Benetazzo - Hit Par...
 
Notifiche
Cancella tutti

Benetazzo - Hit Parade dei dubbi finanziari


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 33516
Topic starter  

Anche quest'anno ho provveduto a raccogliere ad inizio estate le principali preoccupazioni di piccoli risparmiatori ed imprenditori italiani particolarmente preoccupati per quello che sta accadendo in tutto il mondo, non solo l'avanzare della crisi dal punto di vista sociale, ma soprattutto per la mancanza di informazione indipendente che non ricevono dalla stampa di settore che sino a 18 mesi sbandierava lo stato di buona salute del sistema economico planetario.

La maggior parte di loro mi scrive chiedendomi i titoli di libri e saggi economici da leggere per iniziare ad essere finanziariamente coscenti ed indipendenti in modo da staccarsi definitivamente dai tossici cordoni ombelicali di promotori e circuiti bancari: questo è lodevole significa che inizia ad emergere la volontà di acquisira una maggiore consapevolezza delle proprie scelte ed opportunità di investimento, abbandonando definitivamente la logica della delega totale del proprio patrimonio all acategoria degli operatori del risparmio gestito.
Qui sotto trovate riepilogate la hit parade dei dubbi e perplessità che sta vivendo il pubblico risparmiatore italiano, raccolti in queste ultime settimane, dubbi e perplessità che creano ancora molta angoscia sull'uomo medio della strada a fronte delle mutate condizioni ed aspettative future del mercato per i prossimi semestri:

- il prezzo delle azioni è destinato a salire da adesso in poi ?
- conviene indebitarsi per un mutuo a tasso fisso in questo momento ?
- questo conto online che mi propone il 3 % è realmente affidabile ?
- mi conviene ancora investire in franchi svizzeri ed oro fisico ?
- su che titoli azionari mi conviene puntare visto il crollo di inizio 2009 ?
- posso stare tranquillo se ho una polizza index linked ?
- mi posso fidare delle poste italiane e dei loro prodotti ?
- quando terminerà questo periodo di crisi ?
- i tassi di interesse saliranno ancora ?
- i titoli di stato sono ancora sicuri ?

Questa estate la preoccupazione maggiore degli italiani è cercare di comprendere se i mercati azionari stanno innescando una lenta ripresa e soprattutto come costruirsi un portafoglio misto tra obbligazioni ed azioni per cercare sia di essere immuni da eventuali discese e sia beneficiare nel proseguio della risalita. Si è ridimensionata sensibilmente rispetto alla scorsa estate la paura di un'insolvenza del proprio istituto di credito e la volontà di acquistare oro fisico: personalmente come ho avuto modo di esprimermi anche in altri contesti ritengo che forse dal punto di vista della turbolenza finanziaria abbia superato il punto più critico di questa fase epocale, tuttavia questo non significa che il peggio sia effettivamente passato, in quanto adesso dovremo affrontare l'onda di riverbero che colpirà soprattutto la sfera sociale di imprese, nuclei familiari e stati (aumento della disoccupazione giovanile, crollo della produzione industriale, contrazione del gettito fiscale e possibili default sui rimborsi dei titoli di stato).

Per cercare di dare un aiuto, il più possibile esaustivo, ricco di indicazioni pratiche ed operative, ho provveduto a redigere anche questa estate un report finanziario denominato INVESTMENT & STRATEGY 2009 di oltre 30 pagine in formato PDF in cui sono contenute informazioni tecniche, grafiche e macroeconomiche che dovrebbero aiutare a salvaguardare il proprio patrimonio e a guidare il piccolo risparmiatore nelle proprie scelte di allocazione per i prossimi mesi. Chi desidera scaricarlo (a fronte di una modesta donazione a sostegno del Tour 2009) può visitare il seguente link: www.eugeniobenetazzo.com/report.htm.

Il Tour 2009 riprenderà, dopo la pausa estiva, con nuove tappe alla fine del mese di Settembre.
Un augurio di buona estate e buoni investimenti
Forza e onore

Eugenio Benetazzo
Fonte: www.eugeniobenetazzo.com/
Link: http://www.eugeniobenetazzo.com/hit_parade_dubbi_finanziari.htm
15.06.2009


Citazione
Condividi: