Notifiche
Cancella tutti

Raggi, ecco il primo ostacolo:non riesce a formare la giunta

Pagina 1 / 2

helios
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 16537
Topic starter  

Raggi, ecco il primo ostacolo: non riesce a formare la giunta

Virginia Raggi ha indicato sinora solo pochi nomi per la squadra di governo della Capitale: e anche le nomine già consolidate fanno discutere
Ivan Francese - Mer, 29/06/2016 - 12:27
commenta

La fascia tricolore è ancora fresca di bucato che Virginia Raggi deve già affrontare il primo ostacolo della sua carriera di sindaco di Roma.

Il nuovo primo cittadino, difatti, sta correndo contro il tempo per comporre la squadra della giunta, di cui sono noti solo pochissimi nomi. Beppe Sala a Milano e Chiara Appendino a Torino hanno già svelato da giorni l'organigramma del proprio esecutivo. Dalle parti del Campidoglio, invece, lo staff del primo sindaco grillino della Capitale ricerca febbrilmente i nuovi assessori.

Per ora i nomi certi sono solamente Paolo Berdini all'Urbanistica, Luca Bergamo alla Cultura, Paola Muraro all'Ambiente. Più il contestatissimo Andrea Lo Cicero allo Sport e Flavia Marzano alla "Smart City".

Restano da sciogliere molti nodi importanti, per altrettanti assessorati "di peso": a partire da quello al Bilancio, che dovrebbe andare ad un ex assessore di Ignazio marino, Daniela Morgante, dopo il rifiuto del dirigente Consob Marcello Minenna. Un altro "gran rifiuto" è stato quello del professore del Politecnico Marco Ponti, che ha declinato l'offerta della poltrona di assessore ai Trasporti.
Il caso Frongia

Ma il caso che più fa discutere è quello di Daniele Frongia, nominato capo di gabinetto del sindaco dopo aspre polemiche. L'opposizione di sinistra in Aula Giulio Cesare, infatti, rimprovera alla Raggi di aver scelto come capo di gabinetto un consigliere comunale eletto Che in base alla Legge Severino non potrebbe firmare impegni di spesa né atti esterni all'amministrazione.

Il Campidoglio ha proceduto alla nomina comunque, facendo sapere con una nota dell'ufficio stampa che l'incarico era stato conferito "dopo aver acquisito i pareri favorevoli, dai quali è emersa l'assenza di qualunque incompatibilità o inconferibilità".

Le nomine dovrebbero essere ufficializzate il 7 giugno, e comunque entro e non oltre il 13. E per la nuova squadra c'è già un soprannome appena coniato: "Il Raggio magico"

http://www.ilgiornale.it/news/politica/raggi-ecco-primo-ostacolo-non-riesce-formare-giunta-1277321.html


Citazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 1 anno fa
Post: 10314
 

tutti nomi di un certo livello

😆 😆 😆


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 16537
Topic starter  

tutti nomi di un certo livello

😆 😆 😆

D'altra parte il nuovo che avanza non è nemmeno tale.

La Raggi voleva andare con la giunta Marina ma poi Grillo bloccò il tutto.

.....

La Raggi voleva entrare in giunta con Marino

La rivelazione dell'ex primo cittadino: "I nostri programmi erano simili, poi Grillo bloccò l'operazione". Rita Dalla Chiesa si schiera con Marchini
Massimo Malpica - Ven, 03/06/2016 - 08:14
commenta

Candidata di rottura ma non troppo. Virginia Raggi ha rischiato di essere nella squadra che governava il Campidoglio già nella passata giunta, quella guidata da Ignazio Marino, chirurgo prestato alla politica sotto le insegne del Pd, che poi lo ha restituito alla medicina costringendolo alle dimissioni.

Il retroscena emerge da un'intervista de Linkiesta all'ex primo cittadino, che elargisce giudizi sui candidati alla sua successione a pochi giorni dalle elezioni. Sulla Raggi, Marino ricorda che è una «persona molto severa». Ma, soprattutto, rispolvera la «proposta indecente» fatta ai grillini appena eletto. La Raggi «mi venne a trovare insieme agli altri tre consiglieri grillini», ricorda Marino. «Mi portarono il loro programma che per l'80 per cento era sovrapponibile al mio. Allora gli proposi di entrare nel governo della città. Loro dissero di sì. Poi chiesero un parere alla rete, che confermò la loro decisione. Alla fine, però, Beppe Grillo bloccò tutto». Quanto basta, secondo Marino, per essere perplessi «sulla loro reale volontà di governo». La ricostruzione, ricalca quanto accaduto a giugno 2013. Marino chiese al M5S di indicargli un nome - di donna - come assessore alla Sicurezza. La proposta si tramutò in sondaggio rivolto agli iscritti romani pentastellati: «Sei d'accordo con il fornire uno o più curricula allo staff di Marino?». A scegliere l'assessore in caso di vittoria del sì sarebbe stata una commissione interna al movimento, ma evidentemente la papabile numero uno era la Raggi, unica donna eletta in consiglio comunale dal Movimento. Nel giorno delle votazioni, arrivò in effetti l'intervento a gamba tesa di Beppe Grillo che tagliò corto: «M5S non fa alleanze, il voto non ha alcun valore». Il sondaggio si concluse con la vittoria del «sì», ma la parola di Beppe mise a tacere tutti: i consiglieri comunali abbozzarono («La sicurezza non è il nostro forte», si giustificò uno di loro) e rimasero all'opposizione, la Raggi non entrò in giunta.

..............
http://www.ilgiornale.it/news/politica/raggi-voleva-entrare-giunta-marino-1266918.html


RispondiCitazione
SanPap
Reputable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 475
 

tutti nomi di un certo livello

😆 😆 😆

Non essere contento ...
questo è un termometro del merdaio in cui è ridotta Roma
hanno paura di sporcarsi (al bilancio hanno dato le dimissioni 2 assessori di Marino) e di inimicarsi pd+pdl (se lavorano con il movimento poi come potranno continuare a rubare, a sperare di ottenere poltrone distribuite a pioggia ?)
sei proprio sicuro di essere contento che vincano quelli che hanno ridotto il paese ad un cumulo di macerie


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 1 anno fa
Post: 10314
 

sanpap

smettila di guardare il naso...

il 5s rappresenta la continuazione di quello che ha fatto il pd/l nei decenni passati

dovrei gioire della vittoria di 4 riccastri ipocriti che con qualche sorrisino prendono per il kulo i più?


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 16537
Topic starter  

il 5s rappresenta la continuazione di quello che ha fatto il pd/l nei decenni passati

assolutamente si.
Guardare il link sopra di quello che dice Marino.
Il programma era sovrapponibile al loro.

Il nuovo che avanza non esiste, al massimo è qualcosa di copiato e come si dice da quando è arrivata la Raggi e i 5telle a Roma : speriamo facciano meno danni possibili!

Non entro nel merito di quello che sta facendo Grillo nel movimento che è una cosa indecente.
I quattro fessacchiotti che lo seguono o sono spiantati o sono ignoranti.
Per cui si capisce il pianto della Raggi.

I ragazzi meravigliosi sono meravigliosi perchè ignorano quello che sta facendo Grillo con l'aggravante che lo lasciano fare.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 1 anno fa
Post: 10314
 

il 5s rappresenta la continuazione di quello che ha fatto il pd/l nei decenni passati

assolutamente si.
Guardare il link sopra di quello che dice Marino.
Il programma era sovrapponibile al loro.

Il nuovo che avanza non esiste, al massimo è qualcosa di copiato e come si dice da quando è arrivata la Raggi e i 5telle a Roma : speriamo facciano meno danni possibili!

Non entro nel merito di quello che sta facendo Grillo nel movimento che è una cosa indecente.
I quattro fessacchiotti che lo seguono o sono spiantati o sono ignoranti.
Per cui si capisce il pianto della Raggi.

I ragazzi meravigliosi sono meravigliosi perchè ignorano quello che sta facendo Grillo con l'aggravante che lo lasciano fare.

cito

«Mi portarono il loro programma che per l'80 per cento era sovrapponibile al mio.

più chiari di così non si può


RispondiCitazione
SanPap
Reputable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 475
 

Se fossi la Raggi chiederei a Ferdinando Imposimato o a Dario Fo di accettare l'incarico di assessori al Bilancio; ci vogliono Uomini non ominicchi, nell'accezione di Leonardo Sciascia; potrebbero accettare l'incarico pro tempore, giusto il tempo di capire perché 2 assessori al bilancio di Marino hanno dato le dimissioni e hanno assunto un profilo basso tanto da sparire. Non sanno leggere il bilancio ? Forse, ma accettato l'incarico basterebbe loro schioccare le dita e molti "comunali", che il bilancio lo conoscono a menadito, accorrerebbero in loro aiuto.
Bisogna scardinare una volta per tutte il malaffare, ci vogliono Uomini ormai al di sopra del bene e del male. Ricordate Rodotà ?


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 845
 

"bisogna scardinare una volta per tutte il malaffare" i 5S? dai SanPap...proprio tu? certe cose non si possono scardinare. Sono frutto di una cultura, di una economia, di un modo di vivere e di pensare che dura da secoli o millenni. Si imparano dai genitori certe cose. Aggiungici il Vaticano con il Clero e noterai che ci sono le ragnatele di potere in Italia! Nel bene o nel male se vuoi scardinare certe cose ci vogliono i supermercati vuoti, un Robespierre di turno per la parte iniziale ed uno Stalin per il consolidamento. Francamente non lo consiglio a nessuno.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 3719
 

Non esistono uomini al di sopra del bene e del male come auspica Sanpap, ma allora come possiamo fare annibale51? 😯


RispondiCitazione
SanPap
Reputable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 475
 

Non esistono uomini al di sopra del bene e del male come auspica Sanpap, ma allora come possiamo fare annibale51? 😯

basterebbero dei "sono fuori dal tunnel del divertimento ..." di caparezziana memoria.


RispondiCitazione
SanPap
Reputable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 475
 

"bisogna scardinare una volta per tutte il malaffare" i 5S? dai SanPap...proprio tu? certe cose non si possono scardinare. Sono frutto di una cultura, di una economia, di un modo di vivere e di pensare che dura da secoli o millenni. Si imparano dai genitori certe cose. Aggiungici il Vaticano con il Clero e noterai che ci sono le ragnatele di potere in Italia! Nel bene o nel male se vuoi scardinare certe cose ci vogliono i supermercati vuoti, un Robespierre di turno per la parte iniziale ed uno Stalin per il consolidamento. Francamente non lo consiglio a nessuno.

mentre scrivevo queste poche righe pensavo ad un signore, un "imprenditore", che entra negli uffici comunali e "suggerisce" quali siano le fatture da pagare e quella da procrastinare; chi non viene pagato (dal comune) deve ricorrere ai cravattari (gli strozzini per i non romanofoni);
il figlio di questo signore era compagno di scuola di mio figlio; a fine anno sono andati a fare la gita scolastica, 8 giorni; quel signore ha dato al figlio una carta prepagata di 80.000 euro, 10.000 per giorno ...
gentilmente offerta dai cittadini in cravatta.


RispondiCitazione
Storno
Reputable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 483
 

La giunta capitolina, come ha dichiarato la Raggi, è già pronta da ben prima del ballottaggio, solo che alcuni assessori hanno richiesto riservatezza.
Quindi, siccome la Raggi è honesta e non bugiarda, si sta semplicemmente prolungando la riservatezza.


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 845
 

@gaia e SanPap: francamente non so come si dovrebbe fare, escludendo Robespierre e Stalin l' ultimo che mi sembra il più tranquillo come rivoluzionario mi sembrerebbe Khomeiny, l' iraniano, qualcosa di buono e duraturo pare lo abbia fatto e senza nemmeno tanti morti. Ecco, forse per una rivoluzione poco dolorosa prendere spunto lì. A pensarci potrebbe essere come Martin Lutero.


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 845
 

@penta: la Raggi non è che non vada bene perché M5S, più semplicemente non andrà bene perché avvocato, e già comincia con modi e tempi da avvocato. Per governare bene e fare le leggi chiare ci vogliono gli ingegneri e le massaie, non gli avvocati. E' per questo che l' Italia non va...tutti vogliono fregare!


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: