Venerdì 10 marzo or...
 
Notifiche
Cancella tutti

Venerdì 10 marzo ore 11,30 circa --- 500 persone a bordo di un peschereccio che imbarca acqua Nuovo episodio della telenovela, speriamo questa volta a lieto fine


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
Topic starter  
https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/03/10/migranti-e-emergenza-a-lampedusa-2500-arrivi-in-24-ore-lallerta-nello-jonio-500-a-bordo-di-un-peschereccio-che-imbarca-acqua/7091795/
Più di duemila arrivi nelle ultime 24 ore, quasi tremila persone in un hotspot che può contenerne 400. E all’orizzonte il rischio dell’ennesima tragedia: mentre 42 migranti sono stati salvati da un barchino affondato al largo di Lampedusa, altri 500 si trovano ancora su motopeschereccio che imbarca acqua, avvistati dall’aereo di Frontex nel mare Jonio. Mentre il governo di Giorgia Meloni vara nuove norme per punire gli scafisti, l’emergenza migratoria non si placa.

 

L’allerta nel mare Jonio – L’ultimo avvistamento di Frontex parla di 500 persone che si trovano a bordo di un motopeschereccio al largo della Sicilia, nel mare Jonio. “Siamo in contatto con 500 persone che si trovano a bordo di un’imbarcazione partita dalla Libia ci hanno chiamato dalla zona Sar italiana. Abbiamo allertato le autorità. Avviate subito le operazioni di salvataggio, non perdete tempo”, scrive Alarm phone nei suoi canali social. “È una situazione di grave pericolo, tutte le autorità competenti sono state tempestivamente avvisate. Tra le 9 e le 10 di questa mattina l’aereo Eagle 1 di Frontex ha sorvolato la posizione dell’imbarcazione. E lo stesso ha fatto un elicottero della US Navy. Come Mediterranea chiediamo alle Autorità italiane di lanciare subito un’operazione di soccorso per salvare quelle vite”, avverte il capomissione di Mediterranea Saving Humans, Luca Casarini. “Mrcc Roma ha tutte le informazioni da diverse ore – aggiunge – A scanso di equivoci questa è una situazione di distress, chiediamo che per favore inviino le motovedette e i mezzi aerei della Guardia costiera, che aprano un’evento Sar. Non è una operazione di polizia che serve. È un peschereccio strapieno di profughi in fuga, che chiede aiuto. Ci sono decine di donne e bambini. E da bordo segnalano ad Alarm Phone che stanno già imbarcando acqua. Non c’è un minuto da perdere” .

Citazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
Topic starter  

I protagonisti questa volta sono aumentati,

 

è entrato in scena Luca Casarini, 

 

e sono aumentati anche i passeggeri a bordo,

 

Dite comunque alla Meloni, che un peschereccio con 500 persone a bordo è sempre a rischio, anche se fosse un peschereccio per la pesca negli oceani.

 

Così come l' imbarcazione di Cutro, anche se non c'erano SOS ufficiali, era comunque a rischio, come tutte le barche dei migranti.

 

Centinaia di persone a bordo di imbarcazioni che possono portare solo poche persone sono sempre da salvare,

anche con il mare liscio come l' olio,

 

Altro che Taxi del mare.


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
Topic starter  

Cinquecento persone, tra cui molte donne e bambini, sono su un peschereccio in difficoltà in zona Sar italiana, e che già imbarca acqua. A dare l'allarme per una nuova emergenza e per un numero così consistente di persone è il centralino dei migranti Alarm phone che e' stato contattato da alcune delle persone a bordo

Il peschereccio è stato avvistato dallo stesso aereo di Frontex che aveva individuato il caicco poi naufragato a Cutro e che ora ha lanciato un nuovo allarme. E da un elicottero della Us Navy: sarebbe partito dalle coste della Cirenaica e, nell'ultima posizione conosciuta, intorno alle 9 di questa mattina, sta procedendo verso le coste orientali della Sicilia in direzione di Siracusa. Alarm phone pubblica anche la mappa della zona in cui si trova il peschereccio e ha chiesto alle autorità marittime italiane un immediato  intervento, che è scattato da poco: una motovedetta della Guardia costiera ha mollato gli ormeggi da Pozzallo per andare incontro al barcone in difficoltà. Ma ce ne sarebbero altri coinvolti nel versante orientale siciliano.

A chiedere l'immediato intervento della Guardia costiera è stato anche il capo missione di Mediterranea Luca Casarini:" Mrcc Roma ha tutte le informazioni da diverse ore - dice -. A scanso di equivoci, questa è una situazione di distress. Chiediamo che per favore inviino i mezzi aerei e navali della Guardia costiera, che aprano un evento Sar. Non e' un'operazione di polizia che serve. E' un peschereccio strapieno di profughi - aggiunge Casarini - in fuga e che chiedono aiuto. Ci sono decine di donne e bambini. E da bordo segnalano ad Alarm phone che stanno già imbarcando acqua. Non c'è un minuto da perdere"


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 4113
 

Ormai spero sia chiaro a tutti che questi non sono migranti e neanche profughi, sono invasori e che questa deve essere considerata una invasione volta a destabilizzare il Paese. Non servono le pene più severe agli scafisti e neanche la guerra alle ONG servono i respingimenti e le leggi interne volte a scoraggiare l'invasione : nessuna cittadinanza per chi arriva illegalmente, diritto di asilo solo ai perseguitati politici, nessun diritto a scuola, lavoro e welfare per i clandestini ecc. ecc. Chi ha intenzione di portare il Paese alla guerra civile deve sapere che poi si dovrà assumere la  responsabilità e ne subirà le conseguenze. 


BrunoWald e sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 548
 

@ PietroGE. Tolte le sviolinate di Casarini, assai "prevedibili" e che possono tranquillamente riempire metri quadri di carta stampata, l'altro fatto che si ricollega e che conferma quel che dice lei è che l'effetto destabilizzante ( non solo in senso strettamente politico ma sulla società in genere ) si determina anche solo con i semplici annunci, come quello che viene riportato qui. Nessuno ha a cuore la sorte di nessuno, tantomeno di chi siede su quelle imbarcazioni. Sì tratta di strumenti utili a perseguire fini di ben altra portata. L'annuncio di un "incidente" anche solo sfiorato può servire per poter chiedere le dimissioni di un sottosegretario o di un ministro... Se nessuno, comprensibilmente, sarà dispiaciuto per le sorti del burocrate di turno e capro espiatorio, allo stesso tempo e alla lunga sarà l'intera società ad essere logorata, infarcita d'odio e destabilizzata e la sua tenuta è tutt'altro che garantita. Uno sconto civile diretto non sarebbe poi più nemmeno una conseguenza così estrema. E così dopo via libera agli illuminati "pacificatori " che ci riporteranno sulla retta via. Loro non vedono l'ora di farlo e la vittima principale è il paese ormai socialmente agonizzante. Come dice lei, chi si augura questo dovrebbe assumersene ogni responsabilità.


Brule e BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
Topic starter  

Le migrazioni sono un problema, ma anche un' opportunità per il paese che accoglie. Affrontarlo non è semplice, soprattutto quando ci sono crisi enormi in molti paesi. Fuggire dall' Afghanistan non è una assurdità, e ci sono afghani in Italia che hanno percorso centinaia di chilometri a piedi per arrivare fin qui. E' vero, non mi sto inventando niente.

 

Le soluzioni semplici per problemi complessi non esistono. 

 

Salvini ha blindato in modo assurdo l' Italia quando la dimensione dell' immigrazione in Italia ed Europa non era enorme.

 

Ora c'è una crisi gigantesca ormai a livello globale, e in Libia, Siria, Afghanistan, l' occidente e la NATO hanno delle responsabilità.

 

pensate solo che in Siria, in guerra da dieci anni, da dieci anni cerchiamo di colpire il paese con sanzioni. per peggiorare la sua situazione economica !!!!! E insistiamo anche dopo il devastante terremoto.

Se per affrontare la questione immigrazione pensano che basti prendersela con gli scafisti è un problema loro, del governo Meloni.

Se pensano che sia normale non andare dalle vittime del naufragio e dai loro parenti a portare solidarietà e compassione, anche questo è un problema loro.

 

Il 18 marzo nel nostro piccolo a Roma manifesteremo insieme ad altri paesi del mondo contro le sanzioni alla Siria.

I criminali non sono solo gli scafisti.

Intanto il 7 marzo dopo il terremoto in Siria ho lanciato una petizione perché le fossero tolte le sanzioni, al link

https://www.petizioni.com/siria_dopo_il_terremoto_italia_e_ue_tolgano_le_sanzioni_economiche_in_vigore_da_dieci_anni?u=2584848

 

e questo piccolo gesto mi è costato un attacco ripetuto per alcuni giorni al mio profilo facebook

 

e non sono più riuscito ad entrare in quel social, probabilmente il più diffuso.

 

E' un mondo brutto, non è un paradiso rovinato da pochi scafisti criminali.

Questo post è stato modificato 1 anno fa da marcopa

RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 4113
 

Cechiamo di fare il punto della situazione :

  • I numeri in questione (sbarchi di circa 2000 al giorno) non sono sostenibili da un Paese indebitato e sovrappopolato come il nostro. Sul Giornale l'iman tunisino da una stima di circa 800 000 africani nel suo Paese pronti a andare con ogni mezzo in Europa. Al contrario di quel che credono i buonisti, il numero è solo limitato dai mezzi a disposizione, Cioè se ci fossero barche a sufficienza per trasportare 100 000 clandestini al giorno questa sarebbe la cifra degli sbarchi.
  • L'immigrazione è altra cosa. Comporta un numero stabilito e fisso di immigrati con le qualifiche tali da poter trovare un lavoro e capaci di integrazione. Il numero di donne e bambini dimostra anche ai ciechi che qui si tratta di coloni venuti ad occupare il Paese, spinti dalla pressione demografica che provocherà un aumento di 4 volte la popolazione africana da qui alla fine del secolo, stime dell'ONU.
  • Con queste cifre l'integrazione è una chimera, combinata con il declino demografico italiano il colono musulmano e/o africano si chiede giustamente perché dovrebbe integrarsi, aspetta di diventare maggioranza e poi di trattare gli italiani come trattano le minoranze nei loro Paesi. La cosa tragica è che l'aumento indiscriminato degli invasori provocherà anche la de-integrazione di quelli che si erano integrati. Lo ho visto succedere in Germania.
  • La lamentela costante nei confronti dell'Europa perché non ci aiuta accogliendo i clandestini è fatta da gente che mente sapendo di mentire. Lo sanno tutti i nostri politici il perché nessuno in Europa vuole i  cosiddetti migranti : hanno visto che la società multietnica e multiculturale da loro  è fallita e hanno paura, non degli estremisti di destra, ma della loro popolazione autoctona.
  • Chi crede di poter prevedere come reagirà la popolazione italiana o meglio l'elettorato italiano se ci saranno sviluppi come quelli nelle banlieu francesi, mente. Abbiamo visto prima i 5S passare da 4 al 33%, poi Salvini fare lo stessa strada. Oggi tocca alla Meloni ad essere sulla cresta dell'onda, ma non si sa fino a quando. L'unica cosa certa è la volatilità di grosse fette dell'elettorato italiano che vota 'con la pancia' per cui basta una emergenza di violenza da parte di immigrati e ti ritrovi Forza Nuova a Palazzo Chigi e il popolo che vuole fuori tutti gli immigrati. E allora che fai? C'è gente che crede che la democrazia sia quando il popolo vota a sinistra. Non hanno capito che la democrazia è un arma a doppio taglio.
  • A proposito di sinistra lo schema di gioco : far venire più immigrati possibili e poi farli votare (cioè cittadinanza facile) per crearsi così una clientela elettorale è non solo scemo ma un boomerang pericoloso. Quando gli immigrati islamici saranno maggioranza, i primi della lista ad essere fatti fuori saranno proprio loro.
  • Questo il titolo del Fatto di oggi  : https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/03/10/migranti-emergenza-lampedusa-migliaia-arrivi-guardia-costiera-marina-militare/7091795/ : Migranti, oltre 1300 soccorsi nello Ionio: la Marina chiamata in supporto. Boom di arrivi: 4.600 in 48 ore, a Lampedusa è emergenza

Brule, Darkman e BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 492
 

A proposito di sinistra lo schema di gioco : far venire più immigrati possibili e poi farli votare (cioè cittadinanza facile) per crearsi così una clientela elettorale è non solo scemo ma un boomerang pericoloso. Quando gli immigrati islamici saranno maggioranza, i primi della lista ad essere fatti fuori saranno proprio loro.

Una prospettiva sublime. Nel caso, scommetto che sarebbero in parecchi a dare una mano ai "migranti".

Quel che rende particolarmente odiosa la gente come Casarini e gli altri impiegati di Soros, stipendiati o volontari che siano, è che le cose che scrivi le sanno benissimo anche loro: ma non gliene frega niente, pur di vedere distrutto un paese e un popolo che odiano. Essi vogliono la sostituzione etnica, vogliono la fine dell'Europa, della sua storia e cultura, con le sue luci ed ombre, godono nel vederla invasa, benché cerchino di infinocchiarci con le manfrine sull'accoglienza e la solidarietà.

Si illudono di contare ancora qualcosa con l'avvento della casbah universale, perché sono incapaci di cogliere la natura dei popoli di colore: si credono rivoluzionari, ma sono soltanto occidentali che si odiano, e questo i non-occidentali lo capiscono perfettamente, e li disprezzano di conseguenza, pur usandoli per i loro scopi. A chi fosse interessato a questi temi, consiglio di leggere "Il campo dei santi", di Jean Raspail, un libro altamente simbolico e profetico in cui il disarmo spirituale dell'Europa viene illustrato assai bene, insieme alla radicale alterità del mondo magmatico che preme ai nostri confini.


Brule e PietroGE hanno apprezzato
RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 492
 

@marcopa

Hai ragione, viviamo in un brutto mondo e gli scafisti non sono i soli criminali. Le sanzioni alla Siria sono un'infamia, come tutte le guerre che la NATO ha scatenato contro i paesi che citi, e verso i quali è giusto esprimere la nostra solidarietà. Sono anche disposto a riconoscere che allorché l'ultimo clandestino venisse espulso dall'Europa non avremmo con questo risolto i nostri problemi, e per quanto mi riguarda, i primi stranieri a doversene andare fuori dalle palle sarebbero le truppe americane.

Detto questo, sappiamo tutti che la migrazione di massa dal terzo mondo è stata concepita, provocata e imposta dai vertici del capitalismo globale, per una serie di ragioni economiche ma anche e soprattutto politiche, nell'ottica di una vera e propria guerra contro gli stati nazionali e la struttura sociale, economica, culturale e identitaria degli europei, in vista di una tirannia globale che si sono pure concessi il lusso di descriverci in dettaglio.

Sappiamo anche che gran parte della sinistra è saltata entusiasticamente a bordo di tale impresa criminale, della quale è complice a tutti gli effetti, non certo per i dichiarati motivi filantropici, ma per calcolo politico e per obiettiva affinità ideologica con la tabula rasa che ci vogliono imporre gli architetti del NWO. Sappiamo inoltre che l'immigrazione è un business sul quale si sono gettati un pò tutti i peggiori: le mafie, i partiti, la chiesa cattolica, le ong, ecc, per i quali i "migranti" sono mera carne da cannone e strumenti per perseguire i loro sordidi interessi.

Anche se non vivo più in Europa, ritengo che i nostri popoli abbiano il diritto di difendersi da questi criminali, con tutti i mezzi possibili: e quando ci sveglieremo, sarà sempre troppo tardi. Gli stranieri non sono "il nemico", è vero: il nemico come diceva Brecht è alle nostre spalle. Ma vengono a colonizzare la nostra terra, consci delle complicità di cui godono, e dell'obiettiva debolezza di un continente occupato militarmente, demoralizzato, invecchiato e ormai quasi sterile. Non è difficile immaginare che prima o poi scorrerà il sangue, e non sarà bello da vedersi: faremmo meglio a pensarci, finché siamo in tempo, se vogliamo parlare di solidarietà e compassione.

 

 


Brule hanno apprezzato
RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
Topic starter  

Il dato oggettivo, da verificare bene ma è molto verosimile,

 

è che in queste settimane e forse mesi,

 

STA ESPLODENDO la questione immigrazione

 

perchè STA ESPLODENDO la crisi economica mondiale, per la pandemia, per la guerra/e, per la crisi climatica,ed altro.

 

perchè il modello mondiale degli ultimi due decenni è in una crisi drammatica,

l' economia della UE con l' austerità, il pareggio di bilancio, cambierà necessariamente, anche la proibizione degli aiuti di stato, cioè la privatizzazione assoluta dell' economia.

 

Questo sembra oggettivo ed ognuno reagirà come meglio crede,

 

ma la crisi mondiale non è colpa degli scafisti, ditelo alla vostra amica Giorgia Meloni.


RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 492
 

ma la crisi mondiale non è colpa degli scafisti, ditelo alla vostra amica Giorgia Meloni.

Infatti, come accennavo nel post precedente, è colpa dei mafiosi della City e di Wall Street: gli stessi soggetti che da mezzo secolo stanno provocando la migrazione di massa dal terzo mondo, con la complicità attiva ed entusiasta di gran parte della sinistra, dai centri sociali al partito di De Benedetti.

Per cui rispedisco simpaticamente al mittente le insinuazioni di "amicizia" con certi personaggi: per quanto mi riguarda, non ho mai avuto il minimo dubbio che Meloni e la sua banda siano nemici degli italiani al soldo dell'occupante, mentre tu devi sorbirti un intero discorso della nuova creatura di Soros per arrenderti all'evidenza che, effettivamente, ha in testa l'elmetto della NATO.


Brule e PietroGE hanno apprezzato
RispondiCitazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 460
 

Marcopa non me ne volere ma queste sono pagliacciate orchestrate da Soros e ormai solo i bambini non se ne accorgono. L'ho pensato fin da subito che la tragedia di Cutro è stata provocata dagli stessi che ora piagnucolano sulla morte di questi disperati, la cui pelle è stata usata per destabilizzare QUESTO GOVERNO  e nient'atro.
Barca spezzata in due ma le foto mostrano frantumi (su una costa sabbiosa).
- Corpi mostrati in rari casi e in quei pochi casi presentano ferite da ustioni
- Pezzi di imbarcazione anneriti (come da fuoco...)
- Le testimonianze (volontari croce rossa) che raccontano di aver visto tanti cadaveri galleggianti. Ma come sono morti? Affogati? Galleggi se affoghi? Coi polmoni senza aria? 
- Superstiti che raccontano di esplosioni a bordo
- "naufragio" a nemmeno 100metri dalla riva  
- Sinistri di ogni risma e tg al seguito pronti a puntare il dito contro il ministro degli interni. Ma non vi fate proprio schifo??

Che gigantesca presa per il culo. Ennesima gigantesca presa per il culo! 

 


RispondiCitazione
Condividi: