Gli USA vogliono un...
 
Notifiche
Cancella tutti

Gli USA vogliono una guerra Ucraina Russia. Così colpiscono anche l' Europa. C'è chi dice NO ?

Pagina 1 / 2

marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 7667
Topic starter  

Gli USA vogliono una guerra Ucraina Russia. Così colpiscono anche l’Europa, c’è chi dice NO ?

Sembra chiarirsi il tragico quadro attorno all’ Ucraina.

Gli USA non intervengono direttamente contro la Russia, ma cercano di provocare una guerra diretta Ucraina Russia, per poi colpire la Russia con sanzioni economiche, isolarla dalla UE,

 e giustificare tutte le truppe NATO, in pratica agli ordini degli USA, nel Europa dell’ est.

In questo modo l’ Unione Europea viene colpita anche economicamente e viene destabilizzato il nostro continente degli USA, che stanno lontanissimi da noi.

Un vero e proprio disastro in Europa, così hanno provocato un vero e proprio disastro in Afghanistan e in altre regioni del mondo.

Resta da capire come smuovere la paralisi del pacifismo occidentale e soprattutto italiano, visto che nel nostro paese molti si dicono pacifisti, contro tutte le guerre, contro gli imperialismi.

Intanto ho messo online una petizione, per indicare qualche richiesta che il pacifismo potrebbe avanzare per non lasciare campo libero alla guerra  ed unire qualcuno che non abbocca al disastro, annunciato ma nascosto da fiumi di parole mistificanti.

L’ Italia si opponga all’ entrata dell’ Ucraina nella NATO

https://www.petizioni.com/litalia_si_opponga_all_entrata_dell_ucraina_nella_nato?fbclid=IwAR34Sb-tEfXP_M4-bRXS5rdJ0Jt-Ov21QSW1oBDvX0pVMQ_HWRAvksadmAs

C è molto allarme in questi giorni per la crisi internazionale nata sulla questione Ucraina.

E' difficile capire quanto i pericoli di guerra siano reali e quanto invece i rischi siano amplificati dalla propaganda,

ma l' attuale situazione di tensione è già abbastanza grave da giustificare

l' impegno di tutti coloro che ripudiano la guerra e vogliono che le controversie internazionali si affrontino con la diplomazia e non usando le armi.

Chi e' contro la guerra può avere idee diverse, che non deve nascondere, anche sulla Russia attuale e sulla NATO,

ma, come è già successo in occasione di altre mobilitazioni pacifiste, dovrebbe unirsi per portare avanti posizioni comuni

allo scopo di favorire la pace e rendere vita più difficile a chi vuole le guerre o comunque vuole condizionare la vita dei popoli con permanenti minacce militari.

Chiediamo insieme al governo italiano

  •         di pronunciarsi esplicitamente contro l' entrata dell' Ucraina nella NATO

 

  •          di non inviare altri militari italiani nei paesi dell' est Europa. A cominciare dai mille soldati che, secondo fonti giornalistiche, dovrebbero presto essere schierati in Ungheria, Romania, Bulgaria

 

  •      -di impegnarsi perché siano attuati gli accordi di Minsk, firmati nel 2014 da Ucraina e Russia

 

Marco P.

 


Citazione
Tag argomenti
cedric
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1697
 

Come disse il marchese del grillo: io  so' io e voi non siete un ca++o.

Lo espresse molto chiaramente al telefono su una linea aperta, intercettata e  diffusa,  anche la mitologica victoria nuland con la colorita espressione "fuck the europe",  cioè "che l'europa si fotta" e guarda caso per lo stesso contenzioso di oggi.

Qualcuno è forse stato in grado di replicarle oppure tutti, ma proprio tutti gli europei (francia ed regno unito compresi) hanno ignominosamente taciuto?

 


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3883
 

Sono decenni ormai che l'Europa non conta più un fico secco a livello internazionale. I cosiddetti Paesi  vincitori della WWI si sono illusi di poter essere in qualche modo protagonisti anche se sotto tutela americana, ora scoprono anche loro che non contano nulla, basta veder come è stato trattato il Pompadour di Parigi a Mosca....come un appestato. Continuo a non capire quale sarebbe la strategia di Mosca in questa crisi ucraina. Cosa fa ora, dopo aver lasciato per mesi 150 000 soldati al freddo al confini ucraini, dice di aver scherzato e li rimanda nelle caserme? A me viene il sospetto che qui nessuno abbia fatto realmente i conti con quello che può succedere. Le guerre si sa come cominciano, non si sa mai come vanno a finire.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2738
 

Probabilmente occorre introdurre nel nostro discorso 'superficiale', l' unico che possiamo realmente 'vedere', alcuni aspetti profondi. In altri termini, la partita si svolge anche su di un profilo occulto, di cui abbiamo sentore ma non prova certa, profilo che vedrebbe una parte dei settori americani alle prese con l'eradicazione politica di soggetti come la Nuland ed altri, tutti Jewish ampiamente collusi con gli 'architetti' del Nuovo Secolo Americano.

Dunque 'eccezionalisti' VS 'lealisti' ( il termine è improprio ma non trovo di meglio) e le schermaglie in cui l' Ucraina è materia di scambio ( di cannonate ma anche di debiti inesigibili e finanziamenti a fondo perduto ) con l' obiettivo di alcuni di politiche da 'soluzione finale' lo potrebbe dimostrare, a partire dal pagliaccio Zelenski, anch'esso J. dal nome importante nonostante la sua carriera tutta all' interno del mondo del circo equestre: politico impresentabile, guitto a la Grillo, anche lui si è reso tardivamente conto di essere solo un pagliaccio messo lì proprio perciò, per non avere volontà e idee proprie, ed oggi squittisce impazzito verso i suoi lenoni col cerone che gli cola sul viso smunto di paura...

Dunque, seguendo questo ragionamento, paradossalmente la Russia non ha interesse proprio alla crisi ucraina, lo  hanno solo settori americani in lotta fra loro, in parte eterodiretti da-sappiamo-chi, ed in parte finalmente decisi a levarseli di torno senza che riescano a trovare una 'sponda' nella politica di Putin, attendista quanto basta per vederli dilaniare fra loro. Chi perderà nella crisi ucraina perderà tutto: e proprio perciò è ben probabile che si sposti il fulcro del confronto altrove, per avere maggior ambito di manovra: un confronto stavolta decisivo anche militarmente parlando.

Dove ? Difficile dirlo. Io spero sempre nella ragionevolezza cioè nella finale presa di coscienza da parte del popolo ucraino dei legami indissolubili con la Russia. Stabilità nel centro Europa significa stabilità nel resto del mondo ed anche un ridimensionamento, improbabile oggi ma determinante in futuro, dell' importanza della Germania. 

Ne abbiamo fatto indigestione di questo paese che cerca ad ogni costo l'egemonia materiale quando è privo di idee e di spinta ideale verso un mondo futuro vivibile da tutti.


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1697
 

Come hanno già osservato in molti, il vero obiettivo che gli americani debbono difendere ad ogni costo è Taiwan mentre posizionare la NATO (e quindi i missili atomici a corto/medio raggio) in Ucraina è solo un diversivo e soprattutto una spina nel fianco costante per i russi.

Anche se la progettazione dei componenti elettronici è in america, le fabbriche sono a Taiwan ed in Corea del sud. Se la Cina  occupa Taiwan (e lo farà di sicuro) gli americani vogliono che la Russia abbia altri problemi più urgenti  e non che possa aiutare militarmente gli amici  cinesi. Due fronti aperti sono troppi anche per i russi che lascerebbero soli i cinesi a vedersela con gli americani.

Intanto ieri c'è stato un terremoto 6.2 a Guam,  la grande base aereonave americana nel pacifico dove sono dispiegati i B52 ed i B2 con le testate atomiche.  Un caso o un messaggio?


RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 

proprio non mi capacito di come putin, di solito estremamente accorto, non comprenda che questo è un suicidio strategico. è l'azzardo più grande della sua carriera politica... e comunque vadano le cose, finirà male per tutti. Sono estremamente stordito dalla piega degli eventi. Anche perché così facendo rischia pure la leadership interna. Il mio sostegno alla Russia rimane fermo, ma questo è un errore che sia loro che noi pagheremo tantissimo

Questo post è stato modificato 8 mesi fa da Hero of Sky

oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 

pare che lo zar, sempre meno lucido, abbia attivato le difese nucleari... cosa succederà a questo punto è impronosticabile


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2738
 

Non vedo Putin in una crisi di lucidità. Lo vedo invece lucidamente perdente, a meno che l' Ucraina non accetti una sostanziale riduzione della sovranità escludendo l'ingresso nella NATO ... e forse a questo punto come 'risarcimento' ci starebbe l' ingresso nell' Eu anche in mancanza di solidità economica, laggiù inesistente. Questa Europa, gran calderone in cui c'è tutto ed il contrario di tutto purchè ben pagato, a spese nostre, s'intende: il nostro debito serve a quello, ad occultare sostegni a paesi falliti, comprese le spese militari e di 'rappresentanza' ... ( eufemismo ). Le badanti hanno fatto storia. Aspettiamoci parecchie new entry sui viali di periferia delle grandi città. Le altre nei salotti bon ton dei nostri media ad accavallare le gambe insieme alle squinzie nostrane. Impareranno presto come gira il mondo qui da noi.


RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 

sul campo la russia vincerà, nessun dubbio al riguardo. (anche perché, banalmente, dovesse perdere, la russia è finita e l'opposizione al grande Leviatano con essa, e lo sa) Ma gli strascichi saranno assai maggiori di quanto potessero immaginare


RispondiCitazione
absitiniuriaverbis
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 8
 

Mi fai venire in mente che chi spara per primo muore per secondo... a proposito di nucleare.

Se Putin ha un piano, con questa sua uscita nucleare , non lo capisco ma se non c'è un piano, è ancora peggio. Quindi penso che ci sia. 

Forse pensa di incassare credibilità visto che fino ad ora ha fatto quello che ha detto.

Non lo vedo però nei panni di Sansone contro i Filistei. 

Spero in un bluff. Ma se gli altri vedono e non rilanciano ha perso la partita. 


RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 

https:/t.me/tramontodemocrazia/2283


RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 

il blog di blondet risulta inaccessibile


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2304
 

e' il tuo computer che ha problemi...è accessibilissimo

 


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3883
 

Putin (non la Russia) ha già perso la guerra, ora si tratta di vedere se riesce a costruire una exit strategy per salvare non solo la sua faccia, che sarebbe una cosa secondaria, ma gli interessi della Russia e quindi indirettamente gli interessi di sicurezza dell'Europa. Che questa fosse stata la sua guerra personale è risultato chiaro dalla riunione del consiglio di sicurezza russo e dello screzio di Putin con il capo dei servizi segreti, il quale si era detto favorevole ai negoziati. Queste cose non avvengono per sbaglio. Il Deep State russo a mandato un messaggio al popolo dicendo che la guerra era una decisione personale di Putin. La guerra è persa indipendentemente dalle battaglie, che l'esercito russo potrebbe vincere tutte, perché l'obiettivo che si voleva raggiungere, cioè l'integrazione dell'Ucraina insieme alla Bielorussia (e al Kazakhstan) in una nuova unità strategica non è possibile senza almeno un consenso di una parte dell'opinione pubblica ucraina. Non solo questo consenso non c'è ma, con la lotta contro l'esercito russo, considerato invasore e non 'liberatore', si sta cementando l'identità nazionale ucraina (che esisteva già prima) proprio grazie a Putin. 


RispondiCitazione
Hero of Sky
Eminent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 23
 
Pubblicato da: @pietroge

Putin (non la Russia) ha già perso la guerra, ora si tratta di vedere se riesce a costruire una exit strategy per salvare non solo la sua faccia, che sarebbe una cosa secondaria, ma gli interessi della Russia e quindi indirettamente gli interessi di sicurezza dell'Europa. Che questa fosse stata la sua guerra personale è risultato chiaro dalla riunione del consiglio di sicurezza russo e dello screzio di Putin con il capo dei servizi segreti, il quale si era detto favorevole ai negoziati. Queste cose non avvengono per sbaglio. Il Deep State russo a mandato un messaggio al popolo dicendo che la guerra era una decisione personale di Putin. La guerra è persa indipendentemente dalle battaglie, che l'esercito russo potrebbe vincere tutte, perché l'obiettivo che si voleva raggiungere, cioè l'integrazione dell'Ucraina insieme alla Bielorussia (e al Kazakhstan) in una nuova unità strategica non è possibile senza almeno un consenso di una parte dell'opinione pubblica ucraina. Non solo questo consenso non c'è ma, con la lotta contro l'esercito russo, considerato invasore e non 'liberatore', si sta cementando l'identità nazionale ucraina (che esisteva già prima) proprio grazie a Putin. 

mi auguro che ti sbagli


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: