Agenda 2030 Nuovo O...
 
Notifiche
Cancella tutti

Agenda 2030 Nuovo Ordine Mondiale

Pagina 1 / 5

owonimo
Eminent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 41
Topic starter  

https://www.contronews.org/agenda-2030/

 

Comunismo, OGM, vaccini, distruzione, contaminazione, debito, schiavitù, conformità, controllo, collasso e tirannia. Questi sono i 17 punti della vera Agenda 2030 per un Nuovo Ordine Mondiale.

Per approfondire questo inganno, KLA.Tv ha esaminato attentamente 12 dei 17 punti chiave dell’agenda 2030 e li ha decodificati così che gli spettatori di tutto il mondo possano confrontare ciò che gli obiettivi formulati positivamente significano effettivamente nella pratica.

Obiettivo 1 – Fine della povertà = Instaurazione del comunismo
Obiettivo 2 – Fine della fame = Cibo OGM
Obiettivo 3 – Salute e benessere = Vaccini obbligatori
Obiettivo 4 – Istruzione di qualità = Cultura della cancellazione
Obiettivo 5 – Parità di genere = Distruzione della famiglia
Obiettivo 6 – Acqua pulita e servizi igienici = Contaminazione dell’acqua
Obiettivo 7 – Energia conveniente e pulita = Nessun progresso energetico
Obiettivo 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica = Debito e schiavitù
Obiettivo 9 – Industria, innovazione e infrastrutture = Nessun trasporto personale
Obiettivo 10 – Riduzione delle disuguaglianze = Imposizione della conformità
Obiettivo 11 – Città e comunità sostenibili = Controllo di massa
Obiettivo 12 – Consumo e produzione responsabili = Collasso dell’economia
Obiettivo 13 – Prevenzione del cambiamento climatico = Tirannia climatica
Obiettivo 14 – Difesa dell’ecologia marina = Controllo del mare
Obiettivo 15 – Difesa dell’ecologia terrestre = Controllo dei terreno
Obiettivo 16 – Pace, giustizia e istituzioni forti = Robot e droni
Obiettivo 17 – Partnership per gli obiettivi = Tirannia globale


Citazione
Maryland
Estimable Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 238
 

Il problema restano i dementi per i quali questo è solo "complottismo"!!!!!! Come diceva Twain, è più facile ingannare la gente che convincerla che è stata ingannata.

 

Invece, per lottare contro questo orrore: https://t.me/entra_in_v_v


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1697
 

[TAG SARCASMO ON]
C'è un tantino di sarcasmo, ma non si è molto lontani da quello che ci aspetta. E' solo una modesta proposta per interpretare i 17 obiettivi, del genere di quella che prevedeva di mangiare (bolliti o arrosto) i bimbi poveri irlandesi. Peraltro negli Stati Uniti  ed il Regno Unito sono già parecchio avanti su questa graziosa strada....

1 Fine della povertà =  chi non è autosufficiente puo' morire senza dar fastidio
2 Fine della fame =  chi non è autosufficiente puo' morire senza dar fastidio
3 Salute e benessere =  chi non puo' pagarsi le cure  puo' morire senza dar fastidio
4 Istruzione di qualità = chi non puo' pagarsi gli studi puo' lavorare nei campi
5 Parità di genere = se sono poveri maschi e femmine pari sono che diamine
6 Acqua pulita e servizi igienici = privatizzazione dell'acqua e chi non puo' pagarla berrà piscio di vacca
7 Energia conveniente e pulita = chi non puo' pagare l'energia  si scalderà bruciando sterco di vacca
8 Lavoro dignitoso e crescita economica = Debito e schiavitù, così i poveri non diventeranno mai ricchi
9 Industria, innovazione e infrastrutture = solo i ricchi potranno possedere mezzi di trasporto personali
10 Riduzione delle disuguaglianze = solo i ricchi avranno diritti civili, i poveri se ne stiano al loro posto
11 Città e comunità sostenibili = le case saranno per i ricchi, i poveri che vivano nei capannoni collettivi
12 Consumo e produzione responsabili = i poveri dovranno dare la precedenza ai ricchi per cibi e beni
13 Prevenzione del cambiamento climatico = saranno tutelati i vivai di ostriche e le vigne di pinot
14 Difesa dell’ecologia marina = privatizzazione totale delle risorse marine
15 Difesa dell’ecologia terrestre = obbligo di latifondismo con esproprio dei terreni inferiori a 100 ettari
16 Pace, giustizia e istituzioni forti = il governo e la giustizia saranno riservati solo ai ricchi
17 Partnership per gli obiettivi = i ricchi coopereranno per  spartirsi questo meraviglioso pianeta

E' solo questione di punti di vista, eppoi tutti questi poveri puzzano davvero troppo, forse si deve insegnare loro a farsi il sapone in casa col grasso degli animali (va bene anche quello umano) ed un po' di soda caustica.
. [TAG SARCASMO OFF]

 


lurker, sarah e LuxIgnis hanno apprezzato
RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 411
 

del genere di quella che prevedeva di mangiare (bolliti o arrosto) i bimbi poveri irlandesi.

Se non sbaglio questa fu la provocazione di Jonathan Swift, quello dei "i viaggi di Gulliver".

Per il resto hai reso bene l'idea.


RispondiCitazione
Jocondor
Eminent Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 31
 

Sento spesso dire "comunismo" a proposito di Great Reset e Agenda 2030. Lo trovo un termine improprio, fuorviante. Il comunismo era altra cosa, implicava la proprietà statale o comunque "comune" dei mezzi di produzione e di scambio, (industrie, miniere, grandi estensioni di terra, grano, animali da lavoro etc);  solo incidentalmente, solo nelle due grandi città, e solo nei primi anni '20, il comunismo russo ha imposto la coabitazione forzata nelle case di proprietà, per fare fronte alla crisi degli alloggi.

In ogni caso, un comunismo come quello che viene propugnato da Schwab da Soros e da Gates assomiglia moltissimo al liberismo di tipo sudamericano, (Argentina, Brasile, Messico) vigente e difeso dagli USA e dalla GB per il tramite di governi asserviti. Smettiamo di creare confusione, il piano di costoro è di tipo estremista liberale, non nazionalista ma globalista, e del comunismo non ha proprio nulla.


lurker, ekain3 e LuxIgnis hanno apprezzato
RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 285
 
Ho dubbi anch'io quando parli di comunismo. Secondo me non è comunismo, è feudalesimo. Nemmeno il proletariato di cui parla Marx, e che è responsabile della guida della lotta di classe, possedeva nulla, infatti non aveva niente da perdere da una rivoluzione, non era conservatore, perché aveva da perdere solo le proprie catene.' 'Il proletariato non ha proprietà', ripete Marx. Secondo me i davosiani vogliono annullare i risultati di 200 anni di lotta di classe, almeno qui in Europa. Usano un linguaggio ambiguo, che potrebbe ingannare coloro che dimenticano l'analisi di Marx della lotta di classe, che è proprio la particolarità del marxismo: nel comunismo l'emancipazione dei lavoratori deve venire dal basso, dagli stessi lavoratori, e non dall'alto, da un gruppo di finti filantropi banditi che dicono di fare il nostro bene, consolidando il loro potere. Questo è il paternalismo dei tiranni, ed è proprio contro questo che si sono sempre battuti anarchici, comunisti e socialisti. Ed è l'esatto opposto del pensiero comunista.
 
Marx aveva studiato a fondo Hegel, prima ancora di essere un economista; e questo processo di liberazione attraverso le proprie lotte si chiama autocoscienza o prassi, o meglio, (rovesciando la dialettica hegeliana, quella puttana dirà Marx, con i piedi per terra), lotta di classe, nella storia.
 
Se togliamo dal marxismo il concetto di lotta di classe, è finita, siamo d'accordo con Schwab che, al culmine della perversione, si fa fotografare con l'immagine di Lenin alle spalle, perché il suo feticismo senza fondo vuole anche cannibalizzare la rivoluzione e confondere il popolo, invertendo il senso della rivoluzione sovietica del 1917.
 
In Russia i Sovit che guidarono la rivoluzione bolscevica erano formati dagli operai e soprattutto dai soldati, milioni di soldati che si erano ammutinati in una guerra mondiale fratricida, voluta dai padroni. Contadini, operai, soldati. I soldati erano infatti ex contadini e operai.  
 
Questi davosiani appartengono all'elite più ricca della terra, e parlano di espropriare il popolo perché vogliono riportarlo alla condizione del proletariato dell'800, prima della lotta di classe e del socialismo.  Si sa che il proletariato si chiamava così perché l'unico bene che possedeva erano i figli, nessuna casa, nessuna proprietà, niente di niente.   Proprio come vuole il vecchio Schwab.   Bene, questo è feudalesimo, non comunismo. 
E pensa anche il concetto di lavoro non alienato. Marx dice che l'umanità cambia il mondo e conosce se stessa attraverso il lavoro non alienato.
E il lavoro è anche studiare, insegnare, discutere, scambiare idee. Dopo la rivoluzione, gli uomini insegneranno o impareranno al mattino, al pomeriggio costruiranno i propri oggetti, coltiveranno la terra o andranno a pescare.
Ma guarda cosa pubblica il WEF sulla sua pagina: "Quando l'intelligenza artificiale e i robot si sono impadroniti di così tanto del nostro lavoro, all'improvviso abbiamo avuto il tempo di mangiare bene, dormire bene e trascorrere del tempo con altre persone ecc.'' poi aggiunge: ''“Tutto ciò che consideravi un prodotto, ora è diventato un servizio. [. . .] Di tanto in tanto mi infastidisce il fatto di non avere una vera privacy. Non posso andare da nessuna parte e non essere registrato. So che, da qualche parte, tutto ciò che faccio, penso e sogno è registrato. Spero solo che nessuno lo usi contro di me. [. . .] (tradotto dal sito del WEF)
È l'apice dell'alienazione, saremo controllati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il feticismo al suo apice.
Mi viene sempre in mente il concetto marxiano di feticismo delle merci. “Feticismo significa che le cose governano la società, non gli esseri umani, poiché esse (le cose) contengono le loro relazioni sociali (degli esseri umani). È introiettato in noi, è difficile disidentificarsi da questo. Il feticismo rappresenta il cuore della concezione marxiana del capitalismo non solo come società ingiusta, ma anche, nelle sue categorie fondamentali, distruttiva e autodistruttiva. Ormai non riusciamo più nemmeno a capire il concetto di alienazione, di feticismo della merce, ma è da lì che si arriva all'assurdità attuale, in cui un gruppo di oligarchi, dall'alto, si arroga il diritto di controllare i corpi e le menti come merci . Ma è una lunga storia, questa è la storia del capitalismo, nulla è cambiato, è la nuova metamorfosi del capitalismo.
 
Leggo spesso sui social: o mio Dio gli oligarchi di Davos vogliono portare via la proprietà privata, e instaurare il comunismo... Il che non è vero, vogliono ampliare la loro proprietà, portandola via a noi prolet, quello che hanno sempre fatto i capitalisti dai tempi dei 'Enclosures '. Questo farà il FMI in tutto il mondo, come uno dei 4 cavalieri dell'Apocalisse... Sarebbe fantastico se la natura, l'ambiente, l'acqua, la terra fossero dichiarati BENE COMUNE! Ma è proprio quello che non vogliono fare, vogliono privatizzare tutto ciò che è vivo a loro favore. Non sono bolscevichi, sono capitalisti.
E sarà l'accumulazione finale.
 
 

 


Questo post è stato modificato 9 mesi fa 3 volte da ekain3

lurker e LuxIgnis hanno apprezzato
RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 411
 

@ekain3

Applausi 🤗 


RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 285
 

Aggiungo en passant, ci sono moti tipi di comunismo.  La Repubblica di Platone parla di comunismo, ma mi sembra che lì erano i guardiani, i filosofi, a non possedere nulla, non il popolo.   A Sparta c'era il comunismo aristocratico, l'aristocrazia di Sparta era comunista, (Platone si  ispirò a Sparta, infatti).  C'era il comunismo dei primi cristiani: mettevano tutto in comune, perciò si chiamavano comunisti, mi sembra sia scritto così negli Atti degli apostoli.  Il comunismo dei Pitagorici, che erano una setta e una scuola filosofica.  Il comunismo dell'Utopia di Thomas More, fatto santo dalla chiesa nel 1930: san Thomas More.  Il comunismo teorizzato da Gracco Babeuff, eccetera.  Il comunismo della Comune di Parigi del 1870. Smantellata e soffocata nel sangue.  Ma nessuna di queste forme di comunismo veniva decisa dall'alto, da un'elite di miliardari che mira al possesso e al controllo di ogni cosa viva sulla terra, compresi i nostri corpi.  Anzi Platone, che attraverso Socrate medita spesso sul concetto di giustizia, dice chiaramente che erano i filosofi, la classe che deteneva il potere, a non avere nessuna proprietà. E ci mancherebbe...

Contro questi baroni banditi di Davos, invece, ci vorrebbe la lotta di classe, quella vera, almeno per creare una democrazia dal basso. Tu chiamalo se vuoi socialismo...

Questo post è stato modificato 9 mesi fa da ekain3

RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 285
 

@  LuxIgnis

grazie  🙂


RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 195
 

@ cedric eh, sì. Sarcastico ma molto realistico. Finora gli obiettivi realizzati sono proprio quelli che elenca lei, né più né meno.


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 411
 

@ekain3 Prego.

 

Sul fatto che i filosofi non avevano niente mi hai fatto ricordare l'origine delle caste in India. Molti pochi sanno che le caste originariamente erano diverse sia nei modi sia nella concezione delle stesse.

La classe dei governanti, cioè i nobili era la classe che era al servizio della popolazione come conduttori del regno e non prendevano nessun emolumento per questo. La loro classe già in un certo senso privilegiata bastava come compensazione del loro lavoro.

Non prendevano nulla nemmeno i bramini, la classe dei religiosi che vivevano di offerte date dal popolo per i loro servizi.

Gli unici che guadagnavano e venivano pagati erano le altre due classi, quelle degli artigiani, operai e contadini e quelle dei guerrieri.

E non era infrequente un cambio di classe. Non erano cioè fisse e rigide come poi sono diventate.

Non proprio una forma di comunismo ma molto vicino a quello che diceva Marx: "da ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni".

Chiaramente ora è tutto degenerato e una bella spinta in questa direzione l'hanno data gli inglesi. Ma questa è un'altra storia.


ekain3 hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 195
 

@ jocondor è vero, non ha granché del comunismo storico. Però fatico anche ad inquadrarlo come ultra liberismo da terzo mondo. Credo sia interessante concentrarsi un attimo sull'aspetto della proprietà privata: parallelamente alla forte concentrazione di capitale in pochi gruppi ( processo già consolidato e in atto da anni ), pare esservi la tendenza a sostituire l'istituto della proprietà con quello più "fluido" e sfuggente di leasing o sharing. In buona sostanza dunque, l'individuo non dovrebbe più avere necessità di possedere nulla di personale quanto piuttosto di poter "usufruire" di "servizi" ( la cui accezione è sempre più confusa e allargata ) che potrebbero includere l'abitazione, naturalmente i mezzi di trasporto, ecc. Il problema a questo punto riguarda la possibilità di accesso a questi "servizi" per l'individuo: se non si potesse più scambiarli con denaro tradizionale che sia nella disponibilità soggettiva, si dovrà capire cosa consentirà di regolarne la fruizione. Forse un programma collettivo ispirato ad un generico "bene comune"? Da qui l'accostamento errato di questa nuova visione distopica al comunismo sinora conosciuto. Naturalmente faccio una considerazione di massima e mi auguro che una "distopia" , ancor più delle utopie, resti tale e non si realizzi.


 


RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 285
 

@ Sarah: mi viene da pensare piuttosto all'attuale situazione di Gaza, o ad una stalla modello. Saremo georecintati, controllati ogni  momento, e difficilmente potremo muoverci liberamente, uscire dalle nostre smart cities, il viaggio sarà solo virtuale. La terra, gli alberi, l'acqua, il paesaggio, non saranno più affare nostro, in quanto transumani, saremo privati dei beni che erano necessari e garantiti agli esseri umani, inclusa la privacy e la proprietà, anche minima. Tutto sarà privatizzato e capitalizzato, anche il nostro corpo, il nostro DNA e i nostri pensieri impulsi desideri.   Saremo anche noi OGM; quindi non più umani, ma secondo la legge, di proprietà di chi detiene il brevetto di queste iniezioni o preparati mRNA  che ci faranno priodicamente. ''Tutti i brevetti "vaccino" Covid-19 menzionano la cancellazione del gene. Tutti i brevetti tranne uno menzionano il “ DNA complementare” (cDNA) . Il cDNA è un cocktail chimerico di mRNA che viene codificato nelle cellule umane utilizzando sequenze genetiche artificiali nella genomica tra specie diverse. https://it.wikipedia.org/wiki/DNA_complementare

''Secondo la sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti nel 2013, alterare gli esseri umani con cDNA li rende idonei al brevetto. I documenti del tribunale mostrano che il cDNA è prodotto utilizzando batteri modificati e i giudici della Corte Suprema lo hanno dichiarato idoneo al brevetto. Ciò significa che una pianta, animale o un umano potrebbe essere brevettato e posseduto se viene prima geneticamente modificata con cDNA.''  https://ambassadorlove.wordpress.com/2021/12/08/covid-19-patent-horrors/?fbclid=IwAR04tdAEOGkJQ-LEgl-7UO8Qqy5OW6byO2USEhnQsANl_q64qzzVQlkfAOw

Il professore israeliano Yuval Noah Harari, consigliere di Klaus Schwabs, sul fatto che l'essere umano non è più una creatura dotata di spirito e anima, o libero arbitrio, (questo era un pregiudizio della religione cristiana, dice), ma un semplice animale hackerabile, il cui design è deciso dalle corporation e dagli stati....Si chiama transumanesimo, e è la nuova religione dei globalisti davosiani:  

https://www.youtube.com/watch?v=q2OM9xfK0rA

Questo post è stato modificato 9 mesi fa 4 volte da ekain3

RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 52
 

Il comunismo era internazionalista, già per il solo stesso fatto che era diretto dagli Ebrei ashkenaziti.
Ogni nefanda eredità della società attuale è di origine bolscevica: globalismo, distruzione della famiglia, delle tradizioni, della cultura, della fede, dell'impresa privata, della proprietà privata, persecuzioni fiscali, stato di polizia, dittatura, pianificazione della fame e della miseria per tutti, politiche contrarie all'autonomia alimentare e allo sviluppo dell'agricoltura, ecc ecc...
Lo stesso si potrebbe dire del comunismo cubano e del socialismo venezuelano...
Marx stesso era ebreo imparentato coi Rothchild. Ed era proprio come loro. Mica si distingueva per particolari virtù. Anzi forse pure peggio. Madonna santa se mincuo vi leggesse... 🤣 


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 411
 

Certo confondere l'internazionalismo con il globalismo e l'imperialismo ce ne vuole. Cavolo se ce ne vuole di... Cultura a livello di 3° elementare.


ekain3 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pagina 1 / 5
Condividi: