Notifiche
Cancella tutti

spread


pietroancona
Famed Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 2649
Topic starter  

Spread a 545!

In quasi un anno di governo "tecnico" siamo molto ma molto più poveri e con impegni che ci schiacceranno nei prossimi venti anni e lo spread è più alto da quando Monti ci è stato imposto da Obama e da WallStreet. Siamo rovinati dalla speculazione che ci tiene sotto tiro e ci vuole fare fallire perchè così è stato deciso nelle riunioni segrete dei banchieri alle quali magari ha partecipato lo stesso Monti come quella svoltasi recentemente alla Silicon Vallay. Nessuno alza un dito contro i "mercati" che ci stanno spremendo il sangue a dovere ed è oramai chiaro che la crisi che avvolge l'Italia dal luglio del 2011 serve per indebitarci molto di più e per togliere tutti i diritti ai lavoratori italiani e ridurre il Paese in depressione e con welfare ridotto. I compiti che ci vengono assegnati sono controproducenti servono soltanto ad impoverirci ed ad indebitarci. Tutte le misure assunte dal governo con la spending review producono catene di effetti negativi. Si sta distruggendo il patrimonio culturale italiano a cominciare da Cinecittà, dai teatri, dalla scuola, dalla Università.

A tutte le ore del giorno e della notte i "politici" italiani sono nelle varie tv a discettare amabilmente della crisi. Sono colpito dai loro vestiti, dalle loro cravatte inappuntabili, dalle toilettes delle signore davvero strepitose e di alta moda. I politici maschi sembrano appena usciti dalla sartoria. Non c'è ne uno che abbia un vestito che sembri usato normalmente tutti i giorni. Sono tutti nuovi fiammanti!! Tutti sono vestiti come si fa per un matrimonio o una festa. Il narcisismo di questa gente è davvero ributtante.
I giornali non parlano più delle persone che si uccidono. Sembra che una sorta di bacchetta magica abbia fatto sparire i suicidi che si rintracciano soltanto nelle pagine regionali o provinciali.
Come un gregge belante ci avviamo al macello. Partiti e Sindacati di regime partecipano alla linea della depressione del Paese e sembrano neppure accorgerci di quanto stiamo male. Intanto i risparmiatori italiani che avevano investito oltre 1000 miliardi in titoli di Stato magari per integrarsi la pensione o avere un piccolo reddito sono con il cuore in gola e vedono volatilizzarsi i loro gruzzoletti.


Citazione
Condividi: