ALLERTA SUI PREDATO...
 
Notifiche
Cancella tutti

ALLERTA SUI PREDATORI DELLA SESSUALITA´ INFANTILE


mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1446
Topic starter  

 

La creatrice del profilo Twitter "Libs of TikTok", Chaya Raichik, ha lanciato un libro per bambini con l'obiettivo di proteggerli da chi vorrebbe "sessualizzarli e confonderli sulla loro identità".

"Dobbiamo essere attivi in questa lotta. Invece di reagire a ogni nuova idea presentata ai bambini, dobbiamo assumere una posizione più offensiva", ha dichiarato Raichik al Daily Signal. "Voglio far arrivare questo messaggio ai bambini prima che si trovino costretti ad affrontare questa situazione".

Il libro, pubblicato da Brave Books, si intitola "Niente più segreti: la caverna delle caramelle" ed è la storia di un giovane agnello a cui l'insegnante dice di mantenere il segreto sulle caramelle e sulle torte che regala agli alunni della seconda elementare. L'insegnante è un predatore sotto mentite spoglie, in questo caso un lupo.

"Gli attivisti vogliono distruggere l'innocenza dell'infanzia e uno dei comportamenti dei predatori che viene prima di tutto in questo processo è tagliare il rapporto genitori-figli ", ha detto Raichik. "Quindi il mio libro insegna fondamentalmente questa lezione: se un bambino percepisce questo comportamento, in cui un adulto fidato gli dice 'non parlarne ai tuoi genitori', dovrebbe sapere che si tratta di un comportamento predatorio, che può portare a situazioni pericolose e pertanto deve parlarne con i suoi genitori il prima possibile".

In "No More Secrets", Rose l'agnello racconta ai suoi genitori del professore predatore e i genitori riescono a salvarla.

"Voglio che [i bambini] siano in grado, quando si accorgono di questo comportamento, di identificarlo immediatamente e di sapere che è sbagliato, per poi avere la sicurezza di andare a parlarne con i loro genitori", ha detto Raichik.

"L'obiettivo principale del libro è proteggere i bambini della prossima generazione", ha detto. Spera di dare ai bambini gli strumenti necessari per allontanare coloro che cercano di distruggere l'innocenza dell'infanzia.

"Che tipo di Paese avremo se avremo una società piena di adulti confusi sulla propria identità?", ha chiesto. "Penso che [gli attivisti di questa confusione] vogliano solo una società caotica e distruttiva, e io cercherò di impedirlo".

Raichik ha in programma di viaggiare nelle città di tutto il Paese per incoraggiare i genitori a leggere il suo libro.

"Cerchiamo di essere attivi e di stroncare il problema sul nascere, prima che possa produrre ulteriori danni", ha spiegato.

Raichik gestisce l'account "Libs of TikTok" da due anni. Un anno fa ha deciso di continuare l´attività scrivendo un libro. È stata attratta da Brave Books perché "inonda sul mercato buoni libri con buoni messaggi per i bambini".

Trent Talbot, fondatore di Brave Books, ha detto che i bambini americani devono apprendere subito la lezione esposta nel libro di Raichik.

"Questo non è piú lo stesso Paese in cui siamo cresciuti noi adulti. Oggi i nostri figli sono circondati da lupi travestiti da agnelli", ha dichiarato Talbot a The Daily Signal. "Ecco perché è fondamentale che a ogni bambino venga insegnato a non avere segreti con i propri genitori e perché siamo così determinati a far arrivare questo libro in ogni casa e in ogni scuola del Paese".

 

Fonte: https://www.gazetadopovo.com

 

 

 


Detrollatore II hanno apprezzato
Citazione
mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1446
Topic starter  

Quasi la metà delle scuole secondarie del Regno Unito consente ai bambini di autodichiarare il proprio sesso, secondo un'indagine del think tank britannico Policy Exchange resa pubblica martedí scorso . L'indagine ha anche rilevato che la maggior parte dei genitori non è a conoscenza di questa procedura negli istituti scolastici.
In generale, l'autodichiarazione di genere consente a una persona LGBT+ di essere identificata dagli altri nel modo in cui ritiene meglio. In altre parole, se uno studente nato biologicamente maschio si considera una ragazza, gli insegnanti e gli altri compagni devono accettarlo di genere femminile.
La ricerca mostra anche che gli insegnanti dedicano tempo in classe a questioni di "disagio di genere". Si tratta dell'indecisione di un bambino sulla propria identità sessuale.
Nadhim Zahawi, ex segretario all'Istruzione, ha dichiarato al quotidiano britannico The Telegraph che la ricerca rappresenta "un importante contributo al crescente numero di prove che dimostrano la necessità di prestare urgentemente attenzione ai modi in cui i bambini vengono influenzati dalle convinzioni di genere".

 

 


RispondiCitazione
Condividi: