attentati banglades...
 
Notifiche
Cancella tutti

attentati bangladesh,istanbul sono ritorsioni


adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

ovviamente ai tentativi italiani e turschi di riprendere rapporti economici con la russia superando sanzioni e blocchi USA(sauditi,israeliani etc..)
nei giorni scorsi Renzi era andato a San pietroburgo a sentirsi con Putin per importanti affari commerciali con tutti i luogotenenti dell'industria italiana
il che aveva irritato non poco il padrone..
e subito scatta la reprimenda in Bangladesh ..
a beccare italiani li ce ne vuole..eppure erano più della metà..
ovvio che sono andati apposta ..
e guardacaso la maggior parte(non si capisce quanti sono morti e si capirà dopo la partita italia-germania e faranno di tutto gli arbitri e guardalinee per farci vincere in modo da annegare il lutto nel vino!)erano imprenditori nel settore tessile proprio quello che è maggiormente coinvolto (insieme all'agroalimentare)nelle sanzioni UE alla russia imposteci dagli USA..

ecco quindi che il messaggio al governo renzi è chiarissimo
non sgarrare oltre che ti tagliamo le mani..

idem per Istambul..
erdogan va bene finchè esegue ordini usa si abbattere aerei russi
ma non va bene quando poi nel silenzio dei media si precipità da Putin
a chiedere di ricostituire i contratti pre abbattimento per la costruzione di gasdotti e forniture varie che si aggirano nell'ordine di 40miliardi di dollari..

il tutto senza che gli USA dessero il benestare..
questo fa capire come i servizi segreti e le stesse forze di polizia siano infiltrate da agenti che lavorano per intelligence straniera e che possono far il comodo loro facendo stragi in aeroporti e in pieno centro
come in Belgio,Francia,Istambul..
pensare che siano esterni alle forze dell'ordine o ai servizi è semplicemente ridicolo..
questi sbucano dal nulla armati fino ai denti
con armi da guerra e nessuno aveva notato nulla di nulla
e pensare che la Francia o la Turchia che sono i paesi più militarizzati al mondo possano farsi fregare cosi' da 4 marocchini è ridicolo..
fanno parte dei loro servizi d'ordine a vario titolo e sono coperti dall'alto da dirigenti di sicurezza che al momento opportuno spostano il servizio d'ordine o dicono di abbassare la guardia perchè devono magari passare uomini dei serivizi e quindi non controllarli..

non è un caso che tutti gli attentatori del belgio o della francia erano stati fermati e rilasciati..ma non 10anni prima..pochi giorni prima..
alcuni erano anche informatori..

questo non può certo essere un caso di fronte a migliaia di fermi..
serve solo per coordinare meglio e pare il punto della situazione coi terroristi 24-48 prima..
fare il punto 3 mesi prima è inutile..

quindi nel posto di polizia ci vanno solo per concordare l'azione terroristica null'altro..


Citazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

Se qualcuno spiega che cosa è successo a Dacca è bravo.

Non si sa completamente nulla. Pare che gli 'attentatori' siano arrivati con auto diplomatica (ovviamente non dicono di che stato) e che non avessero la barba islamica.

NOn si sa ancora se sono morti italiani o meno.

Quindi che cosa è successo?

Anche a Istambul non si sa ancora chi ha aperto il fuoco per primi.

L'unica differenza è che la Katz ha detto che a Dacca è stato l'Isis e a Istambul no.


RispondiCitazione
lanzo
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 744
 

I clienti del ristorante a Dhaka erano italiani e giapponesi. A Dhaka ci sono numerosi italiani che agiscono nel tessile (la giacchetta o la camicia che compri a 5 euro prodotta in Bangladesh e costa 5O centesimi al massimo.
Per magliette ed affini, vanno a peso e non a capo, arrivano in italia in containers ! Immagino che anche i giapponesi erano nello stesso business, di certo in una fogna super inquinata come Dhaka non ci si va per turismo...


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

I clienti del ristorante a Dhaka erano italiani e giapponesi. A Dhaka ci sono numerosi italiani che agiscono nel tessile (la giacchetta o la camicia che compri a 5 euro prodotta in Bangladesh e costa 5O centesimi al massimo.
Per magliette ed affini, vanno a peso e non a capo, arrivano in italia in containers ! Immagino che anche i giapponesi erano nello stesso business, di certo in una fogna super inquinata come Dhaka non ci si va per turismo...

quindi il motivo della strage quale sarebbe? il lavoro nero?

Adesso l'Isis si mette a fare il giustiziere alla Robin Hood?

Il quartiere dove si è svolta la tragedia era un quartiere di lusso dove si trovano anche le ambasciate, quindi i clienti erano di altro ceto.

Erano gli ostaggi dei terroristi imprenditori del tessile .
Dove sono questi ostaggi? sono stati liberati?


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

le cose mi sembrano abbastanza chiare anche nella tempistica
poi se ci aspettiamo che qualche tribunale emetta sentenza stiamo freschi
anche perchè non si occupano di questo direi ''per legge''
negli USA ad esempio degli attentati se ne occupano le commissioni parlamentari ad hoc..
quindi anche fosse possibile sarebbe ridicolo(ricordo l'ultima eletta da Bush per l'11 settembre fa impallidire anche il detto ''mettere la volpe a guardia del pollaio'')

sono ritorsioni...
se poi si vuol dire che siccome in bangladesh ci vanno tanti di quegli imprenditori tessili che quindi ovvio che ci siano capitati gli italiani
allora mi faccio da parte..

chiunque sgarra dalla linea politica ed geopolitica fissata dai padroni del vapore viene punito ,indirettamente o direttamente(se non ci sente!)

ed in questo momento il NWO chiede che Putin venga isolato in ogni modo nella speranza che prima o poi le sanzioni indeboliscano la russia realmente..
soprattutto se si intende rafforzarle bisogna essere compatti nel continuare e non rompere il fronte delle sanzioni..
se italiani sotto sotto fanno accordi(ed il premier pur farlocco italiani senza il mercato russo è fottuto visto che gli cade tutto l'appoggio di confindustria ,petrolieri,gas etc..)se i turchi non possono far ammeno della russia..
ovvio che il padrone non può permettere che ci siano crepe nel fronte antirusso
e le decine di migliaia di mercenari ingaggiati a tutti i livelli
e fatti immettere nei servizi regolari magari di guardia,di sicurezza,dei servizi,della polizia,magari dell'ambasciata(in modo da poter andare ovunque senza controllo)rende facile eliminare chiunque in qualsiasi parte del mondo in maniera quasi telecomandata..

poi magari a luci spente si scoprirà che questo era stato già fermato qui o li che era nella listi di terroristi ma che era pure un informatore e quindi pure pagato..
a che serve ricostruire nel dettaglio quando la realtà viene falsata alla base e l'intera struttura dell'informazione è eterodiretta?


RispondiCitazione
Truman
Membro Moderator
Registrato: 3 anni fa
Post: 4113
 

Se qualcuno spiega che cosa è successo a Dacca è bravo.

Non si sa completamente nulla. Pare che gli 'attentatori' siano arrivati con auto diplomatica

Beh, auto diplomatica in questi casi equivale a servizi segreti.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

Se qualcuno spiega che cosa è successo a Dacca è bravo.

Non si sa completamente nulla. Pare che gli 'attentatori' siano arrivati con auto diplomatica

.
Beh, auto diplomatica in questi casi equivale a servizi segreti.

Un testimone dice che gli attentatori erano giovani e che non portavano la barba musulmana. Questo vuole dire che avevano scoperto il viso.

http://video.corriere.it/dacca-testimone-avevano-massimo-28-anni-senza-barba-islamica/73cd3996-403f-11e6-9b09-25e75ee8bd2e?refresh_ce-cp


RispondiCitazione
Stopgun
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 920
 

La macchina degli assaltatori era una Fiat 128 familiare bianca con targa CD?


RispondiCitazione
InvernoMuto
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 259
 

Per favore, ditemi menzionatemi qualche attentato riuscito perpetrato da qualcuno con la "barba islamica".
Quando succede qualcosa in Bangladesh bisogna cercare SEMPRE le origini in Pakistan o in India.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

La macchina degli assaltatori era una Fiat 128 familiare bianca con targa CD?

Forse c era anche qualche mini che ostacolava messa dalla sera prima e che nessuno ha notato?


RispondiCitazione
Truman
Membro Moderator
Registrato: 3 anni fa
Post: 4113
 

@adestil: ho cambiato istambul in istanbul nel titolo del post.
In generale ti avviso che i tuoi post hanno contenuti ragionevoli, ma sono quasi illeggibili a causa della tua particolare interpretazione dell'ortografia.
Non è una minaccia, voglio solo dire che se pochi ti rispondono forse è perchè pochi riescono a leggere.


RispondiCitazione
lanzo
Honorable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 744
 

1) la lista delle vittime l'ho letta poco fa su dagospia.com
2) gli attentatori sono tutti bengalesi, uno pare sia stato catturato vivo.
3) la comunita' italiana in Bangladesh e' composta essenzialmente da imprenditori che operano nel tessile piu' una spruzzata di appartenenti a ONG varie.
4) Una delle vittime la conoscevo personalmente essendo stato in servizio presso l'Ambasciata a Dhaka anni fa. Il marito - Boschetti di cognome - l'ha scampata, anche se non ho capito bene come. Se non fosse che ha perso la moglie, era una coppia affiatata e si amavano, direi: gran culo;
5) la societa' bengalese e' estremamente violenta, attentati con bombe in moschee sono frequenti (sciti vs sunni) da sempre;
6) ultimamente una frangia si e' radicalizzata e ci sono stati attacchi mortali contro intellettuali bengalesi non abbastanza "islamici".


RispondiCitazione
Condividi: