Bertani - Condoglia...
 
Notifiche
Cancella tutti

Bertani - Condoglianze

Pagina 3 / 3

Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

Mi unisco a Carlo Bertani

mi unisco all'avvocato Taormina , per quanto mi sia antipatico .


RispondiCitazione
Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

Affus, che differenza c'è fra te e un talebano o un membro di Al Quaeda?

io sono cattolico e loro sono muslim


RispondiCitazione
lino-rossi
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 482
 

temo che questa triste vicenda possa il tragico lasciapassare per le peggiori perversioni radicalzapateriste.

segnalo che pochi mesi fa il governo di zapatero propose di impiegare le persone in stato vegetativo come cavie al posto degli animali.

premesso che le cavie sono sempre inutili, ritengo assai preoccupante questa provocazione laicista.

non resta che mantenersi bene in salute e cercare di non imparentarsi con dei radicalzapatersiti.


RispondiCitazione
Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

temo che questa triste vicenda possa il tragico lasciapassare per le peggiori perversioni radicalzapateriste.

segnalo che pochi mesi fa il governo di zapatero propose di impiegare le persone in stato vegetativo come cavie al posto degli animali.

premesso che le cavie sono sempre inutili, ritengo assai preoccupante questa provocazione laicista.

non resta che mantenersi bene in salute e cercare di non imparentarsi con dei radicalzapatersiti.

veda , queste vicende servono perchè solo così , purtroppo, si riuscirà a farsi un' idea giusta e a prendere posizione .
I laicisti oramai sono alla frutta , agiscono in maniera disarticolata , senza più una idelogia , senza più una patria terrena .
Sono gli ultimi colpi di coda del serpente prima della grande battaglia per poi scomparire per sempre .


RispondiCitazione
remox
Reputable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 393
 

Cmq riflettevo su una cosa. Se fra un mese o due uscirà una legge in materia (e sarà sicuramente una boiata perchè sono temi in cui eccezion fatta per particolarissime situazioni non può esserci vera libertà) questa legge in modo retroattivo, anche se non valido, sancirà la morte di Eluana avvenuta poche settimane prima come illegale. Anzi...il senato ha già approvato il fatto che idratazione ed alimentazione non potranno essere sospese (semplice applicazione di un principio di umana ragionevolezza) quindi è certo che il voler forzare i tempi in questi ultimi giorni di vita di Eluana è stato fatto per evitare di sfociare nell'illegalità manifesta. Questo è stato un atto prevalentemente politico-giudiziario ed il diritto è stato violentemente ed impunemente stuprato.


RispondiCitazione
duca
 duca
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 19
 

Ci sono tante persone nel nostro paese mantenute negli ospedali e che non hanno parenti che si trovano in stato vegetativo o peggio. Speriamo che i solerti magistrati sappiano sostituirsi alla volontà dei singoli ormai non più rilevabile per porre fine a questo inutile spreco di denaro pubblico per questi "non vivi" o forse "vivi solo un pochino" o forse visto che siamo tutti amerikani quando ci piace questi "dead men walking"..anzi no perchè non possono più camminare....insomma che qualcuno stacchi spine e sondini vari.

C'è un'importante differenza che qui non si coglie: nell'esempio che fai stiamo parlando di persone in stato vegetativo che non hanno lasciato una volontà espressa e/o che non hanno congiunti o amici che la possano testimoniare. Nel caso Englaro invece la magistratura ha vagliato per 11 anni e tutti i gradi di giudizio (con giudici di volta in volta differenti) le dichiarazioni, testimonianze, atti e quant'altro fosse utile a stabilire quale fosse l'effettiva volontà della persona in stato vegetativo. La differenza non è da poco. Se nessuno interpella la magistratura, questa non può sostiutirsi al legislatore che lui sì, magari per decreto (hai visto mai, va così di moda...), potrebbe stabilire di staccare spine e sondini vari per risparmiare sulla sanità...


RispondiCitazione
duca
 duca
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 19
 

Questo è stato un atto prevalentemente politico-giudiziario ed il diritto è stato violentemente ed impunemente stuprato.

Infatti, grazie al lodo Alfano e ai cambiamenti operati sull'articolo che parla di attentato alle istituzioni dello Stato (riformato nel senso che si intendono come tali solo gli atti violenti) il diritto è stato violentemente ed impunemente stuprato prima a mezzo di Decreto Legge e poi per DDL. Una violenza reiterata e continuativa per ribadire l'idea che il potere esecutivo, fintanto che è in mano a lui ed ai suoi mandanti, ha al guinzaglio quello legislativo e sotto il tacco (rialzato) quello giudiziario.


RispondiCitazione
Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

IL BUIO DELLA RAGIONE

Ricevo attraverso una mailing list e volentieri pubblico.

IL BUIO DELLA RAGIONE

Non possiamo non fare una pausa di riflessione, che esula dalle tematiche normalmente affrontate in questo sito, ma doverosa. Tante nefandezze sono state commesse in Italia, prima, durante e dopo la sua costituzione come Repubblica, ma questa sera, lunedì 9 febbraio 2009, abbiamo assistito a qualcosa di veramente gravissimo: l'esecuzione di Stato di un suo cittadino, non solo innocente, ma nelle condizioni di non potersi difendere. Condannato crudelmente a morte, per fame e per sete.

Ma soprattutto per motivi politici ed interessi, transnazionali ed extranazionali, di quella stessa setta, ben installata a Bruxelles, che preme per far accettare come naturali le pratiche di morte abortive, l'eutanasia, le esperimentazioni genetiche e clonanti, le depravazioni sessuali pedofilo-omosessuali-transessuali (sin dalle scuole primarie), il consumo di droghe, la disgregazione delle famiglie e tutte quelle pratiche che possano favorire la corruzione della società europea, un tempo cristiana ed ora apostata.

Esprimere commenti o giudizi pacati, a fronte di tanta insolente e insensibile barbarie spacciata per "democrazia" e "legalità", è veramente difficile.

Eluana è morta, come era prevedibile. L'irrazionalità ha razionalmente prevalso.

Il buio ha pervaso la ragione degli uomini, e ciò che è peggio, di quelli che hanno nelle mani le sorti della società civile.

Non si vuole qui e ora rilasciare dichiarazioni per strumentalizzare una triste vicenda umana, che è stata strumentalizzata già abbondantemente da molti.

Ma non si può e non si deve, come vorrebbe invece colui che ha firmato (non-firmando) la sua condanna a morte, tacere, fare silenzio, stare zitti.

Troppo comodo kompagno presidente, lanciare il sasso e nascondere la mano.

Poche sono le cose che bisogna invece tenere ben a mente, e le diremo.

Diremo innanzitutto che noi non siamo olandesi o similari, con un livello di presunta "civiltà" tale da accettare di buon grado teorie eutanasiche e di morte senza sussultare e reagire. Perchè, piaccia o meno, è eutanasia in pieno stile quella che abbiamo visto applicare. Democraticamente, legalmente.

Al di là della condanna a morte firmata non-firmando, delle becere dichiarazioni di sociologi, politici e baroni in camice bianco, che hanno dimostrato la più completa indifferenza nei confronti della vita e del sacrosanto diritto di difenderla, quel che è maggiormente grave è che sia stato commesso un omicidio di Stato in maniera così eclatante e plateale, adducendo motivazioni del tutto futili rispetto al valore inestimabile della vita, anche di colui, o colei, che non è nelle condizioni di difendersi. Cavilli legali e costituzionali, dicono, hanno impedito di agire diversamente. Mancavano le prerogative di urgente necessità, affinchè il Capo di Stato intervenisse. E cosa di più grave ed impellemte ci può essere, che difendere il diritto alla vita di chi non può difendersi e che ha le ore altrimenti contate?

Incredibile. Veramente incredibile. Il Capo di una Nazione che si dichiara impossibilitato ad intervenire per apporre una semplice firma, la quale potrebbe salvare non solo la vita ad un cittadino, ma a sancire un diritto inalienabile alla vita per tutti gli altri. Che Capo è questo? Che democrazia è questa?

Di capi e di democrazie del genere ne possiamo fare volentieri a meno.

Se un magistrato qualsiasi ha il potere individuale di stravolgere, con un paio di firme, l'etica di un popolo, facendola sprofondare in un baratro di desolazione, e se colui che è preposto a garantire il bene comune dei suoi concittadini non è capace a garantir loro neppure il diritto all'alimentazione per sopravvivere, significa che questa società sta lentamente morendo, traviata da ideologie mortifere e di perversione morale.

Due uomini, più un padre avvelenato nell'anima da molti, troppi, anni di sofferenza (alle cui spalle non siamo sicuri non abbiano agito altri personaggi, sempre più grassi nonostante tutti gli scioperi della fame...che hanno preferito stare nell'ombra per non dare nell'occhio...), hanno deciso, contro la maggioranza del Parlamento e degli italiani, di dare corso a un precedente unico per l'Italia: l'eutanasia di una cittadino, per giunta senza il suo consenso.

Più che eutanasia, quindi, potremo parlare di esecuzione.

Come è possibile che in una Nazione, che è stata tra le promotrici della moratoria contro la pena di morte, il suo Presidente abbia potuto condannare a morire di fame e sete un cittadino, per la sola decisione ispirata da un magistrato? E senza sentire, a fronte di tale gravosa sentenza, il parere di altri giuristi?

Qualcuno dirà che non rientra nelle regole del gioco. E chissenefrega!

Che si cambino le regole, ma non per garantire la morte, bensì la vita, l'assistenza, il supporto medico e psicologico per gli infortunati e per i loro familiari.

E poi, neppure nelle nazioni dove la pena di morte viene ancora praticata, essa viene poi attuata in maniera così crudele e barbara. Normalmente nel giro di pochi minuti il condannato viene soppresso, seppur dolorosamente e crudelmente in certi casi. Ma sempre di pochi minuti si tratta. Per Eluana invece erano previste sino a due settimane di agonia: ma a lei sono bastati solo quattro lunghi giorni.

Era in stato vegetativo, dicono coloro che vedono di buon occhio tale pratica di morte. Ma neppure alla pianta grassa o al ficus che hanno nel salotto farebbero mancare acqua, sali, vitamine. Eluana se ne è andata per blocco renale.

Ma la gravità è che un grave precedente viene introdotto a corrompre quell'etica che è patrimonio della nostra cultura; un'etica di vita e di difesa di quei diritti naturali in essa inscritti.

Da oggi in poi si parlerà di testamento biologico, che è un'introduzione a quel che nel giro di pochi anni, di pochi decenni, di governo in governo, di massone in massone, di liberale in libertario, diventerà un pacchetto di leggi per regolare la morte volontariamente indotta. Prima per pochi casi penosi, poi per tutti.

È il suicidio della società. Suicidio dell'anima prima e del fisico successivamente.

È il trionfo della morte sulla vita.

Complici di questo sfacelo sono a maggioranza uomini e donne inconsapevoli, personaggi poveri di cuore, carichi di orgoglio luciferino e di vanità.

Pochissimi tra loro sono quelli che consapevolmente sanno quello che fanno, emissari di anticristica memoria.

Mentre coloro che gli si oppongono, umanamente parlando, sono persone e gruppi di persone in buona fede e di buona volontà, ma non sufficientemente forti per contrastare il nemico infernale che avanza. Disarmati o con armi spuntate. Con capi spirituali e politici che spesso li hanno convinti che il "male" per antonomasia non esiste, che è solo un rappresentazione figurata, che bisogna dialogare, tollerare, ecumenizzare. Ma il miele non è melassa, ed il sangue non è acqua.

Ci vorrebbe più fede nelle proprie forze e sicurezza delle proprie ragioni, maggior discriminazione e discernimento ideale ed etico, minor timore di dispiacere e tanto coraggio per affrontare le difficoltà, anche il martirio se occorresse.

Senza paura delle forze oscure, senza vergogna per la propria fede e per i propri ideali. Perchè la loro forza è data solo dalla nostra debolezza, e la nostra debolezza non può essere che spirituale.

Bisogna imparare di nuovo a vivere come si crede, e smetterla di credere come si vive. Vivere coerentemente ed interiormente la propria fede, cercando di affrontare con maggior decisione le provocazioni e le insinuazioni del mondo.


RispondiCitazione
Borokrom
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 181
 

Resto sorpreso che in un sito come questo l'analitica e oggettiva visione delle cose sia stata lasciata da parte.
...
Non era necessario aspettare l'entrata in gioco Taormina, ormai doveva essere chiaro a tutti che questa è diventata la Cogne del momento, o il diversivo etc etc.

Ci si spreca a ragionare su chi ha ragione e su chi ha torto, e non ci si rende conto che TUTTI sono stati SCIACALLI.

Sia chi ha gridato a destra di stare della parte della VITA, con i sondaggi in una mano e dall'altra al telefono col VATICANO, sia a sinistra, dove si grida alla LIBERTA' con urla prepotenti, tipico dei comunistissi che si appropriano abusivamente di una bandiera che chiaramente è altrettanto speculativa, demagogica e strumentale.

Che in questo gioco ci si voglia far cadere gli Italiani ignari/vi è un conto che ci si cada qui è un altro.

Le condoglianze di Bertani non valgono un bel niente, come quelle di un passante che andasse a farle ad un corteo funebre incontrato per caso.
E la sua commozione indotta è solo un segno che la disinformazione lo ha, in questo caso, inglobato, facendogli perdere la freddezza necessaria.
Giulietto Chiesa è condivisibile nella prima riga, poi ha fatto la solita sparata politica, abbassandosi al livello di quelli che critica (fortuna che lui non conta niente sennò vedreste che bella libertà porterebbero i giulietti).

Il vuoto legislativo della questione in corso è assolutamente relativo, queste cose rimangono insite alla famiglia, nessuno ha mai scontato pene per l'eutanasia che esiste da sempre.
Associare l'Eutanasia alla libertà è un ossimoro.
Si può forse associarla alla pietà.
Il testamento biologico è una cagata, come dimostra il fatto che è reversibile, e che tutti quanti si siano avvicinati alla morte anche solo per un istante la abbiamo poi respinta anche se costretti a vivere senza gambe, braccia, immobilizzati etc.
Non è infatti contemplabile il fatto che se un individuo che non ha più possibilità di comunicare con l'esterno possa comunque accettare la sua posizione anche se precedentemente si è espresso per la sua stessa eutanasia.

Del resto in tanti vivono tranquillamente senza l'uso del cervello, e sembra essere assolutamente conveniente e non creare grossi problemi.

Concludendo, del resto, è lampante che una società che non contempla la morte e non insegna l'accettazione della stessa ma la fugge sempre in ogni dove, sia totalmente inadeguata e impraparata sia ad affrontare l'argomento.
Sia quindi anche ad affrontare il naturale destino, che si chiude per tutti con l'applicazione dell'universale legge della livella.
Che non è la libertà.

E' la Morte.

E chiede solo Rispetto.


RispondiCitazione
Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

Resto sorpreso che in un sito come questo l'analitica e oggettiva visione delle cose sia stata lasciata da parte.
...
Non era necessario aspettare l'entrata in gioco Taormina, ormai doveva essere chiaro a tutti che questa è diventata la Cogne del momento, o il diversivo etc etc.

Ci si spreca a ragionare su chi ha ragione e su chi ha torto, e non ci si rende conto che TUTTI sono stati SCIACALLI.

Sia chi ha gridato a destra di stare della parte della VITA, con i sondaggi in una mano e dall'altra al telefono col VATICANO, sia a sinistra, dove si grida alla LIBERTA' con urla prepotenti, tipico dei comunistissi che si appropriano abusivamente di una bandiera che chiaramente è altrettanto speculativa, demagogica e strumentale.

Che in questo gioco ci si voglia far cadere gli Italiani ignari/vi è un conto che ci si cada qui è un altro.

Le condoglianze di Bertani non valgono un bel niente, come quelle di un passante che andasse a farle ad un corteo funebre incontrato per caso.
E la sua commozione indotta è solo un segno che la disinformazione lo ha, in questo caso, inglobato, facendogli perdere la freddezza necessaria.
Giulietto Chiesa è condivisibile nella prima riga, poi ha fatto la solita sparata politica, abbassandosi al livello di quelli che critica (fortuna che lui non conta niente sennò vedreste che bella libertà porterebbero i giulietti).

Il vuoto legislativo della questione in corso è assolutamente relativo, queste cose rimangono insite alla famiglia, nessuno ha mai scontato pene per l'eutanasia che esiste da sempre.
Associare l'Eutanasia alla libertà è un ossimoro.
Si può forse associarla alla pietà.
Il testamento biologico è una cagata, come dimostra il fatto che è reversibile, e che tutti quanti si siano avvicinati alla morte anche solo per un istante la abbiamo poi respinta anche se costretti a vivere senza gambe, braccia, immobilizzati etc.
Non è infatti contemplabile il fatto che se un individuo che non ha più possibilità di comunicare con l'esterno possa comunque accettare la sua posizione anche se precedentemente si è espresso per la sua stessa eutanasia.

Del resto in tanti vivono tranquillamente senza l'uso del cervello, e sembra essere assolutamente conveniente e non creare grossi problemi.

Concludendo, del resto, è lampante che una società che non contempla la morte e non insegna l'accettazione della stessa ma la fugge sempre in ogni dove, sia totalmente inadeguata e impraparata sia ad affrontare l'argomento.
Sia quindi anche ad affrontare il naturale destino, che si chiude per tutti con l'applicazione dell'universale legge della livella.
Che non è la libertà.

E' la Morte.

E chiede solo Rispetto.

Guarda, posso darti la mia testimonianza .
Io vivo senza l'uso del cervello da più di una decina d'anni, eppure sono felice e contento della mia esistenza .

A questo punto faccio questa considerazione .
In italia ci vorrebbe una sola cosa perchè oramai non esiste più il diritto e la legge è diventata un opinione di tizio o di caio che stravolge
in base alle sue sigenze .
Un bel governo di colonnelli,gente rude e spietata, gente non usa al pietismo , per spazzare via parititi , istituzioni politiche, economia bancaria ,insomma per avere una specie di default e ricominciare tutto su nuove basi . I posteri ce ne sarebbero grati.
Vogliamo i colonnelli ,ma quelli coi coglioni !


RispondiCitazione
Borokrom
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 181
 

Guarda, posso darti la mia testimonianza .
Io vivo senza l'uso del cervello da più di una decina d'anni, eppure sono felice e contento della mia esistenza .

A questo punto faccio questa considerazione .
In italia ci vorrebbe una sola cosa perchè oramai non esiste più il diritto e la legge è diventata un opinione di tizio o di caio che stravolge
in base alle sue sigenze .
Un bel governo di colonnelli,gente rude e spietata, gente non usa al pietismo , per spazzare via parititi , istituzioni politiche, economia bancaria ,insomma per avere una specie di default e ricominciare tutto su nuove basi . I posteri ce ne sarebbero grati.
Vogliamo i colonnelli ,ma quelli coi coglioni !

Ho quotato in maniera separata, anche se c'è una stretta correlazione tra la seconda frase e la prima. Nel senso che la seconda è un derivato della situazione determinata dalla prima frase.

Ma non ti nascondo che non ti posso dare torto al 100%, nel senso che anche io mi sento esasperato...
A volte sarei disposto a cedere un po' di libertà e ad avere qualche anno di tumulti, botte da orbi, ghilgiottinamenti e reset generale.

Se lo scopo fosse quello di levarci dai coglioni Veltroni, Berlusconi, Rosy Bindi, la Iervolino, il 99% degli amministratori delle cosa pubblica, siano essi parlamentari, geometri comunali, funzionari ASL.. poi dirigenti Telecom, professori Universitari, Vescovi, Centri Sociali, Associazioni Pacifiste, Tifosi di CAlcio, Veline, Sindaci di Piccoli Comuni corrotti, Assessori regionali, Autisti di Auto Blu, Auto Blu, Commentatori Calcistici, pornostar, giornalisti, RAI, Mac Donald, Banche, Fiat, Legambiente, Imprenditori, magnaccia, truffatori, parassiti... etc etc etc etc etc etc etc et etc etc etc etc etc etc etc etc etc.

A forza di srivere mi tornava in mente "Nuntereggaepiù".

Se lo scopo fosse questo te lo giuro che mi metterei qualsiasi divisa, nera, rossa, verde, gialla, o quello che è. O coi forconi vestiti da clown, non mi interessa, basta fare piazza pulita.

E io credimi non chiedo così tanto per l'Italia e il mondo, vorrei solo che ci fosse rispetto, che i forti non abusassero dei deboli, che ognuno facesse il suo, che turba la pace e la vita altrui fosse punito, che ognuno vivesse meglio possibile la sua vita, aiutando i suoi vicini, che non fossero rubate terre, che popoli non vivessero sotto la minaccia di altri, che l'uomo rispettasse se stesso, la sua dignità e la natura.

Ma ai nostri giorni è diverso, ormai siamo preda di un cancro, metastasi planetarie, nazionali e locali, L'Italia ne è una ben chiara dimostrazione, se poi andiamo a Gaza o in Africa ci possiamo chiarire ancora meglio le idee di come abbiamo ridotto il mondo.

Per me che venga pure il diluvio e ci spazzi via tutti.

Tu auspichi I colonnelli con i coglioni, ma è difficile, in quanto sono spesso un tutt'uno e come i politici è difficile capire se parlano o scurreggiano.

Se mai dovessero venire dei Colonnelli è più facile che vediamo di essi solo proprio i coglioni, in quanto il resto ce l'hanno già impiantato dietro.

Prima lo temevo, ma oggi non più...
Io sono per il CAOS
Un bel tutticontrotutti, dove ognuno di noi possa sparare a chi gli pare, dove le comunità si riuniranno intorno al maschio alfa e spazzeranno via comuni, municipalizzate, comandanti di vigili, segretarie comunali, nelle città grosse impiccheranno il presidente della provincia e tortureranno gli uscieri, bruceranno e salteranno sopra le AUTO BLU delle REGIONI con furia Irachena, prendendo a ciabattatte lunotti, cruscotti e antennine dei telefonini.
Montecitorio sparirà in un immenso falò dove i Rivolzionari Napoletani, una volta fatta stuprare la Iervolinino dai Nigeriani superstiti dei casalesi, faranno una pizza enorme sulla braci del Parlamento, dove al posto del pomodoro e della salsiccia ci sarà il sangue e le budella degli onorevoli.
Al Quirinale faranno Napolitano allo spiedo, e la testa di Scalfaro sarà aperta e utlizzata come portacenere da un Albanese reduce dell'UCK, a BERLUSCONI FARANNO LO SCALPO, la Carfagna e la Gelmini saranno confinate in un bordello per mercenari UGANDESI a Verona.
Dirigente delle ASL saranno legati dietro ai mezzi delle ATM, fatti guidare da ALBANESI UBRIACHI che cozzeranno tra loro come agli autoscontri, Preti pedofili saranno lasciati in mano alla mafia russa, che li legheranno con il culo fuori in recinti dove TORI ARRAPATI PADANI prenderanno rincorse improbabili e con cazzi tremendi e taurini squarteranno loro gli sfinteri. I tesserati del PD saranno semplicemente mandati in CINA a LAVORARE, I sindacalisti saranno invece mandati nelle fogne di ogni città, dovranno mangiare tutta la merda, il piscio e la cocaina nelle fogne in modo che i fiumi e il mare si riprendano.

Poi una volta che gli uomini di buona volontà con FUCILI A POMPA E KALASHNIKOF spazzeranno via tutti quelli ritenuti superflui le tribù rimaste si riuniranno. Dopo che gli anziani rimasti faranno riunioni con i giovani si deciderà chi deve piantare il grano, chi deve lavare i panni, chi deve riparare adoperare l'aratro e chi deve insegnare ai bambini le buone maniere e i proverbi.

Ecco, questo più o meno è il mio programma...


RispondiCitazione
Affus
Famed Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 3261
 

Borokrom il tuo piano è un pò troppo esagerato, qui non si salva nessuno . L'italia diventa un cimitero e un immenso campo di concentramento .
Sono contrario alla violenza di tutti contro tutti, all'anarchia .
Deve essere sempre un 'autorità, un gruppo ( rivoluzionario?), magari un 'autorità meglio se perversa perchè questa società tanto si merita .
O una autorità perversa che facesse un pò di bucato bianco , oppure un'autorità fortemente motivata nella ricerca della giustizia .
Il problema è definire la giustizia , perchè se si ha quella ben chiara nella mente , allora il resto diventa semplice .


RispondiCitazione
Allarmerosso
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 5
 

Sono centinaia di migliaia gli ammalati che negli ospedali vengono nutriti con la flebo ogni giorno ! Vi vorrei vedere subito dopo un' operazione se non riuscite a degluttire ; vi auguro di non averne bisogno , perchè se non vi fate vedere belli e all'altezza dall'infermiera , dovrebbero subito staccare la spina o farvi stare col terrore di finire affamati senza nemmeno saperlo .

Parliamo di coma irreversibile ? ... o stati particolari della "degenza"

Comunque il discorso è un altro , qui non ci dovete a venire a parlare di politica , di società , di sociologia , di psicologia , di massimi sistemi , di democrazia se state a zero di morale , se non capite un'emerita mazza della natura dell'uomo . Noi conosciamo il principio e la fine , a voi interessa invece solo cosa mangia

scusami gia non amo le categorie , ma cosa vuol dire "ci dovete " ?
di chi parli ?
poi io personalmente , data la citazione, non ho parlato di politica

Sono contrario alla violenza di tutti contro tutti, all'anarchia

condivido ma , l'anarchia è un'altra cosa ( nel senso reale del termine ) il significato che gli attribuisci è eroneamente travisato da molti .


RispondiCitazione
afragola
Honorable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 738
 

a'ffus e' uno zombi ,parente di un replicante ....costruito a tel aviv .con ricarica a molla (hip hip o' scem'0'elettrico)......mi associo a nessuno ,,un po' di censura contro le filippiche incocludenti e forvianti.. del su menzionato venditore di arredi sacri(con simpatia eh visto che ne conosco uno ,SERPONE SI CHIAMA simpatico ometto tutt'altro che un baciapile molto libertario e libertino) ..comunque ogni uno è libero di vivere di morire come gli pare,(visto che la poverina quando era in "coscenza" aveva richiesto caso mai fosse incorsa in in una disgrazia di che per volere del fato, poi in seguito l'ha vista protagonista, di essere aiutata a morire ) il resto sono parole nel vuoto..demagogia, talebanesimo cattofascistaliberticida, masturbazioni intellettualistiche da bar dello sport

ps diffido ad usare la parola anarchia a sproposito ....ripeto non mischiamo la merda con la ciccolata ..per quelli che non sanno cosa sia il movimento anarchico consiglio un corso accellerato

pspsps....ma che c'entra poi infilare in questa discussione ..gli attacchi a giulietto chiesa sono solo "sparate" da veline mossaddiste ...?

mah per alcuni a volte ogni peto diventa un tuono potenza dei fagioli


RispondiCitazione
Borokrom
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 181
 

Quoto Afragola, specialmente per quanto riguarda di non mischiare l'Anarchia con altre cose.

Certamente uno è libero di morire come gli pare, nel caso specifico doveva già essere stato fatto. Forse il padre lo doveva fare prima senza clamore.

Come ho detto l'Eutanasia esiste da sempre ed è applicata più spesso di quello che si pensi.

Comunque come ha fatto notare qualcuno il vuoto legislativo praticamente non esisteva.

Io ribadisco il concetto che questo è stato volutamente montato come un caso mediatico diversivo, per le ragioni di cui sopra.
Peccato per molti che hanno abboccato.


RispondiCitazione
Pagina 3 / 3
Condividi: