Bambino denutrito, ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Bambino denutrito, choc al Meyer. Però...


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 33516
Topic starter  

Queste notizie sono sempre sconcertanti. Prima di accusare i genitori che possono essere anche responsabili, è necessario capire quanto siano stati assistiti da pediatri, oppure se come spesso succede, abbandonati al proprio destino.

In Italia oggi esistono 5 milioni di vegetariani con i vegani sono in continua crescita.
L'alimentazione vegetariana, anche vegana, è ritenuta dalla comunità scientifica (Accademia Americana di Nutrizione e Accademia Americana di Pediatria) sicura, SE BEN PIANIFICATA, in tutte le fasi della vita dell'uomo: gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia, adolescenza, adulto e addirittura atleta.
Il problema è che in Italia, come in altre nazioni, le Facoltà di Medicina, non prevedono un esame di dietetica e nutrizione, quando il 90% delle malattie gravi dipende da errori nutrizionali.

I medici, anche pediatri, in presenza di una famiglia vegana, che richiede un divezzamento vegano, lo sconsigliano fortemente, perché ritenuto rischioso, creando inutili allarmismi. Quando invece, i bambini divezzati con una alimentazione vegana ben pianificata da pediatri esperti, crescono in modo ideale (stessa altezza e minor massa grassa degli onnivori) e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate, in quanto il 75% degli anticorpi viene prodotto da batteri probiotici nell'intestino, che crescono e si mantengono in un ambiente a loro favorevole: presenza di fibra e assenza di proteine animali acidificanti.

Pochi minuti fa ho risposto ad un'intervista di una giornalista de La Nazione di Firenze, chiarendo che nella mia esperienza professionale, la responsabilità dei genitori che affrontano la scelta vegana per i loro figli con il "fai da te" è dovuta alla scarsa competenza pediatrica in questo settore.
Per fortuna che in alcune Regioni i pediatri hanno chiesto alle rispettive ASL corsi di formazione, sul divezzamento vegetariano-vegano, perché consapevoli del numero crescente delle richieste da parte dei genitori e della loro inadeguatezza in questo ambito.

Leonardo Pinelli
Fonte: https://www.facebook.com/leonardo.pinelli.96?fref=t
2.07.2015


Citazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3719
 

Il povero Arigliano cantava: "E' solo questione di tempo.", infatti basta aspettare e l'oggettività emerge mentre la soggettività affonda.

Il problema è che in Italia, come in altre nazioni, le Facoltà di Medicina, non prevedono un esame di dietetica e nutrizione, quando il 90% delle malattie gravi dipende da errori nutrizionali.

, ciò vale ancor meno per le Facoltà pediatriche e similari che sono ad indirizzo psicofisico, non capisco come possa un qualsiasi magistrato nominare uno specifico CTU che nulla conosce della materia, perciò un cieco si fa guidare da un altro cieco, bell'esempio di maturità evolutiva e sociale!!!

Ladri di biciclette è un film del 1948 diretto, prodotto e in parte sceneggiato da Vittorio De Sica. Girato con un'ampia partecipazione di attori non professionisti che per ammazzare la noia dell'intervallo tra un pasto luculliano e l'altro a base di costate fiorentine da un kg. e 1/2 si dedicavano alla già indicata grassazione. Alla luce la media dell'intelletto/intelligere degli italiani è particolarmente sviluppato proprio perché i recenti genitori delle attuali generazioni si nutrivano principalmente di filetto di manzo o vitello.


RispondiCitazione
Luca Martinelli
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1984
 

e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate, in quanto il 75% degli anticorpi viene prodotto da batteri probiotici nell'intestino, che crescono e si mantengono in un ambiente a loro favorevole: presenza di fibra e assenza di proteine animali acidificanti.
Leonardo Pinelli
Fonte: https://www.facebook.com/leonardo.pinelli.96?fref=t
2.07.2015

Solo questa spaventosa bufala toglie ogni credibilità all'articolo. Roba da non credere........i batteri che producono anticorpi........pazzesco, incredibile.....ho capito che di fronte a cotanta scienza non mi rimane che rimettermi a studiare daccapo..


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3719
 

e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate, in quanto il 75% degli anticorpi viene prodotto da batteri probiotici nell'intestino, che crescono e si mantengono in un ambiente a loro favorevole: presenza di fibra e assenza di proteine animali acidificanti.
Leonardo Pinelli
Fonte: https://www.facebook.com/leonardo.pinelli.96?fref=t
2.07.2015

Solo questa spaventosa bufala toglie ogni credibilità all'articolo. Roba da non credere........i batteri che producono anticorpi........pazzesco, incredibile.....ho capito che di fronte a cotanta scienza non mi rimane che rimettermi a studiare daccapo..

E' stato stucchevolmente ripetuto che il web è pregno di cazzate, verità e mezze di quest'ultime, sono d'accordo con la sua osservazione, ciò non toglie che quanto ho evidenziato corrisponda alla realtà, è sufficiente che scorra gli esami dei vari atenei dove si possono conseguire i dottorati citati e facilmente, da se stesso, giungerà alla conclusione che di alimentazione i vari laureandi non conoscono pressoché nulla.
La invito perciò di non fare d'ogni erba un fascio.
Analizzi più serenamente e approfonditamente prima di gettare il bambino con l'acqua sporca.
Temo che non riceverò soddisfazione in base alle esperienze passate, infatti esercitando la maleducazione lei non si è mai degnato di rispondermi, attività in cui eccelle perché gliela ho vista esercitare anche nel blog dove abitualmente posta: Guardofangels .
Quindi l'articolo che ci ospita non è attendibile nella misura indirettamente proporzionale alla sua mancata sensibilità.


RispondiCitazione
MM
 MM
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1555
 

lucamartinelli

Senza voler entrare nel merito della scelta alimentare.

Un microbioma in condizioni di eubiosi rappresenta una barriera attiva avverso lo sviluppo di disfunzioni e malattie anche gravi. Una alterazione cronica di questo sistema può compromettere seriamente le capacità di difesa dell'organismo.

Ciò detto, questa affermazione "e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate" non può essere considerata scientifica né veritiera, almeno finché non saranno condotti studi che prevedano la caratterizzazione genetica associata alla tipizzazione immunitaria.


RispondiCitazione
Luca Martinelli
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1984
 

e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate, in quanto il 75% degli anticorpi viene prodotto da batteri probiotici nell'intestino, che crescono e si mantengono in un ambiente a loro favorevole: presenza di fibra e assenza di proteine animali acidificanti.
Leonardo Pinelli
Fonte: https://www.facebook.com/leonardo.pinelli.96?fref=t
2.07.2015

Solo questa spaventosa bufala toglie ogni credibilità all'articolo. Roba da non credere........i batteri che producono anticorpi........pazzesco, incredibile.....ho capito che di fronte a cotanta scienza non mi rimane che rimettermi a studiare daccapo..

E' stato stucchevolmente ripetuto che il web è pregno di cazzate, verità e mezze di quest'ultime, sono d'accordo con la sua osservazione, ciò non toglie che quanto ho evidenziato corrisponda alla realtà, è sufficiente che scorra gli esami dei vari atenei dove si possono conseguire i dottorati citati e facilmente, da se stesso, giungerà alla conclusione che di alimentazione i vari laureandi non conoscono pressoché nulla.
La invito perciò di non fare d'ogni erba un fascio.
Analizzi più serenamente e approfonditamente prima di gettare il bambino con l'acqua sporca.
Temo che non riceverò soddisfazione in base alle esperienze passate, infatti esercitando la maleducazione lei non si è mai degnato di rispondermi, attività in cui eccelle perché gliela ho vista esercitare anche nel blog dove abitualmente posta: Guardofangels .
Quindi l'articolo che ci ospita non è attendibile nella misura indirettamente proporzionale alla sua mancata sensibilità.

Mamma mia, come siamo severi. Ed è anche domenica. Purtroppo continuo a pensare che gli argomenti a sostegno di una tesi o di un'altra debbano essere ineccepibili. Un errore clamoroso inficia tutto. Ma naturalmente questa è solo la mia opinione, ripeto solo la mia opinione. So benissimo che i laureandi sanno poco di nutrizione. Occorre scegliere una specialità. Lei non mi conosce e quindi non dovrebbe permettersi di attribuirmi cattiva educazione. Invece lo ha fatto dimostrando di essere lei maleducato/a. La mia esperienza (35 anni bastano?) mi ha insegnato che le diatribe sulla nutrizione contano come il due di picche. L'alimentazione conta zero nella lotta contro i tumori, essendo totalmente inefficace. Naturalmente sto parlando solo della mia esperienza. Infine credo che ognuno di noi possa sposare qualsiasi tesi e abbracciare tutto quello che lo fa star bene. La psiche fa il resto. Ieri, commentando un altro post sullo stesso argomento, avevo fatto notare che la natura prevede il latte come unico alimento per i cuccioli, anche umani. E dicevo che i bambini andrebbero lasciati fuori da queste crociate. Dovremmo riconoscere loro il diritto di scegliere una volta divenuti grandi e di non fargli portare le nostre bandiere.
P.S. Ha visto che il suo timore di non ricevere soddisfazione era infondato? Sono fortemente dispiaciuto di non poterla seguire con assiduità ma , mi creda, mi tocca di lavorare e molto. A rileggerla. Buona giornata.


RispondiCitazione
Luca Martinelli
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1984
 

lucamartinelli

Senza voler entrare nel merito della scelta alimentare.

Un microbioma in condizioni di eubiosi rappresenta una barriera attiva avverso lo sviluppo di disfunzioni e malattie anche gravi. Una alterazione cronica di questo sistema può compromettere seriamente le capacità di difesa dell'organismo.

Ciò detto, questa affermazione "e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate" non può essere considerata scientifica né veritiera, almeno finché non saranno condotti studi che prevedano la caratterizzazione genetica associata alla tipizzazione immunitaria.

Ma i microbi non sono la causa delle malattie, almeno secondo la medicina ufficiale? se invece si riferisce alla flora batterica saprofita intestinale sono d'accordo con lei.


RispondiCitazione
MM
 MM
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1555
 

lucamartinelli

E' un discorso complesso, in effetti.

Certamente infezioni e - attualmente - soprattutto tossinfezioni subacute/croniche, difficilmente rilevabili in quanto non si è in possesso di test sufficientemente precisi e forse anche perché non ci si concentra a sufficienza su questi aspetti, sono causa di malattia; diciamo che è meglio definirle come "concause importanti", tenendo in considerazione il fatto che esistono "effetti" che a loro volta divengono cause.

Gli studi sul microbioma non possono dirsi, al momento, sufficienti, essi sono comunque in via di espansione e approfondimento ma, certo, mi riferisco alla flora batterica saprofita.

Quel che volevo significare è che, per poter fare e soprattutto per poter validare affermazioni come quella sopra indicata, occorre darne dimostrazione, almeno attraverso una tipizzazione immunitaria. In altro modo restano affermazioni direi quasi "ideologiche", prive di basi scientifiche.

Mia opinione, chiaramente.


RispondiCitazione
Luca Martinelli
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1984
 

lucamartinelli

E' un discorso complesso, in effetti.

Certamente infezioni e - attualmente - soprattutto tossinfezioni subacute/croniche, difficilmente rilevabili in quanto non si è in possesso di test sufficientemente precisi e forse anche perché non ci si concentra a sufficienza su questi aspetti, sono causa di malattia; diciamo che è meglio definirle come "concause importanti", tenendo in considerazione il fatto che esistono "effetti" che a loro volta divengono cause.

Gli studi sul microbioma non possono dirsi, al momento, sufficienti, essi sono comunque in via di espansione e approfondimento ma, certo, mi riferisco alla flora batterica saprofita.

Quel che volevo significare è che, per poter fare e soprattutto per poter validare affermazioni come quella sopra indicata, occorre darne dimostrazione, almeno attraverso una tipizzazione immunitaria. In altro modo restano affermazioni direi quasi "ideologiche", prive di basi scientifiche.

Mia opinione, chiaramente.

D'accordo anche sulla complessità dell'argomento. Sappiamo bene cosa si intenda per scientifico. Qualsiasi fenomeno che sia misurabile, verificabile e riproducibile. Ma la realtà delle cose non è tutta scientifica, e penso che lei concordi. La psiche con le sue manifestazioni, per esempio, non è "scientifica" perchè non misurabile. La terapia psicoanalitica ne è un altro esempio, non è scientifica ma funziona. Vorrei aggiungere che personalmente trovo interessante la nuova medicina germanica di Hamer. infatti, come dice il professore stesso, non è una medicina alternativa bensì complementare. Ha l'enorme merito di tenere in grande considerazione la psiche, attribuendole l'origine delle malattie. Penso che valga la pena di interessarsene.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3719
 

lucamartinelli,

Lei non mi conosce e quindi non dovrebbe permettersi di attribuirmi cattiva educazione. Invece lo ha fatto dimostrando di essere lei maleducato/a. La mia esperienza (35 anni bastano?) mi ha insegnato che le diatribe sulla nutrizione contano come il due di picche.

La vulgata recita :"Chiedere è lecito, rispondere cortesia.". Se si è scortesi non si rientra nell'etichetta della maleducazione? Per me finisce qua.
Tutte le diatribe condotte da individui a-conoscenti contano come il due di picche, indipendentemente dall'argomento. Infatti ho postato thread che avevano il senso di evidenziare come mediamente ci si comporti da tifosi anziché da sportivi.
Assodato che l'alimentazione è come conoscenza bagaglio di pochi, usualmente in questo blog e generalmente in rete quando ci si confronta su detto argomento di che stiamo parlando? Io ho sostenuto: cazzeggio, finora non sono stata smentita.


RispondiCitazione
MM
 MM
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1555
 

Certamente è da ritenersi che non esista malattia che non veda implicazioni mentali, psicologiche, emozionali, questo diviene chiaro al momento stesso della effettuazione dell'anamnesi. Traumi e drammi della vita possono avere notevole influenza, in termini depressivi e di squilibrio, sul sistema immunitario, ciò conduce come obbligo ad occuparsi anche di questi aspetti che non vanno mai sottovalutati.
Alcuni medici affermano di aver notato che le ricadute, ad esempio in pazienti affetti da certe forme di SM, avvengono a seguito di traumi psicologici.
Altri affermano che queste ricadute si verificano quando si è soggetti a "re-infezioni" o riacutizzazioni infettive.
Le due cose possono non essere slegate.

Le variabili restano comunque tante e in una persona l'aspetto mentale può trovarsi preponderante e nell'altra persona può trovarsi coinvolto in misura minima.

Ora, non ho sufficiente competenza per dire se sia nato prima l'uovo o la gallina, mettiamola così, quindi lascio ad altri le certezze in tal senso.

La medicina è una scienza sperimentale, certamente, così come altre.


RispondiCitazione
Condividi: