Bomba giovedì ore14...
 
Notifiche
Cancella tutti

Bomba giovedì ore14,40 Ue boccia autonomia differenziata, - senza dettagli ma se LaStampa non ha pubblicato una fake news è davvero una bomba.


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8343
Topic starter  

Ultim' ora ore 14,40 

 

la Stampa,

"Ue boccia autonomia differenziata"

metterebbe in difficoltà i conti pubblici,

 

non ci sono ulteriori dettagli,

 

ma confermo che se nella sostanza la notizia fosse vera, anche fosse una critica senza vincoli,

 

sarebbe una bomba perchè il provvedimento è già di per sè ....una cosa poco difendibile....

 

ed avevo la tentazione di usare espressioni molto più forti e colorite,

 

Questa argomento è stata modificata 1 mese fa da marcopa

Citazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8343
Topic starter  

Dal Sole24ore, ben sei ore fa,

e la bocciatura è nel documento che apre la procedura di infrazione per il deficit di cui i quotidiani hanno dato notizia già questa mattina.

 

Quindi non è un' ultim' ora, ma confermo che ritengo la notizia una bomba,

L 'autonomia è già indigeribile per almeno mezza Italia. compresi elettori del centro destra.

Se si oppone, o si opponesse, la UE come potranno metterla in pratica davvero ?

 

marcopa

 

«L’attribuzione di competenze aggiuntive alle regioni italiane comporta rischi per la coesione e per le finanze pubbliche». La Commissione europea boccia così l’autonomia differenziata, proprio nel giorno in cui il provvedimento è diventato legge. Nello Staff working document che accompagna le raccomandazioni specifiche per l’Italia e che mercoledì 19 giugno ha portato all’avvio della procedura d’infrazione per deficit eccessivo, l’esecutivo europeo spiega tutte le perplessità sul provvedimento. In un paragrafo dedicato al Mezzogiorno e alle sue potenzialità da «sbloccare», l’esecutivo Ue ricorda brevemente i termini della legge facendo riferimento al testo approvato in Senato a gennaio e al testo che fino all’altro ieri era in discussione alla Camera.

Aumenterebbe anche la complessità istituzionale

«Mentre il disegno di legge attribuisce specifiche prerogative al governo nei negoziati con le regioni - sottolinea Bruxelles - esso non fornisce alcun quadro comune di riferimento per valutare le richieste di competenze aggiuntive da parte delle regioni. Inoltre - si legge ancora nel documento - poiché i LEP (Livelli essenziali di prestazioni) garantiscono solo livelli minimi di servizi e non riguardano tutti i settori, vi sono rischi di ulteriore aumento delle disuguaglianze regionali. L’attribuzione di poteri aggiuntivi alle regioni in modo differenziato aumenterebbe anche la complessità istituzionale, con il rischio di maggiori costi sia per le finanze pubbliche che per il settore privato».

 
Questo post è stato modificato 1 mese fa da marcopa

sarah e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3258
 

E' una legge fatta per il sistema-Bocconi, di Monti & Soci. Null'altro. Ho letto una freddura su Twitter: si erano proposti di fare a pezzi la Ue, finiscono per fare a pezzi l' Italia: è così, con eterogenesi dei fini e di tutto il resto ?

E possibile sopratutto per ragioni ideologiche atlantiste/liberiste una volta ottenuta mano libera nel settore istruzione, ad esempio, nonchè in altri 'sensibili' tipo la sanità. E' possibile ma non certo.

Mentre sono a favore del premierato, utile a disossare il potere 'monarcale' dell' inquilino del Colle, assolutamente indigeribile, questo provvedimento potrebbe far 'correre' solo alcune realtà regionali, sopratutto in alcune grandi città ( tenete presente che l'Emilia Romagna proprio con il duo Bonaccini-Schlein si era dicharata ai suoi tempi favorevole a quanto ricordo ), mentre diminuisce di sicuro ancora di importanza il resto d' Italia, comprese anche tante aree del Nord. Senza pensare al Sud che potrebbe, dico potrebbe, rivolgersi a certi Paesi esteri come punto di 'riferimento' politico ed economico. Altro che mafia...

Dunque a che pro ?

In realtà le cose non stanno come prospettate nelle piazze.

Qui pare chiaro un sistema molto differente rispetto a quanto si dice:

https://pagellapolitica.it/articoli/contenuto-riforma-autonomia-differenziata-regioni.

Leggetevelo è fatto bene.

In conclusione, un'altra legge complicatissima di legislazione 'ripartita', con ostacoli burocratici da superare di non poco peso, molti requisiti di dubbia 'esigibilità' nella continuità del tempo, fattore forse trascurato ma essenziale, molte e continue trattative chiaramente 'differenziate' a seconda dei colori politici di chi chiede e di chi valuta e di chi dà: e la Ue non mi sembrerebbe entusiasta di certo...

Questi mi sembrano le argomentazioni più pesanti, ben oltre i deliri vittimistici della Schlein, prese dal repertorio degli anni '70.

Mi chiedo, a latere, come Prodi e la tessera n. 1, De Benedetti, possano dar credito ad una squinzia che sculetta indemoniata ad un pride, gettando occhiate di osceno desiderio ad un'altra tipa scosciatissima, quando occorre per tutti quanti logica, razionalità e senso vero della politica, che è fatta da tanti e complessi studi di diritto di cui la Elly come la Giorgia mi paiono assai digiune. Temerario è dunque affidarsi a queste 'donne nuove', anche solo come 'rottura' di equilibri politici stantii. 

 


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 559
 

Oltretutto non oso pensare al caos che deriverebbe dall'affidare ai vari mezzibusti, avanzi di g... e dilettanti allo sbaraglio a capo delle regioni questioni che già a livello centrale hanno una gestione traballante. Ve li ricordate alle prese con la pandemia? Non è per ripetermi, ma... Gli show di d.luca, il terr.oris.mo di fontana, la trattativa stato-marche per chiudere o meno i bar. Ma cosa affidereste a persone del genere? Mediocri, impreparate, pronte a qualsiasi insensatezza pur di raggranellare un consenso? Quel che possono decidere è già fin troppo di questi tempi. Molti come me passerebbero da dipendenti p... a dipendenti del signorotto locale. Chissà chi sarà? Don Rodrigo, il conte attilio (fontana) o l'azzeccagarbugli? I birri e i bravi che ci fanno paura ci sono già...


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8343
Topic starter  

Il giudizio dell' Unione Europea è contenuto nel report del 19 giugno, nella parte dedicata al nostro paese.

 

Non è un giudizio vincolante,

 

nelle ultime ore stanno però arrivando sui media le prese di posizione delle diverse associazioni dei medici, e sono tutte NEGATIVE

 

Il vantaggio della riforma è che sarebbe applicata tra almeno due anni, e nel frattempo il governo potrebbe contare sulla distrazione degli italiani,

 

ma nella legge c'è, come in tutti i provvedimenti del governo Meloni, qualche passaggio non ben studiato che potrebbe rivelarsi come assolutamente impossibile da implementare.

 

 

 

Segnalo per chiudere che oggi Massimo Franco sul Corriere della Sera ha scritto un commento dal titolo

 

"Se le riforme sono una bomba ad orologeria sotto il governo Meloni"

 

Associando, come me, il termine "bomba" alle difficili riforme della Meloni, soprattutto all' autonomia differenziata.

 

 

Marcopa

.


RispondiCitazione
Condividi: