No all' invio di ar...
 
Notifiche
Cancella tutti

No all' invio di armi all'Ucraina. Mobilitiamoci per il voto al Senato di questi giorni


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 7642
Topic starter  
Questa settimana si voterà al Senato sul decreto Ucraina, comprendente anche l' invio delle armi. Il giorno del voto se ne parlerà molto, ma anche in tutti questi ultimi giorni dobbiamo mettere in piedi più mobilitazione possibile. Sarebbe utilissimo un presidio affollato davanti al Senato nei due tre giorni in cui si potrebbe votare a palazzo Madama.
 
Marcopa
 
 
Mercoledì 30 marzo, se le commissioni avranno concluso il loro esame del provvedimento, il Senato discuterà il decreto sulla crisi ucraina contenente anche l' invio di armi al paese attaccato dalla Russia, conversione in legge con modificazioni  DL n.14 del 25/02/2022.
In realtà il decreto n. 14 prevedeva l' invio solo di armi non letali, cosa che invece era stato deliberata in Consiglio dei ministri dal Dl n. 16 del 28 febbraio 2022. Ma alla Camera dei Deputati il Dl 16 è stato annullato e le sue deliberazioni sono state aggiunte al decreto n. 14.
 
Continua il segreto su quali armi siano e su quanto sia il loro importo economico. Nello stesso tempo non sappiamo nemmeno chi le userà, perché la legge ucraina prevede, già da prima di questa crisi, la possibilità di arruolare nel proprio esercito combattenti stranieri, in pratica mercenari.
 
Il decreto modificato prevede esplicitamente una deroga alla legge 185/90, che vieta cessione e trasporto di armi a paesi in guerra, senza però specificare quali armi cederemo all' Ucraina. 
Se avessimo ordigni nucleari potremmo cedere anche ordigni nucleari.
 
 Ai link di seguito, una petizione e una pagina Facebook contro l' invio di armi all' Ucraina. Invito tutti soprattutto a contribuire alla pagina Facebook, in modo particolare nella prossima importante settimana. 
 

https://www.petizioni.com/l_italia_non_invii_armi_all_ucraina_in_guerra&source=gmail&ust=1648458805102000&usg=AOvVaw2REqVx_C36E5i80ztejrG b"> https://www.petizioni.com/l_italia_non_invii_armi_all_ucraina_in_guerra

 
La maggioranza molto ampia del governo Draghi intanto non ha evitato problemi sull' aumento di spese militari. Alla Camera è stata approvata una mozione, pronunciamento non vincolante, a favore dell' aumento delle spese militari al 2% del Pil. Ma al Senato nessun partito di governo vorrebbe presentare una mozione analoga, visto il disagio del gruppo M5S e di molti parlamentari, rimandando il problema. Fratelli d' Italia invece è intenzionata a proporre un testo uguale a quello approvato alla Camera per mettere in imbarazzo sicuramente  il M5S e, solo a parole, il governo  Draghi.
 
L' aumento della spesa militare, definito "Una follia di cui mi vergogno" da papa Bergoglio, è davvero difficilmente difendibile.
Pensate solo che nelle stesse ore della discussione al Senato del DL 14 modificato, al non lontano Ministero della salute protesteranno numerose associazioni, di familiari e non, per la situazione nelle RSA e Case di Riposo. Il tema specifico è l' estrema difficoltà di visitare gli anziani ma questo dipende anche dalla gestione complessiva della sanità, locandina in allegato. Mentre giovedì la Commissione Difesa parlerà  delle "...prospettive dell'export italiano di materiali per la difesa e la sicurezza ", cioè della vendita di armi italiane.
al link
 
Comunque il decreto contenente l' invio delle armi dovrebbe passare, mentre una eventuale mozione sull' aumento delle spese militari potrebbe riservare sorprese.
 
Sarebbe utile però che si manifestasse con grande visibilità l' opposizione alla decisione del governo sulle armi all' Ucraina, un' opinione che in alcuni sondaggi viene considerata maggioritaria nella popolazione italiana.
 
L' azione più efficace sarebbe un affollato presidio davanti al Senato, ma potrebbero essere utilizzati altri modi per tentare di condizionare il voto dei senatori, almeno quello degli incerti. Per esempio inviare email ai senatori, soprattutto a quelli più in difficoltà a votare per le armi all' Ucraina.
 
Potrebbero essere inventate altre azioni. Anche se non fossero determinanti, sarebbero però comunque utili e soprattutto giuste.
 
Marco
 
PS. Ripropongo i link della petizione e della pagina Facebook "contro l' invio di armi all' Ucraina" e l' invito a contribuire alla pagina Facebook
 

https://www.petizioni.com/l_italia_non_invii_armi_all_ucraina_in_guerra&source=gmail&ust=1648458805103000&usg=AOvVaw0ATexXFkrnaNl7fIxbqwB 6"> https://www.petizioni.com/l_italia_non_invii_armi_all_ucraina_in_guerra

 
 
 
Questa argomento è stata modificata 4 mesi fa da marcopa

Citazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 7642
Topic starter  

Cosa fare per tentare di influenzare il voto dei senatori sul decreto Ucraina che comprende l' invio di armi ?

 

a) la cosa più utile sarebbe un presidio affollato davanti a palazzo madama nei giorni del voto. Il giorno preciso della discussione e del voto ancora non è stato fissato, si pensa che avverrà mercoledì o giovedì.

 

b) Utile anche un bombardamento di email ai senatori, in modo che si rendano conto che nel paese è forte l' opposizione a questa decisione. In effetti i sondaggi indicano che la maggioranza dell' opinione pubblica italiana è contraria all' invio di armi all' ucraina.

 

c) Altre iniziative possono essere inventate e proposte, se avete idee inviatele alla pagina Facebook indicata nel post precedente "L' Italia non invii armi all' Ucraina in guerra"


RispondiCitazione
Maryland
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 195
 

La guerra fa sempre schifo, va evitata e ovviamente vanno aiutati i profughi ma:

questa "guerra-farsa" che stanno facendo è uno degli  strumenti per instaurare la dittatura, il Nuovo Ordine Mondiale!!

Avremo un'identità digitale, il credito sociale cinese, un'unica moneta digitale, perderemo la proprietà privata... Fine della libertà per tutti i popoli!

Questa è la vera guerra e riguarda tutto il mondo, non quella che vogliono che guardiamo con terrore, puntando il dito contro il presunto cattivone, usato solo come capro espiatorio per creare la crisi e distruggere l'economia!

Petizione: In quanti stanno MORENDO per i vaccini? E dovrebbero dar credito a una petizione???

L' aumento della spesa militare, definito "Una follia di cui mi vergogno" da papa Bergoglio, è davvero difficilmente difendibile.

Il papa non lo citerei proprio visto che:

a) non dice niente della dittatura che stanno instaurando di cui questa “guerra” è solo uno strumento;

b) ha discriminato lui stesso i no vax chiedendo il nazi pass, peccato che essi difendano il loro inalienabile diritto a dire NO (vale anche per il diritto a dire NO a tampone, mascherina...)

Fra l'altro: noto una dicotomia con Gesù che stava con i lebbrosi!!!!!!!!!!!!!

c) non dice che i vaccini uccidono e danneggiano;

Che dire? Gesù!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Proteste: abbiamo visto a cosa sono servite le proteste fatte sinora... Con tutto il rispetto di chi, in buona fede, se pur da miope, le ha portate avanti.

 

Fra l'altro, ci sarebbe quel problemino del nazismo in Ucraina...:

https://t.me/vvvvvinc/10744   !!!


RispondiCitazione
Condividi: