Notifiche
Cancella tutti

Terremoto Emilia provocato da trivellazioni?bufala su web

Pagina 1 / 2

helios
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

Bologna - L'Italia non effettua alcuna trivellazione con la tecnologia del fraking. Sembra destinata ad essere smentita la notizia, definita apertamente "bufala" da alcuni geologi, secondo la quale, all'origine del terremoto dell'Emilia Romagna potrebbe esserci una serie di trivellazioni effettute da una società di ricerca petrolifera.
Sul web impazzano i commenti che negano che la teoria possa avere un fondamento e un docente universitario, il fisico Marco Mucciarelli, docente di Sismologia Applicata all’Università della Basilicata, pubblica sul suo sito una smentita che ridicolizza la teoria segnalando che, quantunque possano esserci dei collegamenti, la tecnica non viene utilizzata in Emilia Romagna e in nessun altra parte d'Italia.
La questione è comunque molto dibattuta su Internet e le eventuali novità sull'argomento saranno oggetto di sicura discussione.

http://bologna.ogginotizie.it/140688-terremoto-in-emilia-provocato-da-trivellazioni-una-bufala-sul-web/

🙄 8)


Citazione
Andrea85
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 61
 

Io non sono nessuno, ma mi sembra assurdo credere che un terremoto del genere possa essere provocato dall'uomo. È mai stato provato che 'sto fracking possa scatenare scosse di una tale potenza? 😯


RispondiCitazione
Truman
Membro Moderator
Registrato: 11 mesi fa
Post: 4113
 

Io non sono nessuno, ma mi sembra assurdo credere che un terremoto del genere possa essere provocato dall'uomo.

Io qualcosa ho studiato e basta una ricerca banale per trovare che la frequenza e l'intensità dei terremoti sono enormemente cresciute negli ultimi anni. L'unica spiegazione ragionevole è che siano dovute all'uomo, non so se per fracking o meno.


RispondiCitazione
greiskelly
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1268
 

Io non sono nessuno, ma mi sembra assurdo credere che un terremoto del genere possa essere provocato dall'uomo. È mai stato provato che 'sto fracking possa scatenare scosse di una tale potenza? 😯

senza offesa, ma è grazie a quelli come te che lorsignori continuano indisturbati con le loro operazioni. E purtroppo siete la maggioranza schiacciante.

Ps. Continua a scavare un buco sotto la terra che ti tiene in piedi, vedrai che prima o poi caschi sotto
pps. in oklahoma, che con l'emilia ha in comune i pozzi di idrocarburi da diversi anni, e una zona a basso rischio sismico, anche là hanno avuto un terremoto "inspiegabile" con magnitudo 5.6 (lo scorso anno). Fracking o non fracking, vai a vedere che in tutti i posti che hanno queste installazioni si verificano sempre gli stessi problemi. Vedi anche Ohio e Arkansas.


RispondiCitazione
fernet
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 67
 

Di sicuro le multinazionali o la più scalcinata compagnia petrolifera ammetterà sicuramente in questo momento che le trivellazioni od il fracking possono scatenare terremoti.
Ce le vedo anche pagare tutti i danni provocati e chiedere scusa al mondo intero.


RispondiCitazione
greiskelly
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1268
 

Di sicuro le multinazionali o la più scalcinata compagnia petrolifera ammetterà sicuramente in questo momento che le trivellazioni od il fracking possono scatenare terremoti.
Ce le vedo anche pagare tutti i danni provocati e chiedere scusa al mondo intero.

Infatti! Finchè possono evitare i risarcimenti, negheranno. Intanto i guadagni se li prendon tutti nel completo disprezzo della vita(altrui). Ce n'è solo una che si è espressa fuori dal coro, la "cargill" o qualcosa del genere. Ne ha parlato il fisico D'orsogna.
Domani dopo verifica modifico il mio post con il nome giusto della compagnia, che però si è limitata a spiegare l'accaduto solo per quello specifico territorio e non ne ha fatto questione generica. è comunque un dato interessante, sopratutto bizzarro vista la provenienza

edit:
Eccolo qua, trovato proprio su quel famoso articolo della Deborah Billi, che ora però si unisce al coro di quelli che dicono "il fracking non esiste in Italia"...

"Stavolta, però, subentra la variabile impazzita: ovvero, una compagnia petrolifera che si occupa di fracking e che ammette nero su bianco che le sue trivellazioni causano terremoti, come da titolone su Business Insider. Il comunicato della Cuadrilla Resources dice infatti:

L'attività di fracturing del pozzo Cuadrilla's Preese Hall-1 ha scatenato un certo numero di eventi sismici minori. Gli eventi sismici sono stati causati da un'inusuale geologia al sito del pozzo combinata con la pressione esercitata dalle iniezioni d'acqua previste dalle operazioni.

Quindi abbiamo la certezza: il fracking può causare terremoti. "

http://petrolio.blogosfere.it/2011/11/clamoroso-il-nostro-fracking-causa-terremoti.html


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 14010
 

Io non sono nessuno, ma mi sembra assurdo credere che un terremoto del genere possa essere provocato dall'uomo. È mai stato provato che 'sto fracking possa scatenare scosse di una tale potenza? 😯

vai sul sito della dott.ssa D'Orsogna, e guardati i terremoti dell'arkansas, ufficialmente imputati al fracking

prima documentati poi esprimiti


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 14010
 

figurati vuoi che i geologi, come tutti gli scienziati a pagamento in attesa di avanzamento di carriera metta in pericolo i propri guadagni?
Infatti davanti alla tv a fare i divi ci sono loro, mica la D'Orsogna

Anche un cittadino a matrix, sul posto, prontamente tagliato parlava di queste trivellazioni


RispondiCitazione
tres19
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 162
 

Non piace proprio l'ipotesi che sono fasi cicliche ben più ampie della memoria e della vita umana vero ?
E no, non c'è il colpevole da indicare!

Quando si dice che un evento non capita da cinquecento anni non significa mica che non può capitare ancora prima di altri cinquecento anni.

Poi anche immaginando che davvero l'uomo ci ha messo del suo, il dito non è da puntare solo al trivellatore, ma anche al suo mandante, ossia il consumatore del prodotto trivellato.
E chi sono costoro?

Mi dispiace ma il "maggiordomo" del caso, in qualunque verso si giri la faccenda, non esiste.


RispondiCitazione
fernet
Trusted Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 67
 

Infatti, se nel cortile di casa mia per un anno c'è un operaio che usa un martello penumatico ed un altro che ci spara acqua nel buco con un idropulitrice, e mi si forma una crepa in casa, sicuramente sarà colpa del Po che dista 50 km o dell'Appennino che si sposta.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

L'Italia non effettua nessuna trivellazione con la tecnologia del fraking?
E allora in quale modo procede alla trivellazione se è stato dato il permesso di fare questo proprio dal governo Monti?
Le trivellazioni è chiaro che vengono fatte e se non vengono fatte con la tecnologia del fraking si potrebbe ipotizzare che vengono fatte in altre maniera ancora più pericolosa visto che non se ne sa nulla?
Nello specifico stipare in 120kmq metano in caso di terremoto che cosa potrebbe succedere alle popolazioni limitrofe dall'impatto?

Un universitario che ridicolizza senza dare spiegazioni in sostanza non dice nulla. Se il fraking viene usato non è detto che lo si faccia 'legalmente' visto l'andazzo delle cose in Italia.

In tv alcune persone delle zone colpite dal terremoto l'hanno detto chiaro e e tondo: "qui sotto l'emilia c'è il vuoto" e il loro pensiero costante è che il territorio sprofondi. E non bisogna intervistare universitari per capire che se la terra trema, cede il terreno e le case e le campagna sono allagata dal fango qualcosa è successo a quel territorio. E il gas non si stipa sotto il territorio come se fosse acqua minerale. Sottilizzare poi in quale maniera viene stipato sa tanto di accademia.
Non occorre aver fatto tanti studi per capire quello di cui si sta parlando e ridicolizzare in questo caso è anche macabro o, se vogliamo, qualcuno sta ridendo sulle spalle degli altri che ci rimettono la vita, la casa e si vedono tolto quello che gli spetta cioè il territorio su cui sono nati.

figurati vuoi che i geologi, come tutti gli scienziati a pagamento in attesa di avanzamento di carriera metta in pericolo i propri guadagni?

geologi in Italia? quanti se ne contano di geologi in Italia?
I permessi di Monti per le trivellazioni sono stati dati dopo studi di geologi?


RispondiCitazione
Giancarlo54
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2622
 

Non mi esprimo sul fracking si, fracking no. Penso però che con un serio esame dei terremoti avvenuti negli ultimi 100 anni, è cioè da quando è cominciata a livello industriale la trivellazione del suolo possa portare a qualche responso più che attendibile. Se il responso fosse che non ci sono stati aumenti significativi del numero e dell'intensità dei terremoti si potrebbe concludere che, PROBABILMENTE, l'uomo e le sue attività non centrano niente coi sismi. Se viceversa il responso fosse che terremoti sono aumentati sia in numero e sia in intensità e sopratutto abbiano toccato zone dove le trivellazioni sono avvenute, PROBABILMENTE, l'attività umana è una delle cause.
E' uno studio che potrebbe essere traquillamente fatto. Se non si fa la cosa sarebbe sospetta e non ditemi che non ci sono soldi per fare questi studi. Così si taglierebbe la testa al toro di tutte le polemiche che impazzano sul WEB.
In caso affermative di fracking si porrebbe la popolazione di fronte all'alternativa: volete la comodità dovuta alle trivellazioni con relativo rischio sismico oppure volete rinunciare a qualche cosa delle vostre comodità con meno rischio sismico (meno, non nessuno)?


RispondiCitazione
greiskelly
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1268
 

Infatti, se nel cortile di casa mia per un anno c'è un operaio che usa un martello penumatico ed un altro che ci spara acqua nel buco con un idropulitrice, e mi si forma una crepa in casa, sicuramente sarà colpa del Po che dista 50 km o dell'Appennino che si sposta.

vedo che l'appennino che si sposta è la scusa che va per la maggiore...

Questi estrattori sono molto più fortunati della British Petroluem, quelli sì che hanno dovuto sborsare i danni....la cosa era evidente, non mascherabile come un terremoto "accidentale".
Che cesso di paese, pagano sempre i soliti.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

vedo che l'appennino che si sposta è la scusa che va per la maggiore...

non c'è da meravigliarsi in questo momento.
Considerato che il territorio e quello che c'è sopra ormai l'hanno fatto diventare tabù proprio agli abitanti, ora possono anche cominciare a parlare di spostamento degli appennini che vanno verso le alpi, che la crosta dell'africa spinge l'italia ecc... ecc... ed ecco fatto.

Ma qualcuno che guardi chi è che dissista il SUO territorio c'è ancora? mica è difficile vedere le trivelle e sentire i boati delle esplosioni.
Poi ognuno valuto se è più 'intelligente' a credere a monti che si spostano, a faglie che improvvisamente si rompono e da cretini invece vedere quello che si ha sotto i proprio occhi.


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 14010
 

inaccettabile l'idea che l'uomo possa compromettere equilibri che la natura potrebbe non accettare?

Insomma, della serie possibile che non possiamo fare quel che ci pare senza che vi siano conseguenze? I limiti danno fastidio?

E tu su che basi escludi che si possa trivellare selvaggiamente e che questo non causi il ben che minimo sconquasso?

Non piace proprio l'ipotesi che sono fasi cicliche ben più ampie della memoria e della vita umana vero ?
E no, non c'è il colpevole da indicare!

Quando si dice che un evento non capita da cinquecento anni non significa mica che non può capitare ancora prima di altri cinquecento anni.

Poi anche immaginando che davvero l'uomo ci ha messo del suo, il dito non è da puntare solo al trivellatore, ma anche al suo mandante, ossia il consumatore del prodotto trivellato.
E chi sono costoro?

Mi dispiace ma il "maggiordomo" del caso, in qualunque verso si giri la faccenda, non esiste.


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: