Anarchismo dell'inf...
 
Notifiche
Cancella tutti

Anarchismo dell'informazione - Caitlin Johnstone


LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
Topic starter  

Traduzione semi automatica.
Fonte: https://caitlinjohnstone.com/2022/07/04/information-anarchism/

 

La nostra civiltà è costruita su bugie e offuscamento a tal punto che sostenere la trasparenza e la democratizzazione dell'informazione può essere, di per sé, un'ideologia politica completa.

Piuttosto che pretendere di sapere cosa è meglio per la società (se dovremmo muoverci a sinistra o a destra, se dovremmo sposare questo o quel modello), è perfettamente legittimo sostenere semplicemente dando all'umanità gli strumenti informativi necessari per conoscere la verità su ciò che sta accadendo così che possono determinare collettivamente da soli quale direzione prendere.

Ciò significherebbe sostenere la fine delle manipolazioni e degli offuscamenti su vasta scala utilizzati dai potenti per influenzare il modo in cui il pubblico pensa, agisce e vota, e significherebbe fornire loro l'infrastruttura democratica per guidare la loro civiltà in risposta alle vere informazioni a cui ha accesso.

Significherebbe sostenere la fine della segretezza di governo e sostenere la trasparenza per qualsiasi istituzione con qualsiasi grado di potere sul popolo. Più potere e influenza hanno, più trasparenza dovrebbe essere loro richiesta, siano essi istituzioni governative, aziendali o finanziarie.

Significherebbe sostenere la democratizzazione dell'informazione e la fine della propaganda dei mass media. Significherebbe smantellare le istituzioni che hanno troppa capacità di condivisione delle informazioni e dare più capacità di condivisione delle informazioni a coloro che non ne hanno abbastanza. Piuttosto che alcuni plutocrati che influenzano il pubblico, il pubblico influenza il pubblico. Il pubblico può elevare collettivamente le voci e le idee individuali che gli piacciono, ma a nessuna voce viene concesso un vantaggio ingiusto se ciò accadrà o meno.

Significherebbe sostenere la fine della censura di Internet e della manipolazione degli algoritmi, quindi le informazioni che il pubblico vede non sono determinate dalle mega corporazioni miliardarie nella Silicon Valley, ma da ciò che c'è nello spirito del tempo e da ciò che il pubblico trova interessante.

Significherebbe chiedere la fine della guerra al giornalismo e opporsi alla persecuzione di editori come Julian Assange e informatori come Edward Snowden per aver esposto verità scomode sui potenti. Tutti gli sforzi per aumentare la trasparenza per i potenti e condividere le informazioni nell'interesse pubblico sarebbero lodati, non puniti.

Secondo la mia personale opinione significherebbe anche sostenere la legalizzazione degli psichedelici, perché dare alle persone gli strumenti per ottenere informazioni sulle loro dimensioni interiori è tanto importante per aiutarle a capire la direzione che la società dovrebbe prendere quanto fornire loro gli strumenti per ottenere informazioni sul loro mondo esterno .

Significherebbe la completa assenza di qualsiasi autorità che controlli in qualsiasi modo l'accesso delle persone alle informazioni o alle idee. Chiamatelo anarchismo dell'informazione, se volete.

L'anarchismo dell'informazione è un obiettivo tanto radicale quanto qualsiasi altra ideologia rivoluzionaria, perché il controllo dell'informazione è così importante per la continua esistenza dei nostri sistemi di status quo che non potrebbe mai essere raggiunto senza misure drastiche adottate dalla collettività. La differenza è che invece di pretendere di sapere se modelli ideologici come il comunismo o l'anarco-capitalismo sarebbero migliori, per esempio, si sostiene solo di dare al popolo i mezzi per decidere collettivamente da solo.

L'idea di una vera anarchia dell'informazione può spaventare l'ego quanto l'idea di una totale anarchia sociale, perché nessuno ha il controllo significa che non c'è nessuno che gli impedisca di andare in una direzione spaventosa. E se le idee che non mi piacciono guadagnano popolarità? E se le persone iniziassero a pensare pensieri sbagliati e a credere in convinzioni sbagliate?

Ma questo è ciò che è allentante, secondo me. Togliere davvero i freni dal modo in cui le informazioni si muovono attraverso il nostro mondo e lasciare che l'umanità tragga pieno vantaggio sfrenato dall'interconnessione dei nostri cervelli, e in questo frangente senza precedenti nella storia terrestre potrebbe portare a qualcosa di molto brutto, ma potrebbe anche portare a qualcosa di molto buono. E qualunque cosa finisca per accadere sarebbe a causa delle nostre stesse decisioni invece che delle decisioni di pochi potenti manipolatori.

E proprio ora è quest'ultima cosa ciò che sta accadendo. Siamo in rotta di collisione con l'estinzione per catastrofe ambientale o guerra nucleare, ed è a causa delle decisioni prese da  persone potenti  che lavorano continuamente per controllare quali idee e informazioni consumiamo. Se l'informazione fosse davvero liberata, insieme alla nostra capacità di controllare collettivamente la direzione che l'umanità prende andando avanti, è difficile immaginare che faremmo peggio di loro.

E qualunque mondo abbiamo costruito insieme sarà stato per nostro consenso informato, invece del consenso fabbricato di manipolatori d'élite. Se abbiamo visto tutto e scegliamo ancora la nostra stessa distruzione, allora quella sarà stata la nostra scelta. Qualunque cosa accada sarà l'umanità che mostrerà all'universo di cosa è veramente fatta. Quello che siamo veramente come specie.

E secondo me, ecco come appare la vera libertà. Dare all'umanità gli strumenti per andare in qualunque direzione voglia, anche se è la via dei dinosauri. Se apprezzi davvero, davvero la libertà, secondo me questo è il posto più saggio dove prendere posizione.

Volere che la verità sia conosciuta, qualunque essa sia, è un'ideologia a sé stante, ed è anche una filosofia personale a sé stante. Volere che la verità sia conosciuta non solo nel mondo ma nella tua stessa vita, anche se è scomoda o imbarazzante. Volere che le dinamiche malsane nelle tue relazioni interpersonali prendano coscienza. Volendo che i tuoi traumi non guariti vengano alla luce della coscienza dove possono essere curati. Volendo che le tue delusioni siano viste in modo che possano essere dissipate dalla verità. Volendo che tutto esca alla luce: il buono, il cattivo e il brutto.

È possibile per un individuo vivere un'intera vita che è guidato dalla verità e dal desiderio di verità, e sono abbastanza certo che anche tutta l'umanità possa vivere in questo modo. Tutti possiamo spingere per questo, se decidiamo di volerlo. Tutti possiamo decidere che siamo stufi di essere mentiti, stufi di essere manipolati, stufi dello status quo completamente arretrato di segretezza per i potenti e sorveglianza per tutti gli altri, e possiamo usare il potere dei nostri numeri per costringerlo a modificare.

E da lì possiamo decidere insieme in che tipo di mondo vogliamo vivere, guidati dalla luce della verità, verso l'armonia o l'oblio, qualunque cosa accada.


Citazione
Arian Van Heisen
Eminent Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 44
 

Solito articolo banale di un jankee che indica la luna , ma evita di spiegare come ci si arriava ..? 


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
Topic starter  

Non mi aspettavo di più da uno che esalta i nazisti, noti difensori della libertà.

P.S. non è yankee (manco lo sai scrivere bene) è australiana.


RispondiCitazione
Arian Van Heisen
Eminent Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 44
 

non è yankee (manco lo sai scrivere bene) è australiana.

beh..! non saprò scrivere , ma ci siamo capiti..!

al contrario tu non sai il significato del nome , per il resto registro la Veritas  non esalto..!

capisco che a voi boomers criptocomunisti con la forma mentis incrostata da 80 anni di propaganda dei vicitori  dovete sempre tirare in ballo a sproposito i fantasmi

del passato perchè la Veritas vi disturba anche come in questo caso c'entrano un fico secco. 

 


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
Topic starter  

Ma quale veritas, tu sei uno schiavo che lecca le scarpe e sempre schiavo sarai.

E mi sembra di avertelo già detto.


RispondiCitazione
Arian Van Heisen
Eminent Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 44
 

Tu hai dei problemi fatti curare..! ho commentato l' articolo non un frustrato quale sei ..!

Eheheh.!


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
Topic starter  

Oh non nessun problema è che io sono come loro.

https://www.youtube.com/watch?v=kuTHbawv1SM


RispondiCitazione
Condividi: