1984,Orwell rivisit...
 
Notifiche
Cancella tutti

1984,Orwell rivisitato ai tempi del femminismo


Boero
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 540

Citazione
luiginox
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 345
 

non sopporto che ci sia il link al posto dell articolo


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3719
 

non sopporto che ci sia il link al posto dell articolo

Gli admin l'hanno raccomandato innumerevoli volte, secondo lei cosa devono fare?
Per me dopo averli avvisati: bannarli, magari temporaneamente. 😉


RispondiCitazione
Storno
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 483
 

In qualche caso come questo, però, l'articolo è lunghissimo.


RispondiCitazione
Boero
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 540
Topic starter  

gaia è esperta di ban,nel suo cervello la razionalità è bannata


RispondiCitazione
Georgejefferson
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 4401
 

La guerra delle nazioni contro le nazioni compatta la popolazione nella tragedia comune, e impedisce il formarsi di enormi crepacci e spaccature in seno alla società, è un collante sociale formidabile, più della religione, diversamente le società sprofondano in un quieto individualismo che inevitabilmente erompe in guerre intestine alla società

Ecco il desiderata ideologico. La convinzione illusoria e ingenua che la "compattezza" interna ad un paese sia reale o possibile a prescindere dal resto del mondo, e che gli interessi del povero, siano uguali a quelli del ricco, o gli interessi del mondo del lavoro, siano uguali a quelli del mondo del capitale. E allora il cattivo immaginario e' conforme al "frame" mentale , e mi illustra la visione del mondo scelta. Che le contraddizioni esistano "fuori" come naturali, mentre quelle "dentro" sarebbero artificiali e indotte dal cattivo (l'altro) di turno.

Tutto questo a beneficio dell'ideologia della razza (e la lotta di razza a complemento) che e' una illusione che può divenire realtà, perchè, come tutte le illusioni, si avvicinano alla realtà quando si riesce a farlo credere per fede ad una massa critica numerosa.

Peccato che sia perdente, perchè disumana, ipocrita, strumentale agli interessi elitari (ma non ditelo alle persone) e intrinsecamente falsa.

Orwell lo usano quasi tutti, funzionalmente alle diverse forma mentis


RispondiCitazione
Condividi: