I politici sembrano...
 
Notifiche
Cancella tutti

I politici sembrano intenzionati a rompere la catena di approvvigionamento per farci morire di fame.


ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 285
Topic starter  
di Moneycircus
Aggiornamento sulla crisi - gli olandesi fronteggiano i politici
Le persone reali stanno cercando di salvare il loro lavoro, bloccando strade, magazzini e porti.
Mentre i falsi legislatori abdicano alle loro decisioni politiche a favore di corporation e fondazioni di oligarchi.
La politica è invertita, dal cibo al carburante, dagli insetti all'elettricità: uccidere per salvare il pianeta.

Gli olandesi sono al primo posto nell'Unione Europea e al secondo nel mondo per valore delle esportazioni agricole, dietro solo agli Stati Uniti.

Una nazione di 17 milioni di persone su un pezzo di terra meno del doppio dell'area dello stato del New Jersey (33mila km quadrati, o 13mila miglia quadrate).

Dimmi che la povertà non viene ingegnerizzata.

Gli agricoltori stanno protestando contro una "legge sull'azoto" che consente al governo di espropriare la loro terra. La famiglia del ministro che spinge questa legge possiede il supermercato online Picnic.

Bill Gates ha investito 600 milioni di dollari nell'azienda di proprietà della famiglia di un politico olandese. Gates vuole che mangiamo carne sintetica.

I politici sembrano intenzionati a rompere la catena di approvvigionamento per farci morire di fame. 

L'ultima "minoranza marginale con opinioni inaccettabili", nelle parole di Justin Trudeau, sono pescatori e agricoltori olandesi.

Si rifiutano di negoziare con il governo perché si rifiuta di scendere a compromessi sui suoi obiettivi di tagliare drasticamente l'agricoltura riducendo drasticamente l'uso di azoto e ammoniaca. Questo è tipico dell'Unione Europea e del Gruppo del WEF di Davos. Non negoziano; gestiscono i risultati. Concedere un punto sarebbe una vittoria per l'altra parte, pensiero a somma zero.

Gli agricoltori hanno messo sotto accusa i politici, che sono nei guai. Spingeranno sempre più forte.

Le proteste si sono infiammate mercoledì quando la polizia ha sparato a un ragazzo di 16 anni su un trattore. L'ufficiale si è nascosto. I supermercati stanno finendo il cibo poiché i centri di distribuzione sono bloccati. Giovedì i manifestanti hanno iniziato a ostruire gli aeroporti. I pescatori si sono uniti e hanno chiuso i porti.

Negli Stati Uniti la Reuters ha rivelato che l'amministrazione Biden ha ceduto parte della riserva strategica di petrolio alla Cina, insieme ad Asia ed Europa. Ha venduto 5 milioni di barili il mese scorso, come parte di un previsto prelievo di 180 milioni di barili, un terzo della riserva totale che è già al minimo in 40 anni.

I prezzi alla pompa continuano a salire perché Biden non utilizza il petrolio rilasciato a casa, ma lo vende per pagare le spese di crisi.

Inoltre, se la Casa Bianca volesse abbassare i prezzi, potrebbe revocare le sanzioni a Venezuela e Iran, anche se le manterrà sulla Russia.

L'88% dei cittadini statunitensi intervistati ritiene che il Paese sia sulla strada sbagliata. Solo l'11% degli americani si dice soddisfatto di come stanno andando le cose, secondo Gallup.

In Gran Bretagna, camion e trattori hanno bloccato il traffico con rallentamenti in giro per la nazione per protestare contro i prezzi del carburante.

Lo Sri Lanka potrebbe rimanere senza benzina entro il fine settimana, secondo il suo ministro dell'Energia. Il governo ha vietato la vendita di carburante ai cittadini, poiché lo salva per il governo e i servizi di emergenza. Le scuole sono chiuse; gli ospedali lottano. Le interruzioni di corrente variano da 3 a 13 ore al giorno.

Le politiche verdi sono in parte responsabili. Lo Sri Lanka è obbligato a fissare obiettivi ai sensi dell'accordo di Parigi dal 2016. Il governo ha cercato di implementare l'agricoltura biologica al 100% e, di conseguenza, i raccolti sono diminuiti del 50%, cosa che sapevano in anticipo. I risultati della ricerca sono consolidati. 

Il Programma alimentare mondiale afferma che 6,2 milioni di persone in Sri Lanka sono "insicure dal punto di vista alimentare". Questo è il nuovo eufemismo del giorno.

Il 9 luglio i manifestanti occuperanno un quartiere della capitale Colombo dove vive e lavora il premier. Un tribunale ha respinto le richieste di divieto della polizia.

 

https://moneycircus.substack.com/p/crisis-update-dutch-face-down-politicians?utm_source=substack&utm_medium=email

Questa argomento è stata modificata 5 mesi fa 2 volte da ekain3

Citazione
cedric
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1697
 

Da una prospettiva alternativa ci si potrebbe vedere l'intento di abituare l'occidente ad una economia di guerra, piu' o meno come quella del regno unito durante la seconda guerra mondiale. Ora come allora la priorità è vincere il nemico a qualunque costo dirottando tutte le risorse disponibili dal welfare alle armi. Serve pur rifornire di armi e viveri i nostri ragazzi che combattono per noi.

Se poi il nemico non sarà mai vinto e la guerra non finirà mai, pazienza, il popolo si abituerà alla fame, al freddo, all'impossibilità di muoversi autonomamente. Si abituerà anche alla morte per mancanza di farmaci, per mancanza di assistenza ed per mancanza di cibo. Tanto prima o poi noi vinceremo.

Il problema è che nessuno sta mettendo in conto che invece di una lunga guerra convenzionale ci potrebbe essere una corta guerra nucleare. In tal caso la scommessa sarebbe persa, senza i quattro quinti dell'umanità, morti per le atomiche e le radiazioni, chi resterà per produrre e soprattutto per comperare?


sarah e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi: