europa ormai c'è. E ci sono i fondi del Pnrr.

«Con questa destra tutto è a rischio, anche il Pnrr. Bruxelles, Parigi, Berlino ci frapporrebbero ogni sorta di ostacolo, per evitare il contagio. Si ricordi che in Germania hanno Alternative für Deutschland. In Francia Marine Le Pen è al 42% e ha portato novanta deputati all'Assemblea Nazionale. Poi c'è l'America».

Che c'entra l'America?

«So per certo, dalle mie fonti nel Dipartimento di Stato, che l'amministrazione americana considera orripilante la prospettiva che questa destra vada al governo in Italia».

Salvini le sembra meno peggio della Meloni?

«Salvini è un personaggio da bar. Ha aperto la campagna elettorale proclamando che con lui non entrerà un solo immigrato. Che fa, gli spara a vista? Siamo seri. Salvini mi ha pure querelato, quando gli diedi dell'antisemita. E ho vinto la causa

Perché antisemita?

«Perché ha corteggiato Casapound e Forza Nuova. Se non sono fascisti quelli... Lui si è proclamato amico di Israele; ma una cosa è Israele, un'altra sono gli ebrei»..................


RispondiCitazione
Condividi: