Notifiche
Cancella tutti

Siria,Roma,hanno sostenuto la guerra ora chiedono pace


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8228
Topic starter  

Il 2 settembre a Roma manifesteranno per la pace in Siria associazioni varie che hanno in questi anni sostenuto la guerra al governo di Damasco.

I servizi e la visibilita' mediatica sono assicurate dalla presenza tra i firmatari anche dei sindacati dei giornalisti.

Alleghero' di seguito uno scritto di Vincenzo Brandi del Comitato NoNato e Rete NoWar.


    Citazione
    marcopa
    Illustrious Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 8228
    Topic starter  

    IL 2 SETTEMBRE LE "SOLITE" ORGANIZZAZIONI CHE FIN DALL'INIZIO HANNO SOSTENUTO LA CAUSA DEI COSIDDETTI "RIBELLI" CHE DA 5 ANNI CERCANO DI DESTABILIZZARE UN PAESE CIVILE, LAICO E SOVRANO, COME LA SIRIA, CONTRIBUENDO AD INSANGUINARLO E A RIDURLO ALLO STREMO, ORA MANIFESTANO PER LA "PACE".

    LA LOCANDINA E GLI AMBIGUI COMUNICATI ALLEGATI SOTTO SONO UN CAPOLAVORO DI IPOCRISIA. C'E' UNA SOLA STRADA PER RIPORTARE LA PACE IN QUEL MARTORIATO PAESE:

    PORRE FINE ALLE DURISSIME SANZIONI CON CUI L'ITALIA E ALTRI PAESI OCCIDENTALI STANNO AFFAMANDO LA SIRIA PER RENDERE IMPOSSIBILE LA VITA ALLA POPOLAZIONE; CHE INFATTI E' COSTRETTA AD EMIGRARE IN MASSA. -

    PORRE FINE AL CONTINUO AFFLUSSO DI FINANZIAMENTI, ARMI E MERCENARI CHE ALIMENTANO LE BANDE TERRORISTE E JIHADISTE CHE OPPRIMONO IL PAESE CON LA COMPLICITA' DI MOLTI PAESI OCCIDENTALI, E DEI LORO ALLEATI, COME LA TURCHIA, L'ARABIA SAUDITA ED IL QATAR. -

    PORRE FINE ALLA CONTINUA CAMPAGNA MEDIATICA DI FALSITA' AMMANTATE DA FINTE MOTIVAZIONI UMANITARIE NEI CONFRONTI DELLA SIRIA. -LASCIARE CHE I SIRIANI DECIDANO DA SOLI IL LORO DESTINO E DA CHI VOGLIONO ESSERE GOVERNATI.

    Vincenzo Brandi (della lista Comitato No Nato e lista NO WAR)

    http://www.liberainformazione.org/wp-content/uploads/2016/08/LOCANDINA-DEF-SIT-IN-SIRIA.pdf

    http://www.liberainformazione.org/2016/08/29/sit-in-per-la- pace-in-siria-di-associazioni-e-fnsi/Sit-in il 2 settembre per la pace in Siria 29 agosto 2016

    http://www.articolo21.org/2016/08/in-piazza-per-chiedere-pace-in-siria-il-2-settembre-sit-in-di-associazioni-e-fnsi/In piazza per chiedere pace in Siria. Il 2 settembre sit-in di associazioni e Fnsi Antonella Napoli 26 agosto 2016


    RispondiCitazione
    oriundo2006
    Famed Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 3109
     

    ‘’..ORA MANIFESTANO PER LA “PACE”..’’: perchè stanno PERDENDO e trovano piu’ utile riposizionarsi in un’ottica ‘buonista’ per salvare i loro interessi ed i loro uomini ( si puo’ chiamare cosi’ gli sgozzatori di innocenti e di bambini ? ).
    Dal che si vede come i ‘valori’, tutti i valori, siano logorati dalla macchina infernale della menzogna organizzata: cioè dagli stati occidentali e dai loro prosseneti. La parola oggi non ha piu’ alcun senso.


    RispondiCitazione
    marcopa
    Illustrious Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 8228
    Topic starter  

    http://lecorvettedellelba.blogspot.it/2016/08/chi-ha-sostenuto-sostiene-ancora-la.html

    Chi ha sostenuto ( sostiene ancora ? ) la guerra in Siria, puo' chiedere la pace senza ammettere l' errore ?

    Chi non si oppone alle sanzioni economiche ai siriani puo' chiedere l' assistenza umanitaria ai siriani ?

    L' Italia con l' alleanza Amici della Siria
    USA,
    Arabia saudita, Turchia, Egitto,Qatar, Emirati Arabi Uniti,
    Francia, Gran Bretagna, Germania,
    ha sostenuto

    la guerra dell' opposizione armata al governo siriano,

    l' Unione Europea e gli USA da 5 anni fanno un embargo economico alla Siria e ai siriani

    Si puo' essere per la pace in Siria senza essersi opposti alle attivita' belliche degli Amici della Siria ?

    Si puo' essere per l' assistenza umanitaria ai siriani, senza essere contro le sanzioni economiche ai siriani ?


    RispondiCitazione
    annibale51
    Prominent Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 845
     

    Penso che sostenere una guerra senza averla mai provata sia proprio da cretini. Capisco i giornalisti lek lek, capisco Soros, Bush, Clinton, ecc. ecc. ma gli altri uomini e donne di strada che addirittura manifestano al bisogno per i bombardamenti contro i cattivi di turno li OBBLIGHEREI ad una vacanza di 15 giorni sotto le bombe intelligenti per sentire l' effetto che fa! Suvvia, fatevi un bel viaggetto.


    RispondiCitazione
    AlbertoConti
    Membro
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 1539
     

    Il 2 settembre si terrà un sit-in "umanitarista" per la pace in Siria. Questa manifestazione è stata indetta da organizzazioni che in tutti questi anni, apertamente o obliquamente, hanno sostenuto gli attacchi dei tagliagole alla Siria laica e indipendente, con continue accuse sostenute da patenti e spudorate menzogne contro Assad e l'Esercito Arabo Siriano, come Amnesty, Tavola della Pace, Amici di Padre Paolo Dall'Oglio, o con immotivati silenzi, come Un Ponte per ... .

    Stupisce però l'adesione della rivista "Confronti" che finora era stata una notevole voce fuori da questo coro ipocrita.

    Nel propagandare questa iniziativa, ancora si fa ricorso all'immagine del piccolo Omran fotografato sporco di polvere sul seggiolino di un'ambulanza. Un'immagine che ha fatto il giro del mondo grazie all'informazione mainstream.

    E' stato ormai stabilito che quell'immagine è stata una messa in scena organizzata da un gruppo di tagliagole affiliati ad al-Nusra/al-Qaida (filiale "Zenki") e specializzati, quelli sì, nell'uccisione di bambini, tra cui un dodicenne palestinese da loro decapitato. Una messa in scena subito utilizzata dai propagandisti di guerra occidentali nell'ambito di una campagna orchestrata internazionalmente.

    A stabilirlo non sono stati organismi governativi siriani, né i servizi di intelligence russi ma, state bene a sentire, l'Associated Press. Nonostante cotanta fonte d'informazione, i media occidentali non hanno riportato la notizia: ovviamente non potevano auto-smerdarsi e venir meno alla consegna propagandistica dei loro "azionisti di riferimento", cioè dei centri di potere occidentali e mediorientali che foraggiano e armano i tagliagole (in senso letterale).

    Meno che meno potevano far girare la foto che ho allegato, perché in questo caso si tratta di una piccola vera vittima dei bombardamenti dei "ribelli" asserragliati in alcuni quartieri di Aleppo:
    Ecco la storia di Mahmoud riassunta dal dottor Nabil Antaki, medico di Aleppo Ovest, in francese, inglese e arabo ( https://it-it.facebook.com/nabil.antaki.14/posts/692872734198237): «Mahmoud, 6 anni, è nato senza braccia. Otto mesi fa un colpo di mortaio tirato dai "ribelli" ha centrato l'appartamento della sua famiglia e lo ha colpito alle gambe. All'ospedale al Razi hanno dovuto amputargliele. Le ferite non si stavano rimarginando bene ed è stato trasferito da noi.Speriamo che un giorno potrà avere delle protesi e camminare. Lo curiamo nel programma "Civili feriti di guerra". La storia vera di Mahmoud va raccontata a tutti. Lui dovrebbe essere l'icona delle sofferenze dei bambini siriani. Ne ho visti tanti, feriti da proiettili e mortai, alla testa, al petto...».
    (Ringrazio Marinella Correggia, coraggiosa giornalista, per aver condiviso questa straziante testimonianza).

    Aleppo è stata assediata per anni dai tagliagole foraggiatti da USA, Qatar, Arabia Saudita e Turchia senza che nessuna organizzazione umanitarista abbia sentito il dovere di mobilitarsi, nonostante i ripetuti appelli dei più prestigiosi esponenti di tutte le confessioni cristiane presenti nella città. Ora che le sorti stanno cambiando ed è l'Esercito Arabo Siriano che assedia i pochissimi quartieri che erano caduti in mano ai tagliagole, si parla di "nuova Sarajevo". Prima, evidentemente, quando era la lealista Aleppo ad essere assediata e martoriata con accanimento, il nome "Sarajevo" non poteva essere speso (e le vittime dei tagliagole assedianti venivano imputate ai difensori della città, con ripetute menzogne sostenute dalle organizzazioni "umanitariste").

    Ma in realtà, Aleppo non è una "nuova Sarajevo", bensì una nuova Stalingrado.
    Le scelte sono allora ineludibili. E sono per forza chiare anche se si cerca di mascherarle in ogni modo.

    Chi come me è stato in Siria poco prima che venisse attaccata, ha il cuore spezzato a vedere come una nazione civilissima che stava progredendo, che stava risolvendo i suoi problemi, anche politici, coi propri tempi e viveva in pace da decenni (anche con Israele, nonostante tutto), sia stata deliberatamente e di punto in bianco cacciata in un incubo il cui orrore è sopra ogni immaginazione, per un semplice motivo: contenere la Russia e la Cina (e, in the process, venire incontro alle mene neocoloniali di Francia e Inghilterra, in affanno per la crisi sistemica).
    Gli Dei della "nazione eccezionale" dalla loro dimora lungo il fiume Potomac a 9.434 km di distanza avevano deciso che o la Siria si faceva inglobare nel sistema imperiale di potere, oppure doveva grondare sangue dalla testa ai piedi. Questo è quanto. Questo è il punto. Questo è tutto l'essenziale.

    Mi dispiace, ma il 2 settembre a Roma me ne starò ben alla larga da quel sit-in.

    Piotr


    RispondiCitazione
    AlbertoConti
    Membro
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 1539
     

    ... con ripetute menzogne sostenute dalle organizzazioni "umanitariste"

    Queste organizzazioni contano un grande numero di attivisti, sostenitori, simpatizzanti. Sono convinto che la maggior parte di loro sono in buona fede, cioè che si bevono tutte le palle che dall'alto gli raccontano. Del resto "lo hanno detto anche in televisione", si dicono tra se e se.

    Dio abbia pietà delle loro anime nel momento del trapasso, che viene per tutti. Sì, ma nel frattempo cosa dobbiamo fare con questi dementi?


    RispondiCitazione
    lanzo
    Honorable Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 744
     

    Come diceva Barnum (quello del circo) "e' provato che solo un 10/20 % della popolazione e' intelligente, bene ! A me interessa il restante.


    RispondiCitazione
    sandman972
    Honorable Member
    Registrato: 2 anni fa
    Post: 502
     

    Chi come me è stato in Siria poco prima che venisse attaccata, ha il cuore spezzato a vedere come una nazione civilissima che stava progredendo, che stava risolvendo i suoi problemi, anche politici, coi propri tempi e viveva in pace da decenni (anche con Israele, nonostante tutto), sia stata deliberatamente e di punto in bianco cacciata in un incubo il cui orrore è sopra ogni immaginazione, per un semplice motivo: contenere la Russia e la Cina (e, in the process, venire incontro alle mene neocoloniali di Francia e Inghilterra, in affanno per la crisi sistemica).

    Quoto e confermo, una mia conoscente è stata per un certo periodo in Siria proprio pochi mesi prima dell'inizio della guerra, ed era rimasta stupita della bellezza, ordine, felicità della nazione e del suo popolo. Quando ne parla tuttora le vengono le lacrime agli occhi al pensiero di quello che è stato fatto a quel paese ed a quelle persone, da quegli schifosi porci senza morale.


    RispondiCitazione
    Condividi: