Notifiche
Cancella tutti

Procuratore di Genova: è delirante l'ipotesi dell'attentato al ponte!


[Utente Cancellato]
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 421
Topic starter  

Stando a quanto riportato in un articolo del "Giornale" ci sarebbero queste novità:

"Il progetto di rinforzo approda sul tavolo degli uffici del ministero il 13 marzo, dopo il nulla osta ricevuto il 1° febbraio dal comitato tecnico. Un verbale sequestrato dagli inquirenti, perché nel dare via libera ai lavori il provveditorato si era anche soffermato sui metodi «fallaci» usati da Autostrade per valutare la robustezza e la tenuta del calcestruzzo. Lasciando presagire che il deterioramento del viadotto potesse essere superiore a quanto rilevato. Ma è durante l'attesa dell'approvazione del progetto dal ministero, che arriverà solo quattro mesi dopo, che emerge l'«urgenza» di rinforzare il ponte.

È la stessa Autostrade a sollecitare un'accelerazione burocratica per partire coi lavori: il 28 febbraio, rivela l'Espresso, la concessionaria scriveva al ministero segnalando l'«urgenza che riveste la conclusione dell'iter approvativo dell'intervento» al fine di un «incremento di sicurezza necessario sul viadotto Polcevera». Una comunicazione ordinaria, secondo Autostrade. Un allarme inascoltato, secondo altri. [bEppure tra tutte queste mail, contatti e pareri non ci sarebbe traccia di prescrizioni rispetto a sospensioni o riduzioni del traffico sul ponte che avrebbero potuto evitare la tragedia.[/b]

L'ultimo documento all'attenzione dei magistrati è stato sequestrato insieme con molti altri due giorni fa dalla Guardia di finanza. È datato 11 giugno, dieci giorni dopo il giuramento del nuovo governo gialloverde e l'insediamento del neo ministro Danilo Toninelli. Si tratta del decreto, come ha rivelato ieri il Corriere, con cui la Direzione di vigilanza sulle concessioni autostradali ha dato il via libera al progetto esecutivo di rinforzo degli stralli del viadotto, presentato da Autostrade.

I lavori sarebbero dovuti partire a settembre, per sopperire «alla progressiva perdita di funzionalità relativa alle pile 9 (quella crollata, ndr) e 10 del Polcevera», riporta l'ufficio del ministero nel parere favorevole: «L'intervento proposto allunga la vita degli stralli, fondamentali per la statica del ponte». Un rinforzo fondamentale. È proprio sull'iter autorizzativo di tale intervento, passato al vaglio di ministero e provveditorato per le opere pubbliche, che si concentrano le attenzioni degli inquirenti per individuare eventuali falle nella valutazione del pericolo e della mancata chiusura del viadotto.

Insomma sembra che molti, a partire dalla stessa società, sapessero delle condizioni di pericolo del ponte ma nessuno si è preoccupato di far chiudere quel ponte in attesa dei lavori necessari o almeno di diminuirne il traffico...neppure il nuovo governo (ma intanto di maio accusa solo d'alema e tutti gli altri ministri del PD) ....capisco che non sarebbe stata una decisione semplice ma non prenderla è stata la peggiore!

Poi c'è questo:

Sulle ragioni del crollo, il procuratore capo Francesco Cozzi ha bollato come «delirante» l'ipotesi di un attentato rilanciata ieri da Enzo Siviero, 73 anni, un ingegnere padovano ed ex docente all'Università di Venezia: «La dinamica è compatibile - ha dichiarato il professore -. Se sono state messe delle microcariche di un certo tipo, in pochi secondi salta. È un'ipotesi che valuto sopra il 50%». «Nessuna evidenza di esplosione, né tracce di bombole di acetilene - precisa Cozzi - Si parla di lampi e fulmini. Valutiamo tutto ma non le ipotesi fantasiose».

Ora che i "complottisti" alla Dagospia dicano cose deliranti potrei anche crederci ma che lo faccia un ingegnere anche ex professore universitario a me francamente sembra poco credibile...mi domando se quest'altro esimio procuratore abbia effettivamente in mano elementi tali da escludere senza se e senza ma quell'ipotesi dell'attentato oppure se lui e solo lui ha deciso che si tratta di un'ipotesi "delirante".


Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3223
 

C'e' da aggiungere che sono comparsi filmati da parte di telecamere di aziende in loco che parrebbero talmente importanti al procuratore capo da averlo indotto al loro segretamento. Qualcosa di grosso e' in arrivo: si spera.


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
 

cozzi fa parte del sistema....
divenuto procuratore capo, ossia che decide che impronta dare alle indagini ,alcuni giorni prima del crollo..non è un caso
prima si era distinto come semplice magistrato come aver ordinato di perseguitare la lega ovunque cancellando tutti i suoi conti di 49milioni senza aver mai quantificato la somma veramente distratta che secondo le testimonianze e le indagini non supera il mezzo milione di euro ..
è come se uno di voi avesse 500euro di multa e gli sequestrano tutto il conto corrente di 50mila euro.

Ovvio che si tratta di una operazione politica per bloccare la lega alla prossima elezione europea
cosi' come l'intera indagine sulla lega partita alcuni anni fa non ha portato sostanzialmente a nulla di concreto se non quello di far precipitare la Lega dal 9% al 4% all'epoca per cui fu defenestrano Bossi analoga indagine sulla margherita poi pd,portò all'accertamento di ruberie per 20milioni di euro ma li Lusi come il compagno Greganti non parlò o meglio si rimangiò quanto aveva affermato ossia che i vertici Rutelli Franceschini Del Rio sapevano...ed i giudici non hanno indagato oltre...come fece anche Di Pietro nei confronti del PDS per questo poi ministro nel governo Prodi;se i giudici facessero analoghe indagini su ogni partito la distrazione di 500mila euro è roba da poveracci...il solo Batman romano se ne era spesi da solo molti di più....ma non si è mai sognato di andare fino al vertice e bloccare i fondi di forza italia...)

infine cozzi era stato nel governo prodi(quello che ha privatizzato le autostrade regalandole a pochi denari ai Benetton)come capo di gabinetto nel ministero per i rapporti col parlamento(come ci ricorda Blondet)

quindi costui mai dovrebbe indagare sul ponte Morandi per vari motivi...
anche se fosse stata cattiva manutenzione ci sarebbe conflitto di interesse visto che Benetton e lui si sono abbeverati nel PD


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
 

cozzi ha deciso che l'attentato è fantasioso senza aver indagato quella pista giudicandola fantasiosa...non si sa perchè..

quindi agisce in maniera dogmatica..e come si sa il primo modo per non trovare cause e colpevoli è quello di prediligere una pista invece di altre..
parla di acetilene come si le bombe si facessero come 100anni fa..
non c'è volontà di trovare la cause..
eppure sia un grande ingegnere come Siverio l'accredita e lui con nessuna conoscenza tecnico-scientifica(ed ad oggi nessuna commisione tecnica da lui nominata ha concluso indagini) la scarta..ma come è possibile che un non competente scarti una pista?Questo il vero pericolo della magistratura la sua soggettività ,per me andrebbe abolita vista la sua pericolosità e arbitrarietà!
Meglio non avere nessun colpevole che averne di sbagliati...tutti siamo a rischio..

e l'ingegnere è stato subito cacciato dalla commissione SPEA
poi Brencich che aveva alla fine detto ''non ci sono ragioni perchè sia crollato il pilastro'' ed ecco per magia cacciato pure lui dall'altra commissione...
mentre all'inizio quando incolpava il crollo della campata al cedimento degli stralli (senza parlare del crollo del pilastro) veniva riportato da tutti i media piu volte al giorno ,poi appena parla dell'inspiegabile crollo del pilastro(il che ovvio che insinua cause diverse..come la bomba)ecco ecco che non viene piu intervistato e poi cacciato dalla commissione..

questo è un chiaro segno che chi dirige i media è a conoscenza dell'accaduto e delle reali cause e decide quali interviste rimandare in loop per imprimersi nella mente e nell'inconscio di chi ascolta e quali no..

cosi' come ne sono a conoscenza il ministro dell'interno (che si sta comportando come Cossiga con Ustica)e altri...di sicuro i servizi(nella commissione è stato inserito un consulente dei servizi,perchè?Immagino per depistare e di pilotare le indagini e indicare gli elementi avversi alla versione ufficiale e segnalare a chi di dovere perchè venga sostituito)

infine ricorderei a cozzi che la cosiddetta tesi fantasiosa è la stessa che fu negata per Ustica come tesi fantasiosa..
il crollo strutturale per mancata manutenzione in entrambi i casi fu l'unica tesi ufficiale dei periti,dei giudici,dei politici ,dei media per i primi due anni...e rimase la principale per 9anni solo dopo 9anni si passò alla tesi bomba avendo ritrovato dell'esplosivo sui reperti...
dopo 30-40anni l'unica tesi rimasta è quella del missile..ma solo in sede civile ci è stato una decisione (condannata l'aeronautica per non aver garantito la sicurezza dei voli ed aver depistato e quindi permesso l'abbattimento tramite missile) ma nessun verità in sede penale..
in ogni caso è rimasto oscuro chi ha lanciato il missile :francia o USA
e cosi' rimarrà..

sto verginello di cozzi parla come se vivesse sulla luna...come se l'Italia da 60anni non fosse stata funestata da ogni sorta di attentati di cui mai svelati i mandanti...ed altri per cui ci sono voluti 40anni per accertare che fosse un attentato(caso Ustica)e non un crollo strutturale e senza cmq colpevoli e mandanti...

ma lo strapotere della magistratura è tale che nessuno può fare niente e nessuno può obbligare cozzi di indagare anche per la bomba oddio lo potrebbe fare il csm o il suo capo Mattarella ed è per questo che ogni presidente in Italia è stato sempre eletto col beneplacito delle grandi potenze vincitrici della seconda guerra mondiale che nel nostro caso sono USA,UK,Francia..appartenendo noi al blocco Nato.
Se al posto di cozzi ci fosse stato un capo procura oggettivo che prima indaga e poi esclude le piste e non che esclude le piste senza indagare..purtroppo anche in quel caso avremmo visto il csm e mattarella spostarlo o ammonirlo o cambiare
procura... nel caso si ostinava finiva come falcone e borsellino...

Nono dimenticherei che la procura di genova è anche incaricata di indagare sulle denunce ai magistrati della procura di Siena per le presunte mancate indagini sull'uccisione di Rossi dei Monti di Paschi di Siena cassaoforte del PD..
Anche qui si può notare un leggerissimo conflitto di interesse anche senza ritenere nessuno del PD colpevole di quell'omicidio di sicuro molti del pd sono responsabili delle ruberie e dei prestiti senza garanzie concesse dal MPS a amici del partito(in primis De Benedetti 800milioni per Sorgenia e Marcegaglia 600milioni che mai torneranno indietro....).

Chi ha ucciso Rossi è senza dubbio qualche entità massonica che non voleva fossero rivelati i legami tra i debitori e chi aveva concesso dall'alto i prestiti senza garanzia..e derubricarlo a suicidio con indagini sommarie(penso solo all'orologio che viene gettato dalla finestra 20minuti dopo di Rossi,mai rilevato nelle indagini, il che implicherebbe due sole cause o che l'orologio si sia suicidato o che che chi ha gettato l'orologio ha gettato di sotto pure Rossi) è molto grave.
Varie testimonianze riportano festini(vedi le IENE) in cui erano coinvolti magistrati che quindi a rischio ricatto in future indagini...

Ora a tutto questo dovrebbe guidare le indagini cozzi...
Penso che non si arriverà a niente..e si concluderà che i magistrati di Siena hanno fatto il loro dovere e se ci sono state mancanze saranno come al solito giudicate colpose ossia errori..


RispondiCitazione
Condividi: